martedì 22 gennaio 2008

LA LEVA FINANZIARIA: COSA SONO GLI STRUMENTI DERIVATI?

Aggiungi immagine

Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970.


Gentile lettrice e gentile lettore, hai mai sentito parlare di strumenti derivati o della leva finanziaria?

Ti voglio ricordare che queste tipologie di investimenti sono poco conosciute dalla maggior parte degli investitori, però LE BANCHE LI CONOSCONO MOLTO BENE GLI STRUMENTI DERIVATI, ECCOME SE LI CONOSCONO! E creano denaro dal nulla! Ma questa possibilità é riservata anche a te! Non te lo hanno mai detto? Ti hanno mai detto che sul FOREX, il mercato finanziario più grande al mondo, non si pagano le "tasse"? E che non si pagano le commissioni per comprare o vendere?

Per aiutarti a comprendere questi aspetti ho scritto un ebook, FARE SOLDI con Forex Trading e la leva finanziaria.

Questo ebook é GRATUITO: per averlo basta cliccare qui.

Si tratta di una guida che contiene degli esempi molto semplici.

Per qualsiasi informazione puoi scrivermi tramite email oppure ci possiamo sentire tramite skype: il mio nome utente é marco.cali19

Buona lettura.

Mi stavo dimenticando, ma voglio ringraziare tutte le persone che stanno visitando il mio blog http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ : in 3 mesi ho avuto più di 10.000 (DIECIMILA) visite. Grazie ancora.

32 commenti:

Carlo ha detto...

Complimenti Marco. Stai facendo un lavoro straordinario. le persone finalmente cominciano a rendersi conto di tutto quello che "c'è sotto". Forse è ancora poco, ma con il tuo contributo sta cambiando qualcosa. Lo vedo dal fatto che molte persone mi scrivono perché vogliono conoscerti e domandarti tante cose sui loro risparmi ed investimenti.
Beh, che dire!? Vai avanti così! Sei forte!
Carlo

web master delle libertà ha detto...

Caro Marco non trovo corretto il compartamento che da qualche giorno hai assunto venendo a inserire commenti nel Blog di Gianfranco Miccichè con il solo motivo di portare traffico sul tuo blog. Non apoprovero piu i tuoi commenti.

Anonimo ha detto...

Marco se gli scrivi che il politico é bravo e bello ti faranno commentare ancora: é questa la chiamano democrazia!
Vittorio.

Ben ha detto...

Buongiorno,
Ho letto da qualche parte che l'oro ha toccato il suo massimo di circa 800 dollari l'oncia nel 1982.
Da circa 5 anni l'oro si è apprezzato del 40 % circa, attestandosi adesso a circa la stessa cifra de 1982 (800/850 dollari l'oncia).
Ora mi chiedo, chi aveva investito nel 1982, negli anni a seguire avrà visto svalutare il suo investimento più del 40 % per riuscire ad avere oggi la stessa somma investita nel 1982 con tutta la perdita inflazionistica e perdita di valore del suo capitale che c'è stata dal 1982 ad oggi?
E come si fa ad escludere che in futuro non ci possa essere un'altro deprezzamento come quello seguito all'anno 1982?
può dare delle risposte o delucidazioni, lo ringrazio anticipatamente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Ben: non so cosa succede fra 3 minuti, figurarsi se posso sapere quello che succederà fra qualche anno. Però, all'inizio di quest'anno avevo detto che il petrolio avrebbe raggiunto i 100 dollari al barile (quando ne valeva 50), che il cambio euro/dollaro avrebbe raggiunto 1,5 (quando era a 1,3) e che l'oro avrebbe raggiunto il valore di 850 dollari l'oncia (quando era a 600).
Se guarda anche l'articolo datato 22 ottobre 2007, poi riproposto integralmente l'8 gennaio 2008 avevo messo in guardia i possessori di azioni.
Comunque per quanto riguarda l'oro vedo il suo prezzo, RADDOPPIARSI COME MINIMO, nei prossimi 2-3 anni.
E' difficile spiegarlo in poche righe, ma si ricordi che su qualsiasi strumento finanziario e QUINDI ANCHE SULL'ORO SI PUO' INVETIRE CON LA LEVA FINANZIARIA e questo consente di creare dei prezzi "irreali". Provi a leggere l'ebook sulla leva finanziaria, che é gratuito.
A disposizione per ogni chiarimento.
Buona giornata.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per web master delle libertà: mi scuso se ho utilizzato il vostro blog, ma resto comunque convinto che i politici siano i camerieri dei banchieri e che stiamo andando verso una NUOVA WALL STREET 1929.
Articoli su Mastella, sulla spazzatura, etc. sono fuorvianti per le persone (é solo una mia considerazione, per carità), anche perché le conseguenze di questo TITANIC FINANZIARIO coinvolgeranno tutti. Se poi voi volete inserire solo i commenti che volete, siete ovviamente liberi di farlo.
Il mio blog resta, invece, aperto a tutti.
Mi scuso ancora se ho disturbato qualcuno dei vostri lettori.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Flippy ha detto...

Ho letto l'ebook sugli strumenti derivati: E' DI UNA SEMPLICITA' UNICA! Ne avevo sentito parlare, ma non riuscivo mai a comprendere il funzionamento, cosa che lei é riuscito a fare. Grazie.
P.S. Ora capisco come le banche facciano i soldi a palate!!!!!!!!!!
Filippo da Siena.

Anonimo ha detto...

Volevo solo dire che anchio ho letto riguardo la leva finanziaria e sembra veramente semplice così al primo impatto ma non so se sia adatta a tutti e sopratutto ai classici piccoli investitori, quelli per così dire con uno stipendio fisso

lori77 ha detto...

Bel lavoro, complimenti. Ed é molto semplice.
A che orari preferisce essere contattato tramite skype?
Lorenzo.

Anonimo ha detto...

Gli strumenti derivati stanno rovinando l'economia. Si crea denaro dal nulla.
Ma perché non scrive qualcosa sul signoraggio?
Bernardo

Ben ha detto...

Su Forex si può acquistare/vendere oro usando la leva finanziaria? o si può investire solo nelle valute?

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per ben: sul lik che ho messo di iforex é possibile comprare l'oro e anche con la leva finanziaria.
Se va sulla home page trova il "codice" riferito all'oro che é XAU/USD, mentre XAG/USD é riferito all'argento.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Ricky76 ha detto...

Quanto soldi servono, come minimo, per investire con la leva?
Riccardo.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per ricky76: per investire sul forex e quindi con la leva servono minimo 100 dollari, che sono circa 70 euro.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per lori77: se vuole contattarmi tramite skype (nome utente marco.cali19) basta guardare se sono in linea.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Hai visto che le agenzie di rating hanno confermato il rating all'Italia. Quindi non ci sono problemi.
Alessandro.

jerico75 ha detto...

Ieri ho visto il film documentario il diario del saccheggio sul crollo economico in argentina del 2001.Sono andato a letto molto preoccupato perche l' italia sta facendo lo stesso perorso del paese sudamericano.Mi piacerebbe avere qualche rassicurazione in merito.Ciao

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (che chiedeva se la leva fosse adatta a tutti, anche a chi avesse uno stipendio fisso).
Le rispondo che la leva può essere utilizzata da tutti, ma prima bisogna conoscerne bene i pro e i contro. Le ricordo che praticamente tutti i prodotti a capitale garantito, OFFERTI DALLE BANCHE E DALLE POSTE, sono composti da una obbligazione più una parte che investe con LA LEVA FINANZIARIA e quindi la maggior parte dei sottoscrittori di questi prodotti é coinvolta anche senza saperlo: E LE BANCHE FANNO SOLDI A PALATE, CON QUESTO SISTEMA!
Se desidera chiarimenti, non esiti a contattarmi.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per jerico75: non ho visto il film documentario (anzi, mi puoi dire come lo posso trovare?) ma di rassicurazioni, purtroppo, non mi sento proprio di dartene. L'Italia non é la prossima ma l'attuale Argentina! Ci sono troppe somiglianze con quello avvenuto in Argentina: sembra una fotocopia.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

E i Comuni Italiani, che sono esposti non si sa per quanti soldi con gli strumenti derivati, che fine hanno fatto?
Non se ne parla più? Perchè?
Ne parli lei, signor Calì, che almeno é una voce fuori del coro. Ci spieghi come é questa situazione che é tenuta nascosta.
Paolo da Roma.

jerico75 ha detto...

Il film io l' ho scaricato dalla rete con un programma di file sharing ad esempio emule.E' in dvix e di scarsa qualità se vuole le mando il file via mail ma sono 700MB.Non ho idea se sia uscito in DVD

Francesco ha detto...

Tassazione Forex.
Egr. Dott. Calì,
mi può spiegare, per cortesia, in base a quale articolo di legge
italiana lei afferma che il Capital Gain derivato dal Forex è esente dalla
tassazione del 12,5%?
Se davvero fosse così le confesso la mia ignoranza, visto che faccio il
Future Trader a tempo pieno da tre anni e tradando il Future Euro Fx
io le tasse le ho sempre pagate, purtroppo...
Cordiali saluti.
Francesco.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Francesco: Buongiorno Signor Francesco, grazie per avermi scritto.
Le metto il link di fineco, che tratta della tassazione delle valute http://help.fineco.it/templateVisivo.asp?sez=403&info=1334

Le operazioni in valuta e quindi sul Forex non sono considerate come "servizi di investimento", ma sono considerate, dal Testo Unico Finanziario (D.LGS 58/98) "servizi accessori" al punto g = l'intermediazione in cambi, quando collegata alla prestazione di servizi d'investimento.

Mi faccia sapere se questa risposta é esauriente.

Sono sempre a disposizione per ogni chiarimento.

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Francesco ha detto...

Tassazione Forex: Egr. Dott. Calì,
la ringrazio, la risposta è esauriente: per sempilificare è come se si
trattasse di cambiare valuta Cash presso uno sportello bancario e
quindi venissero addebitate dalla banca solo le comminssioni a prescindere
dal risultato positivo o negativo dell'operazione, che poi con il Forex
non ci sarebbero neanche quelle visto che da quello che ho capito
l'offerta denaro/lettera è in spread.
Comunque, può inserire se vuole solo con il nome Francesco la mia
domanda nei commenti del suo articolo.
Mi permetta un'altra domanda però: in base a quale art. di legge
italiana un correntista è garantito fino a 103 mila Euro (circa) sul suo C/C?
Grazie e buon lavoro.
Francesco.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Buongiorno signor Francesco, il limite dei 103.291 euro é riscontrabile dal sito www.fitd.it fondo interbancario di garanzia.
Ma é presente anche su qualsiasi contratto di conto corrente.

Buona giornata e mi scriva pure quando vuole.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

jerico75 ha detto...

mi sto convincendo ad investire un pò di soldi in oro, è possibile farlo in banca? La custodia del metallo è particolarmente onerosa? E' facile poi rivenderlo?

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per jerico75: investire sull'oro é più facile da fare che da spiegare. Sto preparando un ebook dove spiego come farlo sia fisicamente che finanziariamente.
In banca ti succhiano commissioni a non finire e, tra l'altro, é molto difficile farlo.
In poche righe é difficile spiegarlo, ma é molto semplice.
Se usi skype, magari ci sentiamo.
Grazie e buona giornata.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
da poco ho scoperto sia il suo blog che i vari riferimenti dei suoi articoli (una volta un mio amico mi ha parlato del signoraggio bancario e la cosa mi ha parecchio colpito); ho visto la grande opportunità che ha fornito ai suoi lettori per provare ad avere dei guadagni magari non enormi ma che sicuramente aiutano attraverso il Forex.
Premetto che, purtroppo, non ho alcuna nozione finanziaria e che il meccanismo, spiegato anche con un esempio nell'ebook, non è riuscito appieno a farmi capire come funziona, anche dopo aver aperto l'account di test sul sito Forex.
Vorrei provare a descriverle una situazione "reale" (almeno per me) per vedere quanto sono andato vicino alla comprensione del sistema e per avere sue correzzioni ed eventuali consigli:

- apro un account di trading con 100 euro
- apro il mio account sul Forex che, come dice sul sito, dà una leva di 1:200
- sul mio conto Forex avrò quindi 100x1.47= 147 dollari, arrotondato a 150
- sempre sul conto Forex, applicando la leva, posso aprire posizioni fino a 150x200= 30000 dollari
- prendiamo il caso che, secondo me, l'euro salirà nei confronti del dollaro; al momento, da interfaccia Forex, ho un Bid=1,47655 e un Ask=1,47689. Dato che voglio dare fiducia all'euro, comprerò Euro al prezzo dato da Ask: mettiamo che voglia 10000 euro; compro questi 10000 e dal mio conto, in pratica, verrebbero scalati 14789 dollari
-.la mia situazione dopo l'acquisto, quindi, è di 15211 dollari e 10000 euro
- la valuta sale di 20 pips, portando Bid=1,47675 e Ask=1,47709: se io vendessi ora i miei 10000 euro, incasserei 14767 dollari ma, calcolando che li ho pagati 14789 sarei in perdita, in quanto andrei a 29978 dollari totali con uno scarto di 22 dollari in negativo
- se il ragionamento scritto sopra è corretto, in pratica dovrei attendere che il prezzo di Ask scenda il più possibile, comprare e quindi aspettare che il prezzo di Bid superi il prezzo di Ask al quale io ho acquistato la moneta: è corretto?

La ringrazio in anticipo per il tempo e l'aiuto che potrà offrirmi.

Le auguro una buona giornata.

Distinti saluti.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Buonasera, grazie per avermi scritto.
Le do una risposta al suo quesito.

Dopo che ha effettuato l’operazione iniziale di acquisto di 10.000€ contro dollari a 1,47689 il conto non viene scalato dell’importo in dollari.
Quello che effettivamente succede é che il suo deposito iniziale é a margine dell’operazione. Quindi i 150$ sono a garanzia dell’operazione. Se l’operazione incominciasse a perdere fino ad azzerare il capitale disponibile sul conto, il sistema chiuderebbe automaticamente la posizione.

Le faccio adesso un esempio per rendere il concetto piú semplice.
A fronte di un deposito di 100$ Lei decide di acquistare 10.000€ contro dollari al prezzo ask di 1,4750. In linguaggio tecnico Lei sarebbe long di 10.000€ e short di 14.750$. Il margine viene calcolato nel seguente modo: capitale / esposizione. Quindi 100$ / 14750$= 0.6779%. Quindi se l’euro dovesse scendere di questa percentuale la sua posizione perderebbe 100$ e il conto si azzera.



BID ASK
Se il prezzo EUR/USD dovesse salire a 1,4810 – 1,4815 e Lei decide di chiudere la posizione avviene esattamente il contrario. Quindi vende i 10.000€ al prezzo BID ed acquista 14.815$.
Andiamo a vedere cosa é successo:
LONG SHORT
10.000€ 14.750$
14.815$ 10.000€
Facendo le differenze nelle rispettive valute si ha:
0€ (+10.000 -10.000)
65$ (-14.750 + 14.815)

Quindi sul conto ora ci stanno 165$.
Se analizza attentamente la posizione puó notare che a fronte di una salita dell’euro di 65 pips (punti) la posizione ha guadagnato 65$ quindi ne viene fuori che per una posizione di 10.000€ ogni pip equivale ad 1$.
A questo punto ci é anche molto semplice calcolare su questa posizione il cosidetto stop loss on the money (il prezzo per il quale il conto si azzera): se ogni pip equivale ad 1dollaro, e sul conto ci sono 100$, significa che se l’euro scende di 100 pips contro il dollaro il capitale si azzera. Quindi se l’euro scende a $ 1.4650 la posizione perde 100$, il conto si azzera e quindi la posizione viene chiusa automaticamente dal sistema.

Spero di averle chiarito il concetto.
Sono sempre a disposizione per ogni chiarimento.

Buonasera.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

PETRSALVATORE ha detto...

vi va uno scambio link.
http://www.petsalvatore.blogspot.com
sito: finanza
Mail. psa-@libero.it

givierre ha detto...

Buona sera,
Ho scoperto oggi la sua esistenza e dopo qualche cliccata tra un sito e l'altro ritengo di avere trovato un lume in questo buio finanziario.
Oltre ai complimenti meritati, le chiedo come una persona neofita come lo sono io, ma molto attratta dall'investire in forex, puo' divenire un esperto.
Premetto che sono uno dei tanti che mantiene le banche con i loro pacchetti finanziari, quindi molto propenzio all'acquisizione di know-how per l'autoinvestimento.

La ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.

P.S. L'ebook non si scaraca
Giuseppe

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per givierre: grazie per i complimenti. Fa bene a voler conoscere il Forex, che é il mercato finanziario più grande al mondo. Tra l'altro su questo mercato non si pagano le tasse. E non si pagano le commissioni. E ci sono tanti altri vantaggi.
Esistono anche dei conto demo per poterlo conoscere, senza, quindi, rischiare nulla.
Non so che problemi ci siano per scaricare l'ebbok. Se mi scrive all'e-mail edoardinchiarin@yahoo.it glielo invio.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.