lunedì 10 novembre 2008

Ma le banche li hanno o no i soldi dei clienti? E se non li avessero?


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970.


Gentile lettrice e gentile lettore, qualora alcuni titloari di conto corrente si recassero presso le filiali delle ONESTISSIME banche italiane, per ritirare il totale e/o parte dei PROPRI soldi depositati, quest'ultime si troverebbero in notevole difficoltà. Ma questa ipotesi sembra essere lontana anni luce agli occhi dei PILOTATISSIMI media (TV e GIORNALI). Come si comportano, infatti, TV e GIORNALI sul possibile ritiro in massa dei soldi da parte delle persone? Si comportano in maniera molto semplice: rimanendo zitti oppure non scrivendo nulla sull'argomento. I giornalisti, d'altronde, essendo dei dipendenti devono obbedire al padrone. E se il padrone ha ordinato di non dire e/o scrivere nulla allora bisogna eseguire l'ordine.

MA IL PROBLEMA ESISTE, ECCOME SE ESISTE!

Prendo, ad esempio, una filiale qualsiasi con 5 dipendenti. Cosa succederebbe, secondo te, se domani mattina 10 persone, ripeto 10 persone, ripeto 10 persone si recassero, in questa filiale per ritirare 3.000 euro, ripeto 3.000 euro, ripeto 3.000 euro cadauna? Questa ipotetica filiale, a mio avviso, non riuscirebbe a far fronte a questa richiesta. O, meglio, riuscirebbe a soddisfare alcuni clienti (5?), mentre gli altri (5?) uscirebbero da questa filiale senza nemmeno un soldo in contanti. E il giorno dopo? Sempre a mio avviso, per carità, il giorno dopo non si presenterebbero solo le (5?) persone del giorno prima, ma si presenterebbero molte, ma molte più persone (50?), per effetto del "passaparola". E il giorno successivo ancora quante persone si potrebbero presentare?

Te lo ripeto: LE BANCHE NON HANNO IL DANARO SUFFICIENTE PER FAR FRONTE ALLE RICHIESTE DI RITIRO DEI SOLDI DA PARTE DEI CLIENTI!

Fra finta che ciò non possa avvenire, vuol dire prendere in giro le persone.

Anche perché le conseguenze di questa malaugurata gestione bancaria toccheranno tutti, purtroppo. E se la gente venisse privata dei propri soldi come reagirebbe? A farne le conseguenze, ripeto, saremmo sempre noi stessi. Al riguardo ti segnalo questo proverbio: "I POVERI SI AMMAZZANO E I SIGNORI SI ABBRACCIANO!". E per "poveri" intendo la maggior parte della popolazione, mentre per quanto concerne i "signori" intendo i grossi manager e/o dirigenti bancari e i loro servi, i politici, che ti ricordo, sono i camerieri dei banchieri stessi!

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ...... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

62 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma ritorni sempre sulle solite cazzate.

I clienti debitori possono restituire tutti immediatamente i soldi su richiesta delle banche ?

Hai delle lacune concettuali che ti fanno dire cazzate che possono far presa solo su chi ha le tue stesse lacune.

Tra pari ci si intende.

Anonimo ha detto...

Chi sei, pappagallo?

Anonimo ha detto...

Chi sei, pappagallo?

Anonimo ha detto...

Chi siete, pappagalli ?

andrea ha detto...

concordo pienamente con il sig. cali'.
poco tempo fa mi sono recato in banca per ritirare 8000 euro dal mio c.c non vi dico la figuraccia che ho fatto,ma come non lo sa mi hanno detto il contante deve essere prenotato e per 8000 euro ci vogliono almeno 4-5 gg.
quando l' 8-1-2008 ho chiuso il c.c unicredito e ho portato tutto su una piu' "sicura" bcc non hanno fatto difficolta' ad incassare.
anonimi ma voi avete qualche euro?mi sa tanto di no!

Anonimo ha detto...

Per Andrea
Tu sei compare di Calì e dici tante balle.
Io ho prelevato tranquillamente 10.000 euro allo sportello dell'Antonveneta senza che fiatassse nessuno.
Giorgio di Roma

Anonimo ha detto...

Per Andrea
Tu sei compare di Calì e dici tante balle.
Io ho prelevato tranquillamente 10.000 euro allo sportello dell'Antonveneta senza che fiatassse nessuno.
Giorgio di Roma

andrea ha detto...

non sono compare del sig. cali' sono un semplicissimo operaio.
non voglio mancarti di rispetto ma non ci credo che hai prelevato 10000 euro senza preavviso,ma sai in quali belle acque naviga antonveneta?se non lo sai chiedilo al sig.giuseppe mussari..se lo conosci..se non lo hai mai sentito nominare informati di qunte belle cose ha fatto il banchiere dell'anno!
Antonveneta,MPS sig. cali perche' non pubblica un bel articolo su queste onestissime banche?
saluti e complimenti per il blog.

Anonimo ha detto...

Per Giorgio di Roma: tu sei il compare dei pappagalli.

Anonimo ha detto...

Ma ritorni sempre sulle solite cazzate.

I clienti debitori possono restituire tutti immediatamente i soldi su richiesta delle banche ?

Hai delle lacune concettuali che ti fanno dire cazzate che possono far presa solo su chi ha le tue stesse lacune.

Tra pari ci si intende.

Anonimo ha detto...

Io Ho prelevato circa 4000,00 e non c'e' stato nessun problema...
Poi ho anche prelevato 1000 circa con il Bancomat e nessuno me lo ha impedito.....
Smettetela di dire cazzate...

andrea ha detto...

si si si tante cazzate...ora ne sparo una grossa grossa...carte di credito crash!!la vostra banca vi avvertito dell' imminente arrivo??

andrea ha detto...

dove andranno le borse quando scoppiera' questa bella bolla??
e le obligazioni ad esse collegate??
buoni investimenti a tutti.

andrea ha detto...

naturalmente le onestissime banche non hanno cartolarizzato i miliardi di $$ delle carte di credito e nemmeno impacchettato prodotti porcheria da rifilare agli attentissimi clienti.

Anonimo ha detto...

PER ANDREA VALE QUELLO CHE E' STATO SCRITTO EPR CALI'.

Ma ritorni sempre sulle solite cazzate.


Hai delle lacune concettuali che ti fanno dire cazzate che possono far presa solo su chi ha le tue stesse lacune.

Tra pari ci si intende.

elena ha detto...

Io sono d'accordo con andrea. Come ho già raccontato in un post precedente, ho prenotato i miei contanti, e quando mi sono presentata nel giorno concordato, hanno dovuto mettere insieme gli spiccioli x riuscire a darmi tutto quello che avevo chiesto.

vivi daniele ha detto...

beh il punto non è se va uno a ritirare i soldi prenotati; è se una decina di persone vanno contemporaneamente a richiedere un importo per cui di solito non è necessario richiedere prenotazione.

E' un evento che anche in tempi non di crisi può mettere in crisi una banca. Così semplicemente.

Anonimo ha detto...

Miei cari, ma se tutti quelli che hanno prestato soldi alla FIAT ( banche, obbligazionisti, fornitori, ecc.) chiedessero una mattina alla FIAT di riavere in contanti i soldi prestati, la FIAT riuscirebbe a farvi fronte ?

E il Sig. Calì riuscirebbe a rimborsare in una mattina, senza preavviso, qualsiasi somma gli venisse richiesta da coloro che hanno affidato i loro risparmi nelle sapienti mani del giovane trader ?

La liquidità miei cari costa. Qualsiasi impresa deve saperla gestire con perizia.
E' normale che una banca chieda un preavviso per il prelievo di grosse somme; preavviso che generalmente può arrivare a 24 ore per somme di varie migliaia di euro.
E’ il resto sono leggende metropolitane ( ovvero cazzate ).

Poi se qualcuno vuole credere alle leggende metropolitane è libero di farlo.

TRA PARI CI SI INTENDE !

Anonimo ha detto...

Per i pappagalli come quest'ultimo: nome, cognome, curriculmun vitae, etc. Chi siete?

Anonimo ha detto...

Chi sei, pappagallo?

Anonimo ha detto...

Chi sei, pappagallo?

L'UNICA COSA CHE SA DIRE E PENSARE QUESTO PAPPAGALLO

Anonimo ha detto...

Questo blog é letto anche da parecchi dipendenti bancari. Chi più di loro può dire come é la situazione reale? Possibile che nessun dipendente bancario possa dire se é possibile o meno?

Anonimo ha detto...

Per Marco Calì ( e per i suoi supporters e compagni di merende ) :

1.Lei lo sa che la maestra di sua figlia è, secondo gli orientamenti dell’attuale governo :
• Una fannullona, per Brunetta
• Un sopranumero e un costo, per la Gelmini ?

2.Ci dica quanto guadagna lei annualmente.
Ci dica anche qualcosa di Geronzi.

3.Cosa significa avvocati indipendenti ?
Indipendenti da chi ? E dipendenti da chi ?

4.Ci faccia un fermo immagine di un conto forex che sta' guadagnando il 5% e un post cosi vediamo tutti se è vero.

A.P.

Anonimo ha detto...

Per il pappagallo A.P.: nome, cognome, curriculmun vitae, etc. Chi siete?

Anonimo ha detto...

Pecuniam diaboli stercus!
(San Francesco)

I soldi sono lo sterco del demonio!

Anonimo ha detto...

E se A.P. fosse Alessandro P. ?

andrea ha detto...

mi dispiace arrecarvi disturbo con le mie c.....e ma insisto...credit card crash!a breve vi renderete conto della devastazione che lascera' sulle tasche di molti risparmiatori l' uragano che sta' per arrivare..auguri.
potete cmq. chiedere informazioni al vostro sportello bancario.

Anonimo ha detto...

Avete notato signori visitatori del blog che Marco Calì da un po’ di tempo è latitante ?
Latitante nel senso che lancia i suoi proclami di contenuto pressapochista-qualunquista e poi non risponde ai commenti che i visitatori fanno, a quelli seri mi riferisco.

Oramai ci sono alcuni suoi “gorilla” ( o è sempre lo stesso ? ) che sanno solo mugugnare qualche parola ( del tipo “pappagallo”, “crash”, “nome, cognome, curriculum” ) ed il loro ragionare non va oltre.

Siamo proprio alla frutta e verdura come consulenza indipendente.

Firmato Fra Cacchio da Velletri

Nota esplicativa per i sigg. gorilla.
Titolo accademico : Fra
Nome : Cacchio
Cognome : da Velletri

P.S.
Egregi sigg. gorilla, anticipo la risposta che darete : “ chi sei, pappagallo? “ , o roba del genere.

Anonimo ha detto...

Nome? cognome? curriculum vitae? Cose fatte nella vita?
Fai proposte, fai proposte, fai proposte. Non ti si può definire pappagallo, altrimenti si offenderebbeo questi graziosi animali. Per quello da Velletri.

Anonimo ha detto...

Egregio Sig. Gorilla,
Lei chiede PROPOSTE.
Ma che proposte vuole ?

Come far crescere l’economia italiana ? Oppure come ricapitalizzare le banche ? O altre di politica economica e finanziaria ?
Queste sono proposte che possono fare solo i politici ed io politico non sono.

Oppure vuole PROPOSTE ( o forse previsioni ? ) circa il futuro fallimento dell’Italia o il prezzo dell’oro o del petrolio fra 5 anni ?
Beh io queste previsioni non le so fare, lasciamole fare ad altri che sono geniali in materia.

Oppure vuole PROPOSTE su quanti stipendi di maestre ci vogliono per fare il guadagno dell’idraulico che sta facendo i lavori a casa mia ?
( Per inciso La informo che l’idraulico viene da me pagato per la quasi totalità in nero, a stato avanzamento dei lavori, per cui gli verso contanti che mi procuro con prelevamenti in banca di 2000 o 3000 euro per volta e che la banca mi fornisce senza alcuna difficoltà).
Non credo però che qui siamo nel campo delle PROPOSTE o mi sbaglio ?

Oppure vuole PROPOSTE su come investire i Suoi risparmi ?
Non penso però che abbia bisogno di tali proposte; già c’è chi gliele fa con Sua grande soddisfazione, e le mie potrebbero rivelarsi disgustose per il suo palato.

Si chiarisca le idee su quali PROPOSTE vuole e me lo faccia sapere.

In attesa di nuove Sue, La saluto.

F.to Fra Cacchio da Velletri

Anonimo ha detto...

Come mai nessun bancario risponde? Non può essere che nessun bancario abbia letto questo articolo. Come mai, allora, non risponde nessuno?
Un correntista di Intesa SanPaolo.

Anonimo ha detto...

Miei cari, ma se tutti quelli che hanno prestato soldi alla FIAT ( banche, obbligazionisti, fornitori, ecc.) chiedessero una mattina alla FIAT di riavere in contanti i soldi prestati, la FIAT riuscirebbe a farvi fronte ?

E il Sig. Calì riuscirebbe a rimborsare in una mattina, senza preavviso, qualsiasi somma gli venisse richiesta da coloro che hanno affidato i loro risparmi nelle sapienti mani del giovane trader ?

La liquidità miei cari costa. Qualsiasi impresa deve saperla gestire con perizia.
E' normale che una banca chieda un preavviso per il prelievo di grosse somme; preavviso che generalmente può arrivare a 24 ore per somme di varie migliaia di euro.
E’ il resto sono leggende metropolitane ( ovvero cazzate ).

Poi se qualcuno vuole credere alle leggende metropolitane è libero di farlo.

TRA PARI CI SI INTENDE !

Anonimo ha detto...

"Come mai nessun bancario risponde? Non può essere che nessun bancario abbia letto questo articolo. Come mai, allora, non risponde nessuno?
Un correntista di Intesa SanPaolo"

MA CHE CAZZO DICI?

Anonimo ha detto...

Come mai nessun bancario risponde? Non può essere che nessun bancario abbia letto questo articolo. Come mai, allora, non risponde nessuno?
Un correntista di Unicredit

Anonimo ha detto...

FRA CACCHIO DA VELLETRI HA SCRITTO:

Avete notato signori visitatori del blog che Marco Calì da un po’ di tempo è latitante ?
Latitante nel senso che lancia i suoi proclami di contenuto pressapochista-qualunquista e poi non risponde ai commenti che i visitatori fanno, a quelli seri mi riferisco.

Oramai ci sono alcuni suoi “gorilla” ( o è sempre lo stesso ? ) che sanno solo mugugnare qualche parola ( del tipo “pappagallo”, “crash”, “nome, cognome, curriculum” ) ed il loro ragionare non va oltre.

Siamo proprio alla frutta e verdura come consulenza indipendente.

APPROVO E SOTTOSCRIVO

Anonimo ha detto...

Per il tipo da Velletri: chi é? cosa fa? curriculum vitae?

Anonimo ha detto...

Come mai nessun bancario risponde? Non può essere che nessun bancario abbia letto questo articolo. Come mai, allora, non risponde nessuno?
Un altro correntista di Intesa SanPaolo.

Anonimo ha detto...

Per il tipo da Velletri: chi é? cosa fa? curriculum vitae?

DOCUMENTI, IMPRONTE DIGITALI !
Il Padano Perfetto

Anonimo ha detto...

Come mai nessun bancario risponde? Non può essere che nessun bancario abbia letto questo articolo. Come mai, allora, non risponde nessuno?
Un correntista di Antonveneta GRUPPO Montepaschi

Anonimo ha detto...

Scusate non ho capito una cosa.
Perchè deve rispondere un bancario a quell'articolo ?

Anonimo ha detto...

Scusate non ho capito una cosa.
Perchè deve rispondere un bancario a quell'articolo ?

Anonimo ha detto...

Come mai nessun bancario risponde? Non può essere che nessun bancario abbia letto questo articolo. Come mai, allora, non risponde nessuno?
Un'altra correntista di Antonveneta GRUPPO Montepaschi

Anonimo ha detto...

Come mai nessun bancario risponde? Non può essere che nessun bancario abbia letto questo articolo. Come mai, allora, non risponde nessuno?
Un correntista di Banca Popolare di Milano.

Anonimo ha detto...

A me sembra che 'sti correntisti delle varie banche nun hanno nemmeno capito la differenza tra BANCA e CASSAFORTE.

Le banche non DEVONO TENERE il denaro.
La loro essenza è prestarlo.
Se lo facessero bene, sarebbe un bene per tutti (imprenditori, clienti, cittadini).

Date queste semplici premesse è ovvio che NESSUNA banca ha TUTTI i soldi che gli sono stati dati, perchè li ha prestati. Questo è vero per tutte le banche, dalle prime banche del 1300 ad oggi. Non è un'invenzione recente...

Devo dire anche che cosa è una cassaforte e quale è la differenza con una banca, o con quello che ho detto ci arrivate da soli?

Alessio

andrea ha detto...

se non vi piace questo blog perche' continuate a visitarlo?

andrea ha detto...

come mai american express sta' crollando in borsa?come mai ha chiesto aiuti allo stato per 3.5 miliardi di $$?
carissimo anonimo non sto' mugugnando e non sono un gorilla.
invece di prendere in giro non hai qualcosa di sensato da scrivere?

Anonimo ha detto...

Ho provato in passato a scrivere qualcosa di sensato, ma ho constatato che non c’erano orecchie per ascoltare.
Comunque, Sig. Andrea, ecco qualcosa di suo sicuro gradimento.

“ “
Ti consiglio vivamente, qualora stessi cercando di informarti sull'attuale situazione economica e finanziaria, di non fare affidamento a quello che viene detto in tv e/o a quello che viene scritto sui principali quotidiani italiani. Puoi pure spegnere la tv e non leggere nessun giornale.

Per quanto concerne le trasmissioni televisive vedo che vengono ospitati sempre i soliti noti, mentre per quanto riguarda i giornali gli articoli scritti mi sembra che stiano cercando di nascondere la realtà.

LA REALTA' E' CHE LE BANCHE HANNO MOLTA, MA MOLTA DIFFICOLTA' NEL FAR FRONTE AD UNA EVENTUALE RICHIESTA DI PRELIEVO DEI SOLDI DEI CORRENTISTI.

Uno dei problemi principali dll'attuale MARCIO SISTEMA BANCARIO é legato alla "CREAZIONE DEL CREDITO E AL MOLTIPLICATORE DEI DEPOSITI".

Ma di questo argomento gli illustrissimi ospiti delle pilotatissimissimissimissime trasmissioni tv e i giornalisti dei pilotatissimissimissimissimi giornali sembrano non conoscerlo. Ma che fatalità!

Ah, stavo dimenticando di dirti che anche un bancario (che ringrazio) ha chiesto una mia consulenza! Per il suo portafoglio! A buon intenditor poche parole!
“ “

Se vuole, Andrea, le consiglio di leggere anche quello che scrive Alessio su questo blog

andrea ha detto...

concordo pienamente con lei sig. anonimo tv,media,e anche molti contenitori web aggiungo io sono completamente pilotati.
concordo tutto quello che ha scritto.
se mi permette vorrei correggerla,IL MARCIO SISTEMA BANCARIO CI STA' ROVINANDO CREANDO UN OCEANO DI DEBITO PUBBLICO INNESTINGUIBILE ATTRAVERSO IL SIGNORAGGIO.

andrea ha detto...

ricambio il suo consiglio e la invito a leggere quello che scrive ANDREA MAZZALAI il vero faro che ci illumina in questi oceani in tempesta.

Anonimo ha detto...

A proposito, rispondo alla domanda di Andrea: Se non vi piace questo blog perche' continuate a visitarlo?

Per tre motivi:
1) stimolato dalle varie cavolate scritte qui, ho imparato un bel po' di cose sull'economia e sulla finanza, che spero mi saranno utili.

2) per tentare di difendere qualcuno da una truffa (sempre nei limiti delle poche conoscenze che ho...)

3) per ridere un po'...

Anche perchè sono mesi che continuo a fare una domanda: perchè su questo blog si continuano a scrivere cose false sui titoli di stato italiani, allo scopo di farli apparire più rischiosi di quel che sono?

Non ho ancora ricevuto una risposta sulle falsità scritte...

Al massimo le risposte sono state frasi del tipo: "se è contento lei", "sta per iniziare l'isola dei famosi" etc. etc.

Se questo non fa ridere...

Purtroppo, però una risposta alla domanda io me la sono data.

Si scrivono cose false per vendere la propria consulenza o anche la pubblicità...

Utilizzare la paura per vendere è un trucco vecchissimo, ma ancora c'è gente che ci casca!
Anche questo mi fa ridere...

Alessio

Anonimo ha detto...

Alessio: nome. Cognome? curriculmun vitae? Chi é lei? Dica chi é, altrimenti zitto!

Anonimo ha detto...

Signor Cali, so chi é quell'Alessio che commenta; lo lasci perdere, é un esaurito. E anche codardo, ma su questo non avevo dubbi.

Anonimo ha detto...

Un anonimo che mi insulta e che mi dà del codardo?

E perchè sarei esaurito? Mi spiega il concetto?

Comunque se mi conosce, mi potrebbe dire che è lei, oppure dove mi ha conosciuto?

Mi dica cosa sto scrivendo di scorretto senza insultarmi, grazie.

Alessio

Anonimo ha detto...

All'altro anonimo ho già risposto da un'altra parte.

Impari a valutare quello che c'è scritto.

Mi sembra un ragionamento poco intelligente quello di affidarsi ad un curriculum per giudicare le affermazioni.

Se ho scritto delle cose false, se ho un bel curriculum diventano vere?

Mi dica (magari senza insultarmi come hanno appena fatto perchè non è mai piacevole, nemmeno farsi insultare da sconosciuti che sembrano mostrare poco cervello) e ho scritto cose false.

Vada a documentarsi. Alcune cose che ho scritto sono facilissime da verificare.

Esempio facile facile.
E' vero che l'Italia ha il peggior rating dell'europa a 27, come c'è scritto nel blog pubblicato addirittura due volte a dicembre e a marzo!

O è vero quello che dico io, che l'italia dopo la Grecia, ha il secondo perggior rating dell'eurozona (cioè i 15 paesi che hanno adottato l'euro)?

E che quindi chi scrive delle falsità del genere come minimo dovrebbe dire: "scusate mi sono sbagliato, vado a cancellare le frasi errate"

Alessio

andrea ha detto...

Scusate se mi permetto di fare una piccola precisazione L' ITALIA HA UN RATING UGUALE A QUELLO DEL BOTZAWANA con tutto il rispetto che porto verso l' africa e se non ricordo male e' A--.
Certo e' solo un giudizio SIG. ALESSIO e ognuno e' libero di aquistare titoli di stato del paese che meglio crede io personalmente preferisco quelli tedeschi.
GRAZIE SIG.CALI' per questo blog e' sempre un piacere leggere i suoi consigli e i suoi pensieri.
Io la stimo e la rispetto GRAZIE!

Anonimo ha detto...

Grazie ad Andrea che prova a mettere la cosa su una discussione finanziaria.

Innanzitutto io non mi permetto di suggerire i titoli di stato italiano, nè quelli tedeschi, nè le bei.

Dico soltanto che fare un investimento basandosi su informazioni false è un errore enorme...
E dovreste essere inc...ti, con chi vi dà le informazioni false, siano essi bancari o blogger.

Per quanto riguarda il Botwsana, i dati pubblici di Moody e di Standard e Poor mi risultano i seguenti.
Non ho controllato fitch...
_______________________________________
Botswana
Moody's: A2
S&P: A-
_______________________________________
_______________________________________
Italia
Moody's: Aa2
S&P: A+
_______________________________________

Per chi volesse conoscere il significato su wikipedia c'è tutto alla voce rating.

Non sono uguali.

Ma sarebbero quisquilie o pinzillacchere, se fosse solo questo...
(...anche perchè non ho riportato i dati nella valuta locale e quelli a breve termine e in quei casi qualche giudizio uguale, se non sbaglio, c'è).

Tanto è vero che la prima volta che ho letto questo dato, su questo blog, pensavo fosse vero... poi sono andato a controllare perchè avevo riscontrato una marea di "errori" su quell'articolo... e infatti anche questo si è rivelato clamorosamente falso...

Il problema non è questa stupidaggine.
E' che ci sono una marea di dati falsi e TUTTI nella stessa direzione... non me li fate ripetere... le ho scritte parecchie volte...

A me non sembra una cosa da poco, falsificare i dati ripetutamente per spaventare le persone e vendere la propria consulenza e i propri servizi...

E nemmeno farlo su un blog che si chiama "sapienza-finanziaria"... Si chiamasse "dati-a-caso-e-chiacchiere-in-libertà" capirei pure...

Ma qualcuno, finchè non perde i propri soldi, non pensa che le falsità siano gravi... (poi quando a perso i suoi soldi si rivolge all'avvocato scandalizzato...)

andrea ha detto...

Questo e' un blog finanziario ognuno e' libero di esprimere i propri pensieri e le proprie opinioni io ho espresso le mie.
Ricorda sig. anonimo quando il sig. cali' consigliava ai possessori di fondi azionari e azioni di stare attenti?ricorda cosa scriveva?WALL STREET CRASH RICORDA?ottobre 2007 e poi ancora marzo 2008.
Non mi sembrano informazioni false sig. anonimo.
Lei non ha nulla da proporre?solo contestare chi esprime un proprio pensiero.
Mi risponda, e' falso affermare che la prossima bolla che scoppiera'(primi 6 mesi 2009)riguardera' le carte di credito americane?e a cascata molti risparmiatori si troveranno cartolarizzati e impachettati nei propri investimenti i debiti che gli americani appunto non riescono piu' ad onorare.

Anonimo ha detto...

I )
Ricorda sig. anonimo quando il sig. cali' consigliava ai possessori di fondi azionari e azioni di stare attenti?ricorda cosa scriveva?WALL STREET CRASH RICORDA?ottobre 2007 e poi ancora marzo 2008.

LEI TUTTO CIO' LO HA APPRESO DA CALI' PERCHE' EVIDENTEMENTE NON LEGGE ALTRO.
A QUELL'EPOCA DA PIU' PARTI VENIVANO SEGNALI PER DISINVESTIRE, TANT'E' CHE AD ES. IO DISINVESTII TUTTO L'AZIONARIO NELLA PRIMAVERA-ESTATE 2007.

II )
Mi risponda, e' falso affermare che la prossima bolla che scoppiera'(primi 6 mesi 2009)riguardera' le carte di credito americane?e a cascata molti risparmiatori si troveranno cartolarizzati e impachettati nei propri investimenti i debiti che gli americani appunto non riescono piu' ad onorare.


LE RIPETO, LEI TUTTO CIO' LO HA APPRESO DA CALI' PERCHE' EVIDENTEMENTE NON LEGGE ALTRO.
PERFINO I TG DELLA TV PARLANO DA UN PEZZO DI QUESTO ARGOMENTO.

andrea ha detto...

Si figuri se mi limito a qualche blog anche se li trovo davvero interessanti in libreria si trovavano gia' nel 2005 ripeto nel 2005 libri che desrivevano l' attuale situazione economica.
ma non ha risposto alla mia domanda!
e non mi sembra che il SIG. CALI' abbia mai parlato di carte di credito.
Comunque la ringrazio davvero mi fa piacere discutere con persone gentili come lei al contrario di molti idioti e maleducati.AUGURI E BUONI INVESTIMENTI.

Anonimo ha detto...

Per Andrea
Vede che quando si impegna ottiene buoni risultati !
Anche lei ricorda che ancor prima di Cali ci sono stati libri ( ma anche giornali quale ad es. La Repubblica ) che già qualche anno fa paventavano l'attuale scenario di crisi dei mercati internazionali.

andrea ha detto...

Come affrontare il crollo economico del 2006-2007 l' autore aveva solo sbagliato il titolo (2008-2009).
SCRITTO NEL 2002.

Anonimo ha detto...

Signor Cali, so chi é quell'Alessio che commenta; lo lasci perdere, é un esaurito. E anche codardo, ma su questo non avevo dubbi.