lunedì 9 marzo 2009

Mi ha scritto un operaio che percepisce 600 euro al mese! Gli stipendi, invece, di Moretti, Sarmi, Profumo, Luciani, Passera,.. sono un po' più alti..


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice e gentile lettore,

mi ha scritto un operaio, di 47 anni, che si trova in cassa integrazione con una busta paga di 600 euro al mese! Questo operaio ha 3 figli e sua moglie non lavora. Questo operaio é in difficoltà. Questo operaio deve pagare la rata del mutuo, deve mandare i figli a scuola, deve comprare dei vestiti per la famiglia, deve fare la spesa, etc.


PER NON DIMENTICARE ti ricordo che:


Mauro Moretti, ex sindacalista e attuale amministratore delegato delle Ferrovie (la prossima azienda che farà la fine di Alitalia) percepisce 2.600.000 euro all'anno, che sono pari a 7.200 euro al giorno;


Massimo Sarmi, amministratore delegato delle Poste, percepisce 1.500.000 euro all'anno, che sono pari a 4.100 euro al giorno;


Alessandro Profumo, amministratore delegato di Unicredit (ancora per poco) percepisce 13.000.000 euro all'anno, che sono pari a 35.600 euro al giorno;


Luca Luciani, manager Telecom (famoso per aver invitato i dipendenti, in una convention delle Telecom, a comportarsi come aveva fatto Napoleone a Waterloo) percepisce 844.000 euro all'anno, che sono pari a 2.300 euro al giorno;


Corrado Passera, amministratore di Intesa SanPaolo, percepisce 3.400.00 euro all'anno, che sono pari a 9.300 euro al giorno;


la maestra d'asilo di mia figlia percepisce 10.200 euro all'anno, che sono pari a 28 euro al giorno.
Ah no, mi sono sbagliato: la maestra d'asilo di mia figlia ha ricevuto un aumento salariale di 20 euro al mese ed é quindi passata da 850 euro al mese a 870 euro al mese. La maestra d'asilo di mia figlia ha festeggiato alla notizia perché ORA E' IN GRADO DI PAGARSI UN CAFFE' AL GIORNO IN PIU'. Ma il caffé della macchinetta, eh!


Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ......... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

18 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi sa tanto che questo operaio, in compagnia di tante altre persone, a breve entrerà in qualche supermercato e quando arriverà alla cassa dirà che passa a pagare lo Stato.
Un cassaintegrato.

Anonimo ha detto...

Ma no, in Italia la situazione é tranquilla, non c'é da preoccuparsi.
Fra poco ci saranno soldi per tutti! Lo Stato aiuterà i più deboli. Lo Stato verrà incontro agli operai.
Le banche distribuiranno soldi per tutti. Di che vi preoccupate?
Il debito pubblico non é un problema.
Alessandro.

Luca ha detto...

Vedremo quando licenzieranno anche i dipendenti di banca se avranno qualcosa da dire.
Luca.

Anonimo ha detto...

Tutte questi commenti così vibranti perchè non li mandate al Cavaliere, a Tremonti e a Bossi ?

Massimo ha detto...

Visto questi stipendi allucinanti, mi chiedo allora quanto dovrebbe prendere, ad esempio, un medico chirurgo che opera il cuore di un bambino di 3 mesi?
Oppure un poliziotto che rischia la vita tutti i giorni.
Ha ragione signor Calì, ci vorrebbe un tetto massimo agli stipendi.
Cordialità. Massimo.

Anonimo ha detto...

BRAVO CALI', fa bene a rimarcare questi concetti. Con stima.
Vincenza

Anonimo ha detto...

basta con l'avidita' che diventa un virus. basta con stipendi stellari. un operaio, un impiegato arricchisce l'azienda che da' ai dirigenti o ai soci che indebitano la societa' e si fanno capitali privati alle spalle degli altri. un operaio , un impiegato, un pensionato deve avere molto di piu' almeno il doppio. ma non vergognano quelli che guadagnano da 100.000 euro all'anno in su'?

Anonimo ha detto...

L'azione Unicredit da 7,70 a 0,73: Profumo che rimane. Profumo aveva dato le dimissioni, poi chissà come mai é rimasto. Ma fra poco ..............
MP

Anonimo ha detto...

Sig. Calì, scriva al Cavaliere, a Bossi, a Tremonti di tutte queste disparità di retribuzione tra manager e operai e pensionati.

Gli scriva anche per dirgli che con l'abolizione dell'ICI sulla prima casa ha favorito le classi più abbienti, gli dica che con le liberalizzazioni in materia edilizia favorirà i più ricchi e gli speculatori che già possiedono case e che, ampliandone la cubatura, conseguiranno un incremento di valore dei loro immobili ( alla manovalanza che farà i lavori andranno le briciole ).
Gli ricordi pure ai suddetti che una volta parlavano di ridurre i parlamentari ed ora non ne parlano più, come pure volevano abolire le province.
Gli scriva tutte queste cose, che sono cose che faranno risparmiare anche più di quello che si risparmierebbe con le riduzioni, da fare, degli stipendi dei manager.
Lei che ha scritto al Governatore e a tanti altri personaggi, scriva anche al Cavaliere, a Bossi e a Tremonti.
Grazie
Marcello B.

Anonimo ha detto...

Ecco perchè così tante persone indossano il grembiulino.

Anonimo ha detto...

Vi ricordo che in africa e nel mondo ci sono milioni di bambini che muoiono di fame e di sete e non hanno assistenza sanitaria.
Troppo benessere cari lettori!
Che la crisi dilaghi!

Anonimo ha detto...

Certo che la crisi dilaghi e colpisca noi ma anche te.
Mal comune è mezzo gaudio.

O per caso sei uno della " casta " ( casta politica o economica o finanziaria ) per cui non sarai mai colpito dalla crisi ?

Tanto per intenderci : sei per caso uno di quelli che non cadrà mai col culo per terra ( tipo Cavaliere, Profumo, e gente simile ) ? e che per mantenere il culo per aria predica che c'è troppo benessere ( per gli altri non per se ) ?

Anonimo ha detto...

E ci si meraviglia? Dobbiamo la nostra prosperità al capitalismo, che ci ha arricchiti tutti. Il capitalismo ha funzionato per via della disparità, che alimenta il mercato. Disparità che ci ha visto come gli orchi ricchi che hanno sfruttato la maggioranza povera del mondo. Datemi retta: siamo tutti colpevoli, ma non per avidità, bensì per istinto. Perché altri al posto nostro avrebbero banchettato facendoci soffrire, tutelando se stessi. Siamo tutti dei Profumo, anche se indirettamente... Sveglia!
Non cercate capri espiatori, siate voi stessi la risposta al buio che ha accecato la coscienza collettiva. Dobbiamo ammettere ciò che siamo e perché lo siamo, se vogliamo ripartire verso il futuro.
Saluti, Enrico.

Anonimo ha detto...

Vi ricordo che in africa e nel mondo ci sono milioni di bambini che muoiono di fame e di sete e non hanno assistenza sanitaria.
Troppo benessere cari lettori!
Che la crisi dilaghi!

Vi siete divertiti,avete cantato,ballato,avete fatto gli "sborroni"!Adesso bisogna pagare il conto.
Certo che la crisi colpira' anche me!
Mi porteranno via tutti i soldi e pure il posto di lavoro ma una cosa e' certa,non soffriro'la fame e il freddo!!!
Invece voi delle grandi o piccole citta' sapete cavarvela da soli????Senza il supermercato????

Anonimo ha detto...

" Invece voi delle grandi o piccole citta' sapete cavarvela da soli????Senza il supermercato???? "

Vedete che si ricomincerà dal baratto ? "

Anonimo ha detto...

Le 20 squadre di Serie A spendono complessivamente quasi 666 milioni di euro
per gli STIPENDI dei calciatori, 30 in più rispetto all'anno scorso.

Ecco le prime posizioni della classifica dei più pagati:
1. Kakà (Milan) 6 milioni di euro netti a stagione
2. Totti (Roma) 5,5 mln
3. Adriano, Ibrahimovic e Vieira (Inter), Buffon (Juventus) 5 mln.

Questi invece i 'nuovi':
1. Chivu (Inter) 3,5 mln
2. Emerson (Milan) 3,2
3. Suazo (Inter) 3 mln
4. Tiago (Juventus) 2,6 mln
5. Pato (Milan) 2 mln.

La squadra dei più pagati: Buffon 5; Kaladze 4, Nesta 4, Samuel 4, Chivu
3.5; Vieira 5, Pirlo 4, Seedorf 4; Kakà 6; Totti 5.5, Ibrahimovic 5.

Infine la classifica per squadre (tra parentesi i giocatori più pagati):
1. Milan 120 mln (Kakà 6)
2. Inter 110 (Ibra, Adri e Vieira 5)
3. Juventus 97 (Buffon 5)
4. Roma 60 (Totti 5,5)
5. Fiorentina 30 (Frey e Mutu 1,5)
6. Palermo 25 (Barzagli, Amauri e Miccoli 1)
7. Sampdoria 24 (Cassano 1,2)
8. Torino 23 (Recoba 1,5)
9. Genoa 21 (Di Vaio e Figueroa 1,25)
10. Napoli 20 (Zalayeta 0,8)
11. Catania 18,5 (Stovini 0,65)
12. Lazio 18 (Baronio 0,75)
13. Livorno 15 (Amelia 1)
14. Udinese 14,5 (Di natale 0,65)
15. Parma 14 (Corradi 1,6)
16. Reggina 12,5 (Amoruso 0,8)
17. Empoli 12 (Saudati 0,45)
18. Siena 11,5 (Locatelli, Bucchi e Maccarone 0,7)
19. Atalanta 11,5 (S. Inzaghi 1)
20. Cagliari 11 (Conti 0,35).

Anonimo ha detto...

L'ultimo commento, quello del calcio, é eccezionale.
Alessandro.

Anonimo ha detto...

Complimenti anonimo ottima osservazione sul calcio.
E perche' girano tanti soldi?
Semplice....MILIONI DI BABBEI CHE LO GUARDANO!!