giovedì 26 marzo 2009

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo? Anche questa iniziativa la trovi in facebook!


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice e gentile lettore,

ho pubblicato questo messaggio su facebook:

per trovarlo devi inserire nella ricerca (in alto a destra nella pagina di facebook):


Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

(puoi fare un copia e incolla di questa frase!).


Oppure lo puoi trovare a questo link:



La seguente proposta é un invito alla riflessione per evidenziare il fatto che attualmente la Banca d'Italia é di proprietà delle banche stesse:

infatti la Banca d'Italia é di proprietà al

45% circa di INTESA SANPAOLO;

30% circa di UNICREDIT CAPITALIA;

15% circa di ALTRE BANCHE E ASSICURAZIONI;

5% circa INAIL;

5% circa INPS.

Nel sito della Banca d'Italia c'é scritto che essa é un "istituto di diritto pubblico"!!!!


LA REALTA' E', INVECE, CHE IL CONTROLLATO E' IL CONTROLLORE E IL CONTROLLORE E' IL CONTROLLATO.


Aderisci all'iniziativa dimodoché la Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo italiano:

IN QUESTA MANIERA LE BANCHE VERREBBERO CONTROLLATE DA UN ORGANO ESTERNO COMPOSTO DIRETTAMENTE DAI CITTADINI.

Un vivo ringraziamento a quanti vorranno far circolare il contenuto di questo messaggio.


Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ...... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!


La mia e-mail é: edoardinchiarin@yahoo.it


P.S.

Se vuoi che anche altre persone di facebook vengano a conoscenza di questa iniziativa


devi:

1 Iscriverti al gruppo;

2 Cliccare su “invita altri ad iscriversi” nel menù a destra;

3 Selezionare gli amici;

4 Cliccare su "invia invito"

113 commenti:

Anonimo ha detto...

Ci sono già 28 iscritti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

GRANDISSIMO MARCO CALI'!!!!!!!!!!!!!

AR

Anonimo ha detto...

INIZIATIVA CHE SI SPOSA BENE CON IL TREMONTI-PENSIERO.

VUOI ADERIRE PERCHE' LA BANCA D'ITALIA DIVENTI DI PROPRIETA' DEL POPOLO ?

DI QUALE POPOLO ?
DEL POPOLO DELLE LIBERTA' !!!

Anonimo ha detto...

29 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

808 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Ottima iniziativa.......
Alessandro

Anonimo ha detto...

815 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

47 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Vincenza e Paolo,
fatevi un uomo e una donna.
O fatevi una donna e un uomo.
O fatevi due donne.
O fatevi due uomini.
O fatevi tra di voi.
Basta che fate qualcosa !

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo: certo. Ha ragione. Cert. Ha ragione. Certo. Ha ragione. Buona giornata.

Anonimo ha detto...

giovedì 26 marzo 2009
Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

SI CHE DIVENTI DEL POPOLO DELLE LIBERTA' !!!

ANZI DEL CAVALIERE E DI BOSSI ( ANCHE SU QUELLA SI VUOLE METTERE LE MANI ).

Anonimo ha detto...

CALI' sei fortissimo.
Donatella

Anonimo ha detto...

PIANO PIANO VIENE FUORI LA VERA ANIMA DEL BLOG

Anonimo ha detto...

e quale sarebbe?

Anonimo ha detto...

L'ANIMA DE LI....

Anonimo ha detto...

Tutte sotto frasi, menate varie: SIETE DEI CONIGLI, QUESTA E' LA VERITA'. Codardi, vigliacchi, etc.... scegliete voi.........
Alessandro.

Anonimo ha detto...

"Nel sito della Banca d'Italia c'é scritto che essa é un "istituto di diritto pubblico"!!!!"


Certo. E' un istituto di DIRITTO pubblico, tuttavia di PROPRIETA' di privati.

Capisco che per le menti che circolano in questo blog, la differenza tra diritto e proprietà sia troppo complessa da digerire.
Quindi non provo nemmeno a spiegarla, per non essere subissato dalla solita accozzaglia di insulti che riservate a chiunque provi a spiegare qualcosa che non sia di gradimento.

Un (futuro) avvocato

Anonimo ha detto...

Lasciateli perdere tutti questi vigliacchi o codardo o conigli vari. Sono invidiosi al punto tale che non sanno nemmeno loro cosa vogliono. Questa é gente frustrata, che a casa sarà sottomessa continuamente e si sfoga sul web.
Se aveste un po' di coraggio dimostrereste qualcosa invece di dire stupidaggini. Ora risponderete con altre allusioni, ma di voi non si sa nulla. In conclusione: AVETE RAGIONE. Così siete contenti!
AR

Anonimo ha detto...

92 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

833 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

per l'anonimo de "L'ANIMA DE LI...."

.......senza parole........

Anonimo ha detto...

Lasciateli perdere tutti questi vigliacchi o codardo o conigli vari. Sono invidiosi al punto tale che non sanno nemmeno loro cosa vogliono.Questa é gente frustrata, che a casa sarà sottomessa continuamente e si sfoga sul web.

Questo è un tipico esempio di persona non frustrata che non ha bisogno di sfogarsi sul web...

Anonimo ha detto...

In un giorno:
102 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

841 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

112 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Per l'avvocato: certo. Ha ragione. Certo. Ha ragione. In questo blog circolano persone non intelligenti come lei. Ha ragione. Grazie. Ha ragione.

Anonimo ha detto...

Per l'avvocato: certo. Ha ragione. Certo. Ha ragione. In questo blog circolano persone non intelligenti come lei. Ha ragione. Grazie. Ha ragione.

LE SOLE ARGOMENTAZIONI CHE SI USANO IN QUESTO BLOG CONTRO CHI DISSENTE.
UN PO' POVERE NON VI PARE ?

Anonimo ha detto...

LE SOLE ARGOMENTAZIONI CHE SI USANO IN QUESTO BLOG CONTRO CHI DISSENTE.
UN PO' POVERE NON VI PARE ?

Chi é? Nome? Cognome? Impiego? E' andato a votare? ecc...........

Anonimo ha detto...

E invece quest'ultimo anonimo che chiede informazioni chi è? Nome? Cognome? Impiego? E' andato a votare?

Ma è possibile che non vi accorgete che se siete anonimi non potete criticare gli altri anonimi?

Possibile che ci siano così tanti buoi che danno del cornuto agli asini?




Concludo affermando sonoramente che gli anonimi sono tutti stupidi, vigliacchi, conigli!
Firmato
Anonimo

Anonimo ha detto...

852 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

130 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Chi é? Nome? Cognome? Impiego? E' andato a votare? ecc...........

DOCUMENTI !!!!!

La ronda vigila !

Anonimo ha detto...

Per tutte le persone che commentano tanto per fare: ma con tutti i blog che ci sono perché dovete leggere questo che non é alla vostra altezza?
Andate sui blog dei politici o dei giornali: li vi troverete sicuramente meglio!
Alessandro.

Anonimo ha detto...

151 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Dopo circa 30 minuti dall'ultimo aggiornamento ci sono 163 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Per tutte le persone che commentano tanto per fare: ma con tutti i blog che ci sono perché dovete leggere questo che non é alla vostra altezza?
Andate sui blog dei politici o dei giornali: li vi troverete sicuramente meglio!

QUESTO E' UN BLOG POLITICO !
E' UNA FINESTRA SUL TREMONTI PENSIERO.

Anonimo ha detto...

Per il signor anonimo che ha scritto:QUESTO E' UN BLOG POLITICO !
E' UNA FINESTRA SUL TREMONTI PENSIERO

Certo. Ha ragione. Certo. Ha ragione.Ha ragione. Grazie. Ha ragione.

Anonimo ha detto...

175 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

A questa iniziativa, contestatori vari, dovreste unirvi. Invece siete come i politici o di destra o di sinistra che se uno dei due dice una cosa giusta l'altro dice che é sbagliata.
Bruno.

Anonimo ha detto...

PER BRUNO.

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

SI, DEL POPOLO DELLE LIBERTA'.

p.s.
Secondo te il popolo, ovvero gente come io e te, diventeremo i proprietari.
Beato te che vivi nell'ignoranza che ti rende felice.

Anonimo ha detto...

Do una mano a Paolo

180 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Vincenza

Anonimo ha detto...

E' solo l'entusiasmo iniziale. Mo' non si iscrive più nessuno.

Anonimo ha detto...

DUECENTO!!!!! 200 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Vincenza da una mano a Paolo che ne ha bisogno.
Con le sue non ci riesce.......

Anonimo ha detto...

Commento stupido

Anonimo ha detto...

A discussioni stupide commenti stupidi

Anonimo ha detto...

Do una mano a Paolo

208 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Vincenza

Anonimo ha detto...

208 italiani hanno aderito.

60.000.000-208 italiani non hanno ancora aderito !
O non aderiranno mai ?

Anonimo ha detto...

LA REALTA' E', INVECE, CHE IL CONTROLLATO E' IL CONTROLLORE E IL CONTROLLORE E' IL CONTROLLATO.

E che c'è di strano in un Paese dove il conflitto di interessi è istituzionalizzato ?

Anonimo ha detto...

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

DA EX UNIONE SOVIETICA !

Anonimo ha detto...

265 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

893 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Per IL GENIO anonimo CHE HA DETTO:
60.000.000-208 italiani non hanno ancora aderito !
O non aderiranno mai ?

Scusi GENIO: secondo lei, se la notizia venisse divulgata tramite qualche giornale o tramite la tv gli iscritti potrebbero aumentare?
Mi risponda, per favore, GENIO.
Ovviamente la risposta la possono dare anche altri GENI che sono dello stesso parere del GENIO in questione.

Roberto.

Anonimo ha detto...

312 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

910 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Io che sono un GENIO a un NON GENIO come ROBERTO non do nessuna risposta.
Sarebbe tempo sprecato.

Anonimo ha detto...

Per il genio: Certo. Ha ragione. Certo. Ha ragione.Ha ragione. Grazie. Ha ragione.

Anonimo ha detto...

Lasciatelo stare il genio: se non commenta qui dove volete che parli. A casa? No, é sottomesso. Forse al bar, ecco lì sarà l'esperto. Ma il fatto che non si sappia chi è DA GIA' LA DIMOSTRAZIONE DEL SUO ESSERE: NASCONDERSI.
Altrimenti, se avesse qualche idea utile, potrebbe essere utile a tutti i lettori, invece scrive con allusioni varie, poi risponde ancoraCON ALRE ALLUSIONI E COSì VIA. In definitiva, come tanti altri commentatori del senno di poi SI PUO' DEFINIRE UN CONIGLIO!
Alessandro

Anonimo ha detto...

GRANDISSIMO MARCO CALI'.
Con stima.

Rita

Anonimo ha detto...

Alessandro vorrebbe che mi qualificassi, dicessi, spiegassi, illustrassi, ecc.

No, non dico nulla.

Ho parlato in passato ma mi sono accorto che è inutile parlare a sordi, ciechi e non pensanti.

Buon fine settimana.
Se volete continuate voi tra oggi e domani a contare gli iscritti, o a fare altre menate del genere. Ho notato che specie nel fine settimana vi scatenate, evidentemente non avete di meglio da fare.
Fatevi l'uomo, la donna, o quello che volete.
Vi consiglio di prendere un pò di viagra ed allietare pomeriggi e serate.

Anonimo ha detto...

Lasciatelo stare il genio: se non commenta qui dove volete che parli. A casa? No, é sottomesso. Forse al bar, ecco lì sarà l'esperto. Ma il fatto che non si sappia chi è DA GIA' LA DIMOSTRAZIONE DEL SUO ESSERE: NASCONDERSI.
Altrimenti, se avesse qualche idea utile, potrebbe essere utile a tutti i lettori, invece scrive con allusioni varie, poi risponde ancoraCON ALRE ALLUSIONI E COSì VIA. In definitiva, come tanti altri commentatori del senno di poi SI PUO' DEFINIRE UN CONIGLIO!
Alessandro

Guarda che di persone che hanno dato consigli ed idee utili ce ne sono state, ma per voi qualunque cosa non venga dal vostro guru di fiducia è solo da conigli...
Usatelo il cervello, non fa male ed è utile.

Anonimo ha detto...

Usatelo il cervello, non fa male ed è utile.

Chi parla? Chi é? Ha fatto qualcosa nella vita? Si possono avere notizie di lei? no, perché .......

Anonimo ha detto...

Usatelo il cervello, non fa male ed è utile.

Chi parla? Chi é? Ha fatto qualcosa nella vita? Si possono avere notizie di lei? no, perché .......


TI CONSIGLIO PIU' DI UNA DOSE DI QUELLE PASTICCHE.

Anonimo ha detto...

TI CONSIGLIO PIU' DI UNA DOSE DI QUELLE PASTICCHE.

E' proprio un simpaticone: che battute. Complimenti genio. Fa delle battute fantastiche. Oltre ad essere un genio é anche un simpaticone: la perfezione.

Penso che a tutti piacerebbe sapere chi é lei. Dica chi é, cosa ha fatto, dai, per favore.

Anonimo ha detto...

Alessio dove sei andato a commentare? Nel sito del Grande Fratello?

Anonimo ha detto...

Aderisco, anche se non sono iscritta a Facebook.
Giovanna.

Anonimo ha detto...

934 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

QUATTROCENTO!!!!!!!400 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Strano che Alessio o il BI.R.CO. o qualche altro contestatore non aderisca a questa iniziativa? Non vi piacerebbe che la Banca d'Italia fosse veramente dei cittadini?
Poi magari, questi contestatori, dicono di essere diversi dai politici. Siete uguali ai politici: se qualcuno dice una cosa giusta voi per forza dovete andare contro.................

Anonimo ha detto...

Strano che Alessio o il BI.R.CO. o qualche altro contestatore non aderisca a questa iniziativa? Non vi piacerebbe che la Banca d'Italia fosse veramente dei cittadini?
Poi magari, questi contestatori, dicono di essere diversi dai politici. Siete uguali ai politici: se qualcuno dice una cosa giusta voi per forza dovete andare contro.................

ASTUPIDO ! ( come dite voi a Padova ).

MA CREDI PROPRIO CHE LA BANCA D’ITALIA DIVENTI DEI CITTADINI ?

CREDI PROPRIO CHE DIVENTI UN PEZZETTINO ANCHE TUA ?

NON PENSI INVECE CHE DIVENTI DEI POLITICI ?

ASTUPIDO ! ( come dite voi a Padova ).

Anonimo ha detto...

L'ultimo commento definisce chiaramente il modo di pensare dei vari contestatori........
Anonimi, che non si sa chi sono, dicono di gestire patrimoni gratuitamente, hanno aderito a degli scioperi,...........

E' evidente che l'Italia sia messa così, con gente così..........

Anonimo ha detto...

L'ultimo post mi sembra l'infinito di Leopardi.

E' evidente che l'Italia sia messa così ( COME ? ), con gente così ( QUALE ? )..........


A chi parli ?
Conosci chi ha detto cosa ?
Sai cosa vuoi dire ?
E a chi ?

Chiarisciti le idee, svegliati dal torpore mentale e dai concretezza al tuo pensiero, altrimenti fai solo esercizio vocale di APRIRE BOCCA E FARE TROMBETTA ( come direbbe il sommo padre Dante ).

Firmato:
Anonimo ( come te )

Anonimo ha detto...

Basta rispondere ai commenti anonimi o alle provocazioni..... questa é gente che é frustrata di brutto ................

Anonimo ha detto...

Sono stato in vacanza un po' di giorni e ripartirò presto, però un paio di cose le devo scrivere, visto che, anche se non vi sono mancato molto, continuate a citarmi a sproposito...

Un paio di commenti, stavolta più verso le persone che scrivono sul blog.

Uno per Bruno che dice che molte persone che commentano non sarebbero in grado di spiegare alcuni strumenti finanziari. Leggendo la frase ho pensato che si riferisse a se stesso, visto che da lui non ho MAI VISTO UN COMMENTO, dico uno solo che fosse di finanza...

Anche perchè io non ho mai negato di essere un assoluto neofita della finanza.
Tuttavia anche da neofita non è difficile capire, ad esempio, che l'italia non è l'ultimo stato della UE per rating. Bastava guardare sui siti (cosa che bruno, dall'alto delle sue sicurezze, non ha mai fatto!).
L'ho scritto per un anno e voi mi davate del coniglio.
Qualche tempo fa l'ha confessato anche Calì di aver detto una "sciocchezza" incredibile, eppure, per voi, io continuo a rimanere un coniglio...

Questa è incoerenza e incapacità di distinguere la verità delle affermazioni.
Ma questo è un problema di molti tifosi che scrivono qui, non è certo un mio problema.
Siete voi che vivete in un vostro mondo in cui la grecia, ad esempio, è più sicura dell'italia.

Secondo punto.
Non essendo un tifoso, non ho alcuna dfficoltà ad ammettere che il problema della proprietà della banca d'Italia andrebbe risolto nella direzione di una maggiore autonomia della banca e che essa debba appartenere al "popolo" (ovviamente non alla politica come qualcuno teme che sia il rischio).

Per questo ritengo VALIDA ed APPREZABILE la richiesta di Calì.

Tuttavia, credo non ci sia nulla di strano se dico che non firmerei MAI una petizione PUBBLICITARIA di uno che (per fare un paio degli altri esempi facili) scrive, SENZA CITARE le fonti!!!!, che l'italia ha lo stesso rating del botswana o che solo gli italiani dementi ed ignoranti comprano titoli di stato italiani. E che dopo che lo ha scritto NON ammette che ha scritto una falsità!

Ma la verità è che gli unici furbi ed intelligenti in italia siete voi ed io sono il solito coniglio/ignorante esaurito/che guarda solo la tv/etc/etc...

Alessio
P.S. Paolo, quanti conti correnti hai? Se non ne hai almeno un centinaio, lascia perdere...
Quante ore hai perso a fare gli aggiornamenti? Se lavoravi, non guadagnavi di più?

34 euro li guadagni più rapidamente facendo qualsiasi lavoretto utile davvero alla società, che non scrivendo 850 volte il numero degli iscritti alla petizione sull'abolizione del bollo!

Anonimo ha detto...

CINQUECENTONOVE!!!!!!!509ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

CERTO ALESSIO. HA RAGIONE. CERTO. HA RAGIONE. CERT ALESSIO. HA RAGIONE.

Anonimo ha detto...

515 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

970 ISCRITTI!!!! E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Alessio
P.S. Paolo, quanti conti correnti hai? Se non ne hai almeno un centinaio, lascia perdere...
Quante ore hai perso a fare gli aggiornamenti? Se lavoravi, non guadagnavi di più?

Buona sera Signor Alessio, sono Paolo!
Forse non lo ha letto perché é stato in ferie (per caso, sarà mica andato al congresso del PDL?) ma vengo retribuito con 10 euro per ogni iscritto.........

Anonimo ha detto...

SEMPRE MEGLIO IL CONGRESSO DEL PDL CHE LE ADUNATE DI PONTIDA.

LEGGETEVI QUESTO :
http://phastidio.net/2007/12/31/tutto-quello-che-avreste-voluto-sapere-sulla-banca-ditalia-ma-non-avete-mai-osato-chiedere/

Anonimo ha detto...

Buona sera Signor Alessio, sono Paolo!
Forse non lo ha letto perché é stato in ferie (per caso, sarà mica andato al congresso del PDL?) ma vengo retribuito con 10 euro per ogni iscritto.........

Quindi a Paolo non gliene frega nulla della proposta in se'.
E solo un prezzolato...
Per carità, è un lavoro come altri...

Anonimo ha detto...

La nazionalizzazione della Banca d’Italia: il prossimo fardello del Debito Pubblico
Tratto da Rinascita - www.rinascita.info - 20 dicembre 2006

Crescono le polemiche sul nuovo statuto di Bankitalia Spa. In molti si scagliano sulla manipolazione dell’art.3 che non contiene più la norma che garantisce il controllo di Palazzo Kock da parte dagli enti pubblici, ma sono in pochi ad aver compreso la vera strategia delle lobbies bancarie che, nell’ottica del piano di nazionalizzazione della banca centrale italiana - prevista nella legge del risparmio - si preparano a realizzare immensi profitti con la cessione obbligatoria entro il 2008 delle azioni possedute dai privati allo Stato.

L'eliminazione dall'art. 3 di una norma che di fatto non veniva applicata, ha sicuramente cancellato ogni dubbio sulla proprietà privata di Bankitalia legalizzando così tale dato di fatto, ma non aggiunge niente di nuovo. La Banca di Italia si dichiara finalmente una società per azioni, e in virtù di tale posizione le Banche beneficiano dei dividendi che derivano essenzialmente dagli interessi percepiti sui titoli di debito pubblico, essendo i creditori diretti dello Stato a causa di un circuito vizioso di interessi e capitali.

Scagliarsi su una norma che elimina la specificazione dei proprietari della Banca di Italia, significa anche perdere di vista il quadro di insieme del nuovo Statuto che applica le direttive della legge del risparmio, che porterà alla nazionalizzazione di Bankitalia, per una cifra da stabilirsi ma sicuramente spinta al rialzo (art. 19, co. 10 legge 262/2005). Il nuovo statuto, a sua volta, ribadisce la natura della Banca d'Italia come ente pubblico ma indipendente dallo Stato e stabilisce che le quote di Bankitalia saranno cedute agli enti elencati all'art. 3 nel precedente statuto, per cui il cessionario delle quote sarà comunque lo Stato (art. 49 Statuto). Chi ha interpretato la modifica dell'art.3 come una semplice spiegazione di un dato di fatto già esistente nella prassi, ha preso una cantonata ed è caduto nella propaganda dei Banchieri che vuole rivalutare le azioni della Banca d'Italia per poi venderle allo Stato a caro prezzo, dato che elevato è il valore che le si attribuisce.

La propaganda non sta nell'intenzione o meno di nazionalizzare, per scontentare le lobbies bancarie che detengono il capitale, ma nel credere che questa sia la soluzione ai problemi del debito pubblico italiano, come molti sostengono, dando così molto più valore a quelle azioni possedute dai Banchieri. L'ex ministro Giulio Tremonti stabilì il valore della Banca d'Italia intorno agli 800 milioni di euro, sostenendo che la sua stima partiva dal valore dei dividendi, ma in passato l'Abi, l'ha sempre valutata sul valore del patrimonio netto di Bankitalia, ossia sui 20 miliardi di euro. E infatti nel corso dell'assemblea straordinaria di Bankitalia che ha approvato lo Statuto, i rappresentanti delle banche partecipanti al capitale hanno manifestato contro la ripartizione degli utili considerando che è in programma un "esproprio" la cui valutazione fa proprio riferimento ai dividendi, e per tale motivo pretendono una migliore valutazione.

Per cui mentre tutti guardano alla proprietà della Banca di Italia come una soluzione al problema del debito pubblico, i Banchieri sono pronti sin d'ora a cederla, ma non al prezzo che è stato proposto: voglio di più perché vale molto di più.
Per comprare questo bel gioiello occorrerà una manovra Finanziaria ah hoc. Proprio adesso che si parla di liberalizzazione dei servizi e di privatizzazione, l'Italia fa una legge per la nazionalizzazione della Banca Centrale che, guarda caso, trova il pieno beneplacito della Commissione Europea e dei Banchieri. È ovvio che esiste un trucco in questo gioco di parole, in quanto "Nazionalizzazione della Banca Centrale" è un concetto vuoto di significato senza una norma che restituisce la sovranità monetaria allo Stato.

Per cui la Banca di Italia si prepara a ritornare nei forzieri del Tesoro dello Stato come pezzo d'antiquariato, vuoto e inutile, che i cittadini italiani dovranno pagare a caro prezzo con le tasse e i loro soldi. Come potrà infatti lo stato Italiano acquistare la Banca d'Italia se non ha i soldi, se continua ad indebitarsi per pagare un debito che praticamente non è estinguibile con moneta propria? L'Italia non ha la sovranità monetaria, è costretta a chiedere in prestito il denaro per far fronte alle spese. A pagare la Banca di Italia, di diritto e da sempre di proprietà degli Italiani, saranno i cittadini con le tasse, con il loro stesso lavoro, indebitandosi a loro volta presso gli istituti di credito.

Ritornerà di proprietà dello Stato un'entità che di fatto non ha poteri, in un momento storico in cui anche la stampa della moneta perderà ogni senso, perché ogni transazione sarà elettronica, sarà pagata con moneta elettronica. Il signoraggio non smetterà di autogenerarsi e sarà assoluto perché le Banche avranno potere di emissione di moneta infinita in maniera incontrastata. La moneta si perderà nei circuiti virtuali e telematici dei sistemi informatici delle Banche, e le Carte Visa diventeranno delle piccole banche emittenti che erogheranno soldi in relazione alla capacità di indebitarsi di ogni utente. Le Banche Centrali nazionali non serviranno a nient'altro che come enti amministrativi, come autority, ma non avranno alcun potere né sull'emissione del denaro né sui tassi di interesse, o quanto meno sulle fusioni bancarie.

Per tale motivo le Banche si disfanno di questa partecipazione, che non avrà più significato in futuro, per entrare nel mercato virtuale e nel microcredito. Non dimentichiamo infatti che la legge del risparmio, e l'approvazione dello Statuto si accompagna ad un'altra decisione importante da prendere, ossia la deregolamentazione delle Banche popolari e cooperative.
Stiamo per entrare nella nuova era in cui ogni Banca sarà libera di stampare la sua moneta ogni volta che dà una carta di credito, garantendo la presenza di una riserva minima. Il nostro sistema economico sta cambiando e, mentre i Banchieri sono coscienti di questo e adeguano i nuovi strumenti, noi continuiamo a viaggiare su quello vecchio che è ormai da rottamare.
Il vecchio carrozzone dell'Italia non è l'Alitalia, o le Poste o altre grandi società, ma è proprio la Banca di Italia, quella a cui tutti guardano per risolvere i problemi dello Stato: sarà un ulteriore fardello sul debito pubblico, perché non esiste libertà dell'Italia senza la sovranità monetaria.

Anonimo ha detto...

Buongiorno,

spero che risulti evidente che il motivo principale per le quali viene continuamente postato in questo blog l'aggiornamento degli iscritti alle due proposte (in sè assolutamente condivisibili)è far salire nelle prime pagine dell'elenco di google il link di questo blog.

MGF

Anonimo ha detto...

MILLE ISCRITTI!!!! 1.000!!!!!!!

E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?gid=55371903405

Invito al Governo per l'abolizione dell'imposta di bollo sul c/c bancario

Paolo

Anonimo ha detto...

Grande Marco! Ho visto che anche alcuni PEZZI GROSSI (senatori, politici, banchieri, ecc.) si sono iscritti.
Le tue iniziative sono molto interessanti.

Anonimo ha detto...

SEICENTO ISCRITTI!!!! 600!!!!!

E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Grande Marco! Ho visto che anche alcuni PEZZI GROSSI (senatori, politici, banchieri, ecc.) si sono iscritti.
Le tue iniziative sono molto interessanti.

IL TREMONTI-PENSIERO .

Anonimo ha detto...

Grande Marco! Ho visto che anche alcuni PEZZI GROSSI (porporati, principi, sovrani, accademici, ecc.) si sono iscritti.
Le tue iniziative sono molto interessanti.

Anonimo ha detto...

L'iniziativa la ritieni giusta o no? Rispondete a questo, altro che scrivere menate.
Poi lo fate in maniera anonima: aveste il coraggio di farvi vedere CO NI GLIO NI: QUESTA e' la definizione giusta!

Anonimo ha detto...

Stupendo Marco, sei grande, grandissimo,sublime.
Sei quasi come il Cavaliere.
Ad majora con le tue iniziative.
Grazie a te il popolo diventerà azionista di Bankitali.
Grazie

Anonimo ha detto...

secondo me l'Italia andrà così


giovedì 26 marzo 2009

La fine dei “Fini”

Un altro “mattone nel muro”, per citare i Pink Floyd.
La fusione di AN con Forza Italia, e formazioni minori, per dare forma al PDL segue ad un anno e mezzo la creazione del PD.
La volontà ovviamente evidente è quella di creare due partiti fotocopia “centristi” che siano totalmente malleabili e proni alla volontà dei poteri forti chiunque di esso sia al potere.
Il nuovo PDL finirà per “favorire” il PD nella misura in cui parte dei destrorsi di AN, non riconoscendosi nella nuova formazione “centripeta”, non andrà a votare facendo risalire percentualmente il Patito Democratico.
Da quando esiste il PD la sinistra è semisparita perché l’operaio “classista”, perfino il dipendente pubblico garantito non si sente “pidino”, come si è ben visto nelle elezioni abruzzesi e sarde.
Da oggi anche moltissimi cittadini “di destra” non andranno a votare alle prossime amministrative, in questo senso in percentuale rafforzando il PD nella fasulla dicotomia destra-sinistra.
Gianfranco Fini, il più pericoloso dei politici voltagabbana, ha dichiarato che la nuova formazione non sarà “di destra”. E se il PD non è di sinistra, allora dove sta la libertà di scelta in cabina elettorale?

Bizzarro vero?
Dopo che l’MSI fu assorbito in AN, il PCI si sciolse nel PDS, poi DS, Ulivo infine PD.
Adesso AN converge nel PDL che è infine similissimo al PD, il cerchio si chiude.
Non vi fa venire in mente una cosa però?
Se AN e FI avessero mantenuto la loro identità, in alleanza con la Lega, col PD figlio “illegittimo” dei progressisti la sinistra sarebbe stata condannata all’opposizione perpetua.
Invece con il PDL, pure esso enità politica di statuto ignoto, la sinistra si riprenderà!
Perché se analizziamo i dati delle recenti elezioni regionali abruzzesi e sarde scoprite che Berlusconi ha preso meno voti di quando le votazioni le aveva perse, ma il gioco è stato che tanta parte dei progressisti non è andata a votare per QUESTA pseudo sinistra (1).
Succederà specularmente per questo centrodestra la medesima cosa ottenendo il risultato di fare “rinascere” il PD nelle percentuali, naturalmente “in discesa” .

Rimane da regolare i conti con la Lega, la riemergente sinistra comunista e Di Pietro. Casini, da buon prostituito democristiano, non costituisce un problema, si accaserà da qualche parte.
L’ordine dall’alto è mantenere il potere per chi ce l’ha, mentre tutto crolla, adoperando qualunque brutalità istituzionale.
Ed ecco a giugno pronto l’ennesimo referendum supermaggioritario per portarci al bipartitismo perfetto come in America.
E come in America alla fine solo il 50 per cento della gente andrà alle urne quindi una sparuta minoranza di cittadini a scegliere la maggioranza assoluta dei parlamentari procurando una fortissima distorsione del gioco democratico.
In questo modo la Massoneria, manovrando e corrompendo attraverso i media la parte più stupida e teledipendente della popolazione potrà insediare i suoi pupazzi in modo “democratico” di cui kippah Fini imcarna la perfetta nullità telecomandabile.

Da quando in un famoso discorso tenuto l’ 11 settembre 1991, George Bush padre, lancio il NWO su scala planetaria anche in Italia si sono susseguiti numerosi referendum o raccolta firme sul sintema elettorale, mentre prima di allora non ve ne era stato nessuno, TUTTI tesi alla “SEMPLIFICAZIONE”, alla “GOVERNABILITA’”, all’”ANTIPOLITICA”, in vero escogitati unicamente per eliminare i partiti a base popolare e ideologica e sostituirli come sta, aimè, avvenendo, con due “SCATOLE VUOTE” come sono il PD ed il PDL.
Il primo e famoso referendum maggioritario fu quello del 1993 promosso da Mario Segni, un massone mandato in campo a questo solo scopo, di instaurare il sistema maggioritario GUARDACASO “anglosassone” in italia.
Per fortuna la casta dei partitini fece in modo di “fregare” il referendum consentendo un quota di proporzionale al 25%.
Poi fecero scendere in campo Berlusconi per “unire il paese” creando un partito che moderato che portasse via i voti alla Lega impedendole di prendere la maggioranza dei consensi al Nord e fare dopo la secessione.
Indicativo e rivelatore che, proprio in questi giorni, il Cavaliere Blu inaugurando la TAV intera Milano-Roma abbia detto che “la TAV unisce ancora di più il paese”. Unico caso al mondo in cui l‘alta velocità ferroviaria non è stata fatta per esigente di saturazione delle linee (Giappone) o per scelta di politica ambientale rispetto al trasporto (Spagna e Germania) o per entrambi questi motivi (Francia).

Dopo il 1993 ci furono parecchi tentativi di nuovi referendum supermaggioritari, tutti volti a creare il bipartitismo perfetto, alcuni falliti per mancanza del “quorum”.
Quest’anno l’ennesimo referendum antidemocratico CHE VORREBBE ATTRIBUIRE IL PREMIO DI MAGGIORANZA ALLA SOLA LISTA VINCENTE IN MODO DA SCORAGGIARE LA DIVERSITA’ NELLE DUE COALIZIONI (2).

Berlusconi sempre in occasione del viaggio sull’ETR 500 verso Roma ha anche dichiarato che “gli italiani dovrebbero lavorare di più”. Probabilmente lui non si riferiva ai dipendenti della regione siciliana, che vanno in pensione dopo soli 25 anni e il 105% dell’ultimo stipendio (!). Nemmeno, suppongo, ai dipendenti di bankitalia che vanno a riposo dopo 20 anni avendo intascato 17 (!) mensilità annuali, men che mai pensava forse agli imboscati nel comune di Roma che stanno per un terzo costantemente assenti dal luogo di lavoro.
Nel Centronord il costo della vita è ormai paragonabile a quello di Germania o Francia (e superiore alla Spagna) ma i salari sono più simili a quelli di Grecia e Portogallo. Senza menzionare, e i giornali scordano assai di farlo, che in molti paesi ci sono anche da anni le 35 ore settimanali anziché 40.
In compenso gli operai avranno meno ammortizzatori, pensioni decurtate e le tasse incrementate.
Il tasso di occupazione in Padania, al 70%, è perfino superiore alla media europeo, infatti è ESCLUSIVAMENTE il Sud che trascina la media “nazionale” (58%) sotto il livello europeo (67%)(3). Ma state tranquilli che sarete voi polentoni a dovere lavorare di più.

E’ chiaro che prima o poi la gente potrebbe capire l’antifona ed è per questo urge fare approvare il referendum del prossimo giugno e togliere di mezzo soprattutto la Lega che è il maggior pericolo al consolidamento del centralismo romano.
Superfluo suggerire quale sarà la mossa finale: il voto agli immigrati.
Necessario assieme al supermaggioritario per impedire che il Nord voti in massa Lega, vedendo i cittadini questo movimento, a torto o ragione, come l’unica forma di opposizione al sistema oppressivo sempre più accresciuto allo scopo si SALVARE L’UNITA’ NAZIONALE.
Perfino imbarazzante constatare come “popolo delle libertà” e “partito democratico” siano banalità tautologiche, buone per essere votate dall’induista, come dal russo, dal cinese o dal romeno. Per non urtare la suscettibilità dei neoelettori globali, dai nomi dei nuovi partiti hanno tolto i termini, finora immancabili, “italia”, “italiano” o “nazionale”.

Una operazione attentamente pianificata che iniziò con la legge Martelli.
In seguito il primo governo Prodi fece due passi fondamentali per l’italianizzazione della Padania: la liberalizzazione delle licenze commerciali e la creazione delle agenzie interinali. Questi due provvedimenti, più che la legge Turco Napolitano, consentirono l’immissione di milioni di immigrati nel mondo del lavoro, a discapito dei cittadini italioti, giustificandone la presenza nella cornice demagogica del “lavori che gli italiani non vogliono fare”.
Le “liberalizzazioni” di Bersani e infine il “piano casa” di prossima emanazione sono altri passi nel senso di sollecitare e invitare l’ingresso di stranieri in qualsiasi modo, a qualsiasi titolo. Le case popolari andranno a quasi esclusivo pannaggio dagli extracomunitari, ma saranno i Rom a trarre il maggior beneficio dalle autocertificazioni nelle licenze edilizie, che la legge governativa intende imporre anche contro la volontà delle amministrazioni locali. Gli zingari potranno così costruirsi megaville con piscina, come fanno da sempre in vero, ma stavolta senza neanche il pericolo di essere tacciati di “abusivismo”!

Ma hanno fatto i conti senza l’oste gli “italianisti”.
E l’oste è che l’80% del PIL italiano viene prodotto sopra Firenze.
Quello che sta succedendo è che (finalmente!) molti piccoli e medi imprenditori padani, anche non di simpatie leghiste, stanno comprendendo che l’italia è un colossale imbroglio per fottere i coglioni che lavorano, e onestamente pagano ancora, per poco si spera, le imposte. Molti imprenditori, sopraffatti dalle tasse pitocche, stanno approfittando della crisi, della cassa integrazione, per chiudere bottega e/o spostare la produzione all’estero. Oppure passare al “nero” o scambiano onerosi dipendenti anziani con meno costosi giovani, spesso stranieri, assunti con un contratto precario.
Da menzionare pure che a fronte di un calo della ricchezza totale prodotta, stimato anche al 4% per il 2009, arriverà un altro milione d’immigrati a richiedere attenzione e diritti. Col sicuro risultato di peggiorare la situazione.
Tuttavia, assisterete attoniti alle sempre più numerose, sentenze della magistratura, decisioni delle “authority”, prese di posizione di “famiglia cristiana”, filippiche di Napolitano, il capo di stato dei Casalesi, in favore dell’ingresso indiscriminato di terzomondiali.
Mentre i NOSTRI invalidi lottano invano per tenersi il lavoro nella crisi, le cui miserrime pensioni non tengono il passo della globalizzazione, costretti a subire in silenzio, nelle scuole pubbliche, frizzi e lazzi da parte del bullismo “migrante”.
Ah già, se di certi problemi non si parla a ”ballarò” o “annozero”, non esistono, dimenticavo.

Quindi il Nord sta per divenire economicamente più simile al Mezzogiorno che all’Europa, con criminalità diffusa per merito dei “neoitaliani”, servizi scadenti, senza aeroporti intercontinentali, ferrovie indegne di questo nome, con un’amministrazione locale senza soldi, impossibilitata a reggere la concorrenza non solo del la Cina ma nemmeno delle vicine Spagna o Slovenia.
Pensate voi che, con tutto il rispetto, Molise, Calabria, Sardegna ed il resto del Sud riusciranno a competere loro con il resto del mondo per mantenere l’italia nel G7?
L’economia vince sempre sulla politica, come dimostrato dal fallimento dell’URSS e dal collasso in corso degli USA.
Non saranno di certo le miriadi di laboratori clandestini cinesi totalmente sconosciuti a INPS, INAIL e ispettorato del lavoro, dalle condizioni di lavoro selvagge, a salvare l’economia. Tantomeno i ristoranti “etnici” o i “call center”.

Ed è proprio per questo che l’italia è terminale!
Quatto o cinque regioni padane NON potranno sfamare 65 milioni di residenti, tra “italiani” e non, e contemporaneamente, reggere la competizione globale sempre più sfrenata che Obama si sta sforzando di imporre.
Non è matematicamente possibile che sempre meno cittadini che lavorano possano indefinitamente foraggiare sempre più persone a reclamare “diritti” e bisognose di aiuto.
Non c’è più niente da fare per questa italietta marocchina, qualsiasi referendum si struggano di far passare i “poteri forti”.
Qualunque FALSO RIVOLUZIONARIO “antipolitico” venga gettato nell’arena cybernautica a promettere grottesche ricette miracolistiche, qualsivoglia fustigatore “neander-italiano” infiocchetti di nastrini tricolori il proprio sito web, non basterà ai cospiratori, nemmeno tramare attraverso subdoli arlecchini istituzionali come Gianfranco Fini.

F. Maurizio Blondet

1 ) http://2piu2uguale5.ilcannocchiale.it/post/2120444.html
2 ) http://www.alessandroronchi.net/2009/cosa-dice-referendum-legge-elettorale/
3 ) http://archivio.rassegna.it/2008/lavoro/articoli/istat_occupazione.htm

Anonimo ha detto...

QUESTA E' LA VERA ANIMA DEL BLOG.

PER IL RESTO PUBBLICITA'.

Anonimo ha detto...

Marco Calì COMPLIMENTI. UN GRUPPO DI TUOI LETTORI.

Anonimo ha detto...

PUBBLICITA'

Anonimo ha detto...

L'humus del blog è ormai chiaro.

Contro tutti e contro tutto per imporre valori e politici di riferimento oramai evidenti.

Il resto : PUBBLICITA' !

Anonimo ha detto...

Un grazie a chi ignora completamente il coniglio e non gli risponde. Non merita nessuna risposta.........

Anonimo ha detto...

Complimenti Signor Calì: ho provveduto a girare queste iniziative tramite e-mail. Sappia che anche se non mi registrato su facebook (come nel mio caso) aderisco alle sue ottime proposte. Antonio.

Anonimo ha detto...

L'iniziativa la ritieni giusta o no? Rispondete a questo, altro che scrivere menate.
Poi lo fate in maniera anonima: aveste il coraggio di farvi vedere CO NI GLIO NI: QUESTA e' la definizione giusta!


Ma te ne accorgi che anche te sei anonimo???!?!?!!!??!!!!?!!!???!!!??!!!

Ma come fai a dire che gli ALTRI sono dei CO NI GLIO NI perchè sono anonimi e non hanno il coraggio di mostrarsi, quando anche TU sei anonimo e non hai il coraggio di mostrarti!?!?!?!?

Ma vi rendete conto dell'idiozia enorme che c'è dietro questo messaggio!
E' davvero incredibile!

Anonimo ha detto...

non rispondere ai CO NI GLIO NI.... come quest'ultimo.....

Anonimo ha detto...

La mamma dei CO NI GLIO NI é sempre incinta: lasciamoli perdere ,.,.,.,.,

Anonimo ha detto...

C'era una volta un CO NI GLIO NE che aveva detto che a 1.000 si sarebbe fermato il gruppo dell'invito al governo per l'abolizione del bollo sul c/c.......

Anonimo ha detto...

E INVECE DI MILLE A QUANTO SIETE ARRIVATI ?
( Mi riferisco alla tassa di bollo sui c/c e non alla nuova iniziativa della Banca d'Italia )

E ORA PUBBLICITA' !

Anonimo ha detto...

TISCALI OGGI - 20 %

Tenere ? acquistare ? vendere ?
Per favore : chi sa, parli subito e non a posteriori.

Grazie per il coniglio

Anonimo ha detto...

Pardon :
grazie per il consiglio.

Con tutta questa pubblicità sto diventando anch'io pubblici-dipendente.

Anonimo ha detto...

SONDAGGIO.
Per conoscere la consistenza del silenzioso popolo dei conigli, ovvero di coloro che non partecipano al coro dei tifosi e dei plagiati del blog.

A costoro ( popolo dei conigli ) propongo di esprimere con una parola la loro adesione al gruppo dei “ contestatori “ inteso non nel senso spregiativo che ne danno i tifosi, ma nel senso positivo di coloro che criticano, dissentono, manifestano disappunto a tesi, dati, informazioni inesatte o non veritiere.

La parola di adesione è :
PUBBLICITA’

Ogni persona che si riconosce nel gruppo dei “ contestatori “ invii un post con la parola di adesione.

A Paolo il conteggio.

Io aderisco per primo.

PUBBLICITA’

Anonimo ha detto...

Pubblicità: certo, hai ragione, certo, hai ragione, certo, pubblicità, hai ragione, certo, hai ragione.

Anonimo ha detto...

673 ISCRITTI!!!!

E VAIIIIIIIIIIII! wowwwwwwwwwwwwwwwwwwww

Girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Paolo

Anonimo ha detto...

Quando é Marco che comunichi la grossissima novità a cui ti stai dedicando?
Giuseppe.

Anonimo ha detto...

Forse stai lanciando la petizione per l'estensione dell'ICI agli immobili del clero?

Non vedo l'ora della novità anche io.

Anonimo ha detto...

cosa pensate degli annunci, su tutti i giornali odierni, da parte di Intesa Sanpaolo di vendere la propria quota di Bankitalia?

MGF

Anonimo ha detto...

SIG. CALì sta lanciando la petizione per l'estensione dell'ICI agli immobili del clero?
Grazie per l'iniziativa, aderirò subito

Anonimo ha detto...

A proposito della Banca d'Italia, vi invito a leggere un mio articolo dal titolo: "Eclissi della giustizia: un caso emblematico", nel mio blog http://eclissideivaloricristiani.blosgspot.com

Anonimo ha detto...

1.397 ISCRITTI!

girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Agata

Anonimo ha detto...

1.472 ISCRITTI!

girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Agata