lunedì 27 ottobre 2008

Vicini a voi! ECCO LO SLOGAN DI INTESA SANPAOLO: prova a non pagare una rata e vedrai come ti staranno vicini!

Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970.
Gentile lettrice e gentile lettore, ti ricordo, qualora non ti fosse chiaro, che le cause di questa situazione economico-finanziaria sono da imputare alle banche. Banche che hanno devastato l'economia. Banche che hanno guadagnato con avidità insaziabile. Banche che, a parole, usano degli slogan, tipo: "VICINI A VOI".
E' di questi giorni la pubblicità di Intesa SanPaolo che ti invita a fare un "check-up finanziario", presso una delle loro filiali. E l'invito viene suggerito con l'appoggio della Gialappa's Band!
Bene, le banche in questo allucinante contesto, non trovano di meglio che fare la pubblicità, magari avvalendosi della complicità di qualche vip! Vip che viene retribuito per ripetere uno slogan. L'invito che viene rivolto da Intesa SanPaolo é quello di indebitarti, se non lo hai capito. E per indebitarti devi mettere a garanzia qualcosa: la tua casa, il tuo quinto dello stipendio o in alternativa puoi trovarti un terzo fideiussore, magari qualche tuo parente!
QUESTO E' IL DELETERIO SISTEMA CHE DOVREBBE AIUTARTI A RISOLVERE I PROBLEMI! Prova a non pagare una rata e vedrai come TI STARANNO VICINI!
TI STARANNO MOLTO VICINI, questo sì. E lo faranno con l'ausilio di società di recupero crediti (che sono, molto spesso, di loro stessa proprieta!), alle quali demandano il compito di venire a chiederti i soldi! Così non si fanno nemmeno vedere direttamente! E se non dovessi riuscire a pagare, prima ti aumentano il tasso debitore e poi via con le procedure di pignoramento!
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE: SE ENTRI NEL BARATRO DELL'INDEBITAMENTO BANCARIO POTRESTI NON RIUSCIRE PIU' A VENIRNE FUORI! Ti ricordo che esiste il "Social Lending che è uno scambiarsi denaro in prestito direttamente tra persone, senza banche e finanziarie di mezzo.
Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ....... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

7 commenti:

Anonimo ha detto...

PROVA A NON PAGARE IL SALUMIERE.
PROVA A NON PAGARE L'ENEL.
PROVA A NON PAGARE IL CAPPUCCINO.
PROVA A NON PAGARE CALI'.
PROVA A NON PAGARE NESSUNO.

VEDRAI COME TI STARANNO TUTTI VICINO.

P.S.
Siamo ormai nel paese delle banane. Alle cazzate non c'è altro modo di rispondere che con le cazzate.

Anonimo ha detto...

Del " Social Lending " ne ho già sentito parlare e mi piace.
Se è possibile vorrei entrare in contatto con qualcuno disposto a prestarmi 80.000 - 100.000 euro.
Vorrei sapere per cortesia in quanto tempo dovrà essere restituita e a quale interesse.
Sono un piccolo artigiano che guadagna mediamente intorno ai 40.000 euro puliti l'anno, con moglie e un figlio.
A garanzia del prestito posso portare la firma di mio padre pensionato INPS che ha una pensione di circa 1.500 euro al mese.
Grazie Ubaldo (Frosinone)

Anonimo ha detto...

X Ubaldo:

http://www.zopa.it/ZopaWeb/

Elena ha detto...

queste pubblicità sono allucinanti, puntano a mettere in ridicolo una persona che fa un sano raginamento del tipo "preferisco non indebitarmi".
In pratica, cercano di far passare il messaggio che se non fai debiti sei un deficiente.

Per non parlare di tutte quelle cazzate con canzoncina tipo "che banca" o "let's bank" e compagnia bella... ma come fa la gente a farsi intortare in questo modo?

Anonimo ha detto...

Per Elena
Vorrei capire bene il tuo ragionamento.
A quale pubblicità ti riferisci ?
Di quale messaggio parli ( ? ) che qualcuno ( chi ? ) cerca di far passare che se non fai debiti sei un deficiente ?
Poi non capisco la storia delle cazzate con canzoncina.
Per favore espliciti meglio quello che vuoi dire ?
Grazie Giulio

mirko ha detto...

Io sto cominciando a comprare il necessario,compro tutto sui negozi ebay oggetti non di marca,nuovi.
La pubblicità non la seguo più.

elena ha detto...

x Giulio

se ti capita di guardare la televisione e se, vedendo uno spot pubblicitario, sei in grado di ragionare e giudicarlo con la tua testa, non vedo cosa ci sia da spiegare...

nella pubblicità di banca intesa la gialappa's prende letterlamente per il culo il personaggio intervistato quando dice che preferisce non avere debiti...
nella pubblicità del conto "che banca" c'è pieno di gente che canta e balla...cosa c'è da spiegare? Il mio commento voleva semplicemente dire che in questo caso la penso come calì: queste pubblicità sono pietose, cercano di convincere la gente non con qualcosa di concreto ma con dei modi subdoli. Questo ti fa anche capire che le banche sono alla frutta.