martedì 14 aprile 2009

SOCIAL-IDEA: le donne sanno fare gli affari meglio degli uomini. Anche MUHAMMAD YUNUS, Nobel per la Pace 2006, ha puntato e punta sulle donne!


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice e gentile lettore, torno a parlare di SOCIAL-IDEA, di cui ho scritto nei giorni scorsi.

Alcuni commenti ricevuti danno proprio il senso della NEGATIVITA' che attanaglia e imperversa in determinate persone.

Un anonimo mi definisce "ladro", un altro anonimo scrive "rubare idee", altri anonimi parlano di "furti di idee".

Sono molto contento di queste affermazioni perché non fanno altro che confermare ciò che penso: tante persone hanno un gusto sadico nell'abbattere e nell'ostruire le idee altrui. E, fra le altre cose, lo fanno senza presentarsi o far saper chi sono.


Se uno ti critica, la maggior parte delle volte, lo fa per gelosia o invidia. Non preoccuparti, gentile lettrice e gentile lettore, delle critiche se sei convinto di fare bene. Ricordati, quindi, che se la tua idea suscita ilarità o critiche ciò spesso accade perché fa sentire importante chi te la fa: spesso significa che la tua opera conta qualcosa e che è degna di attenzione.

Tra l'altro ti metto al corrente che, secondo delle ricerche mediche, il 50% dei tuoi capi si sta logorando l'organismo con malattie varie (ulcere, disturbi cardiaci, elevata pressione arteriosa, abuso di psico-farmaci, dipendenza da cocaina, etc.).


Ti consiglio di approfondire la storia di Muhammad Yunus, noto come il "banchiere dei poveri", premio Nobel per la Pace 2006.

Muhammad Yunus é l'inventore del sistema del microcredito, basato su prestiti senza garanzie ai poveri per aiutarli a creare piccole attività.

Ti riporto alcuni dati:

il 99% dei clienti di questa "banca del villaggio" sono DONNE;

i prestiti concessi vengono restituiti nel 97% dei casi!


LE DONNE SANNO FARE AFFARI, SONO PIU' AFFIDABILI E SOPRATTUTTO ONORANO I DEBITI.

Mi rivolgo PRINCIPALMENTE alle donne.

CI SONO TANTE DONNE, ANCHE GIOVANI, CHE POSSONO SVILUPPARE DELLE IDEE VINCENTI.

Ti ribadisco il fatto che Muhammad Yunus ha puntato e punta sulle donne!


Tutte le informazioni su SOCIAL-IDEA le trovi su http://social-idea.blogspot.com/ ...... audaces fortuna iuvat!




19 commenti:

Anonimo ha detto...

ECCO ALCUNI PUNTI SU CUI RIFLETTERE :

1)
…………………
Se uno ti critica, la maggior parte delle volte, lo fa per gelosia o invidia. Non preoccuparti, gentile lettrice e gentile lettore, delle critiche se sei convinto di fare bene. Ricordati, quindi, che se la tua idea suscita ilarità o critiche ciò spesso accade perché fa sentire importante chi te la fa: spesso significa che la tua opera conta qualcosa e che è degna di attenzione.
……………………

E’ VERO GENTILE LETTRICE E GENTILE LETTORE, LA TUA OPERA O LA TUA IDEA CONTA QUALCOSA.
E’ PER QUESTO CHE QUALCUNO ( O IL TUO DATORE DI LAVORO, O IL TUO COLLEGA, O UN CONSULENTE, O ALTRI ) CERCA DI RUBARTELA.



2)
……………………..
CI SONO TANTE DONNE, ANCHE GIOVANI, CHE POSSONO SVILUPPARE DELLE IDEE VINCENTI.
……………………..
Un di queste donne è Agata, che senz’altro sviluppa idee vincenti.

3)
L’iniziativa ebbe fortuna.
Arrivarono 1257 idee di artisti, operai, studenti, casalinghe, pensionati, professionisti, ecc.
Arrivarono anche idee di “ generatori di idee “, sì proprio così si chiamano quelli che per mestiere producono idee nell’ambito di aziende che si avvalgono di tali figure professionali.
Le idee erano le più strane, bizzarre, alcune cervellotiche, altre semplici, altre di una tale ovvietà da farle sembrare quasi stupide.
Alla fine 1115 idee furono archiviate per vari motivi ( perché irrealizzabili, o perchè con prevedibile insignificante ritorno commerciale, o perché già sfruttate da altri, o perché prive di effettivo interesse, e così via ).
Altre 136 idee furono ritenute meritevoli di attenzione, per cui furono avvertiti i loro “ ideatori “ della possibilità di un qualche sviluppo futuro. Ma non essendosi più saputo nulla degli sviluppi futuri, bisognerebbe interpellare gli interessati, che peraltro avevano pagato un obolo per tale loro idea meritevole, per conoscerne il seguito.
Le restanti 6 idee furono ritenute geniali ed in quanto tali ai loro “ proprietari “ furono rivolte parole di sincera ammirazione per l’ originalità di pensiero dimostrata, ma ahimè le loro idee futuribili si rivelavano al momento irrealizzabili, stanti le attuali tecnologia, situazione di mercato e scarsa capacità imprenditoriale di capirle.
Queste 6 idee fecero la fortuna degli abili “ idea scout “.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Come volevasi dimostrare ecco un brillante commento di chissà chi. Zero proposte e anonimo.

Ti ripeto, gentile lettrice e gentile lettore, che secondo delle ricerche mediche, il 50% dei tuoi capi si sta logorando l'organismo con malattie varie (ulcere, disturbi cardiaci, elevata pressione arteriosa, abuso di psico-farmaci, dipendenza da cocaina, etc.).

Questi dati valgono anche per moltissimi navigatori di internet (e che magari commentano nei blog........)

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

x Calì.

Ha ragione. Certo. Ha ragione. Lei è il migliore del mondo. Grazie 1000. Ha ragione. Certo. Ha ragione

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Non intendo perdere tempo con frustrati tipo quest'ultimo anonimo.

Le ribadisco solo che secondo delle ricerche mediche, il 50% dei tuoi capi si sta logorando l'organismo con malattie varie (ulcere, disturbi cardiaci, elevata pressione arteriosa, abuso di psico-farmaci, dipendenza da cocaina, etc.).

Questi dati valgono anche per moltissimi navigatori di internet (e che magari commentano nei blog........)

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

veramente l'ultimo anonimo ha messo in pratica diverse operatività sempre mostrate da Calì.

La replica assolutamente non costruttiva ma distruttiva ("Certo. ha ragione lei è il più bravo di tutti." etc...)a chiunque obiettava le sue tesi. Tale replica distruttiva ora da Calì viene definita "Alcuni commenti ricevuti danno proprio il senso della NEGATIVITA' che attanaglia e imperversa in determinate persone.


Un anonimo mi definisce "ladro", un altro anonimo scrive "rubare idee", altri anonimi parlano di "furti di idee".


Sono molto contento di queste affermazioni perché non fanno altro che confermare ciò che penso: tante persone hanno un gusto sadico nell'abbattere e nell'ostruire le idee altrui. E, fra le altre cose, lo fanno senza presentarsi o far saper chi sono.




Se uno ti critica, la maggior parte delle volte, lo fa per gelosia o invidia. Non preoccuparti, gentile lettrice e gentile lettore, delle critiche se sei convinto di fare bene. Ricordati, quindi, che se la tua idea suscita ilarità o critiche ciò spesso accade perché fa sentire importante chi te la fa: spesso significa che la tua opera conta qualcosa e che è degna di attenzione."

inoltre l'anonimo ha capito benissimo il senso del social-idea.

Ha preso una tipica idea di Calì (la critica distruttiva) e l'ha fatta sua.

un Frustrato?

Anonimo ha detto...

Calì Santo Subito

Anonimo ha detto...

ma agata come mai non posta più?

Anonimo ha detto...

probabilmente il padrone Calì, visto gli enormi successi delle campagne di facebook, le ha fornito dei giorni di ferie (non pagati of course)

Anonimo ha detto...

facciamo anche il social money

i tuoi soldi dalli a calì che te li fa sparì

Anonimo ha detto...

1.428 ISCRITTI!

girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Agata

Anonimo ha detto...

agata ha finito le ferie....

Anonimo ha detto...

Le ribadisco solo che secondo delle ricerche mediche, il 50% dei tuoi capi si sta logorando l'organismo con malattie varie (ulcere, disturbi cardiaci, elevata pressione arteriosa, abuso di psico-farmaci, dipendenza da cocaina, etc.).

Questi dati valgono anche per moltissimi navigatori di internet (e che magari commentano nei blog........)

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

E CON CIO' ?
SE UNO REGALA LA SUA IDEA VIVE MEGLIO DI QUESTI CHE SI STANNO LOGORANDO L'ORGANISMO ?
NON HO CAPITO IL SUO CONCETTO SIG. CALI'.

GENTILI LETTRICI E GENTILI LETTORI, SE AVETE UNA IDEA VENDETEVELA ( AI VOSTRI CAPI, AI VOSTRI COLLEGHI AD ALTRI ), FATEVELA PAGARE O IN SOLDI O CON ALTRE RICOMPENSE ( CARRIERA, BENEFIT, FAVORI, ECC. ), MA NON REGALATELA O NON FATEVELA RUBARE.

LE IDEE NON SI REGALANO E NON SI FANNO RUBARE, CHE' POI CHI SE NE APPROPRIA NON COMMETTE REATO.

P.S.
Agata lascaitela stare. Poverina sa fare solo la conta degli aderenti all'iniziativa della privatizzazione Banca d'Italia.
Lei ci crede e ci spera di diventare azionista popolare della Banca d'Italia. Fatela sognare !

Anonimo ha detto...

Come volevasi dimostrare ecco un brillante commento di chissà chi. Zero proposte e anonimo.
...............

Lei si lamenta che ho fatto 0 proposte.
E che sperava di scroccare una mia idea ?
Mica sono così scemo da regalargliela.

Anonimo ha detto...

Siamo in attesa di leggere le grandissime idee che porteranno i vari alessandro, bruno, donatella, caterina etc. etc. che più volte ci hanno accusato di non sapere cosa dire...

ora tocca a voi. portate fuori le bellissime idee che avete e che noi non abbiamo!
dimostratecelo con i fatti di che cosa siete capaci...

Anonimo ha detto...

1.450 ISCRITTI!

girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Agata

Anonimo ha detto...

ET VOILA LA GRANDEUR

Anonimo ha detto...

http://it.video.yahoo.com/watch/4877502/13000364

per le donne.......

Anonimo ha detto...

1.472 ISCRITTI!

girate questo link ai vostri amici e conoscenti o mandategli un'email:

http://www.facebook.com/group.php?sid=2340436be371afc5015c7e41be19c797&gid=63712605825

Vuoi aderire perché Banca d'Italia diventi di proprietà del popolo?

Agata

Anonimo ha detto...

good start