giovedì 10 aprile 2008

BARACCOPOLI = LA NUOVA SITUAZIONE ITALIANA!




Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970.




Gentile lettrice e gentile lettore, ti voglio ricordare che molte persone si trovano in difficoltà nel sostenere la rata del mutuo e che, per onorare il proprio debito, sono costrette ad indebitarsi ulteriormente! E visto che queste persone hanno dei problemi come non approfittarne? Ed ecco che spuntano le "offerte" con tassi che definire d'usura é poco. Quando una persona si trova in difficoltà, le ONESTISSIME banche, gli "offrono" la soluzione del prestito personale o della cessione del quinto dello stipendio o addirittura la possibilità di sostituire il mutuo dando una somma ancor superiore del debito residuo a titolo di liquidità aggiuntiva. E il tutto, ripeto, a tassi elevatissimi!
Questa fenomenale scoperta finanziaria arriva dal paese più collassato finanziariamente del mondo: gli USA. E negli States le richieste di pignoramento di abitazioni stanno aumentando vertiginosamente, in una fase in cui i tassi sono saliti e i proprietari non sono riusciti a vendere o rifinanziare l'immobile, a causa del calo dei prezzi delle abitazioni. E la situazione sta continuamente peggiorando e i casi di insolvenza sono sempre di più!


Pensi che la stessa cosa non possa succedere nel BELPAESE? Sì, succederà, anzi sta già succedendo, anche in Italia!
Avevo già scritto un post, il 5 novembre 2007, nel quale avevo parlato di CARTOLARIZZAZIONE DEI MUTUI: grazie a queste fantastiche operazioni di alta "ingegneria finanziaria" le ONESTISSIME banche vendono e/o si scambiano i mutui delle PERSONE, come fossero figurine! E se poi queste PERSONE non dovessero pagare si aprirebbe un baratro dal quale, difficilmente, riuscirebbero ad uscirne.
E un'altra indelebile formula di ONESTA' bancaria é quella della clausola di risoluzione espressa, della quale ho scritto un post, il 12 novembre 2007. Questa clausola prevede che se la banca ti ha prestato 100.000 euro con un mutuo al 100%, perché il tuo immobile vale appunto 100.000 euro, allora nel caso in cui si dovesse verificare una qualsiasi forma di deprezzamento (sia generico che specifico) dello stesso immobile, per esempio 15.000 euro (ipotesi molto verosimile), la banca ha la facoltà di chiederti una integrazione di garanzia per 15.000 euro (ad esempio, con una fideiussione) oppure un abbattimento istantaneo per 15.000 euro. E non dimentichiamo che tu hai l’obbligo di soddisfare la legittima richiesta dell’istituto di credito. Qualora non ne fosti in grado, non c’è nessun problema per la banca che ti ha prestato il denaro: infatti ai sensi dell’articolo 1456 del Codice Civile risolverà il contratto per inadempienza e metterà all’asta il tuo appartamento!

Questi sono solo alcuni motivi che porteranno molte persone ad andare a vivere nelle BARACCOPOLI!
Sostegni a favore delle famiglie in difficoltà e non sostegni alle banche: QUESTA E' LA SOLUZIONE!

Ti ricordo, infine, ancora una volta, che Alessandro Profumo di UNICREDIT percepisce 13.000.000 di euro all'anno, che sono 35.616 euro al giorno e la maestra d'asilo nido di mio figlio percepisce 10.200 euro all'anno, che sono 28 euro al giorno!!!!
Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ .... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!


31 commenti:

Fenrisar ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Giusto ieri sul tg è passato un servizio sull'aumento degli sfratti esecutivi attuati nella capitale e sulla lunga lista che lo subiranno in futuro.
A roma le baraccopoli che si vedevano nei film neorealistici degli anni 50-60 rifioriranno presto.

saluti max

Anonimo ha detto...

Egregio sig. Calì, come mai lei che è un consulente finanziario indipendente promuove prodotti scadenti come gli eBook sul lato destro?

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per max: ottima osservazione.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo: prima di risponderle, mi piacerebbe sapere, visto che li giudica scadenti, se li ha letti questi ebook.
Mi faccia sapere e poi le rispondo, molto volentieri.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Un buon venditore ogni mattina appena si alza si guarda allo specchio e trova 3 buoni motivi per essere soddisfatto (è una delle frasi di rito nei corsi per venditori).
Lei sig. Calì, da quello che scrive, non mi pare un buon venditore; ogni giorno trova almeno 3 motivi di insoddisfazione.
Ci sono tante cose che non vanno, lo so, ma a me pare riduttivo trattarle in maniera sommaria e rangorosa come fa Lei.
Sono sicuro che le prossime puntate del blog le dedicherà, oltre che al Sig. Profumo (che è oramai una Sua ossessione), alle banche (che non La fanno dormire), alla sanità (finora non mi pare l'abbia fatto), alla immondizia di Napoli, allo stretto di Messina (altro argomento che non mi pare ancora trattato), alla magistratura, al deficit dello stato e ai titoli di stato (repetita iuvant), alla delinquenza, alla mafia (anche questo non mi pare ancora trattato), alle truffe, alle ruberie pubbliche, .........
Mentre Lei scriverà i post su questi argomenti io mi sforzerò (ma non bisogna poi sforzarsi molto) per trovarne altri da suggerirLe.
Con affetto, da un venditore che ogni mattina trova (o si sforza di trovare) 3 motivi per essere soddisfatto e tirare avanti.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (il venditore): ha ragione, complimenti. Beato lei, che é così bravo. Magari se vuole le organizzo una videoconferenza dove potrà mettere a disposizione di tutte le persone la sua bravura. Così tutti ne avremmo dei benefici. Mi faccia sapere, per favore, se é disponibile.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

La ringrazio Sig. Calì ma non posso accettare l'invito a fare una videoconferenza.
Il Suo blog è visitato da gente che sicuramente saprà fare meglio di me.
E poi preferisco evitare di ritrovarmi con troppi venditori concorrenti.
In ansiosa attesa di leggere la Sua prossima puntata (Profumo? Debito pubblico? Sanità? o chissa quale altra sorpresa....forse banche?), La ringrazio di nuovo e La saluto.
Il venditore

Antonio ha detto...

Per il venditore: chi si loda s'imbroda. E tu ti lodi parecchio .........
Antonio.

Anonimo ha detto...

Gli attori di questo film tragico sono tanti. Le banche che hanno lo scopo, e ci stanno riuscendo, d'impadronirsi del paese e renderne schiava la popolazione. Fra qualche anno, trovando una scusa accettata da tutti o quasi, riusciranno a virtualizzare il denaro (così in cambio del tuo lavoro di daranno il niente puro neanche la carta di oggi) tutto sarà basato su carta di credito (debito). Potranno cancellare una persona bloccando tutti suoi codici. Il secondo attore è il dipendente delle banche che è inutile giustificare perchè comunque o per ignoranza sull'argomento (su queste cose non si può essere ignoranti) o per poca coscienza inguaia la vita alla gente. Il terzo attore è il cliente che non ha mai fatto tesoro delle esperienze passate es. Argentina-Parmalat-Cirio e non ha ancora capito chi è il lupo e chi la pecora. E questa è una colpa non un'attenuante. Inoltre acquistando immobili a qualsiasi prezzo ha innescato l'ascesa degli stessi che oggi sono pura follia. E' stato concausa ed effetto dei suoi guai. Shadow

Anonimo ha detto...

Riassumendo, gli attori dello scenario poco rassicurante che si profila davanti a noi sono :
1. LE BANCHE
2. I DIPENDENTI DELLE BANCHE
3. I CLIENTI DELLE BANCHE
Mica male come analisi socio-economico-politica dell'Italia.
Grazie Shadow per i lumi.

Anonimo ha detto...

Banche, assicurazioni, consulenti... chi ha dei soldi li tenga ben stretti, questa bella gente quando vede i tuoi soldi ti corteggia come una fidanzata innamorata. Appena ha messo le sue mani sui tuoi soldi, ti annienta inventando spese e proponendo incredibili investiventi!!!

Anonimo ha detto...

x Anonimo

Non sono gli attori attivi (almeno due di questi) di quello che si presenterà ma sono, secondo me, le cause passate che porteranno a quello che verrà. Il tuo riassunto, che vuole ridicolizzare le mie opinioni, primo non riporta quello che ho scritto ma tre parole estrapolate ed un concetto tuo finale, secondo se ho scritto qualcosa che non ritieni vero dimostrami il contrario. Shadow

Anonimo ha detto...

Con queste precisazioni la tua analisi è più chiara. Grazie

Anonimo ha detto...

Che simpatico il venditore, che non si firma. Sarà un bancario ..... che deve ripetere ciò che gli viene ordinato. O uno che pur di vendere qualcosa si venderebbe anche ......
Anonimo

Anonimo ha detto...

Ciao Marco grazie per il tuo blog, è molto interessante.

Ti volevo chiedere se nei prossimi giorni potresti scrivere un articolo guida sui mutui.

Mi spiego meglio:
Una persona a me vicina si trova in una situazione un pò critica (li hanno truffati con un atto nn concluso in quanto il costruttore è fallito, quindi, dopo 15 anni, devono trovare un altra casa).

Hanno da parte solo 100.000 euro e sono 4 persone, quindi dovranno ricorrere necessariamente ad un mutuo per comprare una nuova casa.

Potresti dare dei consigli su come trovare le condizioni migliori? (che ne sono se ad esempio è + conveniente rivolgersi a qualche banca estera, etc...)

tengo molto a queste persone e nn voglio che cadano nella morsa delle banche.

Grazie mille
Enrico

Anonimo ha detto...

Anche a me interessa approfondire sui mutui che ne potrei aver bisogno a breve.
In particolare se in questo momento è preferibile farlo a tasso fisso o variabile. Mi interessa però anche sapere un pò tutti i costi e se ci sono banche estere più affidabili di quelle italiane.
Grazie Andrea

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per il venditore: mi suggerisce 3 buoni motivi per essere soddisfatto riguardo una persona che pagava 3 anni fa un mutuo 600 euro al mese e ora si trova a pagare una rata di 900 euro?
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Shadow: grazie degli interventi. E come avrà visto quando chiede a qualcuno di dimostrare il contrario, non lo fa.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Enrico: se vuoi fammi contattare da queste persone (o se lo vuoi fare tu va bene lo stesso). Per dare una risposta più precisa ho bisogno di conoscere la situazione "globale" di queste persone: tipo di lavoro, redditi, durata del mutuo, se preferiscono il tasso fisso o variabile, intestazione della casa, intestazione dei mutuatari, importo richiesto, valore dell'immobile, etc.
Sono tutte informazioni che una banca vuole avere, non si tratta di qualcosa di particolare. E che servono anche a me, per essere più preciso. A seconda delle caratteristiche delle persone, poi, si va a vedere quale banca offre il miglior mutuo.
Se vuoi scrivimi o fammi scrivere all'e-mail: edoardinchiarin@yahoo.it
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Andrea: vale la stessa risposta data ad Enrico.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

per far scendere i tassi di interesse richiesti dalle banche bisogna aumentare la concorrenza. Oggi sono nate le formule SOCIAL LENDING ovvero i cittadini si scambiano i soldi a un tasso da loro deciso per il tramite di un intermediario autorizzato dalla Banca d'Italia. Andate su boober.it o zopa.it se volete saperne di più. E' importante secondo me che se ne venga a conoscenza.

Andrea 68

Anonimo ha detto...

Ok Marco, grazie mille. Ho girato la tua risposta.

Ti mando + info al + presto.

Saluti

Enrico

Anonimo ha detto...

Per Marco Calì e per Shadow : avreste voluto da me una dimostrazione del contrario, ma il contrario di che cosa? I TEOREMI SI DIMOSTRANO. E VOI DIMOSTRATE QUELLO CHE DITE ?

Anonimo ha detto...

x Anonimo

A me pare di dimostrarlo quello che scrivo. Comunque dimostrami il contrario di questo:

A) Le banche attraverso i loro dipendenti, quelli che consigliano i clienti, hanno spinto le persone a passare dal tasso fisso a quello variabile nel momento che i tassi erano al minimo 2% Vero o falso?
B) Il consulente bancario dovrebbe avere conoscenze finanziarie superiori alla media sì o no?
C) Se la risposta è no allora perchè fà il consulente?
D) Se la risposta è sì perchè non ha previsto che i tassi al 2% difficilmente potevano scendere e che sarebbero saliti? ( si parla di archi temporali di 20-30 anni nei mutui).
E)Nessuno sapeva che contraccolpo avrebbero avuto le rate dei mutui con l'aumento dei tassi sulla vita (VITA) delle persone? Possibile?
F)I vari consulenti (non tutti sia chiaro) hanno o no contribuito a mettere sul lastrico 500000 famiglie italiane? Hanno colpe o no?
G)Quanti clienti sono stati correttamente avvertiti del fatto che la banca poteva rivalersi su di loro se il prezzo dell'immobile scendeva? Che la cosa sia legale è fuori di dubbio, suppongo che i loro contratti siano vagliati dai migliori avvocati, ma te a posteriori sottoscriveresti un mutuo di questo tipo o quanto meno cercheresti di cautelarti?
H)Dopo che le banche hanno venduto ai clienti bond Argentina,Parmalat e Cirio (alcune emissioni erano per specialisti non per clienti normali) senza peraltro avvertirli del rischio di queste obbligazioni i clienti dovevano continuare a fidarsi? Sì o no?
I) Se la risposta è no perchè continuano a fidarsi e non fanno vedere i contratti a degli avvocati prima di firmarli? E' un loro diritto o no?
L) I clienti che hanno cambiato il tasso fisso con quello variabile a loro volta non hanno pensato il perchè la banca dovrebbe fare un'operazione che la danneggia e che i tassi potevano aumentare?

Attendo teoremi contrari. Shadow

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Andrea 68: ottimo consiglio, quello del SOCIAL LENDING.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

giacomo ha detto...

grazie marco perchè sei diventato un punto di riferimento importante in questo disastrato paese.

non sono uno che si occupa di finanza ma voglio cercare di capirla e le tue spiegazioni sono spesso più efficaci di pagine e pagine di libri.

la gente come te dovrebbe stare nelle università....che sogno sarebbe...
buon lavoro

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Giacomo: grazie.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Per Giacomo.
Tu ci sei stato nelle Università?
Grazie

Anonimo ha detto...

Tu anonimo ci devi essere stato per forza nelle Università! E chissà cosa ti hanno fatto credere.
Anonimo come te.

Anonimo ha detto...

Per ANONIMO COME TE
Ho chiesto semplicemente se tu ci sei stato nelle università al fine di capire meglio il senso di quello che dicevi a Marco.
Non avevo capito ( e tantomeno dalla tua risposta )se per te è una cosa qualificante o dequalificante l'essere stato nelle università ?