lunedì 16 giugno 2008

LIVELLO RECORD PER IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO! MA FORSE IN BANCA QUESTA NOTIZIA NON E' ARRIVATA!










Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970.





Gentile lettrice e gentile lettore, circa un mese fa, ho "lanciato" un sondaggio chiedendo ai visitatori di questo blog (CHE RINGRAZIO) se e fra quanto tempo l'Italia congelerà i BOT, BTP, CCT E CTZ.

I votanti, 229 in tutto, hanno dato le seguenti risposte:

da 0 a 3 mesi: 10 risposte (4%);

da 3 a 6 mesi: 11 risposte (4%);

da 6 a 12 mesi: 11 risposte (20%);

oltre un anno: 92 risposte (40%);

mai: 69 risposte (30%):


La maggior parte delle persone che hanno votato, il 70%, ritiene, quindi, che l'Italia non riuscirà ad onorare i debiti.

Io scrivo da un po' di tempo che lo Stato italiano si trova in grossa difficoltà e mi sembra che anche l'ultima rilevazione sul debito pubblico, CHE HA RAGGIUNTO IL LIVELLO RECORD DI 1.647 MILIARDI DI EURO (1.647.000.000.000 DI EURO!), non sia proprio rassicurante.


La situazione in cui si trova l'Italia mi fa venire in mente un proverbio: "Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca". Qualcuno deve pagare questo debito.


Ma ci sono parecchie persone che dicono di stare tranquilli. Non so su cosa si basino queste persone, ma il mio consiglio é quello di VENDERE IMMEDIATAMENTE BOT, BTP, CTZ E CCT!


E, gentile lettrice e gentile lettore, non pensare che se possiedi quote di fondi comuni di investimento, di essere al sicuro!


Fidarsi é bene, non fidarsi é meglio: ti ricordo che puoi sostituire i Titoli di Stato italiani, ad esempio, con obbligazioni BEI o con degli ETF obbligazionari.


Ma, forse, se dovessi compare obbligazioni BEI o ETF la banca e/o il tuo promotore non guadagnerebbero abbastanza ......


Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ......... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

67 commenti:

PAstrano ha detto...

buona sera,

ma come fa' lei a dire di vendere immediatamente i titoli di stato?

Meno male che sono in 2 o 3 a darle retta...

Se tutti si precipitassero in banca a vendere i propri
BOT... l'apocalisse.....
DEFAULT DEL SISTEMA ITALIA......
e di conseguenza default bancari, fondi comuni, fondi pensione ecc...

LEI VUOLE QUESTO?

Anonimo ha detto...

BEL SONDAGGIO !!!!
Ha votato circa lo 0,00046% degli italiani con età sup. a 15 anni(votanti : 229; popolazione con età sup. a 15 anni al censimento 2001 : 48.892.559).
Non si conosce se :
- i votanti costituiscono un campione rappresentativo della popolazione,
- come è stata calcolata l'ampiezza del campione,
- se lo stesso è casuale,
- quale è stato il margine di errore prefissato al livello di confidenza assegnato.
Ossia per un campionamento di variabili :
E al quadrato = sigma quadrato/n
si ha che :
n = 9 x sigma quadrato/E quadrato
al livello di confidenza del campione del 99,73%.
Dopo tutto questo po' po' di sondaggio che è satto fatto su questo blog si deduce che bisogna vendere immediatamente tutti i titoli pubblici.
Ma non mi fate ridere.
Meglio le novelle.

Anonimo ha detto...

Marco che commenti batosta... caspita!
Effettivamente sei interessante ma a volte, come in questo caso, pecchi un pò di ingenuità....

Gianni.

Anonimo ha detto...

Ciao Marco, condivido pienamente le tue paure, che sono anche le mie!!!
Attenzione pero', tu suggerisci ETF Obbligazionari, ma ricorda che parecchi di essi per lo meno quelli Europei contengono nel loro paniere Titolo di Stato Italiani!!!
Personalmente, per rispondere a chi ti accusa di eccessivo pessimismo, rispondo che preferisco dormire sonni tranquilli pensando di avere i risparmi di una vita sia miei che dei miei parenti piu' stretti a debita distanza dai titoli di Stato Italiano, pittosto che correre anche solo il rischio che si possa verificare una situazione simile alla " Crisi Argentina ", ed il rischio che si verifichi una situazione tale, non e' poi cosi' remoto!!!
Pensare solamente che nonostante il clima di Austerita', e di aumento della tassazione effettuata dal Governo Prodi, vi sia stato lo stesso un aumento contiunuo del Debito Pubblico, passato nel giro di pochi mesi dai 1623 ai 1647 miliardi di Euro mi vengono i brividi. . . .
Ed ora con la politica del Governo Berlusconi, minori tasse, via l' ICI, detassati i straordinari,e la crisi finanziaria sempre piu' alla porta, dove si andra' a finire???
Saluti con Stima da Zanotti Roberto di Cesena. . .

Anonimo ha detto...

Ciao Marco,
dopo aver visto il documentario diario di un saccheggio, (lo consiglio a tutti se riuscite a trovarlo), sposo sempre piu' la tua visione!
chiamiamola pessimista, catastrofica, apocalittica ma è vicinissima alla realta'.....
ci sono delle spaventose analogie tra ARGENTINA del 1978-2001 e l'italia degli ultimi anni.....
- privatizzazioni dei principali servizi pubblici (luce,gas,telefonia,trasporti)
- alienazioni, svendite di beni e servizi che per definizione devono esser nazionalizzati (per i costi)
- finte liberalizzazioni
- debito pubblico legato alla banca centrale (signoraggio)
- Menen Berlusconi
- la tv che propone solo politici che ballano, calcio, distrazioni di massa
- esercito nelle citta'
- inflazione reale mascherata dagli organi di controllo

in piu' aggiungiamo fenomeni che in argentina in quel periodo ancora non esistevano.....

- SPECULAZIONI FINANZIAIE
- LEVE FINANZIARIE
- BOLLA IMMOBILIARE (imminente in Italia, Spagna ed Irlanda)
- PIGNORAMENTI DI IMMOBILI E SUV
- DERIVATI
- SCIE CHIMIChe (PURTROPPO NESSUNO NE PARLA MA SONO LEGATE AL NUOVO ORDINE MONDIALE)

spero di esser etichettato come COSPIRAZIONISTA e che io dica solo cazzate...in modo da poter far crescere una figlia appena nata nel paese piu' bello del mondo,
altrimenti io e Marco Cali', vi assicuro, sicuramente non avremo nessuno motivo di vantarci nel dire lo avevamo detto........

saluti Tiziano

Anonimo ha detto...

buona sera,

ma come fa' lei a dire di vendere immediatamente i titoli di stato?

Meno male che sono in 2 o 3 a darle retta...

Se tutti si precipitassero in banca a vendere i propri
BOT... l'apocalisse.....
DEFAULT DEL SISTEMA ITALIA......
e di conseguenza default bancari, fondi comuni, fondi pensione ecc...

LEI VUOLE QUESTO?

Forse Calì no, ma io non vedo l'ora... dell'anarchia!!!

Anonimo ha detto...

Proprio perchè ti sto già dando credito, ho tolto da mesi tutti i miei risparmi dalla gestione patrimoniale e li ho parcheggiati sul c/c, ma siccome mi hai detto che anche quello è a rischio, mi sto informando per trasferirli su di un c/c di un'altra banca europea... paranoie eccessive?Gianni

Anonimo ha detto...

x Tiziano

Le scie chimiche le vedo anch'io ma nessuno mi ha ancora dato credito. Non interessa a nessuno che se prima non c'erano ed adesso ci sono forse non saranno legate alla metereologia, è più importante la notizia calcistica. Di certo è che stranamente da quando sono apparse le striscie nella mia città stiamo respirando metalli pesanti dannosi alla salute, ma tutti i miei concittadini sono più interessati nei blog locali a litigarsi su notizie stupide dandosi dei fasciti e comunisti a vicenda. Attendo il giorno che avreno fascisti e comunisti metalizzati, forse si lucideranno a vicenda.

Andrea F. ha detto...

L'ipotesi è tanto probabile quanto realistica...se passa la legge sulle intercettazione tutto quello che accadrà tutte le truffe perpetrate dalle banche, i loro raggiri, le loro finte politiche in favore dei consumatori (tipo la truffa sulla possibilità di congelare la rata del muto a tasso variabile ai tassi del 2006, che in un conto corrente dedicato accoglie i differenziali rispetto ai tassi effettivi ad un costo molto simile a quello dello scoperto di c/c), compreso il ricollocamento dei debiti di aziende in procinto di crack finanziari sulla collettività dei risparmiatori rimarrano impuniti, o comunque non conosciuti, fino a conclusione dell'eventuale processo...Questo paese comincia davvero a darmi il voltastomaco, sembra un paese del terzo mondo!

Anonimo ha detto...

signori, i segnali sono sempre piu' forti, decreti o disegni di legge d'urgenza!!!!ma quale urgenza, neanche per i terremoti e catastrofi recenti si sono usati cosi tati decreti legge, in parlamento non si passa piu'....si leggifera nelle sede dei partiti o negli intervalli pubblicitari di porta a porta.
la magistratura impoverita nelle proprie funzioni di indagine,
non Le si garantisce indipendenza, la si etichetta sempre...
delegittimazione delle istituzioni, militarizzazioni delle citta', imbavagliamento del libero giornalismo....sempre piu' raro.....
ditemi che siamo in democrazia vi prego.....
Tiziano

Andrea F. ha detto...

Una cosa che mi piacerebbe sapare da tiziano...dove posso trovare quel documentario..."diario di un saccheggio"...? tramite un p2p?

Più in generale, vorrei che qualcuno mi aituasse a capire come fare per aprire un c/c presso una banca europea che non sia una proiezione di una italiana...ma sopratutto come faccio a chiedere un mutuo ad una banca europea? Me lo chiedo perchè si parla tanto di concorrenza ma nei fatti si vede poco...e sopratutto non si vedono banche europee con le quali stipulare rapporti alle condizioni del paese di appartenenza!!!

Anonimo ha detto...

Vedremo se hanno ragione quelli che sono indicati come non rappresentativi del paese lo 0,00046% degli italiani. Non sono nè le formulette nè i simboli sigma E al quadrato che fanno individuare quello che succederà, ma sempre le intuizioni della minoranza inascoltata e derisa come indica la storia passata. Se le formule ed i sondaggi dessero risultati certi quelli chiamati i "grandi esperti" eviterebbero di non azzeccarne una come stanno facendo da sempre.

Duke Fleed

Anonimo ha detto...

attenzione, qui nessuno vuole la distruzione di niente, ci mancherebbe, sarei un matto a voler l'affamamento della mia nazione e della mia famiglia.....qui parliamo (chi in toni piu' forti e diretti, chi piu' miti) del nostro prossimo futuro.....di cose reali che i mezzi di informazione non trattano perche' non liberi!!!
vi chiedete perche' ci sono pochissime frequenze radio televisive e tutte controllate da gruppi finanziari, bancari e farmaceutici!!!
ci vogliono ignoranti, malati, ritardati nel comprendere....la scuola che costituisce la base della formazione culturale e caratteriale e' abbandonata dalle istituzioni....se ne parla solo se finisce su youtube e mai per una seria riforma strutturale....
dopo la scuola c'è il lavoro ewwiwa il precariato, il contratto a progetto, stagionale,interinale, a termine, part time, condiviso..
ragazzi che diventano bamboccioni!!!come dice il nostro ministro del bilderberg...stanno fino a 40 anni a casa...chissa' perche'....e' anche colpa loro!
e poi il ricatto morale della pensione!!!tra quarant'anni se lavorerete ancora non godrete di alcuna pensione (ma di chi e' la colpa???) quindi prendete il vostro tfr e datelo al mondo finanziario che scommettera per voi come se fosse alla snai!!!!
se volete continuo, ditemi voi
Tiziano

Anonimo ha detto...

A DUKE FLEED,
INASCOLTATO E DERISO PROFETA DELLA MINORANZA SILENZIOSA E ILLUMITATA, IL RICORDO DEGLI UOMINI ED IL REGNO DEI CIELI.
AGLI STOLTI E LUSSURIOSI ESPERTI,
L'OBLIO UMANO E LA DANNAZIONE ETERNA.
AMEN

Anonimo ha detto...

aprite gli occhi, svegliamoci, sfruttuta noi che qualcosa abbiamo cominciato ad intravedere...io non chiedo ne soldi ne aperture di banche,
risparmiate il piu' possibile
non indebitatevi
se necessario non abbiate vergogna di chiedere soldi a parenti ed amici intimi....che mai applicheranno tassi da strozzino al prestito......
non vedete che il giorno dopo la buffonata dell'accordo tremonti abi sui mutui,.....la bnl manda la pubblicita' del mutuo a 40 anni.....si che bello come in giappone..il mutuo oltre la vita!!!praticamente il tasso di fidelizzazione del cliente e' cosi sviluppato che i figli dei figli saranno clienti vincolati alla stessa banca per tutta la loro vita!!!

Anonimo ha detto...

Una cosa che mi piacerebbe sapare da tiziano...dove posso trovare quel documentario..."diario di un saccheggio"...? tramite un p2p?

ciao Andrea F.
il documentario e' introvabile secondo mezzi classici, dvd, cinema,noleggio....forse c'e' in rete....mi pare che su yuotube fose diviso in 15 blocchi da 10 min ciascuno.....non so se l'hanno rimosso!

Nicola ha detto...

Ciao a tutti, non dirò quasi nulla ma una cosa però la dico, ho 37 anni, una piccola ditta di movimento terra, ed una figlia di 2 anni, beato ki li può investire sti soldi, io da 15 anni ke lavoro x le strade ma....sinceramente non ho davvero accumulato nessuna cifra da investire...qui oramai si lavora solo x MANGIARE (e già mi ritengo fortunato) ma...mi sapete dire davvero come fate ad avere soldi da investire????(ki ce li ha naturalmente).

Nicola ha detto...

Perdonatemi di nuovo...forse penso di esserci arrivato...ki può investire soldi è xkè glieli ha lasciati papà.. se non addirittura nonnino.. bravi bravi, pregategli sempre la salute, o se peggio sn defunti accendetegli un cero tutti giorni...

Anonimo ha detto...

scusa ma che significa obbligazioni BEI?
grazie in anticipo

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Pastrano: sì, é vero, sono in 2 o 3 a darmi retta. E tutta la maggior parte delle persone é contenta della situazione del debito pubblico dell'Italia.
Mi piacerebbe sapere invece come fa lei a dire di non vendere i titoli di Stato.
Sarò ripetitivo, ma le pongo sempre la stessa domanda, alla quale sembra nessun esperto voglia rispondere: "E' meglio un Btp, scadenza 2015, rating A+, rendimento netto 4% oppure una obbligazione Bei, scadenza 2015, rating AAA, rendimento netto 4?

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (del BEL SONDAGGIO !!!!): mi può togliere una curiosità? Quante puntate di Porta a Porta e di Matrix si é visto quest'anno?
Per il resto ha ragione lei, l'Italia si trova in una situazione fantastica e non bisogna preoccuparsi del debito pubblico. Anzi, c'é da far festa. E' vero, mi scuso, l'Italia é in una situazione fantastica.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Gianni: mi scuso, ma cosa intende quando dice che stavolta ho peccato di ingenuità?
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Zanotti Roberto di Cesena: grazie del suggerimento; infatti, bisogna valutare bene la scelta dell'ETF obbligazionario. Non tutti sono uguali.
E l'Argentina é sempre più vicina ..........
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Tiziano: il diario del saccheggio é molto utile: dovrebbe essere trasmesso, IN PRIMA SERATA, dalle principali emittenti televisive italiane. Ma probabilmente hanno altro da trasmettere .......
Grazie del tuo ottimo intervento.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Gianni: disinvestire da una gestione patrimoniale, generalmente, é la cosa migliore da fare. Con una gestione patrimoniale l'affare lo fa la banca.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Andrea F.: per vedere il diario del saccheggio, puoi andare sul sito www.ildirittodisapere.net e lo trovi subito.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Duke Fleed: grazie dei tuoi commenti. Sono sempre azzeccati.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Nicola: é vero, molti non riescono a risparmiare. E chi ha ricevuto delle eredità deve ringraziare il cielo ..........
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (scusa ma che significa obbligazioni BEI?): per BEI intendo obbligazioni BANCA EUROPEA DEGLI INVESTIMENTI, che hanno un ratin AAA, il massimo della solvibilità. Puoi trovare tutte le informazioni che vuoi, ad esempio, sulle BEI sul sito www.tradinglab.it

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

PER MARCO CALI.
SONO QUELLO DEL BEL SONDAGGIO!!!
Non ho detto che la situazione italiana è fantastica, ho detto semplicemente che il suo sondaggio, così come è stato condotto, E' UNA CAZZATA EMERITA E QUINDI PER TALE VA PRESO.
Quindi sig. Calì Lei deve :
- primo, imparare a fare i sondaggi seriamente altrimenti è inutile esercitarsi in pippe mentali che non hanno alcun valore;
- secondo, imparare a capire quello che scrivono gli altri, altrimenti continua a dire cazzate su cazzate;
- terzo, imparare a controbattere le tesi altrui con argomentazioni valide e non ripetendo la solita solfa hai visto matrix, mi scuso..., la situazione è splendita, et similia.

Anonimo ha detto...

ERRATA CORRIGE.
LA SITUAZIONE E' SPLENDIDA E NON SPLENDITA
SCUSATE PER L'ERRORE DOVUTO ALLA FRETTA DI SCRIVERE

Anonimo ha detto...

cosa sono le obbligazioni bei?

Anonimo ha detto...

buongiorno sig.Calì,lei crede che l'europa lasci che l'italia faccia la fine economica dell'argentina?non è che potrebbe intervenire prima? o sono io che sogno ad occhi aperti?
arrivederci e buona giornata.polvere

Anonimo ha detto...

Per l'amico anonimo che contesta il sondaggio....ok il campione non sara' attendibile d'accordo, continuiamo a guardare e criticare il dito che indica la luna, senza vedere effettivamente cosa di sta indicando...complimenti
credo che lei lo faccia in buona fede...mentre i mezzi di informazione ci distraggono con dolo ed arroganza......
siamo in un regime, lo vuol capire,
il miglior termometro o sondaggio, e' la realta' con cui ciascuno di noi si scontra....
faccia lei un sondaggio provato con i suoi conoscenti, amici e parenti...chieda chi e' indebitato, chi' ha un mutuo erogato al 100 o 100 %, chi è in rapporto debitorio con una FINANZIARIA.....chi ha difficolta' a tamponare una spesa improvvisa...analizzi il piccolo campione e poi ci risentiamo.....
è troppo palese la pericolosa situazione...crede che noi saremo contenti a vedere congelare i nostri cc, oppure esser licenziati.....io lavoro in un 'azienda il cui capo ha appena detto che 5.000 sono di troppo.....ecco finalmente ci siamo...mancava solo questo anello per chiudere il cerchio argentino:

- privatizzazioni (fatte)
- corruzione (abbondante)
- il nostro menen dittatoriale (Berlusconi e' arrivato puntuale)
- leggi bavaglio (ok fatte)
- militarizzazioni Delle citta'
- INFLAZIONE
- recessione o peggio stagflazione
- ed infine come ultima conseguenza la disoccupazione

segue

Anonimo ha detto...

con la scusa dei fannulloni nella pubblica amministrazione si sta tagliando del personale...non ve ne accorgete....
alitalia, presto le ferrovie FS, telecom, per non contare le tante e piccole realta' imprendtoriali locali che faiiscono quotidianamente,
mettiamoci pure i pignoramenti delle famiglie
direi un bel quadro......

pero' siccome lo dice Marco o Tiziano e non lo dice Vespa o Mentana e' tutta isteria collettiva o cospirazioninsmo....
va benissimo fiero allora di aver raccontato cazzate....fiero di aver preso un abbaglio mondiale....
potrete darmi del coglione su questo forum per un mese......vorrei davvero sbagliare nel collegare questi elementi raccolti....

LIBERA INFORMAZIONE, EVVIVA IL WEB LIBERO...ancora per poco......

saluti Tiziano

Anonimo ha detto...

PER TIZIANO.
MI SEMBRI UN PO' ESAGITATO.
CI SONO TANTE COSE CHE NON VANNO, SU CUI VALE LA PENA DIBATTERE CON COMPETENZA E CON RIGORE LOGICO.
CERCA PERO' DI DARE ORDINE ALLE COSE CHE FRULLANO NELLA TUA MENTE.
E POI - NON GUASTEREBBE - UN PO' MENO PROTAGONISMO.

Anonimo ha detto...

ok scusa per il disordine ed il protagonismo..infatti il problema sono io con il mio modo di esprimermi, ancora una volta guardiamo la cornice e non il quadro,

vi saluto definitivamente, vi leggero' solo, ho provato a svegliarvi, ma non ha funzionato, l'italiota sa solo criticare, bere capuccino e cornetti al bar con la macchina in doppia file, comprare suv per parcheggiarlo a cavallo delle strisce, comprare 4-5 cellulari al mese confotocamera e gps, vedere maria de filippi ed il trenino di costanzo, indebitarsi con agenzie di viaggio, pagando oggi le vacanza di natale 2005,
va benissimo tutto, il mio e' solo protagonismo..infatti sono in prima serata
addio, ci vediamo in un altra vita....

PS
il disordine comunque e' dovuto all'enfasi che mi invade quando si parla in qualcosa in cui si crede!

naturalmente tu dirai...che invece sono ignorante e dislessico..

Tiziano

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (QUELLO DEL BEL SONDAGGIO!!!): grazie degli ottimi suggerimenti. Ed é vero che devo imparare: lei, mi può per favore, insegnare a farlo? Tiene dei corsi?
Mi faccia sapere: gradirei molto imparare.
Nell'attesa di una sua gentile risposta le ripropongo la stessa domanda: "mi può togliere una curiosità? Quante puntate di Porta a Porta e di Matrix si é visto quest'anno?"

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

PER TIZIANO.
NO, TI DICO SEMPLICEMENTE CHE NON GUARDO SOLO LA CORNICE, MA GUARDO ANCHE IL QUADRO.
MA, SE PERMETTI, MI INTERESSA ANCOR DI PIU' CAPIRE CHI E' L'AUTORE.
PER QUANTO RIGUARDA POI LA DESCRIZIONE CHE DAI DELL'ITALIOTA, NON SO DA QUALE ALTRO SONDAGGIO L'HAI RICAVATA MA MI SEMBRA DI CAPIRE CHE E' QUELLA CHE SI IDENTIFICA CON L'ATTUALE MAGGIORANZA POLITICA (CIRCA IL 50 % DEGLI ITALIANI)

Anonimo ha detto...

A Marco Calì.
Io non Le voglio insegnare nulla e tantomeno tengo dei corsi.
E' Lei invece che ha la pretesa di insegnare e dare lezioni di economia, finanza, scienze sociali e tante altre cose ancora, tramite questo blog, tramite i suoi libri e con i suoi sondaggi.
Ma non appena qualcuno La contradice, Lei - autore di libri, consulente finanziario e conferenziere TV - non sa rispondere altro che " hai visto matrix, hai visto porta a porta, ecc.".
P.S. Non Le dico nemmeno se le vedo quelle trasmissioni, indovini Lei.

PASTRANO ha detto...

Ok... allora siamo destinati al Default?
questo vuole dire Sig. Cali'?

Argentina? bife de lomo?
Non c'e' soluzione?

mi pare di aver capito che la sua soluzione e'
portare i soldi in banche svizzere o austriache
, investire in Bei anzi che in Bot...
Giusto??

MA se tutti seguissero il suo consiglio,
non avremmo un default gia' settimana
prossima????

mi dia un alternativa....
Quello che lei sta' dicendo se venisse seguito
ci porterebbe diretti al default..
Magari tra il 15 e il 20 di agosto....

Anonimo ha detto...

Sig Calì, ha ragione l'anonimo di matrix.
E' Lei che mostra, propone e divulga le sue tesi sul blog, non sono gli altri che si vogliono arrogare il diritto di insegnare qualcosa. Ed è lei che si espone, perciò a lei vengono rivolti consensi e critiche.
Non se ne esca con frasi banali quando qualcuno la tocca nel fondo.

Anonimo ha detto...

Per Marco Calì.
Te lo spiego subito: sei sicuramente molto onesto ed implicitamente ingenuo nel dichiarare 229 votanti e passarceli come un campione rappresentativo su quale basarti per le tue conclusioni.
Trovo molto utile il lavoro che fai ed il fatto di metterci sul chi va là, anche se a seguirti alla lettera bisognerebbe emigrare seduta stante.
Gianni.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (che chiede cosa sono le BEI):
guardi nei commenti e troverà di cosa si tratta.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per polvere: provi a guardare il film/documentario "Il diario del saccheggio" che può trovare sul sito www.ildirittodisapere.net
Mi faccia sapere cosa ne pensa.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (QUELLO DEL BEL SONDAGGIO!!!): sarò ripetitivo, ma le pongo sempre la stessa domanda, alla quale sembra nessun esperto voglia rispondere: "E' meglio un Btp, scadenza 2015, rating A+, rendimento netto 4% oppure una obbligazione Bei, scadenza 2015, rating AAA, rendimento netto 4?

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.



Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Pastrano: le faccio questo esempio. Una persona abita in Australia e vuole comprare delle obbligazioni europee per diversificare il portafoglio. Poiché sia un Btp che una Bei hanno lo stesso rendimento, quale comprerebbe, questo investitore, secondo lei?
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per anonimo (che dice che ha ragione l'anonimo di matrix): secondo lei, é meglio un Btp o una BEI?
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Gianni: io ho fatto un sondaggio e hanno votato 229 persone. Non é che posso dire che hanno votato 10.000 persone. Ho riferito quei dati; poi se qualcuno ne vuole prendere atto bene altrimenti faccia come crede.
Per quanto riguarda l'emigrazione mi sembra che, purtroppo, molti giovani stiano lasciando l'Italia. E non mi sembra una cosa bella.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Grande Marco Cali', continua con la tua onesta' e coraggio di affrontare argomenti che in italiasono tabu'.
mi rendo semprepiu' conto che siamo una minoranza, beh io sto con gli indiani!!!!!
ho provveduto per me e la mia famiglia..tutelata.....ora cerchero' di non esser investito dal fiume in piena....cercando pero' di guardare i cadaveri che passeranno....tutti italioti con suv, 4-5 cellulari, mutui al 120%, vacanze e debiti, finanziarie che telefonano a casa piu' dei parenti,
ossia tutti coloro , come in questo blog, che ridono sui nostri pensieri espressi....pazienza uno piu di cosi non puo' informare.......

Tiziano

Anonimo ha detto...

Questa notizia la pubblico alla faccia di tutti i contestatori del blog e dei segnalatori di pagliuzze anzichè travi.

Pubblicata il 19 Giugno 2008

Amministratore Delegato delle Ferrovie dello Stato Fausto Moretti " senza i soldi dello Stato le ferrovie prossima Alitalia".

Sbaglio o un promotore finanziario di nome Calì, sotto attacco per qualsiasi cosa dica ha pubblicato un'articolo su questo blog poco tempo fà dove ha scritto Ferrovie prossima Alitalia ?

A Calì consiglio di ritagliare nel blog uno spazio dove elencare tutte le previsioni fatte con tanto di data di quando si sono avverate ed indirizzare lì i troppi contestatori professionisti.

Duke Fleed

Anonimo ha detto...

Ma deontologicamente un consulente finanziario che diavolo di consigli deve dare ai suoi clienti o lettori se non indirizzarli verso le forme d'investimento che ritiene più sicure e vantaggiose?
Certi commenti sono fenomenali si condanna Calì perchè consiglia investimenti a rating AAA che ritiene più sicuri dei Bot ! Fantastico mondo alla rovescia.

Duke Fleed

Anonimo ha detto...

concordo Duke Fleed, si attacce sempre il piu' trasparente, il piu' libero, fa comodo e' semplice, ti volti dietro ed hai tutta la maggioranza a tuo favore...facile no!
l'italia ha la classe politica e la situazione economica che si merita, il popolo italiota si merita gli anonimi di questo blog
Tiziano

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Tiziano: ci sono troppe persone che credono ai media. Tutta l'informazione é pilotata e queste persone credono a ciò che viene detto o scritto: peccato che la maggior parte dei media riceva soldi dalle banche facendo loro pubblicità.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Duke Fleed: tutti questi esperti non rispondono mai, ma mai alla domanda se sia meglio un Btp o una BEI.
Per quanto riguarda le Ferrovie c'é solo da aspettare qualche mese e poi anche i media se ne occuperanno. E come con l'Alitalia sarà tardi per intervenire.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Alla domanda se sia meglio una Bei un btp ho risposto più volte anche se sono tutt'altro che un esperto...
Se volete vi metto i link alle precedenti discussioni e ai dati ufficiali, così potete verificare che le risposte c'erano già...

Ma non esiste più sordo di chi non vuol sentire...

(e a me uno che mi fa la stessa domanda più volte, facendo finta di non sentire la risposta, non mi convince molto...)

Comunque provo a riassumere quanto detto in altre parti, ma tanto so già che tra qualche tempo si ricomincerà:

1) Le BEI (nella stragrande maggioranza dei casi) rendono (un pò) di più di un btp!
L'ho già chiesto più volte... mostratemi una BEI che è acquistabile con un rendimento superiore a quello di un btp...
E quando le differenze sono piccole, si deve comunque ricordare che negli anni i rendimenti si sommano in modo esponenziale!
Quindi il presupposto di partenza che rendono uguali è FALSO.

2) Se provate a comprare o a vendere una BEI, spesso si ha difficoltà perchè "è poco liquida" cioè ci sono pochi compratori e venditori.
Il problema può essere grave se all'improvviso servono i soldi e si vuole venderla; si rischia di doverla vendere a prezzi più bassi e perdere un pò più di denaro. Questo rischio, ovviamente, deve essere incluso nel prezzo... e il rendimento della bei si abbassa, anche se il rating è alto...

3) Il rating è un giudizio di un gruppo di persone, che lo fanno per lavoro ed immagino saranno competenti, ma non infallibili. Il rating è aggiornato di tanto in tanto, certo non quotidianamente... ci vuole un po per analizzare i vari dati, prima di dare un giudizio "ufficiale".
Il rendimento, invece, è un "giudizio" dato dal mercato (che è composto da migliaia di operatori) ed è aggiornato continuamente!.
Quindi, se due obbligazioni danno lo stesso rendimento, ma hanno rating diversi, è perchè il mercato in quel momento non crede che i rating assegnati dagli esperti siano perfettamente coerenti.
Ci sono aziende che sono fallite con il rating AAA e aziende che vanno avanti da anni con il rating B!
Insomma lo si può vedere in molti modi, ma è da stupidi credere SOLO ED ESCLUSIVAMENTE al rating!

4) La BEI è di proprietà anche dell'Italia (che anzi possiede la quota più grande, insieme ad altri paesi). Quindi il mercato valuta le obbligazioni BEI un po' più rischiose della Germania, ad esempio e un po' meno dell'Italia...


Sembra complicato? Purtroppo un po' lo è...

Ho scritto tanto, se qualcuno vuole una sintesi, questo è un mio personale giudizio: le BEI possono essere un buon compromesso, se i soldi non servono fino alla scadenza e se si valuta attentamente QUANTO si guadagna di meno rispetto ad un btp e lo si accetta...

Però immagino che se il debito italiano viene congelato, potrebbero venire congelate anche le bei nei portafogli nelle banche italiane quindi non è che uno ci possa mettere la mano sul fuoco come vi stanno facendo credere... ma questa è pura speculazione, non ho idea di quello che accadrà.

Mi domando però: possibile che nel 2008 ancora c'è chi crede che ci sono osterie dove si mangia gratis?

Ciao,
Alessio

Anonimo ha detto...

x Alessio

E' FALSO che le BEI si ha difficoltà a venderle !!! Sono anni che le acquisto e vendo e non ho mai atteso più di 10 minuti per avere la conferma della vendita come per i BOT ! Chi vuole informazioni corrette deve dare informazioni corrette e non spaventare la gente sul fatto che non rientrano in possesso dei loro soldi in tempi normali. Comunque prima di acquistarle ognuno può informarsi mica è un fantoccio non pensante in mano alla banca spero.

La BEI è una banca che chiede soldi agli investitori e li presta previa verifica che i progetti che finanzia siano realizzabili, siano operazioni economicamente valide e garantiscano anche dal punto di vista ambientale. L'Italia come gli altri soci non ha mai versato la sua quota nelle casse BEI che è andata avanti con i soldi del mercato e dei debitori dai quali ha evidentemente ottime garanzie di restituzione. Cosa c'entra il l'ipotesi del congelamento del debito italiano con la restituzione delle obbligazioni BEI ?
Scrivi che a differenza del rating Il rendimento, invece, è un "giudizio" dato dal mercato. Il rendimento è dovuto anche alla domanda offerta, prova ne sono le aste dei BOT, ma se la maggioranza di piccoli investitori non conoscono neanche l'esistenza della BEI come fai a fare queste affermazioni?
Ok le agenzie di rating possono sbagliare dando AAA utilizzando gli stessi criteri di valutazione quindi pensa come sono sicuri i titoli A+.

ciao

Duke Fleed

Anonimo ha detto...

Grazie per la risposta...
Mi spiace di non essere stato chiaro, ma non ho detto che si ha difficoltà a venderle "temporalmente", ma si ha difficoltà a venderle a un buon prezzo.

E' un po' come vendere una casa. Se uno vuole venderla rapidamente, mette un prezzo basso e in pochi giorni trova l'acquirente. Se invece vuole venderla ad un prezzo migliore, i tempi si allungano.

Provo a specificare, ma dovendo mettere un po' di numeri, molti si scocceranno e temo non leggeranno nemmeno il messaggio.

Questo che mostro è un esempio di una BEI. I dati provengono da http://www.borsaitaliana.it

Sulla prima colonna c'è il numero di pezzi che qualcuno vuole acquistare, al prezzo messo sulla seconda colonna. Analogamente nella quarta e quinta colonna ci sono le stesse cose ma per i venditori.

QDenaro PrezzoD PrezzoL QLettera
15.000 79,3100 79,9800 10.000
10.000 79,3000 79,9900 70.000
5.000 79,2500 80,2800 18.000
15.000 79,1100 80,2900 10.000
6.000 79,1000 80,3000 25.000

Se io volessi vendere 10000 bei, non avrei problemi le potrei vendere immediatamente a 79.31 l'una.

Ma se avessi invece 70000 BEI, e le volessi vendere istantaneamente accadrebbe questo:
- le prime 15000 le venderei a 79.31
- le seconde 10000 a 79.30
- altre 5000 a 79.25
- altre 15000 a 79.11
- altre 6000 a 79.10 (e sono arrivato a 51000)
- Le rimanenti 19000 ad un prezzo ancora più basso (che io con i miei strumenti non conosco, perchè riesco a vedere solo i primi 5 livelli di prezzo).

E' ovvio che se le voglio vendere le riesco a vendere immediatamente, ma a prezzi via via più bassi. Se invece voglio tenere il rendimento a un prezzo accettabile devo aspettare un po' di tempo.
Per esempio mettendomi in vendita a 79.97 (quindi davanti a tutti i venditori) sperando che qualcuno me le compri.
Per darci un'idea, la differenza tra i due modi di vendere le 70000 bei dell'esempio, genera una differenza di circa 500 euro, o in percentuale circa l'1% (se non ho fatto male i conti).

Tutto questo fa si che il rendimento di una BEI NON è uguale a quello di un titolo di stato (anche quando sembrano vicini).
Andando a vendere, DI FATTO il rendimento si può abbassare significativamente.

In altre parole, non è che se vediamo che il prezzo di una bei è 79.98 (perchè l'ultimo scambio magari è avvenuto a quel prezzo) allora significa che potrò vendere tutto quello che mi pare a quel prezzo e quindi avere quel rendimento!
Già se tutti quelli che hanno partecipato a questa discussione decidessero di acquistare questa BEI questa mattina, il rendimento si abbasserebbe di tantissimo!

Questo vuol dire che il mercato fa il prezzo dando un giudizio continuo. Il rendimento di una obbligazione è dato dal numero di persone che giudicano adeguato un determinato prezzo per comprare o vendere quella obbligazione !

Metto qui invece un esempio di un btp, per far vedere che i prezzi sono molto più vicini e ci sono molte più quantità di venditori e compratori. Il BTP è molto più liquido.

QDenaro PrezzoD PrezzoL QLettera
1.000 82,3200 82,4700 25.000
251.000 82,2800 82,4800 26.000
601.000 82,2700 82,5000 838.000
250.000 82,2600 82,5100 652.000
200.000 82,2500 82,5200 299.000

Spero di essere stato un pò più chiaro.
Ciao,
Alessio

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Alessio: grazie del commento. Ma ti voglio ricordare che le obbligazioni Bei sono quotate oltre che su Borsa Italia nel mercato Tlx ed Euro Tlx, in Svizzera, a Francoforte, a Berlino, a Dusseldorf, a Parigi, a Londra, a Stoccarda, a Monaco, etc.

Borsa Italia é di proprietà al 100% delle banche italiane ed é quindi completamente GOVERNATA dalle banche stesse. E' ovvio che i prezzi li controllino. Ma tu puoi accedere anche ad altri mercati. E pagando per l'acquisto o la vendita circa 10 euro, INDIPENDENTEMENTE DALL'IMPORTO.
Non so quindi come fai a dire che sono poco liquide. Una curiosità: ma tu le hai mai comprate?
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Sigh!

I prezzi di borsaitaliana che ho messo sono prezzi accessibili a tutti...

Se un'obbligazione, come dice Calì, è quotata anche in altri mercati, ovviamente è impossibile controllare il prezzo solo su un mercato.
Se borsaitaliana sul suo mercato mettesse un prezzo, ad esempio, troppo più basso (per controllare il prezzo come sopra affermato) ecco che qualcuno comprerebbe a quel prezzo e poi rivenderebbe quello appena acquistato su un altro mercato, facendo un guadagno istantaneo!!!! Al contrario se il prezzo fosse più alto...

Come al solito si parla senza dimostrare nulla dicendo la classica frase da bar "è tutto un magna magna..."

Giuro che mi ricredo immediatamente su quanto ho scritto, se qualcuno mi fa vedere una BEI che ha prezzi molto diversi sul mercato di borsaitaliana e su un altro mercato!
E se lo trovate avvisate rapidamente che lo facciamo subito l'arbitraggio, prima che lo faccia qualcun'altro...


Giusto un altro esempio della liquidità delle BEI (completamente a caso, non mi ricordo nemmeno quale ho preso).
Stavolta viene dal Tlx.

Q.tàDen Denaro% Lettera% QtàLett.
250.000 89,080 89,800 17.000
50.000 89,050 89,880 217.000
------ ------ 90,020 100.000

Addirittura su questa non sono presenti compratori per più di 300000 pezzi !!!
Poi, anche qui c'è circa quasi l'1% di differenza tra chi vende e chi compra...
Questo vuol dire che tra vendita ed acquisto, cmq si perde circa l'1% rispetto al rendimento teorico.

La liquidità di una obbligazione non si misura su quanti mercati è quotata, ma da quante ce ne sono in totale!!!!
E' innegabile che praticamente tutte le BEI sono meno liquide di un titolo di stato italiano.

Cmq il discorso della liquidità è solo una parte della mia risposta... ci sono altri punti, soprattutto il fatto che (quasi sempre) le BEI non rendono come un btp, ma di meno!
Anche per la liquidità, ma non solo...

Cmq io le bei le ho comprate, ma, ripeto, consapevolmente sulle differenza con un titolo italiano.
E soprattutto non sentendomi sicuro che potrò rivedere i soldi delle mie bei se lo stato italiano fallisce.
Sono comunque un cittadino italiano ed ho un conto in banca in italia.
Se l'italia fallisce può decidere di impedirmi qualunque operazione su qualunque strumento, bei comprese...

Ciao,
Alessio

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Alessio: se l'Italia dovesse fallire e una persona ha delle azioni Microsoft, ad esempio, gli bloccano quelle azioni?
Mi confermi questo?
Se ho ben capito, tu dici che una persona non può trasferire i propri titoli?

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Per Alessio: mi sa tanto che lavori in banca ........... e non lo vuoi dire. Chissà?
Alessandro

Anonimo ha detto...

Per Alessio: se l'Italia dovesse fallire e una persona ha delle azioni Microsoft, ad esempio, gli bloccano quelle azioni?

Non ne ho idea, è solo un'ipotesi... potrebbe essere...
In argentina avevano bloccato i conti correnti...

Qualche anno fa (governo Amato, se non sbaglio) lo stato fece un prelievo forzoso notturno sui conti correnti.

A me sembra assurdo anche questo comportamento, ma è stato fatto in un momento di "emergenza".

Se si arrivasse al completo default dello stato italiano, ritengo che sia normale arrivare a soluzioni anche più drastiche (magari solo temporanee).

Io personalmente NON direi mai ad un cittadino italiano, che vive in Italia, lavora in Italia, ha un conto in una banca italiana: "Lo stato italiano sta per fallire! State tranquilli, basta comprare un'obbligazione BEI".

E come sono state risolte le situazioni critiche famose degli ultimi anni?
Gli obbligazionisti Parmalat hanno perso tutto? E quelli dell'Argentina?

Alessio

Anonimo ha detto...

Per Alessandro.

Perchè questa necessità di classificare le persone in schieramenti?
Se fossi un bancario sarei un "nemico"?
Le cose che scrivo divententerebbero automaticamente false?
Perchè non provi a giudicare solo quello che scrivo?

Se le cose che scrivo sono false (io mi documento sempre un po', ma potrei sempre sbagliare), accetto le critiche su quello che scrivo (e magari imparo qualcosa di utile...).

La maggior parte delle cose che scrivo le puoi verificare da te.
Per esempio, su tradinglab e si può vedere la liquidità delle bei, rispetto ad un titolo italiano o tedesco...

Sempre su tradinglab si può vedere che a parità di duration le BEI, quasi sempre, rendono DI MENO di un analogo titolo italiano!

Quindi la cosa più importante dovrebbe essere se le cose che scrivo sono vere!
Non certo tentare di capire che razza di "nemico" sono... se sono un bancario o chissà che cosa...

Cmq ribadisco che NON sono un bancario e NON faccio lavori che entrano minimamente nell'area finanziaria, economica, governativa, amministrativa...

Io ho risposto in 4 punti alla domanda se è meglio una bei o un titolo di stato italiano e credo di aver fornito 4 elementi utili e verificabili.
Ognuno si può fare le sue valutazioni personali, è chiaro che non esiste (e non può esistere) una risposta automatica, come qui, invece, si tenta di fare credere...

Ciao,
Alessio

Anonimo ha detto...

Cito di nuovo questa perla:Borsa Italia é di proprietà al 100% delle banche italiane ed é quindi completamente GOVERNATA dalle banche stesse. E' ovvio che i prezzi li controllino.

Sono ancora in attesa di vedere, con i miei occhi, i prezzi di una bei che siano "controllati" dalla borsitaliana, cioè che il rendimento su borsaitaliana sia (significativamente) inferiore a quello su txl, ad esempio...

Alessio

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Alessio: sono contento per te se ritieni il sistema economico-finanziario attuale in regola. Da quello che sento io, mi pare che ci siano parecchie persone preoccupate. Ma forse mi sbaglio, eh.
E, a proposito di borse, hai mai sentito parlare di market maker?
In un precedente commento avevi scritto se c'era gente che credeva che ci fossero delle osterie dove si poteva mangiare gratis. Non penso che ne esistano; comunque, quando vuoi un piatto di pasta e un buon bicchiere di vino te lo posso offrire, a casa mia. Magari seduti a tavola riesco a spiegarti meglio cosa intendo dire.
L'invito a una chiaccherata e a un pranzo o una cena é RIVOLTO A CHIUNQUE VOGLIA CONOSCERMI.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

sono contento per te se ritieni il sistema economico-finanziario attuale in regola.

Non capisco perchè qualsiasi discussione finisca così... "buttandola in caciara", come si dice.
Ci sono moltissime cose che non mi piaccono del sistema economico-finanziario (per quello che ne posso capire)...

E tra le varie cose che non mi piacciono ci sono le bugie (dette dalle banche o dai blog è indifferente) per farsi pubblicità ed ottenere i clienti.

Scrivere che solo gli italiani dementi hanno i titoli di stato italiani, quando invece i dati ufficiali dicono il contrario, a mio modesto parere, non è informazione, ma falsità!

Scrivere che l'Italia ha un rating peggiore di tutta la ue a 25, quando non si conoscono nemmeno i paesi che la compongono, per me, è doppiamente sbagliato, perchè oltre ad essere falso e si dimostra ignoranza (su un dato che non è molto difficile da reperire, ma forse l'importante non è scrivere le cose esatte, ma scrivere cose che impressionino la gente)!

Questi non sono miei pareri, lo ripeto per l'ennesima volta... chiunque voglia veramente ragionare con la SUA TESTA vada a controllare.

A proposito... anche i titoli di stato tedeschi ieri hanno avuto difficoltà ad essere collocati...
come dicevo qualche tempo fa TUTTI gli stati (non solo l'Italia, come si lascia intendere in questo posto) offrono carta che non vale molto, se non c'è qualcuno che sia disposto a rinnovare la fiducia, dando nuovi liquidi...
(E' fin troppo ovvio, cmq, che tra italia e germania non c'è partita, su quale sarà la prima delle due a "morire"...)

Alessio