lunedì 16 febbraio 2009

Il Signor Mario Draghi, Governatore della Banca d'Italia ha parlato, al G7, di TITOLI TOSSICI: ma cosa vuol dire? L'ho chiedo direttamente a lui!



Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova.


Gentile lettrice e gentile lettore, nei giorni scorsi, in occasione del summit del G7 tenutosi a Roma, il Governatore della Banca d'Italia, il Signor Mario Draghi, ha detto che bisogna "fare fuori i titoli tossici dai bilanci delle banche".


Ti riporto la definizione del vocabolario Zingarelli sulla parola "tossico": Detto di sostanza che ha effetto nocivo su un organo o sull'organismo.


Preso atto delle parole del Signor Mario Draghi, che ti ricordo essere un dipendente e in quanto tale deve ripetere ciò che gli viene imposto, mi farebbe piacere capire cosa si intende per titoli tossici.

In qualsiasi testo economico, in qualsiasi prospetto informativo, in qualsiasi documento finanziario non c'é traccia di questi titoli tossici. Ora , improvvisamente, viene pronunciato questo termine, chissà come mai.

Ti ricordo che fino a pochissimo tempo fa i maggiori esponenti economici italiani avevano rassicurato i risparmiatori sul fatto che le banche italiane non avevano nessun problema. Poi hanno cominciato a parlare di decreto salva-banche, ora parlano di titoli tossici.

Ma non era tutto in regola?

E allora é meglio approfondire l'argomento, perché magari qualche persona mi chiede cosa sono questi titoli tossici e io non sarei in grado di rispondere correttamente. Non so di cosa si tratti, essendo una novità!

Ho provato a rileggere il Testo Unico della Finanza (TUF) ma non ho trovato niente che riguardi i titoli tossici. Ho cercato in qualche libro economico ma di titoli tossici non ho trovato nulla.

Per cercare di comprendere cosa intenda il Governatore di Bankitalia non mi resta altro che chiederglielo direttamente, inviandogli questo articolo. L'indirizzo al quale invierò la richiesta é stampabi@bancaditalia.it

Una eventuale risposta sarà, se consentito, sempre pubblicata su questo blog http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/

40 commenti:

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Ecco il testo dell'email, inviata alle ore 11.13 del giorno 16 febbraio 2009

Oggetto: Domanda per il Signor Mario Draghi.

Buongiorno, son Marco Calì, un consulente finanziario indipendente, autore del blog http://sapienza-finanziaria.blogspot.com , nel quale ho pubblicato, oggi 16 febbraio 2009, un articolo riguardante questa e-mail.

Volevo sapere, per favore, cosa significa "Titoli tossici", espressione usata dal Signor Mario Draghi.



Una eventuale risposta, sempre se consentito, sarà pubblicata nel mio blog.





Grazie e buona giornata. Marco Calì.

Anonimo ha detto...

Grazie Marco! Tante persone vorrebbero sapere questo e altre cose, ma non abbiamo il coraggio di chiedere.
Tu hai fatto una richiesta, in maniera educata.
Complimenti.

Anna.

Anonimo ha detto...

Mi unisco ai complimenti. Non capisco perché tante persone che visitano questo blog non facciano qualche apprezzamento scritto all'autore.

Grazie per l'informazione che fa, Cali.
La richiesta a Draghi é proprio un esempio del suo ottimo lavoro.
Tanta gente non ha il coraggio di fare certe domande. Lei invece lo fa. Grazie ancora.

Marco

Anonimo ha detto...

E quale apprezzamento si dovrebbe fare ?

Quale è i l coraggio di fare domande alle quali nessuno risponde ?

Di tante lettere scritte a varie autorità dal Sig. Calì non s'è mai vista traccia di risposta.

Nessuno si è mai chiesto il perchè ?

Io personalmente di quesiti del genere non ne farei.
Se poi qualcuno è felice che se ne facciano che posso dire ? Beato lui che si accontenta di domande coraggiose senza risposte.
BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

BI.R.CO.:Io personalmente di quesiti del genere non ne farei.

E' ovvio che lei non li farebbe....

Anonimo ha detto...

Per gli amanti delle domande coraggiose.

Perchè non chiedere a Tremonti il significato di finanza creativa ?

Di tale termine non ho trovato traccia in alcun manuale o in alcun scritto di economia politica, di politica economica, finanziaria, monetaria ecc.

Io personalmente - è ovvio - non lo chiederei, ma per gli amanti del genere " bold questions " dovrebbe essere un must.
Perché non provare ?

Ciao
BI.R.CO

Anonimo ha detto...

MILANO (MF-DJ)--"Il primo dovere di una banca oggi e' dire la verita' sui propri conti. Noi rispetteremo alla lettera i meccanismi contabili internazionali".

Lo ha detto il presidente di B.P.Milano, Roberto Mazzotta, parlando dell'attuale crisi finanziaria e dopo che nel fine settimana il governatore di Bankitalia Draghi aveva invitato le banche a far emergere i cosi detti strumenti tossici

Anonimo ha detto...

Alessio, prova scrivere al ministro e dirgli che é allucinato.

ANSA) - MILANO, 16 FEB - L'attuale crisi economica puo' portare a una situazione di ''disastro sociale''. Ne e' convinto il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi.
''E' fondato il timore - ha detto il ministro - che la crisi possa determinare un disastro sociale, con tensioni maggiori nelle aree piu' vitali del Paese come la Lombardia, il ricco nordest e la Torino dei beni durevoli''. Sacconi ha poi indicato come fondamentali i ''criteri di stabilita', liquidita' e occupabilita'.

Anonimo ha detto...

Ora Alessio dirà che lui lo dice da tanto tempo quello che ha detto Sacconi.
Alessio 3

Anonimo ha detto...

O altri contestori diranno che loro lo dicevano da tanto tempo ciò che ha espersso Sacconi.
Alessio 3

Anonimo ha detto...

Ai coraggiosi le domande coraggiose.

BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

BI.R.CO. : il nuovo Alessio?

Alessio 2

Anonimo ha detto...

Ora Alessio dirà che lui lo dice da tanto tempo quello che ha detto Sacconi.
Alessio 3


L'ho scritto infatti. Il 23 dicembre...
Puoi andarlo a vedere con i tuoi occhi:
commento con previsioni del futuro tutte azzeccate...

Mi cito testualmente ...scontri sociali più o meno violenti, morti...

A me sembra che siate voi che pensiate che l'italia possa fallire e ve ne stiate tutti tranquilli pensando che in un caso simile non vi accadrà nulla perchè siete più furbi... io sono molto preoccupato...

Alessio
P.S.
Ormai parlate solo di me...

Parliamo di economia...
Il rating dell'italia e del botswana sono uguali?
Il rating dell'italia è il più basso dell'europa a 27?
La bei dell'esempio è vera?
Cosa è accaduto ad un btp della stessa lunghezza nello stesso periodo?
Etc. Etc.
Possibile che non ci sia nessuno che si ponga domande?
Tutti contenti che si parli male dell'italia?
Anche se non c'è praticamente nulla di vero?
Perchè non provate a scrivere voi a cali' una cosa del genere: "Ti stimo tanto e ammiro il tuo lavoro, però perchè scrivi tutte quelle cose inesatte? Non potresti correggerle in modo che il blog sia migliore ?"
Sarebbe meglio per tutti, no?

Anonimo ha detto...

Per qualcuno Alessio è diventato un incubo.

BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

sì, certo Alessio, fai un blog, dai. L'Italia ha bisogno di gente onesta intellettualmente come te! Sei un genio! Sei il migliore! Sei fantastico! Hai aperto gli occhi a tutti! Sei il migliore! Sei troppo intelligente! Non si può vivere senza di te! Ormai la gente parla solo di te! Grazie di esistere! Fai un blog, per favore: hai troppe argomentazioni. Sei fantastico! Sei superlativo! Io ti proporrei come conduttore di Matrix! Ho dei contatti con Mediaset! Posso contattarti per proprti al posto di Mentana?
GRAZIE ANCORA ALESSIO! Dimmi come ti posso contattare, per favore. Il mondo ha bisogno di te! Tu sei l'unico, l'irresistibile, il fantastico.GRAZIE ANCORA. Capisci troppe cose, tu. GRAZIE ANCORA!
GG

Anonimo ha detto...

Per GG, che poi GG non è.

L'immaginavo che hai contatti con MEDIASET.

BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

Ringrazio per i complimenti GG (che ha lo stesso stile di un Alessandro di qualche giorno fa, ma anche di qualcuno che conosciamo)...

Però io non voglio scendere sul personale.

Gli attestati di stima che l'autore del blog riceve dalle persone a cui fa consulenza, indicano che, come consulente, ha lavorato bene...

Potrebbe lavorare bene anche qui sul blog.

Basta che la smetta di scrivere dati falsi e inventati.

Se crede che l'italia fallirà tra due giorni, lo può scrivere senza che nessuno dica nulla... almeno io non scriverei nulla...

Però, se scrive che l'italia ha lo stesso rating del botswana deve mostrare la fonte.
Oppure beccarsi le sacrosante critiche di chi, citando le fonti, dice che NON E' VERO!!!!

Se scrive che una bei in un anno ha fatto guadagnare il 50%, o mette i dati oppure si prende le critiche di chi scrive che NON E' VERO!!!
(E infatti, guarda caso, visto che non ero l'unico a chiedere lumi, per questa faccenda ha chiesto scusa ed ha ammesso di "essersi sbagliato"...)

Se scrive che solo gli italiani comprano i bot, o cita la fonte oppure accetta le critiche di chi scrive che NON E' VERO!!!

Anche perchè, se è bravo come consulente, non avrà bisogno di farsi pubblicità scrivendo cose false, come specchietti per le allodole...

Lo ha scritto qualche giorno fa che non si arrabbiava se gli si facevano notare le inesattezze...

Allora ammetta che anche l'esempio del rating del botswana è tutta una stupidaggine...
Oppure mostri le fonti... io i miei dati li ho citati a memoria e non sono nemmeno andate a ricontrollarli... magari sono io che sbaglio...

Non mi sembra che sto scrivendo cose sensa senso... non sto dicendo che la crisi non esiste... non sto dicendo che la crisi è colpa di cali'... non sto dicendo che l'italia è il paese più solido del mondo...

Sto dicendo che calì dovrebbe prendersi la responsabilità delle sue affermazioni... di quelle non vere deve rendere conto a tutti i suoi lettori e anche e soprattutto a coloro ai quali fa consulenza...

Alessio

Anonimo ha detto...

FMI: Strauss-Kahn, sistema non sano


(ANSA) - PARIGI, 17 FEB - Il sistema finanziario e' ancora ben lungi dall'essere sano: lo afferma il direttore generale del FMI Dominique Strauss-Kahn. E' convinto che sia ancora necessario intensificare i piani di sostegno alle banche e il coordinamento internazionale.'Il sistema finanziario mondiale non e' ancora sano e quindi gli effetti del rilancio non sono abbastanza importanti'.'Bisogna ripulire fino in fondo i bilanci delle banche' un'operazione che 'non sta andando abbastanza rapidamente'.

Anonimo ha detto...

Strauss-Kahn (Fmi): necessario accelerare pulizia bilanci banche

Il processo di “ripulitura” dei bilanci dagli asset tossici è ancora lontano dall’essere compiuto: lo ha sostenuto stamane in un’intervista radiofonica il direttore generale del Fondo monetario internazionale Dominique Strauss-Kahn, che oggi esorta nuovamente gli istituti a “ripulire fino in fondo i bilanci”, un’operazione che secondo l’economista “non sta procedendo abbastanza rapidamente”.

Per Strauss-Kahn la crisi finanziaria internazionale potrebbe concludersi nella prima parte del prossimo anno se i governi prenderanno le necessarie misure, ma rischia di protrarsi ulteriormente se non lo faranno. (l.s.)

Anonimo ha detto...

Secondo lei, Calì, le obbligazioni a capitale garantito possono essere considerate titoli tossici?
Io ho sottoscritto un'obbligazione a capitale garantito e se la ritiro oggi perdo il 60%! Sono disperata! La scadenza é nel 2012. In banca mi hanno detto che bisogna aspettare la scadenza.
Ma a me questa situazione sembra molto tossica.
Giovanna.

Anonimo ha detto...

Si comincia a vociferare che l'Austria sia messa male.
Da 90 a 117 BPS lo spread con il bund in tre giorni.
Daniele

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Giovanna: alcune obbl. a capitale garantito sono in pericolo, eccome se sono in pericolo.
Ma lei può fare qualcosa in più, che le costerà qualche minuto di tempo:
CONTROLLI, oltre al profilo di rischio, tutti i moduli che ha firmato (SE LI HA FIRMATI, EH).
Sto analizzando, proprio ora, LA SITUAZIONE DI UNA SIGNORA CHE CONTROLLANDO I MODULI SI E' ACCORTA CHE NON C'E' LA PROPRIA FIRMA!!!!
I bravissimi avvocati con i quali collaboro per questioni bancarie mi dicono che ci sono molte irregolarità da parte della banca, in questo caso.
Ma non é che la banca, se si dovesse accorgere di essere in torto, lo dice al cliente, si figuri. ALLORA DEVE ESSERE IL CLIENTE A VERIFICARE. E magari ottenere indietro i soldi investiti inizialmente. A buon intenditor poche parole....

Se vuole la mia e-mail é: edoardinchiarin@yahoo.it

Il mio nome skype é: marco.cali19

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Buongiorno Signor Calì, ho visto che parla di titoli tossici. Io ho delle obbligazioni a capitale garantito con La Posta. Sono tranquillo? Giacomo (Pordenone).

Anonimo ha detto...

un bell'esepio di "titoli tossici"
Gianfranco Ursino per "Il sole 24 Ore"


Bernard Madoff
Cresce il numero dei clienti italiani truffati da Bernard Madoff. Un elenco che in un colpo solo, secondo quanto risulta al Sole-24 Ore, si allunga di circa 5mila unità: dipendenti e pensionati del gruppo Deutsche Bank che hanno aderito al fondo pensione complementare a loro riservato.

Uno dei primi fondi pensione preesistenti, nato nel 1951 e destinato originariamente ad accogliere gli investimenti previdenziali del personale della ex-Banca d'America e d'Italia.
A far cadere il fondo pensione nella ragnatela della truffa Madoff è stato un investimento effettuato in tre tranche da un milione di euro ciascuna, tra gennaio 2005 e settembre 2006, nel fondo Fairfield Sigma.

Uno dei fondi feeder gestito da Madoff e distribuito dalla famiglia Noel, che a fine novembre scorso era riportato a bilancio del fondo pensione del personale Deutsche Bank per un valore di 3,8 milioni di euro, pari all'1,3% dell'intero patrimonio in gestione.


Bernie Madoff
Un investimento che ha consentito di realizzare un guadagno di circa 800mila euro frutto, però, solo delle fasulle performance sbandierate dall'ex-numero uno del Nasdaq. Nell'ultima riunione il Cda del fondo pensione ha già svalutato la partecipazione in Sigma del 50%: una percentuale destinata comunque a salire alla luce delle concrete possibilità di recupero di parte delle somme investite.

Per il momento i gestori hanno fatto confluire l'investimento in Fairfield Sigma in un comparto istituito ad hoc, che raccoglie tutti gli asset illiquidi detenuti in portafoglio e che ad oggi ammontano al 6,5% del patrimonio totale del fondo pensione.

Oltre al fondo Sigma sono incagliati nel comparto illiquido anche gli investimenti nel fondo Irongate (sempre della galassia Fairfield, ma che non risulta gestito da Madoff) e in un hedge fund di Morgan Stanley. Due fondi che hanno momentaneamente bloccato le uscite, ma che hanno già presentato un piano di rimborso ai clienti che si dovrebbe completare entro la fine del 2009.


DEUTSCHE BANK
Nel comparto illiquido del fondo pensione, inoltre, è compreso anche una partecipazione di un milione di euro nel fondo di private equity Advanced Capital. Un'attività che i gestori stanno cercando di vendere, ma che inizialmente doveva confluire in una linea " alternative", insieme agli investimenti in hedge fund.

A dicembre 2008 il fondo pensione è passato da una versione monocomparto a una multicomparto che prevede cinque linee d'investimento. La necessità di avere disponibilità liquide da distribuire tra i nuovi comparti, ha "costretto" i gestori a smobilizzare quasi tutti gli investimenti per impiegarli in pronti contro termine. Un'operazione andata in porto con il 90% degli asset e che alle attuali valutazioni ha consentito al fondo di limitare la perdita nel 2008 a un-1,6%.


MGF

Anonimo ha detto...

A DANIELE CHE HA SCRITTO :
“ Beh... io Calì l'ho pagato come consulente. Quando ha parlato della storia delle Tiscali, gli ho chiesto meglio e mi ha detto cosa fare. La cifra e il modo. Non l'ho fatto perchè ammetto che trovo sensate alcune argomentazioni di Alessio e altri frequentatori. Mentre trovo deliranti gli insulti di alcuni "supporter".
Comunque ora faccio il supporter e mi do del CONIGLIO da solo. Se avessi dato retta a Calì avrei guadagnato 13%... dalla segnalazione. “

TI FORNISCO GLI ULTIMI DATI SU TISCALI E AZIMUT.
Performance a una settimana :
AZIMUT + 11,62 %
TISCALI - 15,87 %

I GUADAGNI IN BORSA NON SI OTTENGONO FACENDO I CONTI A POSTERIORI E RIMUGINANDO SUI “ SE “.

Solo SE tu avessi dato retta a Calì e SE tu fossi uscito dall’investimento il giorno in cui hai scritto il post AVRESTI realizzato il 13%.
MA CHI TI DICE CHE QUEL GIORNO ESATTO SARESTI USCITO DALL’INVESTIMENTO ? O INVECE AVRESTI ASPETTATO ANCORA A DISINVESTIRE ?

Comunque Azimut, da me consigliata, ha continuato nella sua buona performance.
Ora consiglierei di vendere o comunque di tenerle ma seguendo attentamente i segnali di inversione di tendenza.

Francesco ( CH )

Anonimo ha detto...

Per Francesco (CH): ha un blog? Oppure può dirmi dove posso trovare le sue analisi? La posso contattrare? Che lavoro svolge?
Mi piacerebbe sapere chi é visto le sue analisi al limite della perfezione.
Mi faccia sapere.
Alessandro.

Anonimo ha detto...

Francesco FA COME GLI ANALISTI: dice compra a 4,24; poi ti dice che il titolo può andare a 4,5 oppure a 4. Un genio!
Grazie ........
Alessio 3

Anonimo ha detto...

Loro sono tranquilli!!!!!

ROMA (MF-DJ)--"Siamo molto tranquilli e sereni. Abbiamo posizioni molto diversificate per Paesi, attivita' e settori".

Cosi' Roberto Nicastro, deputy Ceo di Unicredit, ha risposto a margine dell'esecutivo Abi a chi gli chiedeva dei possibili effetti sul Gruppo di un default dei Paesi dell'Est Europa. vs/pev

Anonimo ha detto...

Per Alessandro.

Pochi giorni fa ho risposto ad altri che mi ponevano le sue stesse domande ( uno mi pare si chiamasse Bruno ).

Ho fornito alcuni dei siti che normalmente consulto ed ho precisato che non svolgo alcuna attività di consulenza finanziaria.
Mi sono limitato solo a segnalare le Azimut ( ma avrei potuto segnalare altri 2 o 3 titoli che secondo me in questo momento consentono di guadagnare e sui quali sto facendo trading ) dopo che qualcuno aveva consigliato le Tiscali.
Comunque, se vuole acquistare le Azimut, ritengo che ancora ci siano margini di crescita, anche se la possibilità di sicure consistenti performances si va assottigliando.
Tutto dipende dalla situazione personale dell'investitore.
Con cordialità
Francesco (CH)

P.S.Per Alessio 3.
O non hai letto o non hai capito niente di quello che ho scritto oggi riferendomi a quallo che avevo detto in passato.
Non ho mai fatto come gli analisti che dicono se non è zuppa è pan bagnato. Non è la prima volta che parli a sproposito.
Senza alcuna cordialità
Francesco

Anonimo ha detto...

Una delle cose più belle di questo blog é che possono commentare tutti. Giulio (Verona).

Anonimo ha detto...

Giusto Giulio (Verona).

Puo commentare persino gente come Alessio 3, Alessio 2.
Mi viene un dubbio : costoro sono per caso tassisti?

Anonimo ha detto...

Egregio sig. Cali',

Da tempo sono un frequentatore assiduo del suo blog.

In questa sede ho letto che il rating dell'italia è uguale a quello del botswana. A me risulta diversamente, per cui mi domandavo se mi sa dire la fonte da cui ha ricavato questa informazione.

Ho letto sul suo blog che l'italia ha il rating peggiore dell'europa a 25. Anche questo dato è in contrasto con i dati a mia disposizione. Mi saprebbe dire quale è la sua fonte?


Le chiedo queste informazioni perchè, in precedenti messaggi, lei ha scritto che nel caso le fossero state rilevate delle imprecisioni non avrebbe avuto nessuna obiezione a rispondere.

La ringrazio per l'attenzione e rimango in attesa di un suo cortese riscontro.

Alessio

Anonimo ha detto...

PORRRRTOBELLO?
PORRRRTOBELLLOOOO?
PORTOBELLO???

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=xA5A4RaybOE

Per Alessio.

Anonimo ha detto...

Certo che nel creare confusione per evitare che la discussione vada su cose serie siete molto bravi... qualche giorno fa, Calì ha fatto la stessa cosa, ma non l'avete preso in giro...
Siete qui solo come dei tifosi da stadio? Astenersi, grazie.

Vorrei cortesemente le risposte, mi sembrano domande legittime, dovrebbero interessare anche voi.

Saluti,
Alessio

Anonimo ha detto...

PER GLI AUTORI DEGLI ULTIMI 2 POST ANONIMI RIPORTO UNO STRALCIO DA WIKIPEDIA CHE LI RIGUARDA MA CHE SICURAMENTE ESULA DALLA LORO CAPACITA' DI COMPRENSIONE.
BUONA LETTURA.

Teorie sulla stupidità
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La stupidità è una condotta umana caratterizzata da comportamenti dannosi con carenza a vari livelli di coscienza morale.
Carlo Maria Cipolla nel saggio "Le leggi fondamentali della stupidità umana", pubblicato da Il Mulino nel volume Allegro ma non troppo, definisce lo stupido come "... una persona che causa un danno ad un'altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita".
Similarmente allo stupido, vengono definite anche le condotte intelligenti, da sprovveduti e da ladri. Cipolla utilizza un diagramma cartesiano per rappresentare le aree di influenza delle rispettive condotte. Nel diagramma di Cipolla l'area degli sprovveduti e quella dei ladri sono contigue a quella degli stupidi, suggerendo la possibilità e il rischio dello scivolamento da una categoria all'altra.


I regimi dittatoriali permettono solo l'espressione di stupidità funzionale al potere.
Nei regimi a "tipologia democratica" con sviluppo capitalistico avanzato, le condotte stupide sono più "libere di esprimersi" perché l'individuo dispone di maggiore tempo libero (es. hooligan, lanciatori di sassi da cavalcavia, ecc.).

"L'imbecillità rappresenta, ahinoi, una risorsa utile per il sistema: se non ci fossero tanti imbecilli in giro non sarebbe così facile trovare un furbone che li seduce. Ecco perché un imbecille è molto più pericoloso di un mascalzone." (Corrado Augias)

"Starace è un cretino? Sì, ma un cretino ubbidiente." (Benito Mussolini sul fin troppo fedele gerarca Achille Starace)

Altre definizioni
La seguente riprende ed espande la definizione di Cipolla:
“L’Imbecillità è la mancanza della capacità di porsi domande e avere dubbi sui propri programmi di azione, di porli a confronto con quella degli altri e sottoporre anche questi ultimi a un vaglio critico, e quindi di non persistere con tetra pertinacia a prendere per buone idee sballate, proprie o altrui.”

Firmato : BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

Gentile Signor Cali',
sarebbe davvero una cosa gradita per tutti gli affezzionati del blog se chiarisse meglio il suo pensiero sul rating dell'Italia.
Grazie in anticipo,
saluti,

Nello

Anonimo ha detto...

errata corrige: affezionati :-)
Nello

Anonimo ha detto...

Dalla cronologia dei post si evince che sono sempre i supporter del blog ad iniziare con i messaggi deliranti ed offensivi.

UniromaTV ha detto...

Al seguente link potete vedere il servizio realizzato da UniromaTV dal titolo "Mario Draghi rende omaggio a Guido Rey"

http://www.uniroma.tv/?id_video=15169

Ufficio Stampa di Uniroma.TV
info@uniroma.tv
http://www.uniroma.tv