martedì 17 marzo 2009

Quale tutela hanno i tuoi soldi su un conto corrente? 20.000 euro o 103.291 euro?



Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice e gentile lettore,

molte persone mi hanno chiesto informazioni sulle garanzie dei c/c e, quindi, del limite di garanzia che c'é per i depositi, appunto, dei conti correnti.


Per prima cosa, ti preciso che questo limite (103.291 euro) é un "IMPEGNO DI GARANZIA".

Per seconda cosa, ti aggiungo che questo Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, d'ora in poi denominato "fondo", vale per i correntisti di qualsiasi banca: questo vuol dire che il limite di garanzia vale sia per il correntista di una grossa banca sia per il correntista di una piccola banca. Questo "fondo" che in realtà E' UN CONSORZIO TRA TUTTE LE BANCHE, risulta essere, tra le altre cose, UN ISTITUZIONE DI DIRITTO PRIVATO (DELLE BANCHE STESSE, CIOE').

Per terza cosa, ti ricordo che il "fondo" è costituito con una piccola quota degli accantonamenti obbligatori di tutte le banche, grandi o piccole che siano.

Per quarta cosa, ti comunico che non é necessario che una banca fallisca per avere una crisi di liquidità: potrebbe essere, semplicemente, il caso di una banca che non sia in grado DI FAR FRONTE ALLE RICHIESTE DEI DEPOSITANTI.


Preso atto di tutti questi punti, ti invito a leggere (sempre se non sei impegnato a guardare le ottime trasmissioni televisive trasmesse da Rai e Mediset oppure se non sei occupato nel leggere qualche quotidiano finanziato e tenuto in piedi grazie ai contributi pagati da te cittadino) il documento, redatto dal "fondo", STATUTO E REGOLAMENTO.

MAGARI LO PUOI STAMPARE PER POI PORTARLO NELLA TUA BANCA (O DAL TUO PROMOTORE FINANZIARIO) E LEGGERLO ASSIEME A LORO.

Segnati bene l'articolo 27 (Rimborso dei depositanti). Se ti va fammi sapere, nei commenti, cosa ti hanno detto.

Oltre alle interessantissime informazioni che riguardano l'Assemblea, il Comitato di Gestione, le competenze del Presidente, etc., POTRAI EVINCERE CHE SOLAMENTE 20.000 EURO (meno, cioé, del 20% di 103.291 euro) DEVE ESSERE MESSO A DISPOSIZIONE DEL "FONDO" ENTRO TRE MESI (MESI CHE POSSONO ARRIVARE A 9, NEL CASO DI PROROGA DELLA BANCA D'ITALIA IN CIRCOSTANZE ECCEZIONALI O IN CASI SPECIALI).

Quindi, più dell'80% dei soldi verrebbe (ma non c'é la certezza, eh) liquidato solamente quando la banca cominciasse ad essere "liquidata".

Da notare c'é che il correntista potrebbe recuperare questo 80% (di 103.291 euro) qualora ci fosse la liquidità.

Altrimenti POTRESTI ANCHE NON RIAVERE QUESTI TUOI SOLDI!

Ti metto al corrente che se dovesse accadere che qualche grosso istituto di credito andasse in difficoltà il "fondo" VA A FONDO..................

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ...... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!


P.S. Grazie a tutte le PERSONE (SIAMO A 406) che si sono iscritte in facebook al gruppo


29 commenti:

Anonimo ha detto...

417 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Il limite dei 103.291 euro, come evidenziato dal signor Calì, é quindi un'utopia. Ma come mai non vengono spiegate realmente le cose? Io faccio l'imprenditore e mi fido di quello che mi dicono. L'ho chiesto diverse volte se il limite é di 103.291 e la risposta che ho avuto é sempre stata che qualsiasi cosa avvenisse i 103.291 euro erano garantiti. ma evidentemente non é così. Bisognerebbe che anche i dipendenti di banca dicessero la verità. Troppo facile dire di guardare le leggi. Questa regola del limite di garanzia, vi assicuro, non la conosce la maggior parte dei dipendenti bancari. Se non la conoscono loro come é possibile che la gente normale ne venga a conoscenza? Ora non venite a rispondere (ovviamente é rivolta ai commentatori che conoscono sempre tutto, che sapevano sempre tutto, che quello che scrive Calì é sbagliato,ecc.) che i dipendenti bancari non c'entrano nulla! E allora se non conoscono nemmeno queste "regole basilari" devono cambiare lavoro.
Bruno.

Anonimo ha detto...

Ci sono ora 424 iscritti!
Provate a pensare se questa notizia fosse stata messa in qualche giornale!
Qualcuno ha qualche idea sul come sia possibile divulgarla ulteriormente?

Tutti i 424 iscritti sono allucinati?
Lo sapete, vari contestaori, che magari proprio i vostri conoscenti sarebbero interessati a questa iniziativa?
Se fossero interessati cosa direste loro?

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Giovanni

Anonimo ha detto...

GUARDATE QUESTO SITO.
LE STESSE COSE SONO STATE SCRITTE L’8.10.08.
MA CHE FACCIAMO I COPIONI ?


http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=971269

Anonimo ha detto...

CONIGLIO SEMPRE A CRITICARE!!!

Anonimo ha detto...

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/2007/11/titolari-di-conti-corrente-come-il.html

Scritto nel lontano novembre 2007 da Marco Calì.........

Anonimo ha detto...

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/2008/03/ecco-perche-esiste-il-limite-di-103291.html

Scritto nel lontano marzo 2008 da Marco Calì...............

Anonimo ha detto...

1. Se vogliamo andare indietro nel tempo posso riempire pagine di blog che hanno trattato l'argomento ancora prima
2. Nel marzo 2008 Calì non accennò affatto alla questione dei 20.000euro.
3. Il fatto che Calì abbia trattato la cosa già in passato è la conferma che egli ripropone, ciclicamente, sempre le stesse cose.
Di parole ne fa tante, ma di fatti nulla !

Anonimo ha detto...

Fra gli iscritti ci sono anche dei politici, sia di sinistra che di destra. Vuol dire, vari contestatori che l'iniziativa non é proprio folle, o no?
Cosa avete da dire oltre alle solite menate.
Caterina.

Anonimo ha detto...

Che ci siano dei politici non dimostra nulla.

Anzi proprio su questo blog molti che hanno fatto interventi intelligenti sono stati accusati di sudditanza ai politici intesi in senso spregiativo. E adesso i politici vengono riabilitati ?

Di grazia puoi fornire i nomi di questi politici ?

Anonimo ha detto...

Via tutti, é arrivato il genio! Da ordini a tutti.
Ottimo!
E non si sa chi sia........
Inutile dagli corda..........

Anonimo ha detto...

Inutile dargli corda..........

Anonimo ha detto...

Chi sono può importare a chi ha le orecchie ovattate, gli occhi foderati e la mente obnubilata.

Quel che conta è quel che ho scritto.

Mi dispiace per voi mai sul web è così.

P.S. Potrei anche definirmi un politico per la felicità di qualcuna.

Anonimo ha detto...

Certo l'ingordigia dei politici non ha fine !

Le pensano tutte pur di raccogliere voti : anche di iscriversi alla petizione per l'abolizione dell'imposta di bollo sui c/c bancari promosssa da Calì.

Finora si contendono appena 417 potenziali voti. Ma forse a fine campagna si arriverà al migliaio : 500 potenziali voti a destra e 500 a sinistra.

Sig.a Caterina, ma di politici della lega non ce ne sono ? ( lei riferisce solo di politici di dx e di sin ).

Anonimo ha detto...

Diabolici questi politici !
Fanno finta di interessarsi al problema per raccogliere voti.
E' una tagliola per i polli ( o per le gallinelle ).
Voglio vederli una volta eletti che se ne fanno della petizione dell'imposta di bollo.

Anonimo ha detto...

Sig. Calì,
gradirei sapere, tanto per poter fare confronti, quale è la garanzia dei depositi nei più importanti Stati europei ( in particolare l’ Austria ) ed extraeuropei.

Inoltre vorrei sapere, qualora dovesse vedere la luce la Banca Calì, quale sarà la garanzia dei depositi della sua banca ?

Infine gradirei conoscere se qualcuno dei partecipanti al blog chiuderà i rapporti con le banche ora che è venuto a conoscenza del funzionamento del Fondo Interbancario di Garanzia dei Depositi.

A questo proposito vorrei dire al sig. Bruno, imprenditore : il limite che le hanno detto in banca è veritiero, non è un falso. Forse non le hanno spiegato adeguatamente le modalità di funzionamento e di attivazione del Fondo.
Ma quand’anche le avessero spiegato alla perfezione queste cose, lei si sarebbe astenuto dall’aprire un deposito con la banca ?
Mi spiego meglio con un esempio.
Prendo il caso della vendita di auto.
Se le spiegassero alla perfezione ( forse lei già lo sa, ma probabilmente nessun venditore di auto glielo ha mai spiegato ) quello che succede in caso di fallimento di una concessionaria auto, dopo che lei ha pagato l’autovettura ma questa ancora non è stata immatricolata e ritirata ( generalmente intercorrono diversi giorni tra le date del pagamento e quelle dell’immatricolazione e del ritiro dell’auto ), lei comprerebbe ugualmente un’autovettura o si asterrebbe dal farlo per il fatto che non le hanno spiegato nulla ?

Chepale

Anonimo ha detto...

445 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Paolo,
ma non hai proprio un ca..o da fare !

Anonimo ha detto...

CONSULTATE QUESTO SITO DELLO SCHIFOSISSIMO FINANZAONLINE.
GUARDATE DI CHE COSA SI PARLAVA NEL 2005 !

http://www.finanzaonline.com/forum/archive/index.php/t-553021.html

Anonimo ha detto...

Grazie, ultimo anonimo. Grazie, grazie. Grazie. Grazie. Grazie, grazie.
Lei é troppo intelligente!
Grazie ancora!
Lei é un genio!
Grazie.

Anonimo ha detto...

Personalmente sapevo che la garanzia dei 103.000 euro non prevedeva l'immediato rimborso della somma al correntista ma che, in caso di fallimento della banca, per riottenere i propri soldi sarebbero passati mesi e mesi, se non anni. Questo può normalmente capitare anche mondo degli affari:
lo Stato italiano paga i propri fornitori a + di mesi dalla fattura (quando va bene) mentre la media UE è di 63 giorni, oppure se una ditta fallisce o semplicemente decide di non onorare qualche pagamento i fornitori di quella ditta possono aspettare anni prima di ottenere il rimborso, per non parlare dei tanti casi di lavoratori licenziati che per ottenere il TFR aspettano mesi, se non anni.

Non avendo mai letto lo Statuto del fondo (non riesco a leggere tutto, vorrete scusarmi) non ero a conoscenza della restituzione prima dei 20.000 euro (da 3 a 9 mesi!) e poi del resto. E' evidente che sicuramente questo rende la garanzia dei 103.000 euro + flebile (del tipo: " ci possono mettere 9 mesi per darmi 20.000, chissà quanti ani passeranno prima di darmi gli altri 80.000).
Mi viene però questo dubbio, dopo aver letto l'articolo al seguente link (in realtà tali indagini sono state riportate un po' dapertutto negli ultimi tempi)
http://www.famiglienumerose.org/news.php?idnews=1694

L'istat ha dichiarato che una famiglia italiana su due vive con meno di € 1900 al mese e che quasi 1 su 3 non ha risparmi sufficienti per far fronte ad una spesa imprevista di 600 (600!) euro.

Il dubbio è: si ragiona intorno agaranzie su 103.000 o su 20.000 euro, ma quanti italiani hanno, sul proprio c/c, una somma che non sia mai inferiore a euro 20.000?

Aggiungo che i "ricchi" (intendendo chi ha + di 20.000 euro di risparmi) difficilmente "tengono fermi" sul c/c ingenti somme perchè:

1)le stesse, non rivalutandosi (dato che i tassi di interesse sui c/c sono spesso inesistenti o cmq inferiori all'inflazione), si svaluterebbero, quindi sarebbe controproducente

2) gli italiani sono tradizionalmente attratti da immobili e terreni e le rendite da loro derivanti, per cui appena si hanno un po' di risparmi si comprano case e campi

3)Molti guadagni dei "ricchi" derivano da evasione fiscale, per cui o si tengono i contanti in casa o si comprano beni (macchine, gioielli, elettronica di lusso etc...)

4) Se uno ha tanti soldi ha sempre addosso una legione di direttori di banca, promotori, agenti assicurativi, consulenti finanziari indipendenti, che non aspirano altro che a fargli investire il denaro nei loro prodotti o a essere rumunerati per i consigli su come investirli. Dai e dai qualcuno che li convincerà a fare qualche operazione ci sarà sempre ("ogni giorno nasce un cucco e beato chi lo cucca" diceva mio nonno)

MGF

Anonimo ha detto...

Ho appena letto questa frase del grande scrittore americano Mark Twain

"Ci sono due casi in cui l'uomo non deve speculare in borsa: quando non ha soldi e quando i soldi ce li ha. "

troppo ironica

MGF

Anonimo ha detto...

X MGF

Argomentazioni valide quelle da lei fatte sulla quasi irrisorietà dei conti con giacenze normalmente superiori ai 20.000 euro.

A me già istintivamente, senza possedere dati in merito, era venuto in mente che alla fin fine la garanzia dei 103.000 euro, seppure con il meccanismo dei 20.000 euro, sarebbe stata sufficiente a coprire la maggior parte dei depositi bancari esistenti.

Questo forse lo sa o lo intuisce più di qualcuno che scrive sul blog e che comunque utilizza l'argomento come spot pubblicitario per il " partita IVA people ".

Anonimo ha detto...

463 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Paolo è diventato autistico!!!!

Per 34.20 euro!!!

Anonimo ha detto...

Ultimo anonimo:certo, ha ragione. Ha ragione. Grazie. Ha ragione.

Anonimo ha detto...

una domanda: ma se il conto è cointestato il rimborso entro i 3 mesi è vero che raddoppia oppure rimangono solo i 20000 € ??

Anonimo ha detto...

578 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

658 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo