mercoledì 18 marzo 2009

Il c/c bancario é un contratto regolato dalla legge? La banca deve comportarsi con la diligenza del buon padre di famiglia, ma deve fare utili .......



Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice e gentile lettore,

nell'ultimo periodo ho "lanciato" un sondaggio dal titolo

"Il conto corrente bancario é un contratto:

PREVISTO DALLA LEGGE?

oppure

NON PREVISTO DALLA LEGGE?

A questo sondaggio hanno risposto 105 persone (che ringrazio) nella seguente maniera:

previsto dalla legge, 51 persone, pari al 48,57%;

non previsto dalla legge, 54 persone, pari al 51,43%.


Come puoi notare le % si aggirano attorno ad un 50%, sia per un caso che per l'altro.

Ma chi ha ragione?

Dal punto di vista giuridico, i conti correnti bancari si differenziano dal contratto di conto corrente ordinario disciplinato dall'art. 1823 del codice civile, in quanto il saldo derivante dalla compensazione tra crediti e debiti non é inesigibile fino alla scadenza del conto, ma può essere richiesto in pagamento in qualsiasi momento.

La forma tecnica più diffusa di c/c bancario é quella del c/c di corrispondenza.

Nell'aspetto legale il contratto di c/c di corrispondenza non ha una sua disciplina specifica, ma é un rapporto "atipico" che si differenzia dal c/c ordinario regolato dal codice civile ed é riconducibile nella disciplina del MANDATO, che per il codice civile é il contratto col quale una parte si obbliga a compiere uno o più atti giuridici per conto dell'altra.

Poiché la banca, nell'eseguire gli incarichi ricevuti, risponde secondo la regola del mandato, é opportuno ricordare che lo stesso codice civile stabilisce che il mandatario é tenuto ad eseguire il mandato con la diligenza del buon padre di famiglia.

Il c/c bancario, quindi, non é un contratto previsto dalla legge.

Preso atto di ciò, ti ricordo che la banca é un'azienda che deve fare utili e mi sembra che di utili ne facciano parecchi, visto la maestosità delle loro locazioni e visto gli stipendi che erogano ai loro dipendenti.

Mi chiedo allora come possa una banca che guadagna, nella maggior parte dei casi, in maniera AVIDA a svolgere un mandato con la diligenza del buon padre di famiglia? Lascio a te ogni considerazione al riguardo.

Su suggerimento dello staff di avvocati con i quali collaboro, ti ricordo che qualora ritenessi che la tua banca non avesse svolto il proprio operato nei tuoi confronti con la diligenza del buon padre di famiglia (e questo vale magari anche per qualche obbligazione, prodotti a capitale garantito, fondi, bonds, etc.) potresti ottenere dei risarcimenti....

Sempre, però, se la banca non si dovesse essere comportata come un buon padre di famiglia, eh!

Sicuramente non sarà il caso tuo, perché le banche italiane sono oneste, trasparenti, operano con del "valore aggiunto", hanno dei valori , ..........

La banche italiane, infatti, ti trattano come un figlio! Ma che carine!

Ti ricordo che é attivo il servizio di consulenza finanziaria : puoi trovare maggiori informazioni su http://consulenza-finanziaria.blogspot.com/ ..... il buon vino si vende senza frasca!

Ti ricordo che puoi, SENZA IMPEGNO, valutare la tua posizione scrivendomi all'e-mail: edoardinchiarin@yahoo.it oppure tramite skype: marco.cali19

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ .......... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!


P.S. Il gruppo creato in facebook

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario


HA RAGGIUNTO 473 ISCRIITI! Grazie a tutti! So che tante persone lo stanno facendo girare: VI RINGRAZIO ULTERIORMENTE!


56 commenti:

PatryDad ha detto...

Grazie signor Calì, questa informazione proprio non la conoscevo.
Come sempre é un piacere leggere i suoi articoli.
Patrizio.

Anonimo ha detto...

Complimenti Signor Calì, la contatterò sicuramente per quanto riguarda delle obbligazioni a capitale garantito. Sono sotto del 30%! E me le avevano proposte proprio facendo riferimento al buon padre di famiglia!
Filippo

Anonimo ha detto...

http://sapienza-classaction-banca.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

477 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Secondo voi lo sanno in banca che il c/c non é regolato dalla legge?
Antonio

Anonimo ha detto...

Per me la maggior parte dei dipendenti non lo sa.
Lo sapranno sicuramente Alessio, il BI.R.CO., Che Palle, MGF, i vari anonimi che sono preparatissimi. Loro sono troppo intelligenti!
Caterina.

Anonimo ha detto...

484 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

a che titolo mi tira in mezzo sigra Caterina?

MGF

Anonimo ha detto...

Per MGF: ho messo anche lei, perché pensavo che lo sapesse. Solo per questo.
Caterina.

Anonimo ha detto...

non lo sapevo ma non si può sapere tutto.

ma, onestamente, e qui mi rivolgo + che altro a Calì, non so neanche cosa comporti il fatto che il c/c bancario non è previsto dalla legge.

MGF

Anonimo ha detto...

Per me la maggior parte dei dipendenti non lo sa.
Lo sapranno sicuramente Alessio, il BI.R.CO., Che Palle, MGF, i vari anonimi che sono preparatissimi. Loro sono troppo intelligenti!
Caterina


Caterina perchè critichi?

Quali altre proteste hai fatto nel passato?
Possibile che tu sappia solo criticare Alessio, il BI.R.CO., Che Palle, MGF, i vari anonimi?
Non credi che ci sia anche qualcun altro che ha sbagliato?

Così sembri proprio un coniglio...

Anonimo ha detto...

Egregio Sig. Calì,
i sondaggi si fanno per conoscere le opinioni, i gusti gli orientamenti della gente.
E comunque tutto ciò che assume un valore soggettivo.

Per ciò che concerne invece leggi di scienze esatte ( fisica, matematica, chimica, ecc. ), o leggi aventi valore di norma, scritta o non scritta, come fonte del diritto, o leggi naturali, mediche ecc. ( potrei aggiungere altri esempi, ma penso di aver reso l'idea ), in tutti questi campi è di tutta evidenza che non è pensabile fare sondaggi.

I SONDAGGI ESPRIMONO OPINIONI E NON HA SIGNIFICATO FARLI SU QUESTIONI SCIENTIFICHE, SIA CHE SI TRATTI DI SCIENZE ESATTE, SIA DI SCIENZE NATURALI , CHE DI SCIENZE SOCIALI ( COME NEL CASO DEL DIRITTO ).

Tutt'al più il suo sondaggio può dimostrare che circa una metà delle persone che hanno risposto potrebbe avere nozioni di diritto bancario ( parlo al condizionale perchè qualcuno potrebbe aver azzeccato la risposta per puro caso ) e circa la metà non ha nozioni di diritto bancario.

PUNTO E BASTA.

E' inutile che lei voglia fare il saputello di cosette di ordinarissima conoscenza per gli addetti ai lavori, rivolgendosi ad una platea di ignoranti ( nel senso di persone che ignorano ) ammantando di mistero e di scienza cose tutt'altro che trascendentali.
E' come se io andassi nella foresta amazzonica e mi mettessi a curare le punture di insetti con una crema cortisonica.
Sembrerebbero mirabolanti le mie imprese agli occhi dei poveri indigeni.

Per ora non ho ulteriore tempo a disposizione.
Non appena possibile fornirò alcune informazioni sul contratto di c/c bancario.
MA NON C'E' NULLA DI SCANDALOSO O DI MISTIFICATORIO CHE NON SIA REGOLATO DA UNA NORMA DI LEGGE.

MGF candidamente scrive ed ha ragione : " non so neanche cosa comporti il fatto che il c/c bancario non è previsto dalla legge. "

BI.R.CO.

P.S. x Caterina
Mi dispiace contraddirla, ma io non sono intelligente come lei scrive con acredine ( O FORSE LO SONO, MA LO POTREBBE ESSERE ANCHE LEI ), probabilmente ho letto e studiato un pò più di lei.
Ma non si incattivisca se lei ha una preparazione limitata. Nella società tutti hanno pari dignità e ciascuno ha un suo ruolo. Le sue competenze e il suo ruolo sono evidentemente diversi dai miei.

Anonimo ha detto...

Calì non deve scrivere del conto corrente, Calì non deve scrivere del limite di garanzia, Calì non deve scrivere dell'imposta di bollo, etc.
I vari contestatori ordinano: pensa un po'!
Ma cosa volete? Fatevi un vostro blog o un vostro sito al posto di ordinare.
Siete un'ammasso di frustrati!
Fate qualcosa, proponete soluzioni: ma vi rendete conto di come siete presi?
Imponete voi cosa deve scrivere Calì?
Lo fate perché non potete dimostrare nulla di voi: dimostrate cosa avete fatto.
Proponete qualcosa.
Non ho mai commentato in questo blog, che mi piace.
Ma leggere sempre i vostri commenti da saputelli mi infastidisce.
Poi visto che intervenite sempre perché non fate sapere chi siete?
Potrebbero essere anche delle balle o delle verità quelle che scrivete.
Solo che se sono balle di voi non si saprà più niente perchè non commenterete più. E nel frattempo infastidite (parlo per me).
Se potete essere utili perché non dite chi siete? Non capisco, scusate.
Penso che anche a Calì possano servire dei suggerimenti, ma qui state andando oltre. Ordinate!
Se usaste un tono migliore, con delle proposte concrete, si potrebbero avere dei vantaggi per noi visitatori di questo blog.
Con il massimo rispetto per tutti, vi saluto.
Massimo.

Anonimo ha detto...

Fatemi capire, allora si tratta di un sondaggio o di un quiz ?

Siamo nel campo delle risposte consapevoli o degli indovinelli ?

Anonimo ha detto...

Come volevasi dimostrare é arrivato questo anonimo per dire cosa?
Fuori dal blog questi commenti, per favore. Proposte, soluzioni, suggerimenti.
Massimo.

Anonimo ha detto...

Ottimo intervento quello di Massimo.
Anch'io sono molto infastidita dai continui commenti fatti solo per "partito preso". Se una persona ritiene di essere utile agli altri dimostri chi é, cosa ha fatto. Quale paura avete? Cosa vi spinge a nascondervi. Siete bravi: BENE! ABBIAMO TUTTI BISOGNO DI GENTE BRAVA. Se potete essere utile peché vi nascondete?
Questo é un mistero.
Barbara

Anonimo ha detto...

Quasi 500 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

505 ISCRITTI!!!! WOWWWWWW

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Condivido anch'io il pensiero di Massimo e Barbara.
Questi danno gli ordini di cosa fare e cosa scrivere a Calì e a casa staranno zitti e sottomessi. Eccolo il motivo di tanta frustrazione.
A casa sono sottomessi!
E allora si sfogano qui.
Roberto.

Anonimo ha detto...

Condivido anch'io il pensiero di Massimo, Barbara e Roberto.
Basta commenti paranoici.
Vincenza.

Anonimo ha detto...

519 ISCRITTI!!!! WOWWWWWW

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Massimo, Barbara e Roberto, dimostrate di avere una gran confusione nella mente.

Nessuno ( parlo per me, ma penso di esprimere anche il pensiero di altri ) vuole imporre al Sig. Calì cosa deve e cosa non deve scrivere.
Egli è libero di scegliere gli argomenti che vuole e trattarli come vuole.
Non è libero però di scegliersi gli interlocutori, che non sempre sono come lui o i suoi supporter li gradirebbero.

Se il sig. Calì è abituato a fare del sensazionalismo presentando semplice acqua di rubinetto per acqua santa, deve poi fare i conti con qualcuno che ignorante non è ( nel senso che non ignora ) subendo le critiche sia di merito ( se ve ne sono motivi di merito ) che di metodo ( e di motivi di metodo ce ne sono sempre ) per quello che scrive.

Per quanto riguarda il metodo, il sig. Calì deve scegliere : se vuole fare informazione o se vuole fare pubblicità.

Nel primo caso deve essere rigoroso nel ragionamento e deve dimostrare di possedere vera preparazione. Ad es. non può pretendere di fare il banchiere scrivendo alla Banca d’Italia per chiedere come si costituisce una banca. Suppergiù è come se io volessi fare il costruttore d’auto e scrivessi a Montezemolo per sapere come si fonda una casa automobilistica.
Iniziative di questo genere ( di cui nel blog se ne fa abuso, ad uso del “ partita IVA people “ ) fanno ridere i polli.
Deve inoltre evitare di fare boutade e proclami sensazionalistici, di assumere iniziative populistiche, da giustiziere, di nessun valore pratico e via dicendo ( già in passato in altro post ho esternato le mie critiche al metodo di operare ).

Nel secondo caso, se vuole fare pubblicità ai suoi servizi, può fare le boutade che vuole, i proclami più sensazionali ecc. ecc., utilizzando l’ informazione a fini esclusivamente pubblicitari e trattando i frequentatori del blog come baluba con l'anello al naso.
In questo caso deve però accettare le critiche di chi l’anello al naso non ha.

Per quanto riguarda il mio curriculum, che spesso si chiede di voler conoscere, ripeto che già in passato l’ho segnalato, suscitando l’ilarità e i commenti sarcastici di molti.
Per questo motivo non lo ripropongo, limitandomi, questa volta, a farlo sullo stile in uso nel blog :

BI.R.CO.
( poco interessa l’estensione del nome e cognome, tanto non devo proporre le mie prestazioni a nessuno )
Consulente Finanziario Indipendente
Nato in provincia di Roma
Anni 58
Sposato
1 figlio
Segno zodiacale pesci

P.S.
Avendo altri impegni da assolvere, oggi è una giornataccia, mi riservo di riprendere l’argomento degli aspetti giuridici del c/c bancario.

Anonimo ha detto...

marco mi fai un'esmpio di conto corrente per corrispondenza e cconto corrente bancario?

Anonimo ha detto...

X Vincenza

Quali sarebbero i commenti paranoici ?
Quelli di chi ?

E' gradita una risposta, altrimenti non si può procedere ad un'analisi comparata dei soggetti e stabilire da quale parte sta il caso patologico.

Anonimo ha detto...

528 ISCRITTI!!!! WOWWWWWW

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Che fatalità! Il BI.R.CO. dice:
tanto non devo proporre le mie prestazioni a nessuno.

COME VOLEVASI DIMOSTRARE NON PROPONE NULLA. Fuori dal blog, grazie.
Massimo.

Anonimo ha detto...

Massimo o tu ci fai o tu ci sei !!!!

Meglio per te se ci fai.
Perchè se ci sei ( talmente stupido da scrivere simile cosa che sta a dimostrare che non comprendi il significato di quello che leggi ) è meglio che ti dai una chiodata in testa.

Anonimo ha detto...

Non credo ai miei occhi quando leggo i commenti di certe persone come Massimo.

Ma possibile che la stupidità non abbia limiti !?!?!?

Anonimo ha detto...

Per il Sig. Calì.

una domanda: ma se il conto è cointestato il rimborso entro i 3 mesi è vero che raddoppia oppure rimangono solo i 20000 € ??

Anonimo ha detto...

Egregio Sig. Calì,

come ho già ammesso non sapevo che il c/c bancario non fosse previsto dalla legge e non so quali siano le conseguenze di questo fatto.
So invece che il titolo di Consulente Finanziario Indipendente non è previsto dalla legge (sia chiaro: non nel senso che Lei non può esercitare tale professione, ci mancherebbe, ma nel senso che per farlo non è obbligatorio aver compiuto studi particolari e non è necessario aver superato un esame di Stato e non esiste un albo e non esiste un organo che controlli i Consulenti Finanziari Indipendenti)
I riferimenti del codice civile che Lei elenca nel descrivere la Sua professione (che si possono trovare al seguente link
http://studiocelentano.it/codici/cc/lVtIII.htm) fanno riferimento a qualsiasi lavoro autonomo di tipo intellettuale ad titolo esemplificativo, ma non esaustivo: giornalista, avvocato, commercialista, etc...
Le due cose: contratto di c/c bancario non regolato da legge e Consulente Finanziario Indipendete (titolo non riconosciuto dalla legge) mi sembrano simili.
Può cortesemente fornirmi dei ragguagli?
La ringrazio anticipatamente

MGF

P.S: con questo post non intendo criticare la professione del Sig. Calì.

Anonimo ha detto...

Ho letto diverse volte il post per cercare di capire... se il contratto non è regolato dalla legge, come possono gli avvocati darti una mano?
Pur essento un contratto atipico e quindi un mandato, in ogni caso il cotratto stipulato con la banca è coperto dalla legge. TAnto è vero che se la banca cambia le condizioni in modo univoco, il correntista ha facoltà di chiudere il rapporto senza spese.
Il sondaggio ha dimostrato una diffusa ignoranza tra i frequentatori del blog.
Riconosco che l'iniziativa di avvalersi di consulenti adeguati per ricondurre le banche al corretto comportamento sia una buona idea.
Daniele

PS aprezzo sempre i commenti di MGF. Ora apprezzo anche i commenti di BIRCO (ha cambiato stile e dice cose utli e sensate). Mentre i vari Caterina, Massimo e PAolo sono ancora vittime del fattore O. Basta adesso. Fate i bravi, le vostre offese vi fanno fare brutta figura.

Anonimo ha detto...

536 ISCRITTI!!!! WOWWWWWW

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

545 ISCRITTI!!!! WOWWWWWW

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Ma i contestatori hanno riferito a qualche loro conoscente dell'iniziativa dell'abolizione del bollo?
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa, magari, qualche parente dei guru che ha 20.000 euro investiti in obbligazioni e fra un anno ne avrà meno di 20.000 euro, grazie alle varie spese. Sono contenti? Dai guru, fateci sapere cosa ne pensano i vostri conoscenti e amici.
Ovviamente questo non vale per i parenti o conoscenti di qualche guru che avranno sicuramente dei milioni di euro e saranno seguiti ottimamente dai guru stessi.
Giuseppe.

Anonimo ha detto...

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/2009/03/importantissimo-segnale-per-i-mercati.html

Che fatalità!
Nessuno ne parla...........
Vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
MARCO: SEI UN GRANDE!

Antonio.

Anonimo ha detto...

Se uno ha 20000 euro su un conto corrente, risparmierebbe molto di più, con la semplice riduzione delle tasse sugli interessi del conto corrente.
Anche con i tassi al 2.5% (x es. conto arancio).

Ora le tasse sul cc sono al 27% e sarebbe lecita la riduzione al 12.5%, cioè al livello delle tasse sui guadagni titoli di stato e sulle azioni. Non si capisce perchè devo pagare più tasse sui guadagni sul contro corrente che non sulle speculazioni di borsa.

Fatevi i conti, se ne siete capaci...

Ma a voi basta che Calì dica una cosa e vi convincete che è una genialata.
Se qualcuno dice qualcosa di diverso è un coniglio.

Cmq consigliate a paolo un po' di riposo... aggiorna la conta ogni 9 persone... il tutto per risparmiare 34 euro all'anno... veramente fantastico!

Anonimo ha detto...

Per l'ultimo genio anonimo: ma Ing (conto arancio) é sicuro?

Hai qualche proposta fantastica?

Anonimo ha detto...

Mi dai una ragione, ultimo genio anonimo, per comprare co 10.0000 euro o 20.000 euro un titolo di stato italiano con scadenza un anno? Non é più conveniente tenerli sotto il materasso?
Grazie ultimo genio anonimo.

Anonimo ha detto...

Il c/c bancario é un contratto regolato dalla legge? La banca deve comportarsi con la diligenza del buon padre di famiglia, ma deve fare utili .......

Questo l’interrogativo posto dal Sig. Calì.

Cerco di contribuire a fare un po’ di chiarezza evitando di confondere, se mi è permessa un’espressione in uso da militare, la minghia con la bottiglia dell’olio ( sic ! ).

Quesito principale : il c/c bancario è un contratto regolato dalla legge ?
Risposta : non è un contratto previsto dalla legge, ma ciò non toglie che trovi una disciplina nelle fonti normative del diritto.
Di seguito riporto alcuni principi giuridici in materia.

Per quanto riguarda poi i quesiti secondari, posti nell’ottica del polverone, se la banca debba comportarsi con la diligenza del buon padre di famiglia e se debba fare utili, ritengo che ai fini della natura giuridica del contratto di c/c bancario siano quesiti irrilevanti, fuorvianti e che possono avere solo una scontata ovvia risposta.

Tornando al contratto di c/c bancario faccio una premessa.
Il c/c è uno strumento per lo svolgimento dell’attività bancaria, esso non è il fine di tale attività ma è soltanto un mezzo per svolgerla (raccolta depositi, erogazione credito, esecuzione ordini, ecc. ).
E’ come, ad es., una escavatrice che, in un’impresa edilizia, non è il fine ma è un mezzo per realizzare l’attività di impresa.

Ciò premesso, consiglierei un testo di diritto bancario per chi volesse compiutamente approfondire le questioni giuridiche connesse ai contratti bancari.

Uno buono, semplice nell’esposizione ma nello stesso tempo completo nei concetti, riassuntivo dei principi del diritto bancario, potrebbe essere il “ Manuale di Diritto Bancario “ di Giacomo Molle, costo dai 30 ai 35 euro.

E’ proprio da questo manuale che ho ricopiato alcune parti concernenti la definizione e la natura del conto corrente bancario, che di seguito riporto.

1. Definizione di conto corrente bancario

“ Nella pratica bancaria prende il nome di conto corrente, o conto di gestione, ogni conteggio che in un prospetto di dare ed avere, registra le risultanze di operazioni compiute dalla banca con propri clienti. Quando il regolamento in c/c accede a determinate operazioni bancarie, allo schema contabile del conto di gestione si aggiunge l’effetto di attribuire al correntista la facoltà di poter variare con atti ripetuti, mediante versamenti e prelevamenti successivi, l’importo del suo credito. Alla facoltà così intesa di poter disporre in ogni momento sul suo conto, corrisponde l’obbligo della banca ……….omissis ……….. sin quando dura il rapporto a ricevere nuovi versamenti e così ad elevare la propria esposizione debitoria.
Quando poi la banca sia obbligata ad aumentare tale sua esposizione con versamenti di terzi o a prestarsi a pagamenti a terzi, d’ordine del correntista, l’operazione, che prende nome di “ conto corrente bancario “ o “ conto corrente di corrispondenza “ si caratterizza dal mandato che la banca assume di compiere, nei limiti della sua organizzazione, pagamenti ( omissis dei vari tipi di pagamenti ) o riscossioni ( omissis dei vari tipi di riscossioni ) per conto del cliente e dietro suo ordine diretto e indiretto; in sostanza cioè di compiere un servizio di cassa che trova un limite nella organizzazione della banca stessa.
………… omissis ……..

2. Natura del contratto

Il legislatore del 1942 non prevede fra i contratti bancari da esso disciplinati il c/c bancario, i cui connotati pertanto vanno ricercati negli usi, e particolarmente nelle Norme uniformi del servizio.
Alla stregua di essi il contratto si distingue dal c/c ordinario ( artt. 1823 ss. c.c. ) nel quale i crediti annotati nel conto diventano inesigibili ed indisponibili sino alla chiusura del conto stesso, essendo destinati alla compensazione con eventuali futuri crediti della controparte; mentre nel c/c bancario il credito risultante dal conto è sempre disponibile sulla base del saldo giornaliero.
……..….omissis ……….
A nostro parere, il c/c bancario è un contratto innominato misto, risultante dall’unione di più prestazioni, proprie di altri contratti nominati, che si coordinano intorno ad una prestazione principale di mandato alla cui disciplina pertanto è soggetto il rapporto.
Il c/c bancario è un contratto consensuale perché si perfeziona con l’incontro dei consensi; normativo perché ha la funzione di regolare i rapporti futuri fra la banca e il correntista; non formale, perché per la sua costituzione non richiede alcuna forma; di durata, perché stipulato normalmente a tempo indeterminato.

…………..omissis…………. “

( seguono i paragrafi, che ometto di riportare, riguardanti : Disciplina del contratto; Esecuzione del contratto; Chiusura del conto; Fine del rapporto ).

Fonte : “ Manuale di Diritto Bancario “ di G. Molle, Dott. A. Giuffrè Editore, Milano, Parte Terza

Ovviamente i temi sono trattati con l’asciuttezza, l’essenzialità e il rigore del linguaggio giuridico.
La norma giuridica è per sua natura astratta e proprio per questo è importante l’interpretazione che se ne fa, tenendo conto della disciplina degli istituti similari e delle fonti normative.

Nel maneggiare gli strumenti giuridici non si può procedere con l’accetta come qualcuno pretenderebbe di fare, ma si deve lavorare di cesello procedendo a comparazioni, a interpretazioni, a saper inquadrare casi concreti in regole astratte, ecc.

Per eventuali approfondimenti sui contratti bancari esiste un’ampia bibliografia.

BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

Se uno ha 20000 euro su un conto corrente, risparmierebbe molto di più, con la semplice riduzione delle tasse sugli interessi del conto corrente.

Anche con i tassi al 2.5% (x es. conto arancio).

Ora le tasse sul cc sono al 27% e sarebbe lecita la riduzione al 12.5%, cioè al livello delle tasse sui guadagni titoli di stato e sulle azioni. Non si capisce perchè devo pagare più tasse sui guadagni sul contro corrente che non sulle speculazioni di borsa.


1) Dov'è che ho scritto di investire in tds?

2) Conto arancio è un esempio del tasso attuale...

Fatevi i conti e vedete quanto risparmiate in tasse.

O mi sono spiegato male io, oppure voi non sapete leggere...
Nel dubbio, comunque, è evidente quello che ho scritto prima.

Qualsiasi cosa scriva calì è un genio, qualsiasi cosa scriva un altro è un coniglio...

Anonimo ha detto...

Mi dai una ragione, ultimo genio anonimo, per comprare co 10.0000 euro o 20.000 euro un titolo di stato italiano con scadenza un anno? Non é più conveniente tenerli sotto il materasso?
Grazie ultimo genio anonimo.

RISPOSTA :
Considerando 20.000 E. avresti guadagno 0 tenendoli sotto il materasso e guadagn di circa 150 E. netti investendo in titoli di stato.
Se per te è più conveviente tenerli sotto al materasso fai pure.
Però attenzione ad una cosa. Continua a mantenere l'anonimato nella maniera più rigorosa per evitare di avere brutte visite a casa tua.
Con i tempi che corrono !
Ci sono orecchie ed occhi dappertutto.

Anonimo ha detto...

Per l'ultimo genio anonimo: ma Ing (conto arancio) é sicuro?

Hai qualche proposta fantastica?

RISPOSTA :
Continua a sognare e a sperare, tu che sei un insicuro, che qualcuno ti rassicuri con le sue sicurezze.
Ne avrai di sorprese !

Anonimo ha detto...

una domanda: ma se il conto è cointestato il rimborso entro i 3 mesi è vero che raddoppia oppure rimangono solo i 20000 € ??

SIG. CALI' SA RISPONDERE O NO A QUESTA DOMANDA ?

Anonimo ha detto...

SIG. CALI' SA RISPONDERE O NO A QUESTA DOMANDA ?....
arrivano gli odini da parte dell'ennesimo CONIGLIO!
E' attiva la consulenza finanziaria.........

Anonimo ha detto...

SIG. CALI' SA RISPONDERE O NO A QUESTA DOMANDA ?
Per favore, per cortesia, ....lo sai che si possono usare queste forme?

Ma come sei abituato CIALTRONE?
Ti rivolgi così verso le persone che conosci?
E pretendi che Calì ti risponda: devi essere veramente allucinato...........

Anonimo ha detto...

La domanda è stata ripetuta più volte, inizialmente in maniera garbata.

Anonimo ha detto...

Ma perché ti deve rispondere, scusa?

Anonimo ha detto...

La domanda è stata ripetuta più volte, inizialmente in maniera garbata.

Non é mai stata usata l'espressione per favore oppure per cortesia, ecc.

Pensa un po' come ti rivolgerai ai tuoi familiari, CIALTRONE.

Anonimo ha detto...

cialtrone:

-individuo spregevole, volgare negli atti e nelle parole, buffone, briccone, manigoldo, mascalzone, pagliaccio

-persona pigra e trasandata senza voglia di lavorare.

Anonimo ha detto...

BAU BAU BAU
FRU FRU FRU
GRU GRU GRU

L'esercito dei gorilla in marcia

Anonimo ha detto...

560 ISCRITTI!!!! WOWWWWWW

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

566 ISCRITTI!!!! WOWWWWWW

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

566 ISCRITTI!!!! WOWWWWWW

dal 10 marzo in media 56,6 al giorno.

per arrivare a 600.000 ci vorranno 10600 giorni, ovvero poco più di 29 anni.

tra 29 anni gli iscritti saranno l'1% della popolazione italiana.

consiglierei a paolo di trovarsi un lavoro, oppure una donna, oppure sarebbe meglio entrambi per trascorrere meglio il suo tempo.

Paolo II

Anonimo ha detto...

Per Paolo II.
Ha ragione, certo. Grazie del commento. Ha ragione. Certo.

Anonimo ha detto...

578 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

658 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo