mercoledì 12 novembre 2008

Marco Calì, domani, giovedì 13 ottobre, alle 8.30 su Radio Base Popolare Network!



Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970.


Gentile lettrice e gentile lettore, ti comunico che domani mattina, giovedì 13 novembre 2008, alle ore 8.30 sarò intervistato da Radio Base Popolare Network.


Nei giorni successivi all'intervista condotta dalla Dott. Liliana Boranga, inserirò nel blog l'audio di questa conversazione.

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria-blogspot.com/ ....... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!


19 commenti:

Anonimo ha detto...

recentemente trovo facile demagogia e scarsità di contenuti nel blog, che invece prima era interessante. Eppure ce ne sarebbero di cose da dire... sono deluso, gli ultimi post sono discorsi da bar che fanno tutti. Spero in un miglioramento.
Luka

Anonimo ha detto...

Avete notato signori visitatori del blog che Marco Calì da un po’ di tempo è latitante ?
Latitante nel senso che lancia i suoi proclami di contenuto pressapochista-qualunquista e poi non risponde ai commenti che i visitatori fanno, a quelli seri mi riferisco.

Oramai ci sono alcuni suoi “gorilla” ( o è sempre lo stesso ? ) che sanno solo mugugnare qualche parola ( del tipo “pappagallo”, “crash”, “nome, cognome, curriculum” ) ed il loro ragionare non va oltre.

Anonimo ha detto...

Per Luka.
Eccoti un post non demagogico ricco di contenuti.

Gentile lettrice e gentile lettore, pochi giorni fa il Presidente dell'Autorità per le tlc (telecomunicazioni), il Signor Corrado Calabrò ha invitato lo Stato ad investire sulle "reti".

Se intende le reti da pesca, sono d'accordo anch'io! Lo Stato potrebbe incentivare la creazione di nuovi posti di lavoro in questa maniera. Reti da pesca: qui lo stato, ripeto, dovrebbe investire. E magari mandare a lavorare più di qualche dirigente e/o manager, che fra poco si ritroveranno senza lavoro. Magari qualche manager come Alessandro Profumo, che fra poco sarà senza lavoro, poverino.......

Ti comunico, qualora non ne fossi a conoscenza, che il Signor Corrado Calabrò percepisce uno stipendio di 440.000 euro all'anno, che sono pari a 36.666 euro al mese, che sono pari a 1.222 euro al giorno!

Ti ricordo che la maestra d'asilo di mio figlio percepisce uno stipendio di 10.200 euro all'anno, che sono pari a 850 euro al mese, che sono pari a 28 euro al giorno!

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ....... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

Anonimo ha detto...

PER LUKA.
HAI RAGIONE IL BLOG STA SCADENDO.
ECCO UN ALTRO POST NON DEMAGOGICO E DI GRANDE SPESSORE.

Cucù, cucù Profumo non c'é più! Propongo una colletta per lui, poverino! Aiutamolo: é senza lavoro!
Gentile lettrice e gentile lettore, cucù, cucù, Profumo non c'é più.

Ti ricordo che Alessandro Profumo guadagnava 13.000.000 di euro all'anno, che sono pari a 35.616 euro al giorno! E ora é senza lavoro, mannaggia. Aiutiamolo!

Che ne pensi se propongo una colletta per lui visto che ora sarà senza stipendio visto che ha dato le dimissioni da amministratore delegato di Unicredit?

Sì, te lo ripeto: Alessandro Profumo non é più l'amministratore delegato di Unicredit.

Facciamo una colletta per lui, poverino: é rimasto senza lavoro!

Ti ricordo che la maestra d'asilo di mia figlia percepisce uno stipendio di 10.200 euro all'anno, CHE SONO PARI A 28 EURO AL GIORNO!

Anonimo ha detto...

PER LUKA
Voglio dare il mio contributo al rilancio del Blog proponendo questo splendido pezzo di NEW ECONOMY, di particolare ricchezza di contenuti.
Pubblico il pezzo nel testo originale e nelle traduzioni in inglese e francese fatte dalla stampa internazionale ( ad es. N.Y.T., Le Monde, ecc. ) che l’ha riportato nelle pagine economiche.
Lo Stato garantisce le poste o ti dara una bella sup-posta?



Gentile lettrice e gentile lettore, ti metto al corrente che stai garantendo tutta la liquidità dei conti correnti del Banco sup- Posta.

Come riferito dall'amministratore delegato delle Poste, il Signor Massimo Sarmi, che ti ricordo ESSERE UN DIPENDENTE E IN QUANTO TALE DEVE RIPETERE CIO' CHE GLI VIENE IMPOSTO, "BancoPosta "va bene. Tutta la raccolta dei conti correnti e' investita in titoli di Stato a breve, medio e lungo termine. La liquidita' e' garantita dallo Stato in maniera completa".

Te lo ripeto: questi soldi depositati sui conti correnti li stai garantendo tu, gentile lettrice e gentile lettore. Lo Stato chi é? Sei tu e basta. I soldi lo Stato dove li prende? Da te.

Lo Stato e le Poste stanno applicando, quindi, la teoria della "Catena di Sant'Antonio": fai molta attenzione.

Queste catene prima o poi si spezzano e farne le conseguenze potresti essere proprio tu!

Le banche e le poste assicurano i soldi dei correntisti perché lo Stato garantirà i depositi: se tu sei d'accordo ti auguro un grosso in bocca al lupo!
Le soluzioni ci sono, eccome se ci sono: hai mai sentito parlare di ETF MONETARI, ad esempio?

Pensa che per sottoscrivere un ETF non devi nemmeno cambiare banca! Te lo hanno mai proposto? Penso di no, perché il dipendente bancario e/o il promotore finanziario non avrebbero nessun guadagno per loro; guadagno che invece hanno nel PIAZZARE I LORO PRODOTTI!
Ah, stavo dimenticando di dirti che il conto Banco sup-Posta ha un rendimento dello 0,5% lordo, pari all0 0,365% netto!


The State guarantees the post office or give you a nice sup-mail?

Dear reader, kind reader, you would understand you're offering all the liquidity of current accounts at Banco sup-mail.

As reported by the Director of Posts, Mr Massimo Sarma, you remember BE AN OFFICIAL AND AS SUCH MUST REPEAT THIS 'THAT IS IMPOSED, "BancoPosta" is fine. The entire collection of current accounts and 'invested in State bonds in the short, medium and long term. The liquidity 'and' guaranteed by the state in full. "

Te I repeat: this money paid into bank accounts they're guaranteeing you, gentle reader, kind reader. The Member who is? You stop. The money the state where does it take? To you.

The State and the Post are applying, then, the theory of "chain letters" take care.

These chains sooner or later you break it and the consequences could be just you!

The banks and ensure the money raised correntisti because of the state will guarantee deposits: If you agree we hope a big good luck!
The solutions are there, if there are Eccome: you have never heard of MONETARY ETF, for example?

Think about that for a sign ETF you do not have even change bank! We'll never have proposed? I think not, because the bank employee and / or the developer would have no financial gain for them, which they gain in placing their products!
Ah, I was forgetting to tell you that the account Banco sup-mail a yield of 0.5% gross, equivalent all0 0365% Net!


L'État garantit le bureau de poste ou vous donner un bon soutien-mail?

Cher lecteur, genre lecteur, vous comprendre vous offrant tous les liquidités du compte courant à la Banco sup-mail.

Comme indiqué par le Directeur des Postes, M. Massimo Sarma, vous vous souvenez être un fonctionnaire et en tant que tel doit répéter ce "qui est imposée," BancoPosta "est une bonne chose. L'ensemble de la collection des comptes courants et «investi dans des obligations d'État à court, moyen et long terme. La liquidité "et" garanti par l'Etat dans son intégralité. "

Je te le répète: cette somme versée sur des comptes bancaires ils vous garantissent, doux lecteur, lecteur type. Les membres qui l'est? Vous vous arrêtez. L'argent de l'État où se produit-elle? Pour vous.

L'Etat et la Poste sont l'application, alors, la théorie de la «chaîne de lettres" prendre soin.

Ces chaînes, tôt ou tard, vous rompez et les conséquences pourraient être juste vous!

Les banques et assurer l'argent recueilli correntisti en raison de l'état sera dépôts de garantie: Si vous êtes d'accord, nous l'espérons, un grand bonne chance!
Les solutions sont là, si il ya Eccome: vous n'avez jamais entendu parler de la politique monétaire ETF, par exemple?

Pensez-y un signe de l'ETF vous n'avez pas même changer de banque! Nous avons proposé jamais? Je ne le crois pas, parce que l'employé de banque et / ou le promoteur n'aurait pas de gain financier pour eux, auxquelles ils ont à placer leurs produits!
Ah, j'ai oublie de vous dire que le compte de Banco sup-mail un rendement de 0,5% brut, soit l'équivalent all0 0,365% Net!

A. P.

Anonimo ha detto...

A.P. ci metti i link, per favore degli articoli tradotti dei siti di cui parli?

Anonimo ha detto...

Nome? Cognome? Curriculum vitae? Di chi? DEI PAPPAGALLI!!!!!
Altrimenti zitti!

Anonimo ha detto...

ECCO LE COSE CHE DICE SOLTANTO CALI’ ( ………….DOPO AVERLE LETTE SU ALTRI ORGANI DI STAMPA )

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 31 mar - Per il 2007
Alessandro Profumo, a.d. di UniCredit, ha diritto a un
totale di 9,33 milioni tra stipendio (335mila euro), bonus e
altri incentivi (5,95 milioni) e altri compensi (3,051
milioni). E' quanto si legge nel Bilancio della capogruppo
al 31 dicembre 2007 consultato da Radiocor. Il bonus, si
precisa, e' un ammontare massimo potenzialmente erogabile ad
aprile 2008 in relazione al raggiungimento degli obiettivi
di gruppo relativi al 2007. Il presidente Dieter Rampl ha
ricevuto uno stipendio di 1,38 milioni. Il totale dei
compensi agli amministratori e ai dirigenti con
responsabilita' strategiche e' salito nel 2007 a 92,1
milioni da 60,1 milioni nel 2006 sia per l'aumento dei
dirigenti con responsabilita' strategica conseguente alla
nuova struttura organizzativa sia per la quota variabile
della retribuzione legata al raggiungimenti degli obiettivi
di gruppo e individuali.
A.P.

Anonimo ha detto...

Perchè il caro Calì non pubblica il rendimento del suo tanto promosso e reclamizzato Sapienza-Forex? In fondo aveva promesso di comunicare il rendimento mese dopo mese.
Qui qualcosa di poco chiaro bolle in pentola.

Anonimo ha detto...

per i pappagalli frustrati: chi siete? Nome? Cognome? Curriculum vitae?

Anonimo ha detto...

Avete notato signori visitatori del blog che Marco Calì da un po’ di tempo è latitante ?
Latitante nel senso che lancia i suoi proclami di contenuto pressapochista-qualunquista e poi non risponde ai commenti che i visitatori fanno, a quelli seri mi riferisco.

Oramai ci sono alcuni suoi “gorilla” ( o è sempre lo stesso ? ) che sanno solo mugugnare qualche parola ( del tipo “pappagallo”, “crash”, “nome, cognome, curriculum” ) ed il loro ragionare non va oltre.

Anonimo ha detto...

Chi sei ultimo anonimo? Da dove vieni? Cose fatte nella vita?

Ah, ti ricordo: la mamma degli imbecilli è sempre incinta.

Anonimo ha detto...

Avete notato signori visitatori del blog che ci sono persone (?) che sono dei codardi, perché non hanno nemmeno il coraggio di farsi riconoscere...... ma perché siete codardi? Ma perché non dite chi siete? Visto che siete intelligenti perché non ci fate conoscere le vostre capacità?

Anonimo ha detto...

Ciao Marco, mi permetto un consiglio da "amico" e da coetaneo.
Dato per certo, ai miei occhi, che con il tuo blog non fai altro che un pò di informazione, ma soprattutto pubblicità alla tua persona e ai servizi che offri, occorre che la gente si rassegni al fatto che non c'è nulla di male in tutto questo, ma sopratutto che, data l'assoluta libertà che offre il web, semplicemente chi non apprezza i tuoi articoli, tolga le tende e vada in visita di altri blog.
Ciò dicendo, ti invito a non porgere il fianco ai denigratori litigandoci commento su commento, altrimenti scade quel poco di professionalità che vuoi proporre.
Il mio consiglio è: non raccogliere provocazioni.
Pensaci.
Giovanni Bruno

Anonimo ha detto...

PER GIOVANNI BRUNO

Certo che da coetaneo e da “ amico “ dipingi bene il Sig. Calì scrivendo che :

“ con il tuo blog non fai altro che un pò di informazione, ma soprattutto pubblicità alla tua persona e ai servizi che offri “.
Ed allora non c’è da meravigliarsi di quello scrivo io che coetaneo ed amico non sono del Sig. Calì.
A.F.

Anonimo ha detto...

La differenza, caro A.F. è che lui scrive in casa sua e tu sei libero di starne fuori se non approvi il suo modus operandi: sarebbe anche meno sgradevole.
Fermo restando che con il sig. Calì non ho nulla da spartire.
Apri un tuo blog e verremo a leggere cosa hai da dire.
Giovanni Bruno

Anonimo ha detto...

Ergo :
Chi non approva il modus operandi del blogger se ne sta fuori, chi l'approva scrive la propria approvazione e ci rimane dentro.
Grazie della precisazione, Giovanni.

A.F.

Anonimo ha detto...

Hai dedotto male A.F.
Il Sig. Calì esprime a volte, dico a volte, qualcosa di interessante e molte altre volte banalità pubblicitarie pro suo ed io gli consigliavo quanto meno di non replicare in forma anonima a chi lo accusa, altrimenti scade anche quella poca professionalità, vatti a rileggere il commento.
Giovanni Bruno

Anonimo ha detto...

DI SEGUITO RIPORTO GLI ULTIMI SCAMBI DI POST TRA ME ( A.F. ) E GIOVANNI.

SIGNORI LETTORI GIUDICATE VOI SE LA CONCLUSIONE DI GIOVANNI E' COERENTE CON IL DISCORSO.

GIOVANNI SCRIVE :
" La differenza, caro A.F. è che lui scrive in casa sua e tu sei libero di starne fuori se non approvi il suo modus operandi: sarebbe anche meno sgradevole.
Fermo restando che con il sig. Calì non ho nulla da spartire.
Apri un tuo blog e verremo a leggere cosa hai da dire.
Giovanni Bruno "

A.F. RISPONDE :
" Ergo :
Chi non approva il modus operandi del blogger se ne sta fuori, chi l'approva scrive la propria approvazione e ci rimane dentro.
Grazie della precisazione, Giovanni.
A.F. "

GIOVANNI CONCLUDE :
"Hai dedotto male A.F.
Il Sig. Calì esprime a volte, dico a volte, qualcosa di interessante e molte altre volte banalità pubblicitarie pro suo ed io gli consigliavo quanto meno di non replicare in forma anonima a chi lo accusa, altrimenti scade anche quella poca professionalità, vatti a rileggere il commento.
Giovanni Bruno "

A VOI LETTORI LA SENTENZA.
Firmato A.F.