martedì 3 marzo 2009

Importantissimo segnale per i mercati azionari: vuoi una risposta? Consulenza finanziaria... http://consulenza-finanziaria.blogspot.com...



Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).




Gentile lettrice e gentile lettore, i miei collaboratori che seguono il mercato azionario mi hanno segnalato che sta arrivando un segnale IMPORTANTISSIMO per quanto riguarda il mercato azionario.




Ti ricordo che il 22 ottobre 2007 avevo scritto un post (articolo) "Dal marzo 2003 al luglio 2007: i mercati azionari sono cresciuti in maniera incredibile".


In questo articolo riportavo un detto che circola tra i banchieri a Wall Street: "Quando il portinaio ti chiede che azioni comprare, é il momento di vendere tutto".




In questo momento mi sembra che il portinaio non stia chiedendo che azioni comprare........




Se dovessi essere interessato puoi inviarmi un'e-mail a edoardinchiarin@yahoo.it






Visita il mio blog dedicato alla consulenza finanziaria su http://consulenza-finanziaria.blogspot.com/ ....... il buon vino si vende senza frasca!


59 commenti:

Anonimo ha detto...

Partiamo SERIAMENTE con un tipo di forum in cui ognuno COMMENTA e dice la sua su quali azioni comprare. Non con il senno di poi. Segnale di acquisto, segnale di vendita, stop- loss, target price.
Cosa ne pensate?
Al posto di insultarsi non ritenete che sia vantaggioso per tutti avere più informazioni ? Se qualcuno ha dei segnali precisi sarebbe utile per tutti.

Paolo.

P.S. Ho scoperto da poco questo blog e lo trovo interessante.

Anonimo ha detto...

Valore Mibtel, ore 14,14, 11.679.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Paolo: grazie per lo spunto!
Sarebbe molto utile per tutti, é vero, se ci fosse uno scambio di idee.
La ringrazio nuovamente.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Non sono un esperto, ma mi piace l'idea lanciata da Paolo. Navigo spesso in siti finanziari per imparare e se dovessi notare qualche spunto interessante lo segnalerò.
Oltretutto questa nuova forma di commenti dovrebbe sapazzare via tutte quelle persone che commentano sia per paranoia che per frustrazione. La dimostrazione sta nel fatto che appena devono fare qualcosa si ritirano immediatamente. Ma se c'é da criticare l'operato di altri sono sempre in prima fila.
Gaetano.

Anonimo ha detto...

io sto aspettando il rimbalzo,altri due mesi cosi e si azzera tutto.

Anonimo ha detto...

Vite parallele. Storie lontane, improvvisamente vicine, 27.02.2009

Decidere se comprare o vendere azioni in un clima come l’attuale non è facile, ma verrà a un certo punto un momento in cui sarà ancora più difficile. Sarà quando la contrazione dell’economia globale, che ora procede a grande velocità, inizierà a rallentare.
Quel giorno potrebbe non essere lontano. Attenzione, non stiamo parlando di una ripresa, per la quale bisogna aspettare nella migliore delle ipotesi il 2010, ma di un semplice rallentamento della discesa. Mettiamo che quello che oggi scende alla velocità del 45 per cento anno su anno, come le esportazioni giapponesi, inizi a scendere del 30. O che quello che scende del 35 per cento, come le vendite di camion in Europa, inizi a scendere del 20. O che il Pil americano, che sta rimpicciolendo a una velocità annualizzata del 5-6 per cento, inizi a scendere solo del 2-3 per cento, un livello che, al punto in cui siamo, ci scalderebbe i cuori.
Oggi, mentre tutto precipita, chi è ancora lungo da prima della crisi è ormai sintonizzato sul futuro profondo in termini di prospettiva d’investimento. Tutti gli altri, comprensibilmente, si guardano bene dall’entrare nel mercato se non per rapide sortite. E’ abbastanza facile restare a guardare, così come è facile e per adesso redditizio stare short.
Che sia fra due mesi, fra quattro o fra sei, verrà però il momento in cui dovremo decidere se il rallentamento della discesa sarà l’inizio della fine della crisi o se non sarà piuttosto una trappola per perdere altri soldi. Lo strategist di JP Morgan Thomas Lee in una nota recente (First Do No Harm, 23 febbraio) ricorda che durante la Grande Depressione vi furono figure tragiche diverse da quella, facilmente immaginabile, di quanti entrarono lunghi nella crisi e videro il loro patrimonio polverizzato.
Accanto a costoro (moltitudini) ci furono, come seconda figura tragica, quelli che vendettero brillantemente prima del crash del 1929 ma non resistettero alla tentazione di rientrare aggressivamente qualche mese dopo a borsa dimezzata (più o meno come è adesso rispetto a un anno fa), convinti di fare un grandissimo affare. Tra questi ci fu William Durant, fondatore di General Motors e uno degli uomini più ricchi d’America. Durant comprò nel 1930, poi comprò ancora (a margine) man mano il mercato scendeva negli anni successivi, fino a finire in bancarotta. Negli ultimi anni della sua vita sopravvisse grazie a una pensione straordinaria che gli fu erogata da GM.
Una terza figura ancora più tragica fu, sorprendentemente, quella di Jesse Livermore, uno dei più brillanti speculatori dell’epoca. Dopo avere guadagnato i primi soldi da ribassista nel crash del 1907, Livermore entrò correttamente da short nella Grande Depressione, arrivando ad accumulare il patrimonio astronomico di 100 milioni di dollari dell’epoca. La depressione, che noi oggi immaginiamo cone una discesa lineare verso l’abisso, fu data prematuramente per terminata ben sette volte e produsse altrettanti bear market rally (scambiati evidentemente sul momento per inversioni di tendenza). Il rally della primavera del 1930 fu del 48 per cento, quello dell’estate del 1932 fu addirittura dell’80 per cento.
Uno di questi rally fu fatale a Livermore, che perse quasi tutto e cadde in una depressione profonda per anni fino a togliersi la vita nel 1940. Non morì sul lastrico e lasciò alla moglie Nina 5 milioni, ma la sua autostima era crollata.

Personalmente credo che un forte rimbalzo sia molto vicino,condivido quello che ha detto il Sig.Cali.
Tuttavia io rimango in riva al fiume.
BUON RIMBALZO A TUTTI!!!

Pinco Pallina.

Anonimo ha detto...

L' articolo l' ho trovato,non l' ho scritto io.

Pinco Pallina.

Anonimo ha detto...

Per Pinco Pallina.

Si ricordi che, a norma di legge, è obbligatorio citare la fonte delle pubblicazioni copiate.

Vite parallele. Storie lontane, improvvisamente vicine, 27.02.2009
di A. Fugnoli ( pubblicato da Trend on line )

Anonimo ha detto...

Grazie,molto gentile.

Pinco Pallina.

Anonimo ha detto...

Non ho capito bene un concetto, qualcuno per favore me lo spieghi !

Si tratta di questo :
Paolo, con iniziativa lodevole, auspica un confronto serio in cui ognuno commenta e dice la sua : segnale di acquisto, segnale di vendita, stop- loss, target price.

Calì concorda e ribadisce che sarebbe molto utile per tutti se ci fosse uno scambio di idee.

Ma spiegatemi : perché mai io, o altri, dovremmo fornire idee, spunti e proposte di investimento gratuitamente, quando invece il blog ha scopo meramente pubblicitario con il fine esclusivo di promuovere le consulenze a pagamento del blogger ?

A FRONTE DI QUESTA PROPOSTA DEL BLOGGER :

martedì 3 marzo 2009
Importantissimo segnale per i mercati azionari: vuoi una risposta? Consulenza finanziaria... http://consulenza-finanziaria.blogspot.com...

QUALE DEVE ESSERE IL CONTRIBUTO MIO ( O DI ALTRI ) ?
COMMENTARE CHE COSA ?
E FORNIRE IDEE PER IL VANTAGGIO DI CHI ?

BI.R.CO.
( Anche se a qualcuno non piace la mia sigla, non posso farci nulla. Si tratta delle iniziali del mio nome )

Anonimo ha detto...

Per BI.R.CO.: GRAZIE, NON E' NECESSARIO IL SUO INTERVENTO. Può pure visitare altri blog. Grazie e buona giornata.
Gaetano.

Anonimo ha detto...

X Gaetano.
Io visito i blog che voglio e faccio pure i commenti, se voglio.
Quello che non intendo fare è di offrire servizi gratuiti.
BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

segue :

Quello che non intendo fare è di offrire servizi gratuiti, a beneficio altrui.

BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

Per BI.R.CO.: lei non intende fornire servizi gratuiti. Vorrei, per favore, conoscere uno dei suoi servizi a pagamento. Come posso contattarla per sapere?
Bruno.

Anonimo ha detto...

X Bruno.

Già ho risposto a questa domanda, non so se a lei o a qualcun altro.

Io non faccio consulenza finanziaria in maniera professionale.
Mi limito a " seguire " e a dare " suggerimenti " a un numero limitato di persone ( che conosco personalmente ) e che possiede cospicui patrimoni da investire.

Per svolgere questa attività ho una preparazione maturata sia scolasticamente che sul " campo ".

Visito i blog finanziari per mia documentaziuone ma anche per dire la mia quando ne ravviso l'opportunità.

La ringrazio per la fiducia
BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

x BI. R. CO.

credo cmq che la domanda di Bruno fosse ironica.

Qualora il mio pensiero sia sbagliato mi scuso con il sig. Bruno

MGF

Anonimo ha detto...

Cosa ne pensate di Tiscali a 0,3? e' da comprare?
Bruno.

Anonimo ha detto...

Io direi di chiederlo al Sig. Calì che suggeriva Tiscali un mese fa a circa E. 0,40.

E chiederei conferma a qualcun altro ( non ricordo il nome o lo pseudonimo ) che facendo i conti della serva aveva dedotto che con un breve balzo da 0.40 a 0.60 ( semplice eh ! ) si sarebbe potuto guadagnare il 50 %.

BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

BI.R.CO.: ormai sei alla frutta! Stai dicendo delle grandissime fandonie, come spesso ti capita. Tu puoi parlare solo se hai ricevuto una consulenza dal Calì, non su ipotesi fatte da te. Ti sei letto troppe cose: appendi la tastiera al chiodo: CONIGLIO!
Una curiosità: sulla foto dell'articolo di Moody's tu quale sei? Quello in alto a sinistra o quello più grosso?
Alessio 2

Anonimo ha detto...

BI.R.CO.: visto che cerchi solo di criticare e mai di essere costruttivo, ti inviterei ad andartene da questo blog. Magari ti segue anche il tuo compagno di merende e andate a commentare in qualche sito, magari di politici....Un saluto CONIGLI!
Alessio 3.

Anonimo ha detto...

Condivido anch'io: FUORI I CONIGLI DA QUESTO BLOG! Facessero una proposta, una volta tanto. Sempre e solo capaci di criticare e fatalità l'operato di altri. Di loro non si può dire nulla proprio perché NON FANNO NULLA! FUORI I CONIGLI. Ora avete stufato.
Io seguo questo blog da un anno: l'unica cosa che non mi piace sono proprio i commenti di questi FRUSTRATI CONIGLI!
Roberta.

Anonimo ha detto...

ALESSIO 2, ALESSIO 3, ROBERTA.

SBAVATE A SENTIRVI SBATTERE IN FACCIA LE COSE CON IL LORO VERO NOME !

DIVENTATE CANI IDROFOBI !

NON SAPETE CONFRONTARVI CON LE PERSONE.
SIETE BUONI SOLO PER LO SBERLEFFO, L'OFFESA STUPIDA E MAGARI LO SCONTRO FISICO.

ECCOVI COSA E' STATO SCRITTO SU TISCALI UN MESE FA.


martedì 3 febbraio 2009
Tiscali: lo sai che oggi compri con 400 euro lo stesso numero di azioni che avresti comprato nel 2000 con oltre 100.000 euro!

Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova.


Gentile lettrice e gentile lettore, stiamo assistendo a una fase di mercato molto particolare.

I prezzi delle azioni, nella stragrande maggioranza dei casi, stanno scendendo, eccome se stanno scendendo.

Ti faccio l'esempio di Tiscali che il 10 marzo del 2000 aveva toccato un prezzo massimo di 116,3 euro: oggi l'azione vale 0,40 euro. Da 116, 3 a 0,40 la differenza % é del - 99,66%. Ti faccio presente che da 0,4 a 116,3 la differenza é del + 28.975%!

Per compare 1.000 azioni Tiscali nel marzo 2000 occorrevano 116.300 euro, mentre oggi per comprare 1.000 azioni Tiscali servono 400 euro! Per comprare lo stesso numero di azioni, eh!

Ma in borsa l'investitore ragiona al contrario: compra quando il titolo vale tanto e non compra quando il titolo vale poco..........

Su Tiscali ho ricevuto dei segnali molto particolari, molto ma molto particolari............ Questi segnali possono essere sfruttati con una strategia .................




http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...
in quanto tempo pensa che le tiscali ritornino ai massimi?

Mai, ovviamente non ritorneranno mai ai prezzi massimi.
E' possibile però, affrontando l'investimento in una determinata maniera, ottenere dei buoni risultati........

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.
3 febbraio 2009 5.44


Anonimo ha detto...
da 0,4 euro a 0,6 euro il rialzo é del 50%: a buon intenditor poche parole......
3 febbraio 2009 7.32


Anonimo ha detto...
Sig.Calì,
perchè non ci spiega meglio a quali particolari segnali su Tiscali si riferisce nel suo ultimo commento nel blog ?

Alessandro
4 febbraio 2009 6.59

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...
Per Alessandro: per motivi di correttezza nei confronti di chi si avvale del servizio di consulenza finanziaria non ritengo giusto fornire questa spiegazione.
Anche perché questi segnali derivano da uno studio analitico che eseguo con la collaborazione di due grossissimi esperti del mercato azionario.
E anche perché questi segnali devono essere personalizzati a seconda di quella che é la situazione patrimoniale di ognuno: potrebbe essere consigliata una strategia a base di azioni, di opzioni, minusvalenze accantonate, etc., bisogna valutare situazione e situazione.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.
4 febbraio 2009 7.23

Anonimo ha detto...

per l'ultimo coniglio che parla di "SBAVATE ...":
hai ricevuto una consulenza al riguardo? Sì o no?
Alessio 2

Anonimo ha detto...

Condivido anch'io: FUORI I CONIGLI DA QUESTO BLOG! Facessero una proposta, una volta tanto. Sempre e solo capaci di criticare e fatalità l'operato di altri. Di loro non si può dire nulla proprio perché NON FANNO NULLA! FUORI I CONIGLI. Ora avete stufato.
Roberta.


E' incredibile come certa gente voglia a tutti i costi farsi fregare... si arrabbia addirittura perchè qualcuno lo avvisa...

Io una proposta la sto facendo da un anno, bella concreta, fondamentale, la più importante:

NON FIDATEVI di chi vi mente!!!!!
Ve ne siete accorti delle menzogne che Cali' vi ha raccontato per un anno?
Piano piano le sta cominciando a confessare anche lui, ma ancora non sono finite...

Ha confessato che la storiella della bei non era proprio così... ha confessato che il rating dell'italia non è proprio il peggiore dell'eu a 25, e nemmeno dell'eu a 15!!!

A me, sinceramente, anche se tardive, non sono dispiaciute le scuse di Calì... però ci sono molte altre "imprecisioni" che magari sarebbe il caso di affrontare, no?


- Sarebbe bello sapere la fonte dalla quale si può vedere che il rating del botswana e quello dell'italia sono uguali (non nella valuta locale del botswana, ovviamente).

- Oppure sapere dov'è che è scritto che solo gli italiani dementi e ignoranti comprano bot e btp!
Mi interesserebbe davvero. Se Calì mi dimostrasse che sono solo gli italiani a comprare i bot, giuro che cambierei un po' l'idea sui titoli di stato italiani!!!

- Oppure chiedergli perchè per un anno ci ha detto che il rating dell'italia era A+! Ora abbiamo finalmente scoperto che il rating dell'italia è AA- per fitch e AA2 per moody's e quindi per un anno vi ha raccontato solo il lato che voleva!

- Oppure, vi ha dato nota della situazione orribile anche delle banche austriache, che vi aveva consigliato di usare perchè quelle italiane erano insicure?


Secondo voi, chi vi mette in guardia sulle stupidaggini che vi stanno facendo credere, è solo un coniglio? Sarebbe meglio che tacesse?
Non volete sapere la verità, almeno sui dati ufficiali (la verità in generale certo io non la conosco)?
Rimanendo nella metafora animalesca mi sembra un comportamento da struzzo... testa sotto la sabbia per non vedere...

Invece di insultarmi in vari modi (nè molto calzanti nè molto divertenti), c'è qualcuno che vuole rispondere alle mie domande?
Dialogo significa questo. Uno parla, l'altro risponde a tono, senza insultare...

Alessio

Anonimo ha detto...

OSSERVAZIONI A MARGINE DEL BLOG.

Alessio 2 e Alessio 3 postano sempre in sequenza, a poco tempo di distanza l'uno dall'altro : si tratta di un caso di sdoppiamento della personalità, sul tipo del personaggio del film PSYCO.

Le donne, ultimamente particolarmente numerose ed agguerrite (impegnatissime anche il sabato e la domenica a postare ), soffrono di qualche turbolenza ormonale. A loro un consiglio : fatevi un uomo ! E se ce l'avete cambiate quello che c'avete che non è più adatto.
Magari provate a fare con Alessio 2 e Alessio 3 una teraia di gruppo trattandosi di elementi consimili

Lo psicologo n. 2

Anonimo ha detto...

OSSERVAZIONI A MARGINE DEL BLOG.

Alessio 2 e Alessio 3 postano sempre in sequenza, a poco tempo di distanza l'uno dall'altro : si tratta di un caso di sdoppiamento della personalità, sul tipo del personaggio del film PSYCO.

Le donne, ultimamente particolarmente numerose ed agguerrite (impegnatissime anche il sabato e la domenica a postare ), soffrono di qualche turbolenza ormonale. A loro un consiglio : fatevi un uomo ! E se ce l'avete cambiate quello che c'avete che non è più adatto.
Magari provate a fare con Alessio 2 e Alessio 3 una teraia di gruppo trattandosi di elementi consimili

Lo psicologo n. 2

Anonimo ha detto...

ECCOVI COSA E' STATO SCRITTO SU TISCALI UN MESE FA.

POVERI VOI CHE STATE A PENSARE AI CONIGLI E NON BADATE ALLE VOLPI.

martedì 3 febbraio 2009
Tiscali: lo sai che oggi compri con 400 euro lo stesso numero di azioni che avresti comprato nel 2000 con oltre 100.000 euro!

Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova.


Gentile lettrice e gentile lettore, stiamo assistendo a una fase di mercato molto particolare.

I prezzi delle azioni, nella stragrande maggioranza dei casi, stanno scendendo, eccome se stanno scendendo.

Ti faccio l'esempio di Tiscali che il 10 marzo del 2000 aveva toccato un prezzo massimo di 116,3 euro: oggi l'azione vale 0,40 euro. Da 116, 3 a 0,40 la differenza % é del - 99,66%. Ti faccio presente che da 0,4 a 116,3 la differenza é del + 28.975%!

Per compare 1.000 azioni Tiscali nel marzo 2000 occorrevano 116.300 euro, mentre oggi per comprare 1.000 azioni Tiscali servono 400 euro! Per comprare lo stesso numero di azioni, eh!

Ma in borsa l'investitore ragiona al contrario: compra quando il titolo vale tanto e non compra quando il titolo vale poco..........

Su Tiscali ho ricevuto dei segnali molto particolari, molto ma molto particolari............ Questi segnali possono essere sfruttati con una strategia .................




http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...
in quanto tempo pensa che le tiscali ritornino ai massimi?

Mai, ovviamente non ritorneranno mai ai prezzi massimi.
E' possibile però, affrontando l'investimento in una determinata maniera, ottenere dei buoni risultati........

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.
3 febbraio 2009 5.44


Anonimo ha detto...
da 0,4 euro a 0,6 euro il rialzo é del 50%: a buon intenditor poche parole......
3 febbraio 2009 7.32


Anonimo ha detto...
Sig.Calì,
perchè non ci spiega meglio a quali particolari segnali su Tiscali si riferisce nel suo ultimo commento nel blog ?

Alessandro
4 febbraio 2009 6.59

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...
Per Alessandro: per motivi di correttezza nei confronti di chi si avvale del servizio di consulenza finanziaria non ritengo giusto fornire questa spiegazione.
Anche perché questi segnali derivano da uno studio analitico che eseguo con la collaborazione di due grossissimi esperti del mercato azionario.
E anche perché questi segnali devono essere personalizzati a seconda di quella che é la situazione patrimoniale di ognuno: potrebbe essere consigliata una strategia a base di azioni, di opzioni, minusvalenze accantonate, etc., bisogna valutare situazione e situazione.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.
4 febbraio 2009 7.23

Anonimo ha detto...

LA MAMMA DEI CONIGLI E DEGLI IMBECILLI E' SEMPRE INCINTA!

Anonimo ha detto...

Ad Alessio.
Sono BI.R.CO.

Nel tuo ultimo post scrivi tra l'altro :
" Secondo voi, chi vi mette in guardia sulle stupidaggini che vi stanno facendo credere, è solo un coniglio? Sarebbe meglio che tacesse? "

Ti confesso una cosa, almeno per quanto mi riguarda.
A me poco interessa mettere in guardia queste persone che tu ritieni ingrate. O meglio prima mi interessava metterle in guardia ora non più.

A me ora fa piacere vederle dannate, e come lo sono dannate !
Basta leggere quello che scrivono e come lo scrivono.

100 supporters ha detto...

Hanno ragione sia Alessio che BI.R.CO.: HANNO RAGIONE! Grazie di esistere! Siete troppo intelligenti. Grazie. Avete ragione al 100%. Avete ragione. Grazie di esistere.
Ci siamo accorti di tutte le menzogne scritte in questo blog. GRAZIE!
Avete ragione.
Scrivo a nome di 100 persone: vi ripeto, avete ragione. Siete bravissimi. GRAZIE di esistere.
Senza di voi l'Italia sarebbe in difficoltà! Finalmente ci siete, finalmente abbiamo in Italia qualcuno di ONESTO!
Avete ragione.
Un gruppo di 100 supporters.
Vi inviatiamo a fare un blog.
GRAZIE.
Avete ragione!
Grazie ancora!
100 persone che vi adorano!

P.S. Trovatevi per organizzare un blog: sarebbe il blog più visitato del mondo! Siete troppo intelligenti.

Anonimo ha detto...

Be' obiettivamente il loro comportamento fa ridere... parlano di frustrati e scrivono offese in maiuscolo che in pratica vuol dire che stanno urlando la loro grande frustrazione per non saper rispondere in modo articolato...

Tuttavia il mio scopo non è quello di prenderli in giro... anzi, il mio scopo non è nemmeno quello di convincere i tifosi struzzi che preferiscono non vedere... hanno negato per mesi che quello che scrivevo, ora lo ammette anche calì che qualche stupidaggine in effetti l'ha scritta, ma loro se ne stanno nelle loro beate convinzioni che io sono un essere spregevole...

Il mio scopo è quello di avvisare soprattutto gli ignari che si avvicinano per la prima volta.
Avvisarli che molte delle cose scritte qui con grande perentorietà non sono vere, come sembrano.

Sono perentorie, decise, ma FALSE!!!

(Parlo sempre dei dati, non delle previsioni su oro, petrolio, tiscali, azioni...)

Sono convinto che molte persone leggendo i commenti al blog sono riuscite a farsi un'idea più precisa di come stanno le cose, evitando di credere agli specchietti per le allodole, come le bei finte o le frasi ad effetto prive di verità.
Poi possono continuare a leggere come vogliono ma almeno saranno un po' più in guardia...

Ti confesso, però, che comincio ad annoiarmi...

Alessio
P.S.
Immagino che l'anonimo di sopra sia Calì, scrive sempre così...
Cmq, come ho scritto, non mi interessa avere ragione, mi basta che si ammettano i dati errati... non ci vorrebbe molto...

Anonimo ha detto...

Fra i primi Paesi a risentire dell'onda d'urto dall'est è l'Austria, ai primi posti come partner commerciale in Est Europa e prima in assoluto per quanto riguarda l'esposizione delle proprie banche della regione (quasi il 20% dei crediti allocati dell'Europa occidentale sono austriaci). Solo la Erste Bank e Raiffeisen International sono esposte con 230 miliardi di euro in crediti concessi, ovvero circa il 70% del pil nazionale austriaco.

Anonimo ha detto...

Si ricordi che, a norma di legge, è obbligatorio citare la fonte delle pubblicazioni copiate.

100 supporters ha detto...

Hanno ragione sia Alessio che BI.R.CO.: HANNO RAGIONE! Grazie di esistere! Siete troppo intelligenti. Grazie. Avete ragione al 100%. Avete ragione. Grazie di esistere.
Ci siamo accorti di tutte le menzogne scritte in questo blog. GRAZIE!
Avete ragione.
Scrivo a nome di 100 persone: vi ripeto, avete ragione. Siete bravissimi. GRAZIE di esistere.
Senza di voi l'Italia sarebbe in difficoltà! Finalmente ci siete, finalmente abbiamo in Italia qualcuno di ONESTO!
Avete ragione.
Un gruppo di 100 supporters.
Vi inviatiamo a fare un blog.
GRAZIE.
Avete ragione!
Grazie ancora!
100 persone che vi adorano!

P.S. Trovatevi per organizzare un blog: sarebbe il blog più visitato del mondo! Siete troppo intelligenti.

Anonimo ha detto...

Alessio scrive : "Ti confesso, però, che comincio ad annoiarmi... "

Beato te che cominci ad annoiarti solo adesso.
Io da un pezzo mi sono annoiato.

Però ti consiglierei di visitare il blog con un altro spirito........e forse riuscirai a superare la noia, anzi a divertirti qualche volta.

E' uno spasso interpretare in chiave " diversa " i personaggi che animano questo blog.

Sforzati con la fantasia e cerca di trovare questa chiave di lettura.

Psicologo 2

Anonimo ha detto...

segue :

vedi ad es. l'ultimo post che inizia :
" Hanno ragione sia Alessio che BI.R.CO.: HANNO RAGIONE! "

è illuminante ai fini della chiave di lettura.......

Psicologo 2

Anonimo ha detto...

Hanno ragione sia Alessio che BI.R.CO.: HANNO RAGIONE! Grazie di esistere! Siete troppo intelligenti. Grazie. Avete ragione al 100%. Avete ragione. Grazie di esistere.
Ci siamo accorti di tutte le menzogne scritte in questo blog. GRAZIE!
Avete ragione.
Scrivo a nome di 100 persone: vi ripeto, avete ragione. Siete bravissimi. GRAZIE di esistere.
Senza di voi l'Italia sarebbe in difficoltà! Finalmente ci siete, finalmente abbiamo in Italia qualcuno di ONESTO!
Avete ragione.
Un gruppo di 100 supporters.
Vi inviatiamo a fare un blog.
GRAZIE.
Avete ragione!
Grazie ancora!
100 persone che vi adorano!

P.S. Trovatevi per organizzare un blog: sarebbe il blog più visitato del mondo! Siete troppo intelligenti.

Anonimo ha detto...

Leggi, leggi sopra Alessio, leggi e interpreta.
Vedrai che ti passerà la noia.

Anonimo ha detto...

Stanno arrivando a commentare altri anonimi!
Non mi sembra giusto nei confronti degli animali conigli che questi codardi vengano paragonati a loro. Non manchiamo di rispetto agli animali. Definiamoli pure codardi tutti questi anonimi e frustrati vari.

Lo psicologo 3

Anonimo ha detto...

Valore Mibtel 11.808, ore 17.48

Anonimo ha detto...

per me invece ha ragione pinco pallina.Però ha stare sempre alla finestra non ci si diverte..come facciamo? il duca di Wellington.

Anonimo ha detto...

La cosa che + mi lascia stupito di questo blog, ed in generale della maggioranza dei blog/forum finanziari è come la Borsa venga considerata una sorta di enorme Sala Corse.
Dove si punta incrociando le dita ed imprecando di fronte al cavallo (leggasi investimento finanziario) che "non corre" (leggasi crollo del titolo), dove ci si affida a consigli di esperti (chi abbia mai frequentato un ippodromo avrà senz'altro avuto l'occasione di essere avvicinato de personaggi che cominciano ad attacare bottone con una tiritera tipo"Sì...scommetti su Soldatino...mio cugino lavora alle scuderie e mi ha detto che è dopato per arrivare primo...anzi prestami 100 € che se arriva primo facciamo a metà") dove si pensa di potersi arricchire in pochi minuti senza fatica ("Un edicolante di Varese ha investito tutto sulla pancetta di maiale quotata alla borsa di Chicago e ha guadagnato il 500% in 3 mesi").
La finanza è una realtà invece estremamente complessa, addirittura oscura in alcuni suoi punti, anche agli addetti ai lavori, soggetta ad un elevatissimo numero di circostanza variabili ed aleatorie e ridurla a slogan semplicistici è quando di più scorretto si possa fare.
questo blog (come quasi tutti gli altri) può essere uno luogo per fornire spunti interessanti a persone che per la prima volta si avvicinano, da completi neofiti, al mondo finanziario, ma non può essere sicuramente considerato (come quasi tutti gli altri) come la "Summa theologiae" della finanza.

In tutti i miei post ho sempre cercato, il più possibile di essere equilibrato, equidistante, oggettivo ma, forse per la prima volta, mi permetto due osservazioni maliziose (non necessariamente rivolte all'autore di questo blog):

1) Quando qualcuno vi propone investimenti in questa maniera "Compra il titolo x perchè le mie analisi, e quelle dei miei esperti indipendenti, dicono che guadagnerai tantissimo" non notate un paragone con le trasmissioni sulle TV private dove l'imbonitore di turno vi vende i numeri del lotto? (tipo "giocate il 13 sulla ruota di Genova perchè i miei calcoli, e quelli dei miei collaboratori, dicono che uscirà sicuramente")

2) Se uno fosse veramente certo della propria previsione riguardo all'investimento....non starebbe a chiedere soldi agli altri...lo farebbe lui stesso standosene zitto...(se so per certo che il titolo y salirà...perchè sbandierarlo ai 4 venti? il rendere nota la notizia potrebbe modificare l'evento stesso. Sarebbe molto meglio fare l'investimento standosene zitto e, casomai, vantarsi della propria lungimiranza a guadagno ottenuto.)
Colui che è condierato il mago della finanza, Warren Buffett, mica dice prima come opererà o presta consigli agli altri; opera e, se le sue previsioni si rivelano giuste, guadagna.

MGF

P.S: astenersi commenti di perditempo tipo "appendi la tastiera al chiodo", "coniglio, frustrato", "allora fai il tuo blog che sei il + bravo del mondo", "allora tu sei un bancario", poichè gli stessi non danno contributo alla discussione e allo scambio di idee, che sono invece i punti focali di un blog.

Grazie

MGF

Anonimo ha detto...

Gli ultra' del blog chiamono conigli chi invia richieste di informazioni e precisazioni al Sig. Cali'.
Il Sig. Cali' chiede di essere corretto se sbaglia.
Nel post precedente (dopo una melina di mesi sul rating dell'Italia) mette una bella foto con bianchi conigli.
Credo che parecchi post anonimi possano avere una matrice comune.
Mi corregga se sbaglio (e se ne ha il coraggio).
Saluti,
Nello

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per MGF: é sempre un piacere leggere le sue attente osservazioni.
Per quanto mi riguarda dico sempre che non so cosa succederà fra 3 minuti, figurarsi se so quello che avverrà fra 3 mesi o 3 anni. La cosa certa é che il sistema finanziario é completamente marcio (mi scuso, ma questo mi sembra essere il termine più appropriato).
Sono d'accordo anch'io sullo scambio di idee che questo blog (o altri) possono portare per confrontarsi su quelle che possono essere le idee di ognuno.
Poi, sul fatto che ci siano persone che commentano sempre in una stessa maniera, non ci posso fare niente. I commenti non vengono mai censurati in questo blog.
Ma commenti sensati (COME QUELLI CHE FA LEI) portano sicuramente dei vantaggi.
Altri commenti invece sono ormai sempre nella stessa direzione: addirittura sono stato accusato di crimini finanziari! Oppure sono stato accusato di truffa!
E' evidente che sbaglio: SBAGLIO QUALCOSA TUTTI I GIORNI! Ma é difficile confrontarsi con persone che hanno delle convinzioni così accese. Commenti questi che assomigliano tanto a quelli dei politici, ad esempio: il politico di destra anche se quello di sinistra dovesse aver detto una cosa buona, non lo ammetterà mai. Così come il politico di sinistra, se quello di destra dovesse aver detto una cosa buona, non lo ammetterà mai.

Per quanto mi riguarda, ripeto, sono aperto a qualsiasi confronto.
La situazione finanziaria é seria, eccome se é seria, soprattutto in questi momenti.
Ripeto che é GIUSTO FARMI NOTARE GLI ERRORI CHE COMMETTO, MA PENSO SIA ALTRETTANTO GIUSTO FAR NOTARE GLI ERRORI ANCHE A CHI HA LE REDINI DELL'ECONOMIA.
Mi sembra, però, che questo non avvenga da parte di alcuni commentatori.
Servono delle proposte sulle quali confrontarsi. Proposte scritte, proposte documentate.

Ho inviato richieste a Prodi, a Tremonti, a Mr Prezzi, a Draghi; ho inviato richieste a banche; ho proposto di farmi portavoce per quanto riguarda la situazione dei Comuni italiani circa gli strumenti derivati; ho proposto un'azione collettiva per far abbassare la rata del mutuo, etc.

Ho fatto un sondaggio, un po' di tempo fa, e avevo chiesto alle persone come ritenessero l'informazione di questo blog e la maggior parte mi aveva risposto che la considerava utile o molto utile.
Poi, ripeto ancora una volta, SBAGLIO TUTTI I GIORNI A FARE QUALCOSA.
Di certo é che non ho mai chiesto un euro a nessuno.
Poi se una persona vuole leggere questo blog bene, altrimenti non c'é che l'imbarazzo della scelta per avere informazioni.




La ringrazio nuovamente.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

GRANDISSIMO MARCO. Grazie per l'informazione che fai.
Chi ti attacca lo fa più per invidia che per altro. Perché questi signori non scrivono a Tremonti, ad esempio, che ha detto il 2009 sarà un anno orribile?
Ora diranno che c'era scritto dappertutto, che si sapeva, etc.
La realtà é che, pur sbagliando, tu fai qualcosa. Qualcosa di giusto e qualcosa di sbagliato. Parlare poi di crimini finanziari e truffe dimostra la genialità di certi commentatori.
Non badare agli invidiosi.
Grazie dell'informazione che fai.
Anche se qualche volta sbagli.
Addirittura stanno commentando delle persone che offrono la consulenza gratuita per grossi patrimoni. E lo fanno gratis! Ma quando gli chiedi di incontrarli o di potertene avvalere ti rispondono che non sono interessati! Che fanno consulenza per passione! Ma non possono dare nessun consiglio ad altri: strano, no? Non essendoci la controprova hanno sempre ragione. Con il senno di poi .......
Alessandro.

Anonimo ha detto...

IL MEGLIO DI TE.
L'uomo e' irragionevole,
illogico, egocentrico:
non importa, amalo.
Il bene che fai forse
domani sara' dimenticato:
non importa, fa' il bene.
L'onesta e la sincerita'
ti rendono vulnerabile:
non importa, sii onesto e sincero.
Quello che hai costruito
po' essere distrutto:
non importa, costruisci.
La gente che hai aiutato,
forse non te ne sara' grata:
non importa, aiutala.
Da' al mondo il meglio di te
e forse sarai preso a pedate:
non importa, da' il meglio di te.
Madre Teresa di Calcutta.

Anonimo ha detto...

X ALESSANDRO che scrive :
" Addirittura stanno commentando delle persone che offrono la consulenza gratuita per grossi patrimoni. "

Non ho mai scritto che faccio consulenza gratuita per grossi patrimoni.

Ho scritto invece :
“ Io non faccio consulenza finanziaria in maniera professionale.
Mi limito a " seguire " e a dare " suggerimenti " a un numero limitato di persone ( che conosco personalmente ) e che possiede cospicui patrimoni da investire. “

Il che significa’ e lo confermo, che non sono un professionista nel senso che non sono iscritto ad albi professionali.
Ciò non toglie che la mia consulenza ( se vogliamo chiamarla così anche per un non professionista ) la svolgo a pagamento sulla base dei risultati conseguiti.

Comunque, visto che a persone come te fa effetto la ridondanza delle parole, ti faccio presente che la mia attività è quella di CONSULENTE FINANZIARIO INDIPENDENTE.

BI.R.CO.

Anonimo ha detto...

A Psicologo 1, Psicologo 2 e Psicologo 3.

Per favore chiedo vostro intervento psicanalitico per cercare di capire nesso tra Blog, Marco Calì, preghiera di Madre Teresa di Calcutta.

Anonimo ha detto...

Unicredit a che prezzo va?
Antonio

Anonimo ha detto...

Seguendo il suo ottimo consiglio abbiamo "surrogato" il mutuo: tutto ciò comporta un risparmio di 500 euro all'anno! Per 20 anni. Che bella notizia!
Ci tenevamo a scriverlo.
Le telefonamo quanto prima.
La coppietta.

Anonimo ha detto...

4-1-2009

NEMESI?
C'è la possibilità che questo rimbalzo possa estendersi fino a 1050 (forse 1100) di SP500.
Dopodiché..... preparatevi al crollo finale.
Probabilmente le borse rimarranno chiuse per lungo tempo, per cui varrebbe la pena di approfittarne, visto che il trading così come lo conosciamo, scomparirà.
Vedremo il Dow Jones in caduta libera fino a 3600 punti e l'SP500 a 300
Al termine del crollo, alcuni indici mondiali non ci saranno più.
Assisteremo a fusioni tra le borse di vari paesi, ed è probabile che gli U.S.A. avranno una sola borsa.
I massimi del 2007 rimarrano tali per sempre
Buon Anno.

Due mesi fa mi feci una gran bella risata....ora qualche dubbio mi sovviene.

Buon Rimbalzo a tutti.

Pinco Pallina

P.S pubblicato da Mercato Libero News

Anonimo ha detto...

Quando aveva scriito, che Telecom andava a 0,8 c'é chi aveva commentato dandole del pazzo. Chi non aveva commentato, non sottolinea ora che aveva ragione. Ma hanno sempre qualche motivo per criticare.
GC

Anonimo ha detto...

Quando il Sig. Cali' avvisava di stare attenti alle azioni.....WALL STREET CRASH!!!Quanti lo schernivano?Quanti lo deridevano?
Io No!! GRAZIE SIG.MARCO CALI'GRAZIE PER LE FALSE INFORMAZIONI CHE HO LETTO NEL SUO BLOG.

E A VOI CHE NON CI AVETE CREDUTO E ORA AVETE IL PANICO....BEN VI STA'!

Anonimo ha detto...

S&P 500 PROSSIMO TARGET 600 PUNTI!!

Anonimo ha detto...

????c'e' nessuno????
Il panico vi ha sconvolto?

Anonimo ha detto...

Visto che Calì parla molto di me in un intervento precedente devo ribattere. In corsivo ci sono le sue frasi...


Per quanto mi riguarda dico sempre che non so cosa succederà fra 3 minuti, figurarsi se so quello che avverrà fra 3 mesi o 3 anni.

Io su questo blog ho letto titoli a caratteri cubitali sul prezzo dell'oro, del petrolio, dei titoli di stato congelati. E le previsioni erano anche pluriannuali!

Insomma, da una parte scrive che non sa cosa accade tra 3 minuti, però poi gli articoli li fa sul prezzo del petrolio tra 3-4 anni!!!

Quindi non ci crede nemmeno lei ai suoi articoli?
Spara a caso, sperando di risultare interessante?




Altri commenti invece sono ormai sempre nella stessa direzione: addirittura sono stato accusato di crimini finanziari! Oppure sono stato accusato di truffa!

Le ho già chiesto scusa riguardo alla frase sui crimini finanziari, non sono stato chiaro.
Se è necessario le chiedo scusa di nuovo per questo, a lei e a tutti i lettori.




E' evidente che sbaglio: SBAGLIO QUALCOSA TUTTI I GIORNI! Ma é difficile confrontarsi con persone che hanno delle convinzioni così accese. Commenti questi che assomigliano tanto a quelli dei politici, ad esempio: il politico di destra anche se quello di sinistra dovesse aver detto una cosa buona, non lo ammetterà mai. Così come il politico di sinistra, se quello di destra dovesse aver detto una cosa buona, non lo ammetterà mai.

Se cerca bene troverà invece che, qualche volta, le ho fatto i complimenti e ho anche scritto, talvolta, che ero d'accordo con quanto letto...

Per esempio sono d'accordo che sbagliare sia lecito.
Però in questo blog gli errori sono soltanto in una direzione!!!

Faccia una volta un errore che non vada nella stessa direzione!
Scriva, per esempio, che il rating della bei è AA, oppure che investendo in un etc sul petrolio si rischia di perdere la casa!

Allora i suoi errori potrebbero essere visti come errori e non come malafede!
Così ci toglierà il sospetto che ci sia un interesse, per tutti questi errori contro i titoli di stato italiani.





Ripeto che é GIUSTO FARMI NOTARE GLI ERRORI CHE COMMETTO, MA PENSO SIA ALTRETTANTO GIUSTO FAR NOTARE GLI ERRORI ANCHE A CHI HA LE REDINI DELL'ECONOMIA.
Mi sembra, però, che questo non avvenga da parte di alcuni commentatori.


1) Ma cosa ne sa delle mie proteste?
2) Per criticare i suoi banali "errori" serve una patente? Un certificato? In carta semplice o bollata?






Poi, ripeto ancora una volta, SBAGLIO TUTTI I GIORNI A FARE QUALCOSA.


Ecco glielo ripeto per la 100ma volta.

Non critico i suoi errori.
Sbagliare è lecito.

Critico il fatto che i suoi errori, da oltre un anno a questa parte, sono tutti nella stessa direzione!
Tutti nella stessa direzione!
Tutti nella stessa direzione!

E' chiara questa cosa?

Tutti gli errori sono tesi ad aumentare la percezione del rischio dei titoli italiani!

Possibile che non sono mai riuscito a trovare un dato errato sulla pericolosità della germania, delle bei, dell'investire in petrolio, dell'austria!?

D'altra parte lei si lamentava, tempo fa, che nei forum veniva cacciato.
Io ci ho messo un anno per farle ammettere una cosa BANALISSIMA, come il fatto che per nessuna agenzia di rating l'italia ha il rating più basso "dell'europa a 25"!

E ancora non ha ammesso tutte le altre stupidaggini sul rating botswana, sugli italiani dementi e ignoranti e su molte altre cose un po' più complicate che, ovviamente, è inutile affrontare se non si riesce nemmeno a fare ordine su queste BANALITA', per le quali basterebbe citare la fonte!!!!!

Non molti hanno la mia pazienza... infatti, altre persone dopo un po' che insiste con degli errori così banali, evidentemente, si stufano e la cacciano!

Spero che mi voglia rispondere in modo da instaurare un vero dialogo.
Farebbe bene al suo blog e anche ai suoi lettori.

Alessio

Anonimo ha detto...

Per esempio in questo blog era citata l'austria come modello di solidità, tanto da consigliare di portare i soldi in una banca austriaca.

Oggi ci si accorge che anche l'austria ha i suoi problemi.

Anche l'austria emette nuovi titoli di stato per pagare quelli vecchi (lo schema ponzi).

Anche l'austria, quindi, rischia di congelare i suoi titoli, per gli stessi motivi dell'italia.

Anche le banche austriache sono in grande difficoltà, per gli stessi motivi di quelle italiane.

Addirittura i cds, cioè i contratti per la protezione dal congelamento dei titoli austriaci, hanno raggiunto il livello di quelli italiani.

Addirittura i rendimenti dei titoli austriaci sono diventati confrontabili con quelli italiani.

E qui ripeto di nuovo, che il rating e il rendimento sono DUE differenti INDIZI sullo stato di salute di un debitore.
Il rating viene dato OGNI TANTO da alcune persone che studiano il debitore; il rendimento viene dato CONTINUAMENTE dalle persone che investono i loro soldi!



Vorrei che fosse ben chiara una cosa. chi non la capisce si astenga dal rispondere, fa solo confusione.

Io non critico il fatto che Calì l'anno scorso non è stato in grado di prevedere che l'austria sarebbe diventata pericolosa quasi quanto l'italia. Nessuno, credo, poteva prevederlo.

Io critico il fatto che in questo blog sembrava che SOLO l'italia usava lo schema ponzi per i suoi titoli di stato.
Io critico che in questo blog sembrava che SOLO i titoli di stato italiani potessero essere congelati.

Il tutto (è qui l'aggravante) con motivazioni FALSE, come sta ammettendo anche Calì!

Alessio

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per Alessio:
a ripensarci bene anch'io non sono completamente d'accordo con me stesso. Non tutto quello che ho scritto ieri mi trova d'accordo oggi. Sono felice di sapere qual'é il suo punto di vista in merito allo stato attuale dell'economia.
Penso, inoltre, che lei potrebbe fornire un suo servizio di consulenza finanziaria; se vuole anche attraverso questo blog, creando un'area apposita.
In questa maniera le lettrici e i lettori potranno avvalersi del suo servizio di consulenza.
In questi tempi magari tantissime persone seguendo i miei errati suggerimenti si sono trovate male. E credo che lei fornendo un servizio migliore lo potrebbe mettere a disposizione delle persone.
Immagino che ci sia sempre bisogno di persone come lei che non sbagliano e che non dicono banalità e stupidaggini.
La situazione economica mi sembra abbastanza seria e per questo un servizio di consulenza onesta, come quello che potrebbe fornire lei, risultebbe vantaggioso per le persone.
Mi faccia sapere.
Grazie per i suoi commenti.



Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Per Alessio:
a ripensarci bene anch'io non sono completamente d'accordo con me stesso. Non tutto quello che ho scritto ieri mi trova d'accordo oggi. Sono felice di sapere qual'é il suo punto di vista in merito allo stato attuale dell'economia.
Penso, inoltre, che lei potrebbe fornire un suo servizio di consulenza finanziaria; se vuole anche attraverso questo blog, creando un'area apposita.
In questa maniera le lettrici e i lettori potranno avvalersi del suo servizio di consulenza.


Se decidessi di diventare un consulente lo farei da solo, non si preoccupi... per adesso devo ancora imparare... non mi permetterei mai di dare consigli a pagamento con la mia scarsa preparazione...

Da quello che capisco di questa crisi posso tranquillamente dire che lei ha avuto ragione quando scriveva che la crisi che stava arrivando avrebbe portato ad un aumento della disoccupazione enorme, confrontabile forse con la crisi del '29 (per ora, da questo punto di vista, ci siamo lontani e mi auguro che la sua fosca previsione non si avveri del tutto).





In questi tempi magari tantissime persone seguendo i miei errati suggerimenti si sono trovate male.

Mi auguro di no. Io giudico SOLO il contenuto del blog, NON i consigli ai suoi clienti.

Però il petrolio ha perso quasi un 60%-70% dai massimi... se io avessi preso il petrolio perché avevo paura di perdere soldi con i titoli di stato italiani, non sarei proprio felice di scoprire che ho comunque perso un bel po' di soldi e che le mie paure si basavano su motivi falsi...

Poi, speriamo che nessuna banca austriaca, dove lei ha consigliato di portare i soldi fallisca... se avessi aperto un conto in austria per la paura dell'italia e poi scoprissi che anche l'austria usa lo schema ponzi per i suoi titoli di stato e che anche le banche austriache non hanno soldi...

Il discorso è sempre il solito... sbagliare le previsioni è normale, nessuno conosce il futuro!
Quello che è allo stesso tempo grave e pericoloso è dare motivazioni false.





Immagino che ci sia sempre bisogno di persone come lei che non sbagliano e che non dicono banalità e stupidaggini.

Io non ho mai detto che non sbaglio mai.
E non ho mai detto che non si può sbagliare.
E soprattutto dico sempre e soltanto cose BANALISSIME!
E' qui, in questo blog, che sembrano eresie!


Lo ripeto per la 101esima volta.

La cosa che trovo strana è che TUTTI TUTTI TUTTI gli errori in questo blog sono in una sola direzione!
In una sola direzione!
In una sola direzione!

Perchè non ho mai letto una cosa sbagliata tipo che l'austria ha un rating Aa2 uguale a quello dell'italia per moody's?
Oppure una stupidaggine del tipo che la BEI ha un debito maggiore di quello degli stati uniti?
Oppure un'altra cretinata del tipo che l'italia ha un rating maggiore del portogallo?

Possibile che tutti gli errori "casuali" facciano sembrare i titoli italiani più pericolosi di quello che sono?

Sarebbe interessante capire il perché di questa unidirezionalità degli errori.
Interesserebbe me e credo tutti i lettori del blog.

Era tanto difficile scrivere (un anno fa, invece che in questi giorni) scusate ha ragione alessio, l'italia non ha il rating peggiore di tutta l'europa a 25?
Perchè ostinarsi un anno a negarlo?

Spero che vorrà continuare a rispondere alle mie domande, credo che sia un bene per tutti i suoi lettori...

Alessio