lunedì 9 giugno 2008

I TRE PORCELLINI!


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970.







Gentile lettrice e gentile lettore, c'è una storia, quella dei "Tre porcellini", che mi sembra avere molte analogie con la situazione attuale.

In un'allegra fattoria vivevano tre porcellini. Il più grande (INVESTITORE CHE SI CONDIDERA ESPERTO) era deciso e intraprendente, ma spesso finiva nei guai; il secondogenito (INVESTITORE NORMALE CHE SI FIDA DELLA BANCA) era meno spavaldo, ma imitava il fratello maggiore; il più piccolo (INVESTITORE FAI-DA-TE), invece, era saggio e riflessivo.

Diventati grandi, i tre fratellini decisero di andare ognuno per la propria strada: così preparano il loro fagottino e si misero in viaggio. Ma prima promisero alla mamma di rimanere sempre uniti per difendersi l'un l'altro dal Lupo (BANCA) cattivo.

Presto il più grande decise di costruirsi una casetta di canne (INVESTIMENTI CON STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI O CHE INVESTE CON FORTI SPECULAZIONI, AD ESEMPIO, CON LE AZIONI) per conto suo. I fratelli lo guardarono meravigliati e gli dissero: " Ma non ci possiamo separare!"

Ma il porcellino era sicuro di cavarsela da solo e rispose di non preoccuparsi per lui. Il maialino finì presto i lavori. Era proprio soddisfatto: la sua casa di canne gli sembrò robusta e accogliente. Così vi entrò e si mise a letto, pronto a schiacciare un bel pisolino.

Anche il secondogenito dimenticò presto la promessa di non separarsi dai fratellini e decise di costruirsi una casa di assicelle (INVESTIMENTI IN FONDI COMUNI, OBBLIGAZIONI A CAPITALE GARANTITO, BOT, BTP, CCT, CTZ, BUONI POSTALI, ETC.; PER I PIU' FACOLTOSI LE GESTIONI PATRIMONIALI). Il maialino lavorò in fretta e la casetta di legno fu presto pronta. Il porcellino la guardò felice e corse dentro a farsi un riposino, lasciando il fratello più piccolo tutto solo e sconsolato.

Tuttavia il più piccolo dei maialini non si perse d'animo e subito si ingegnò per costruirsi una bella casetta (COMPRANDO OBBLIGAZIONI BEI O TITOLI DI STATO, AD ESEMPIO DELL'AUSTRIA O DELLA GERMANIA O MAGARI APRENDOSI UN CONTO CORRENTE PROPRIO ALL'ESTERO). Si mise subito al lavoro ed usò dei bei mattoni solidi per avere una casa resistente e sicura.

Giunta sera, il Lupo (BANCA) e iniziò a girovagare annusando l'aria in cerca di prede. I porcellini (INVESTITORI) erano il suo cibo preferito e ne sentiva l'odore a parecchie miglia di distanza. Infatti il suo fiuto infallibile lo portò in un batter d'occhio davanti alla casetta di canne. Il Lupo urlò: "Porcellino, fammi entrare subito!" E il porcellino: "Eh no, signor Lupo! La mia porta é già chiusa e non entrerà nessuno!" Il lupo allora disse: "E io soffierò e sbufferò e la tua casa distruggerò!" Così fu. La casetta di canne volò via e il lupo si pappò il maialino in un sol boccone.

Poi il Lupo raggiunse la casetta di legno. "Porcellino, ti prego, fammi entrare!" "Eh no, signor Lupo! La mia porta é già chiusa e non entrerà nessuno!" "Allora io soffierò e sbufferò e la tua casa distruggerò!" Al primo soffio la casa di legno vacillò, al secondo crollò. Il Lupo allora aggredì anche il secondo porcellino, divorandolo in un attimo.

Il più piccolo dei maialini se ne stava al sicuro nella sua casetta, quando il Lupo arrivò anche alla sua porta: "Porcellin0, dai, fammi entrare!" "Ah no, signor Lupo! La mia porta é già chiusa e non entrerà nessuno!" "Lo vedremo, porcellino! Perché io soffierò e sbufferò e la tua casa distruggerò!" Il Lupo soffiò con tutta la sua forza, ma la casetta di mattoni non si mosse. Riprovò ancora: soffiò e soffiò, ma .... niente da fare! La casetta rimaneva al suo posto! E il piccolo porcellino guardava divertito la scena dalla finestra.

Il Lupo non credeva ai suoi occhi: non gli era mai capitato niente di simile e se andò umiliato a nascondersi nel bosco. Intanto il maialino riposava sereno e tranquillo nella sua casetta solida. Ma il Lupo era furibondo e non voleva arrendersi. Una sera si arrampicò sul tetto e raggiunse il comignolo. Voleva calarsi per la cappa del camino e cogliere il maialino di sorpresa. Ma il porcellino, che aveva sentito i passi sulle tegole, accese il camino e ci mise a bollire un pentolone d'acqua. Così, quando il Lupo saltò nel comignolo e si lasciò cadere, finì dritto nel pentolone e morì. Da quel giorno il maialino non ebbe più nulla da temere!


Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ......... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

21 commenti:

markfer ha detto...

ANSA) - ROMA, 9 GIU - Cresce meno l'indebitamento delle famiglie italiane nei confronti delle banche, cioe' mutui immobiliari e credito al consumo. Secondo l'Abi nel 2007 i prestiti erogati dalle banche alle famiglie hanno superato i 367 miliardi di euro, cioe' +8,7% rispetto al 2006. Nel 2006 la crescita era stata del 10,4%, nel 2005 del 13,8% e nel 2004 del 15,4%. Il dg Abi, Giuseppe Zadra, ha ricordato che l'Italia, rispetto ai principali paesi Ue, ha il minor tasso di indebitamento delle famiglie.

siamo diventati tutti ricchi.....
ABI ma vaffanculo

Anonimo ha detto...

che dite le banche americane falliranno

Andrea F. ha detto...

Come commentato nell'altro post, grossi problemi e tante lacrime ci aspettano per il futuro... Fosse per me, se facessi parte di una vera associazione in difesa dei consumatori, boicotterei il sistema bancario cercando di coordinare una chiusura di massa dei depositi di c/c...a quel punto potrebbe anche accadere il miracolo che le banche per la prima volta (o quasi) vengono messe in ginocchio!

Andrea F.

Anonimo ha detto...

SEGUITO DELLA STORIA DEI TRE PORCELLINI.
Dopo la morte del lupo, il terzo maialino non ebbe più nulla da temere.
Un giorno però arrivò la volpe, più astuta del lupo, e bussò alla sua porta.
" Ti prego porcellino fammi entrare perchè c'è il figlio del lupo che si aggira nella foresta ".
Il maialino : " no, io non faccio entrare nessun ".
La volpe : " ti prego aiutami, il lupo vuole sbranarmi, già ha divorato un gregge di pecore (debito pubblico fuori controllo), ha azzannato e lasciato moribondi 2 camosci ( dirigenti delle banche con alti stipendi) ed ha una spranga con la quale sicuramente aprirà la tua porta ( famigerato effetto leva). Se mi lasci entrare, in due ci difenderemo meglio, accerchieremo il lupo e lo ammazzeremo".
A questo punto il porcellino tremante per il terrore aprì la porta e fece entrare la volpe.
La volpe (Mr. Calì o consulenti vari indipendenti) saltò sul porcellino e lo sbranò.

Anonimo ha detto...

Per Anonimo del seguito della storia.
E che è una parabola del Nuovo Testamento ?

Giulia ha detto...

Carino il seguito della storia bella inventiva

Anonimo ha detto...

Per Giulia.
Si l'inventiva non mi manca, ma è il vissuto che viene fuori.

Anonimo ha detto...

Per anonimo (del seguito della storia): e tu ne uscirai indenne?

Anonimo ha detto...

Ma lei è un pazzo!!!

Anonimo ha detto...

Per anonimo.
Io spero di uscirne indenne. Ma poi da cosa ? Dall'attuale crisi finanziaria ? Io di crisi ne ho viste tante (ho 65 anni), ma non solo finanziarie.
Bisogna avere l'accortezza di fare attenzione al lupo, ma anche alla volpe ed a tutte le altre bestie che ci circondano e ci lusingano quotidianamente, e sperare che ci vada bene. Mica però si può campare male oggi pensando alle possibili sventure di domani.

Anonimo ha detto...

x Calì

Ma se la banca fallisce anche se uno ha i soldi in obbligazioni Austria o Germania, come il terzo porcellino, per riaverli come fà ?

Anonimo ha detto...

Lasciamo stare con queste cazzate della storia dei tre porcellini.
Se proprio volete, allora, è meglio quella delle tre porcelline.
Ma questa è un'altra storia.
Se continua così questo blog forse un giorno ve la racconterò.

Anonimo ha detto...

x Calì e TUTTI

Seguo il blog da tempo ma non ho ancora capito una cosa: Se la banca fallisce anche se uno ha obbligazioni Austria Germania ecc, quindi in teoria sicure, come fà a riavere il suo capitale? Qualcuno sà darmi una risposta? Grazie.

Anonimo ha detto...

Per Anonimo.
Nella tua domanda non chiarisci alcune cose necessarie per la risposta :
a. se la banca che fallisce è italiana o straniera
b. se le obbligazioni che hai sono emesse dalla stessa banca che fallisce o da un' altra banca.
In quest'ultimo caso, se trattasi di banca italiana, le obbligazioni non rientrano nella massa fallimentare perchè costituiscono deposito di terzi in amministrazione. Quindi, se non vi è stata sottrazione fraudolenta da tali deposito da parte degli amministratori della banca in dissesto, il recupero del capitale è sicuro.
P.s. Perchè secondo te le obbligazioni Austria, Germania ecc.dovrebbero essere in teoria sicure? E per Austria e Germania cosa intendi ? Entità statali o altre entità quali ad es. società quotate e non ? E per ecc. cos'altro intendi ?

Anonimo ha detto...

Mi hai risposto grazie

In teoria sicure perchè di stati con rating AAA (ma di sicuro al 100% non c'è niente)

ecc = altre entità AAA

jerico75 ha detto...

Ciao Marco mi sto informando da solo per investire un pò di soldi e ho trovato l' etf euro cash Lixor mi sembra valido e con un rendimento adeguato rispetto al grado di rischio.In banca oggi mi hanno proposto solo un fondo liquidità che investe in bot e guadagno medio 3% netto

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (Se la banca fallisce anche se uno ha obbligazioni Austria Germania ecc, quindi in teoria sicure, come fà a riavere il suo capitale?): se possedessi obbligazioni Austria potresti andare in Austria e trasferire i titoli su un dossier titoli in Austria. Non ci sarebbe nessun problema se dovesse fallire una banca per quanto riguarda le obbligazioni. Tu puoi trasferirle dove vuoi.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Markfer: grazie dei dati che riporti.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (del SEGUITO DELLA STORIA DEI TRE PORCELLINI): secondo lei, quindi, non c'é da preoccuparsi? La situazione é tranqilla?
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per jerico75: anche a me sembra buono quell'ETF. Sui fondi liquidità meglio non dire nulla .........
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Ma Lei sig. Calì sa dire solo questo :
" Per anonimo (del SEGUITO DELLA STORIA DEI TRE PORCELLINI): secondo lei, quindi, non c'é da preoccuparsi? La situazione é tranqilla? ".
LEI SIG. CALI NON VUOLE AVERE O NON HA ( ANCORA NON L'HO CAPITO )ORECCHIE PER INTENDERE. IL SEGUITO DELLA STORIA DEI 3 PORCELLINI AVEVA UN ALTRO SIGNIFICATO !