lunedì 31 marzo 2008

Oro come investimento? Se lo chiedi in banca sembri un extraterrestre!




Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970.






Gentile lettrice e gentile lettore, nei mesi scorsi ho "lanciato" un sondaggio dal titolo: "A QUANTO ANDRA' IL VALORE DELL'ORO NEI PROSSIMI 2 ANNI?"

Ti voglio ricordare che la maggior parte delle persone che ha risposto (in tutto 207) ha indicato che il prezzo dell'oro andrà ad oltre 1.400 dollari l'oncia (34%); l'11 % ritiene che andrà da 1.200 a 1.400 $/oncia; il 24% ritiene che andrà da 1.000 a 1.200 $/oncia; il 15% ritiene che andrà da 800 a 1.000 $/oncia; il 7% ritienne che andrà da 600 a 800 $/oncia; il 6% ritiene che andrà a meno di 600 $/oncia.
Mi sono arrivate diverse e-mail di persone che mi chiedono informazioni circa la possibilità di investire sull'oro. Ricordo a tutti che LE BANCHE SANNO MOLTO BENE COME SI FA AD INVESTIRE SULL'ORO, ECCOME SE LO SANNO. Ma fatalità, nella maggior parte delle filiali delle ONESTISSIME E TRASPARENTISSIME banche italiane, i dipendenti bancari non ti sanno dare una risposta al riguardo. Essendo assediati dal BUDGET, i dipendenti bancari DEVONO RIPETERE CIO' CHE VIENE LORO IMPOSTO. E se tu dovessi, per caso, chiedere loro qualcosa di diverso, sembri un extraterrestre. Ma non puoi mica andare in farmacia o al panificio o dal meccanico per comprare l'oro! Dovrebbe, ripeto DOVREBBE, essere un servizio fornito dalle CASTE E PURE BANCHE.
Ma comprare oro é più facile da fare che da spiegare, gentile lettrice e gentile lettore. Puoi averlo sia fisicamente (e qui devi valutare se tenerlo in casa o in cassette di sicurezza o in camere blindate o dove ritieni) che finanziariamente. Ed é molto semplice. Se ti può interessare approfondire la maniera finanziaria hai anche la possibilità di aprire un conto demo (DIMOSTRATIVO), CHE TI CONSENTE DI OPERARE CON SOLDI VIRTUALI. E lo puoi fare anche con la leva finanziaria! Se vuoi vedere come funziona la leva finanziaria leggi l'ebook gratuito! E se pensi che il prezzo dell'oro dovesse scendere puoi operare al ribasso!
Ti ricordo, infine, che il prezzo dell'oro é espresso in dollari e quindi per valutare bene l'investimento devi tenere conto del cambio euro/dollaro.

Se vuoi scambiare due chiacchere con me scrivimi all'e-mail edoardinchiarin@yahoo.it o contattami tramite skype: il mio nome utente é marco.cali19.

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ..... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

31 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Marco, é vero che se vai in banca e chiedi di investire sull'oro sembri un alieno. Ho visto che si può comprare l'oro finanziariamente: mi fai un esempio pratico?
Alessandro da Padova.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Alessandro da Padova: in banca devono ripetere ciò che viene imposto. Se vuoi scrivimi all'email edoardinchiarin che ti invio un esempio, molto semplice, sul come fare per comprare l'oro finanziariamente.
E' più facile da fare che da spiegare!
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Vyper ha detto...

io l'ho comprato tramite gli etf, collegati direttamente all'indice dell'oro, anche se devo dire che al momento è in discela la quotazione, però sono confidente che risalirà,
BullionVault (oro fisico custodito) mi sembra abbia delle commissioni troppo alte,
per le leve devi avere esperienza (che io al momento non ho)
benetazzo invece dice di comprarlo alla banche metalli, ma credo ci siano problemi di svaluzioni (l'oro va custodito in un certo modo)

Anonimo ha detto...

Ciao Marco! Volevo chiederti una cosa... ma tu le banconote da 5, 10, 20 50, 100 euro... io le ne vedo sempre e solo di nuove... Quando le prendo dalla banca, me le da mio papà, me le da la scuola in cui lavoro, sono sempre nuove... le piego io per la prima volta! Io non vedo più banconote sgualcite, rotte sporche come le vecchie 1000 lire o 5000 lire... te le ricordi che tra poco si rompevano?
L'ho notato ieri...
Ma come mai? C'è giro di soldi o è solo a senso unico?
Tutti questi soldi vanno di nuovo alle banche per il debito pubblico e non escono più e loro ne stampano in continuazione?
Grazie Massimo

Anonimo ha detto...

fanno bene a scambiarti per un extraterrestre perchè l' oro non è sempre facile da rivenderlo Federico da Milano

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per vyper: gli etf sull'oro rappresentano un'ottima soluzione; l'unico inconveniente é che non puoi investire al ribasso, ma se prevedi un rialzo del prezzo dell'oro, con gli etf, puoi sempre comprare ed abbassare il prezzo medio di acquisto. Le commissioni diBullionVault a me sembrano buone, ma se trovi di meglio (con quelle caratteristiche di servizio fammelo sapere). Per la leva ti consiglio di aprire un conto demo e così vedi come funziona: é più facile da fare che da spiegare e non é che bisogna essere superesperti per cominciare; la demo ti può aiutare. Per l'oro fisico possono esserci dei problemi sul dove tenerlo (casa, cassette di sicurezza, camere blindate, etc.) e qui bisogna valutare caso per caso.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

La tipografia dei soldi é in continua espansione e stampano soldi come fossero figurine: ma dietro c'é solo aria!
E, anche stamattina, in una filiale di una banca italiana ho assistito al problema del ritiro dei contanti: ne avevano pochi! E se tante persone si dovessero recare a ritirare i propri soldi le banche potrebbero rispondere picche!
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Il commento qui sopra é per Massimo.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Federico da Milano: é vero che l'oro é difficile da rivendere, ma questo non vale per l'oro finanziario. In un secondo lo puoi vendere e comprare. E' più facile da fare che da spiegare.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Per Marco.
Mi riferisco alla seguente tua frase a proposito delle banche :
“La tipografia dei soldi é in continua espansione e stampano soldi come fossero figurine: ma dietro c'é solo aria! E, anche stamattina, in una filiale di una banca italiana ho assistito al problema del ritiro dei contanti: ne avevano pochi!”.
Dici cose demenziali non so se per ignoranza o per puro calcolo al fine di collocare i tuoi prodotti/servizi (oro, libro, ecc.)

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo: grazie per aver detto che dico cose demenziali. Ma le ricordo che lei potrebbe essere una persona qualsiasi e al posto suo si potrebbe firmare qualche altro. In altri blog é obbligatorio, al fine di commentare, inserire l'e-mail; QUI PUò COMMENTARE CHIUNQUE.
E le ricordo che se la gente si dovesse recare in banca a ritirare i PROPRI SOLDI, I PROPRI SOLDI, I PROPRI SOLDI, I PROPRI SOLDI le banche potrebbero non averli.
A proposito, ha comprato il libro Retroscena Bancario?
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Quindi secondo lei è più rischioso investire in obbligazioni statali che in oro?

Anche se negli ultimi anni ha avuto un apprezzamento notevolissimo, dal 18 marzo ad oggi l'oro ha perso il 13% in dollari (mi sembra più o meno lo stesso in euro). Non mi sembra un investimento tranquillissimo perdere 1300€ ogni 10000€ in meno di un mese. Anche se poi li recupero, se in quel momento mi servono o mi faccio prendere dalla paura?

E se crolla come è crollato nel 1980 quando il suo prezzo scese ad 1/3 del valore?

E poi, utilizzare la leva non ha dei costi aggiuntivi che, comunque, mi erodono il capitale?

E con la leva non rischio di perdere anche di più di quello che investo?

E se investo al ribasso (perchè penso che scenderà come negli anni dal 1980 in avanti) e invece risale, quanto perdo?

In sostanza, perchè si può affermare che investire in cose così "speculative" sia meno pericoloso che investire nei titoli di stato?

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo: per fare una analisi corretta bisogna valutare il "portafoglio" della singola persona. Se una persona vuole la garanzia del capitale, se vuole investire sulle azioni, sul petrolio, sul tabacco, sull'oro, sul mais, sul nichel, sulle banane, sul caffé, sull'alluminio, etc. Poi bisogna vedere se ha la casa di proprietà, se deve farsi un mutuo, se deve garantire un futuro ai figli, se ...
In ogni caso comprare BOT BTP CTZ CCT E' DA DEMENTI! Lo stesso rendimento di un BTP lo ottengo con una BEI (AAA di rating). Le ricordo che la protezione del capitale proprio é la cosa più importante: se poi vuole speculare gli strumenti finanziari ci sono, eccome se ci sono!
E con la leva (ad esempio con le opzioni) il rischio massimo che si corre é quello legato al versamento iniziale e quindi non si rischia di perdere di più di quanto investito.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Per Marco.
Dici con una leggerezza ed una ovvietà estrema, come d'altra parte è tua abitudine nell'enunciare tutti i tuoi teoremi, che : "il rischio massimo che si corre é quello legato al versamento iniziale e quindi non si rischia di perdere di più di quanto investito."
Ma ti rendi conto che si tratta di una perdita del 100 %? E che se operi con la leva la perdita si potrebbe amplificare.
Mi vengono dei dubbi : quello che dici lo dici con convinzione o per convenienza? In entrambi i casi è comunque grave.

Anonimo ha detto...

Sono Massimo, grazie Marco della risposta sulla tipografia. Senti cosa mi ha riposto un mio amico bancario alla stessa domanda:

"C'è un particolare da segnalare...le banconote logore ora le banche quando le trovano in qualche versamento non le usano ma le riconsegnano ai centri raccolta perchè 1) la gente non li vuole quando viene a prelevare, giustamente 2) è brutto consegnare ai clienti soldi rovinati. tra l'altro non è da dimenticare che i soldi logorati sono guardati con più sospetto ed è più difficile identificare la bontà e veridicità della banconota, quindi FORSE la gente le tratta meglio..."

Ho letto bene? Centri di raccolta??? Come si fa a dare una risposta del genere? O sbaglio?

Massimo

Anonimo ha detto...

Per Massimo
Dopo aver letto quello che scrivi ritengo che tu sia la persona adatta per gli investimenti in oro o altre cose del genere che ti vengono proposte dai vari maghi del web e della tv

Anonimo ha detto...

Grazie anonimo per aver risposto con un'offesa piuttosto che con un chiarimento.
Ora in questo caso io vorrei veramente sapere se questi centri di raccolta sono controllati, in base a che norme... ecc ecc... Se tutte o quante, le banconote logore (c'è una classificazione riconosciuta in base alla quale stabilire il grado di logorio della banconota? Logorio, non falsità) vengono raccolte e poi eliminate e sostituite con le stesse nuove... Se questo spiega il perchè non vedo banconote usate. Io ho detto che non mi capita di vedere banconote logore, vuoi che le sostituiscono tutte? Mi sembra francamente inverosimile. Mi sembra verosimile invece pensare che la stampa sia incontrollata e non ci sia più giro di moneta.
Non capisco perchè poi la banca debba preoccuparsi di fare ciò riguardo al logorio... Ci sono correntisti schizzinosi che non vogliono banconote logore? E quando avevamo le 1000 lire che si strappavano, erano tenute insieme dallo schotc?
La vedo proprio una bella scusa..
Massimo

Anonimo ha detto...

Per Massimo
Non voglio essere offensivo, ma non posso risponderti con un chiarimento come tu desideri perchè sulla base di quello che dici arguisco che dovrei partire da molto lontano e fare un lavoro di informazione/formazione molto in profondità.
Da come parli penso che tu abbia 14-15 anni.
Se ne hai di più penso che tu debba ancora molto maturare e studiare (sui libri e non nei blog), poi ne riparleremo.

Anonimo ha detto...

Per Massimo
Aggiungo :studiare su libri seri (di comprovata serietà)

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo: bisogna vedere quanto capitale (in % al totale) un investitore decide di impegnare con la leva finanziaria.
E le ricordo che le ONESTISSIME E TRASPARENTISSIME banche quando "offrono" o "consigliano" investimenti a capitale garantito, investono una parte in obbligazioni (per garantire il capitale) ed una parte in strumenti finanziari derivati (e quindi usano la leva finanziaria). E questi prodotti, molto ma molto venduti dalle CASTE E PURE BANCHE, ARRICCHISCONO I PORTAFOGLI DELLE BANCHE. E le persone che hanno questi prodotti non conoscono la leva finanziaria! Ma le banche, per fare i loro interessi, la usano, eccome se la usano!
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Massimo: probabilmente al tuo amico bancario hanno raccontato questa favola e lui é stato subito pronto a ripeterla.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo e Massimo: ho visto che anonimo ha dichiarato che Massimo é uno che deve studiare. Ma gentile anonimo Le ricordo che se l'Italia é in questa situazione catastrofica lo deve proprio ai quei superesperti che hanno letto tanti libri. Forse non sempre leggere porta vantaggi. O magari guardare la tv. Perchè é tutto pilotato.
E visto che lei, anonimo, consiglia di leggere dei libri seri (di comprovata serietà), ne può elencare qualcuno?
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Per Marco: si, sono convinto anch'io che il bancario ripeta a pappagallo quello che dice il superiore. Il bello è che questo sarebbe un mio amico d'infanzia, quindi siamo alla fine.
Per anonimo: guarda ho 28 anni e ho studiato un pò di econonima, economia politica al geometra e il corso di economia all'università forestale. E mi stavano talmente formando bene, specialmente all'università (perchè al geometra il tipo era più sveglio) che se avrei dato retta ai libri dell'università avrei spento la mente completamente per massimizzare il profitto ed essere suo schiavo. Il che va bene se sei un operaio della banca che deve massimizzare per il padrone.
Mi sono reso conto che questi signori che stanno all'università a parlare di formulette e ti bocciano all'esame perchè non ricordi mc=Fm o quello che è, raccontano solo metà della storia, che come dice Marco non è certo che sia scritta sui libri che le persone intellettuali si vantano di leggere.
Massimo

Anonimo ha detto...

Per Marco.
Sono quell’anonimo che potrebbe essere qualcun-altro-che-si-firmerebbe-al-posto-di-una-persona-qualsiasi, come tu dici, e che ha commesso l’errore di scambiare Massimo per un 15-16 enne.
Mi chiamo Giulio (non so se aggiungere il mio nome cambia la sostanza delle cose).
Se permetti Marco ti do del “TU”, più adatto a una chiacchierata cameratesca tra compagni (si possono usare questi termini sotto elezioni?), ma se non vuoi la prossima volta ti darò del “LEI” come fai tu.
Ti devo purtroppo deludere ma non mi sento di segnalarti dei libri. E poi su quale argomento? Il sapere non si acquisisce con la lettura di qualche libro; e poi sei proprio tu a dire che “se l'Italia é in questa situazione catastrofica lo deve proprio ai quei superesperti che hanno letto tanti libri. Forse non sempre leggere porta vantaggi. O magari guardare la tv.”.
A parte che non ho mai parlato di TV (ci mancherebbe!), devo solo constatare che apparteniamo a due culture diverse : tu a quella dei manuali del perfetto venditore o del fai-da-te, io a quella dello studio e dell’apprendere per l’apprendere.
Una cosa invece ti vorrei chiedere.
Perché ti accanisci tanto con i dipendenti bancari ed i promotori finanziari?
Ce ne sono di buoni e preparati come di fasulli e impreparati; ma questo succede in qualsiasi professione : nella tua come in quella di Massimo (che non so cosa faccia), nel campo medico come in quello artigiano o commerciale, nella scuola ecc..
Tu ritieni i bancari e i promotori (poi sempre e solo loro) delle nullità perché SONO PAPPAGALLI e devono VENDERE, ma dimmi : tu o un concessionario di auto, tanto per fare un esempio, cosa dovete fare se non vendere? E tu, come qualsiasi altro venditore, non ripetete sempre le stesse cose che vi dicono di dire i fornitori dei prodotti o servizi che collocate?
A proposito di questo tuo accanimento contro i bancari e i promotori, mi viene da farti un’altra domanda. Ma per caso non sei un ex (o un mancato tuo malgrado) bancario o promotore finanziario?
Ho tanto l’impressione che vuoi passare per un austero finanziere zurighese, mentre sei alla fin fine un più nostrano siciliano.
Saluti Giulio

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Giulio: il tu va benissimo. L'ho scritto abbondantemente nel libro e non l'ho mai nascosto che ho lavorato per più di 7 anni come promotore finanziario per la Monte dei Paschi di Siena. Ho seguito le direttive della banca per i primi 2 anni (non avevo esperienza nel settore) e poi ho sempre fatto di testa mia (e per questo venivo considerato "un negativo"). Dopo questa esperienza ho dato le dimissioni ed ho fatto visita a più di 100 filiali di banche italiane, improvvisandomi come possibile cliente.
La sostanza é questa: tu puoi trovare il miglior bancario e/o promotore finanziario, ma il suo é un consiglio marchiato dal conflitto di interessi.
Ad esempio, quando chiedevo ai manager di riferimento di poter comprare delle opzioni per proteggere il capitale del cliente (e non quindi per speculazione) mi sono sentito rispondere di vendere polizze e fondi. Ma di questi "consigli spassionati" ne ho ricevuti molti, ma di spassionato avevano ben poco.
E sono d'accordo con te che un venditore di auto venderà le proprie auto, che un panettiere venderà il proprio pane, etc, ma NON ESISTE NESSUNA ATTIVITA' COMMERCIALE CHE PERMETTA DI FARE I GUADAGNI DI UNA BANCA! Le banche GUADAGNANO CON AVIDITA' INSAZIABILE: ad esempio con i fondi obbligazionari e/o liquidità dove incassano le commissioni di gestione perennemente (e grazie a questo pagano i promotori e le filiali "fanno" il budget: ma pensa un po', non esiste un fondo obbligazionario che riesa a battere il benchmark (il parametro di riferimento). Ma che fatalità che sono costretti a proprti SEMPRE E SOLO questi prodotti.
Tra l'altro abito in provincia di Padova, ma mio padre era siciliano e sono fiero di avere queste origini.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Per Marco Calì.
Fa piacere sentire che sei orgoglioso della tua origine siciliana. Io, che non sono siciliano, sono un grande estimatore di quella terra.
Giulio

Anonimo ha detto...

Salve , sono max per l'argomento delle banconote sempre nuove postato da massimo, non è che il motivo vero sia quella piccola "c" cerchiata del copyright che porta un guadagno per l'emittente ad ogni banconota nuova?

come se non ci guadagnassero già abbastanza sopra sull'emissione della moneta.

saluti max

Anonimo ha detto...

Salve , sono max per l'argomento delle banconote sempre nuove postato da massimo, non è che il motivo vero sia quella piccola "c" cerchiata del copyright che porta un guadagno per l'emittente ad ogni banconota nuova?

come se non ci guadagnassero già abbastanza sopra sull'emissione della moneta.

saluti max

Anonimo ha detto...

Vorrei rispondere a massimo per quanto riguarda le banconote logore.Lavoro in banca e molti anni ho fatto il cassiere,in effetti quando c'era la lira quando la filiale aveva una rimanenza eccessiva di contante predisponeva il versamento alla Banca d'Italia e nel fare cio' metteva da parte tutte le banconote logore e sudicie e predisponeva delle mazzette contrassegnate composte solo da logori, in modo che la Banca d'Italia le potesse inviare subito al macero.In effetti da quando e' entrato l'Euro non ho visto piu' il cassiere predisporre le mazzette logore in quanto non se ne vedono piu'.

Anonimo ha detto...

Egregio Sig. Calì, se lei gestisce un Blog sugli investimenti in oro, dove intrattiene i navigatori del web con argomenti seri, dovrebbe anche gestire convenientemente il sito dal quale consiglia di scaricare il suo e-book gratuito.Infatti non è comprensibile come mai la sua espliciatata capacità nel gestire argomenti di interesse finanziario di mostra di venire meno nel gestire un semplice dowload di un file che lei stesso consiglia di scaricare.Rischia di apparire un abboccamento per gestire affari in privato dal suo ufficio in casa. Cordialmente.

Anonimo ha detto...

Salve a tutti. Credo che l'acquisto di oro, proprio per la sua natura concreta e non soggetta a svalutazione, dovrebbe essere considerato non solo un investimento, quanto una forma assicurativa, quindi chi lo compra dovrebbe essere disposto ad accettare anche degli eventuali costi. Cordiali saluti