mercoledì 9 gennaio 2008

Mercati azionari: RIPUBBLICO IL POST scritto il 22 ottobre 2007.



Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente.




Mi arrivano delle e-mail di persone che mi chiedono un parere sugli investimenti azionari.


Ripubblico lo stesso post, SCRITTO IL 22 OTTOBRE 2007; non ho tanto da aggiungere sull'argomento, ma ti ricordo che in borsa si può anche investire al RIBASSO e non solo al RIALZO. E questo mercato del RIBASSO le banche lo conoscono molto bene, eccome se lo conoscono! E usano anche gli strumenti derivati ovvero la leva finanziaria, creando DENARO DAL NULLA! Quando ti dicono alla TV e scrivono sui giornali che sono stati bruciati, ad esempio, 200.000.000 di euro (DUECENTOMILIONI di euro) NON E' VERO NULLA! QUEI SOLDI HANNO SOLO TRASFERITO LA LORO PROPRIETA! E la massa, secondo te, guadagna o perde?


Tra l'altro, fra qualche giorno, pubblicherò un ebook sulla leva finanziaria e sul mercato finanziario, più GRANDE al mondo, il Forex, dove le banche investono capitali enormi. Ma eccoti il post.




XXII X MMVIII

DAL MARZO 2003 AL LUGLIO 2007: I MERCATI AZIONARI SONO CRESCIUTI IN MANIERA INCREDIBILE!

Ricordati che negli ultimi anni di borsa i mercati azionari sono saliti tantissimo e ad esempio in Cina (vero potere economico mondiale) anche il fruttivendolo, la massaia, il barbiere, … stanno comprando azioni. C’è un detto, che circola tra i banchieri a Wall Street, che recita così: “Quando il portinaio ti chiede che azioni comprare, è il momento di vendere tutto”. Il detto riassume fior fiori di studi della psicologia dei mercati che in parole dicono che i risparmiatori tendono ad entrare nel mercato troppo tardi, sull’onda emotiva dei mass-media che strombazzano guadagni record, ed uscire troppo tardi nell’ingenua speranza di recuperare le perdite iniziali. E in Cina c’è gente che si sta ipotecando la casa per investire nel mercato azionario, che “non si ferma mai”! A buon intenditore, poche parole. Il Dax 30 (Germania) aveva come valore nel marzo 2003 circa 2.220 punti, nel luglio 2007 valeva 8.000 punti circa: differenza % + 263,64%. Il Nasdaq (America) aveva come valore nel marzo 2003 circa 1.200 punti, nel luglio 2007 valeva 2.700 punti circa: differenza % + 125%. Il Mibtel (Italia) aveva come valore nel marzo 2003 circa 15.000 punti, nel luglio 2007 valeva 30.000 punti circa: differenza % + 100%.E ricordati che le banche (e lo puoi fare anche tu) investono sul ribasso dei mercati azionari, ma lo fanno per i loro interessi. Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/............. é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

6 commenti:

Maxim ha detto...

Complimenti Marco, io ho comprato il libro Retroscena Bancario e devo ammettere che ci hai visto giusto sul cambio euro/dollaro, sul prezzo del petrolio, sul prezzo dell'oro e sul ribasso del mercato azionario. Per fortuna che ho seguito i tuoi consigli. In banca mi avevano detto di fare il contrario di quello proposto da te!
Massimo Rossi.

Roberto ha detto...

Grande Marco, ho provato a chiedere (come mi hai consigliato) al mio promotore finanziario se conoscesse il modo di operare al ribasso ed é caduto dalle nuvole!
Ha tergiversato, ma si vedeva chiaramente che non sapeva nulla. E invece, grazie a te, ho imparato che andare al ribasso é molto semplice. E l'oro, hai visto? Ottimo suggerimento.
Guarda che sto spargendo la voce.
Roberto Bellucco.

Anonimo ha detto...

I fondi azionari, mi hanno detto in banca, hanno avuto rendimenti molto buoni. E quello che dice lei, riguardo il congelamento dei titoli italiani, sono bufale: sempre in banca mi hanno detto di non preoccuparmi.
Un demente italiano.

Un promotore finanziario ha detto...

Le borse ripartiranno alla grande e infatti io ai miei clienti sto consigliando di investire sulle azioni. Un promotore finanziario.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Rispondo ai commenti su questo articolo, ricordando come ho scritto nel libro Retroscena Bancario, che l'investimento migliore da fare é quello sull'oro.
I dipendenti di banca sono pagati con uno stipendio e devono ripetere il verbo del padrone.
A buon intenditor poche parole.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Fabregas ha detto...

Ma tutti quei docenti e sapientoni che scrivevano e accusavano questo blog di terrorismo finanziario dove sono finiti? Aveva ragione, signor Calì, a definirli conigli.
Fabrizio.