venerdì 12 ottobre 2007

I conti correnti in Italia: una vera manna per le banche


di Marco Calì, Consulente finanziario indipendente.

Le banche del BELPAESE non si lesinano certo dal favorire i clienti nemmeno con i semplici conti correnti.
Quasi tutti in Italia hanno minimo un c/c a loro intestato.
I tassi creditori presenti sulle banche tradizionali favoriscono le tasche sicuramente di loro stesse. Un esempio semplice mi aiuta a comprendere meglio la situazione.
Le Poste (ma l'offerta è simile anche in tanti altri istituti bancari) hanno da diversi anni creato il Banco Posta e sono già quasi 5.000.000 le persone che lo hanno sottoscritto. Il costo, per la tenuta, di questo c/c è pari a 30,99 euro ed in più bisogna pagare i bolli statali, che attualmente sono pari a 34,20 euro. Il tasso creditore è pari allo 0,5% lordo, ossia 0,365% netto!
Una persona, quindi, che ha 10.000 euro depositati nel conto Banco (sup) Posta si trova dopo un anno: 10.000 - 30,99 (costo) - 34,20 (bolli) + 36,5 (interessi)= 9.971,31. Non c'è male per l'azienda Poste. Se li lasciasse a casa, almeno resterebbero 10.000.
E secondo il mio punto di vista, in questa "offerta" (non è che le banche tradizionali facciano molto meglio, anzi) vi è un costo occulto che il cliente non vede, ma paga.
L'Euribor (che è un indicatore molto affidabile del denaro a breve termine e quindi è spesso usato come tasso base per calcolare interessi variabili come quello dei mutui) è oggi pari al 4,4%. Se a questo 4,4% tolgo il 27% (ritenuta, che fatalità va allo Stato) mi resta il 3,21% netto e quindi, ad esempio, le Poste con i 10.000 euro, depositati sul c/c, hanno un guadagno di 321 euro (e al cliente dà 36,5 euro). Conviene a questo punto, davvero, tenerli sotto il materasso.
Ma sul mercato c'è comunque la possibilità di sottoscrivere conti correnti (ma solo online) che retribuiscono interessi ben maggiori rispetto alle banche tradizionali.
Visita il mio blog su Sapienza-Finanziaria ... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

2 commenti:

daniele69 ha detto...

Ciao Marco,
ho visto il tuo commento sul mio blog e ho visitato il tuo.
Per ora ho letto solo questo post che miè sembrato molto interessante ma mi riprometto di tornare a breve. Ti inserisco tra i link utili.
Se vuoi mandarmi e-mail la trovi sul blog.
A presto
daniele69

magacirce ha detto...

bellissima la foto!!
complimenti per la conferenza di sabato davvero bella e interessante!!! bacioni