lunedì 22 giugno 2009

Azioni, fondi, sicav: é possibile investire al ribasso? La maggior parte delle persone pensa che sia un'utopia! Ma le banche lo sanno come si fa ....


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettice e gentile lettore, con le azioni (COSI' COME SU TUTTI GLI STRUMENTI FINANZIARI) é possibile investire sia al rialzo che al ribasso.

Molte persone pensano che investire al ribasso comporti chissà che rischi. Ti ricordo che le banche sanno molto bene come si investe al ribasso, eccome se lo sanno.

Con alcune banche addirittura é impossibile, per te cliente, eseguire le operazioni al ribasso!!!!

Ma ti ripeto, é più facile a farsi che a dirsi. Anche se la maggior parte delle banche cerca di tenere nascosta questa possibilità: ma che fatalità!


Per questo ho chiesto ad un mio BRAVISSIMO collaboratore, che si occupa di consulenze sul mercato azionario (azioni, fondi, sicav, etc.), di spiegare come funzionano le operazioni al ribasso.

Collaboratore con il quale puoi entrare in contatto per una consulenza personalizzata del tuo portafoglio. Un preventivo te lo fa gratis! Se vuoi entrare in contatto con questo BRAVISSIMO collaboratore contattami tramite

e-mail: edordinchiarin@yahoo.it o cell. 3339181454 o skype: marco.cali19


Ma ecco la sua spiegazione delle operazioni al ribasso.


L’operatività allo scoperto a cosa serve?

La maggior parte di noi ritiene che in borsa si possa guadagnare solo se il mercato (o il titolo su cui si è investito) sale. In realtà la possibilità di guadagnare esiste altrettanto quando il mercato scende.


Come fare?

Con la cosiddetta operatività allo scoperto.
In cosa consiste? Si tratta di un’operazione semplice concettualmente e anche in pratica: concettualmente si vende il titolo, che si ritiene stia per scendere, prima di comprarlo. Quando si crede che il titolo abbia concluso la sua discesa allora si compra il titolo.


Ma come è possibile vendere qualcosa prima di averla comprata?

La banca che consente di operare allo scoperto non fa altro che mettere a disposizione del cliente i titoli da vendere, in pratica glieli presta. Il cliente decide poi quando chiudere l’operazione e questa chiusura corrisponde alla restituzione dei titoli. Ai fini pratici si tratta di dire alla banca “vendi allo scoperto” anziché “compra”.


Che rischi ci sono?

Il rischio è dovuto al fatto che il titolo, anziché scendere, salga. Il rischio è quindi opposto al rischio che ci si assume quando si compra un titolo e questo titolo scende.


Come si affronta questo rischio?

Lo si affronta nella stessa maniera in cui si gestisce il rischio nel caso di acquisto di un titolo: si fissa uno stop-loss cioè un limite prestabilito di perdita massima. Per esempio se compro azioni ENI a 17.50 € credendo che debbano salire allora affronto il rischio di un movimento avverso fissando un livello di perdita massima oltre il quale non sono disposto a continuare nell’investimento. Per esempio fisso la perdita massima a 16 €. Nel caso di vendita allo scoperto, ritenendo che il titolo debba scendere, vendo allo scoperto ENI a 17.50 € e limito il mio rischio fissando la perdita massima a 19 €. Se il titolo sale a 19 € allora io acquisterò il titolo che avevo venduto allo scoperto a 17.50 €. Insomma la gestione del rischio resta fondamentale sia che si operi con acquisti al rialzo sia che si operi con vendite allo scoperto.


Che costi ci sono?

La banca, come abbiamo detto, presta al cliente i titoli che questi vende allo scoperto e per questo servizio si fa pagare un tasso di interesse prestabilito. Il costo varia da banca a banca.
E proprio per i costi che alcune banche applicano consiglio di fare molta attenzione. In genere le commissioni sono basse, ma alcune banche, ripeto, applicano costi allucinanti.
Puoi riassumere in poche parole?
Concludendo, operare allo scoperto è possibile e tecnicamente semplice. Semplice non significa però che sia facile ottenere buoni risultati (ma questo avvertimento resta valido anche per l’operatività, più tradizionale, rialzista e in generale per ogni forma di investimento). Semplice significa solo che non ci sono maggiori difficoltà nel dire al broker di andare allo scoperto anziché al rialzo.


Sei disponibile per delle consulenze personalizzate?

Certo, le persone che dovessero essere interessate possono contattarti. E' un piacere, Marco, poter collaborare con te.


Per una consulenza finanziaria INDIPENDENTE E NON MARCHIATA DAL CONFLITTO DI INTERESSI visita il blog http://consulenza-finanziaria.blogspot.com/ ...... il buon vino si vende senza frasca!



19 commenti:

Anonimo ha detto...

RIPORTO 2 FRASI CHE CONTENGONO CONTRADIZIONI ED INESATTEZZE :

1. Molte persone pensano che investire al ribasso comporti chissà che rischi. Ti ricordo che le banche sanno molto bene come si investe al ribasso, eccome se lo sanno.

2. Con alcune banche addirittura é impossibile, per te cliente, eseguire le operazioni al ribasso!!!!

ALLORA OSSERVO QUANTO SEGUE :
1. SE LE BANCHE LO SANNO COME SI INVESTE AL RIBASSO PERCHE’ ALCUNE BANCHE, E SOLO ALCUNE SECONDO L’AUTORE DEL POST, DOVREBBERO RENDERE IMPOSSIBILE UN TALE TIPO DI INVESTIMENTO?
2. L’INVESTIMENTO AL RIBASSO E’ VERO CHE NON COMPORTA CHISSA’ QUALE RISCHI, MA NON SI TRATTA DI BAZZECOLE COME INDURREBBE A PENSARE L’AUTORE DELL’ARTICOLO. MEDIAMENTE SI TRATTA DI RISCHIO SUPERIORE A QUELLO DELL’INVESTIMENTO AL RIALZO.
3. SE UN CLIENTE DI BANCA VUOLE COMUNQUE ED ASSOLUTAMENTE INVESTIRE AL RIBASSO, LA BANCA LO FARA’ SENZA OPPORRE UN ASSOLUTO RIFIUTO A NESSUNO. MAGARI L’OPERATORE DI UNA PICCOLA AGENZIA NON NE HA LE COMPETENZE MA SARA’ GUIDATO DA UNO SPECIALISTA DI SETTORE DELLA FILIALE MADRE NEL FORNIRE CONSULENZA ED ASSISTENZA AL CLIENTE.

Anonimo ha detto...

piccolo spazio....PUBBLICITA'....

Anonimo ha detto...

Noto che il cross eur/usd si sta avvicinando a 1,34, anche se è ancora lontano. Un cambio così potrebbe voler dire petrolio in calo insieme agli indici azionari vero?
Che sia il momento di posizionarsi short sul breve peridiodo?
Tira una brutta aria secondo me. Qualcuno la pensa diversamente?

Grazie
Daniele

Anonimo ha detto...

P.S.=Etf short sul FTSE-Mib ce ne sono? Ne conoscete? Io ne ho trovati solo su CAC, DAX S%P500 e FTSE 100 più settoriali. Grazie di nuovo
Daniele

Anonimo ha detto...

Ottima informazione,io per esempio non lo sapevo.Grazie.

Anonimo ha detto...

Si diceva che l’invasione di stranieri che è totalmente pianificata.
L’altro principale fine è quello di generare un flusso di capitali verso la “nuova frontiera” dell’impero, i nuovo paesi Nato. Ripetendo lo schema che fu attuato nel dopoguerra con il già citato piano Marshall.
22 mila imprese italiane in Romania stanno letteralmente catapultando quel paese dal medioevo di Ceausescu all’edonismo hollywoodiano in meno di una generazione.
I milioni di immigrati dell’Est europeo guadagnano masse di denaro, in modo lecito o illecito non ha importanza, purchè arricchiscano quei paesi bisognosi di adeguarsi agli standard globalisti.

falsoblondet.blogspot.com

Anonimo ha detto...

………………………………………………….
I milioni di immigrati dell’Est europeo guadagnano masse di denaro, in modo lecito o illecito non ha importanza, purchè arricchiscano quei paesi bisognosi di adeguarsi agli standard globalisti.

COME FECERO NEGLI USA A PARTIRE DALL’INIZIO DEL ‘900 I NOSTRI IMMIGRATI, PROVENIENTI SOPRATTUTTO DAL SUD E DAL NORD-EST DELL’ITALIA.

Anonimo ha detto...

BUONE VACANZE A TUTTI.

Anonimo ha detto...

attualmente il cambio euro su dollaro veleggia oltre 1,40, partito da 1,37 da quando pasquini/calì dissero che stava per crollare.

Anonimo ha detto...

Storia di un “ utilizzatore finale “.

Un mio vecchio amico, “ utilizzatore finale “ da una vita ( lo conosco dal 1971 e già allora era “ utilizzatore finale “ ), giunto alla soglia dei 68 anni viene operato di prostata.

Il fatto di essere “utilizzatore finale” ( da ora in poi lo scriverò senza virgolette ) gli ha procurato più di qualche problema con la moglie, ma in un modo o nell’altro ( non so come ) se l’è sempre cavata, continuando il suo menage familiare.

Il mio amico, buon tenore di vita generale e Porsche per girare, potendosi permettere qualche spesuccia non si è mai fatto mancare nulla come utilizzatore finale.
Fine settimana di tre o quattro giorni a Parigi, Vienna, Praga, ecc. o semplicemente a Roma in buoni alberghi o residence, ma sempre con scorta di ottima qualità.

Per la moglie lui lavorava tanto, e spesso doveva andare fuori Roma.

Io sapevo tutto del mio amico perché mi raccontava per filo e per segno quello che faceva.
D’altra parte che gusto c’è ad essere un utilizzatore finale se poi non si raccontano le cose ?
Che rabbia per me che non potevo permettermele !

Solo dopo tanti anni la signora moglie, che ha scoperto qualcosa, ha adottato misure restrittive ma oramai, potendo far poco per redimere il consorte, si è limitata ad aspettare che arrivasse la definitiva pace dei sensi.
E invece ?

Invece il mio amico, che ora ha poco più di 69 anni, è rimasto irriducibile utilizzatore finale ma, ahimè !, ha ben poco da utilizzare dopo l’intervento alla prostata.
Lui, che mi considera sempre suo confidente, mi racconta ancora le sue utilizzazioni, o direi gli arrangiamenti che gli sono consentiti.
Forse me li racconta per prepararmi ai prevedibili rigori che secondo lui mi attendono, visto che sono più giovane di qualche anno, non appena entrerò a far parte della grande famiglia degli ipertrofici prostatici.

Comunque sia, mi racconta ancora tutto, ma il racconto è diventato monotono, quasi sempre si tratta delle stesse cose.
Non vi è più la varietà e la ricchezza di scenari, di colori e di situazioni di una volta.
Le sue utilizzazioni stanno diventando sempre più grigie.

Mezz’ora o un’ora al massimo di utilizzo finale, con arnese a malapena barzotto, gli costa oltre i 500 euro, tra rimborso spese per il viaggio della utilizzata, che è rigorosamente una seria signora o signorina di provincia, il pranzo ( al mio amico non sono più consentiti cene e pernottamenti fuori casa), l’albergo e un regalino in euro per il disturbo della utilizzata.

Beato lui che può permettersi una spesa del genere.

Dai suoi resoconti mi sono fatto una cultura su come avvengono le utilizzazioni finali ad una certa età.
Ad esempio : il prezzo per l’utilizzo aumenta con l’aumentare dell’età, l’utilizzazione avviene sempre più con le mani o con qualcos’altro ……….. ( in quest’ultimo caso a patto che l’utilizzata ispiri la cosa e comunque previa congrua maggiorazione del regalino in euro, con conseguente abbondante debordo dei 500 euro ). Inoltre l’utilizzo viene talvolta supportato da mezzi meccanici per dare un aiutino alla povera utilizzata che altrimenti sarebbe sottoutilizzata, oppure talaltra, per particolari esigenze della utilizzata, l’utilizzo richiede l’aiuto concreto di un discreto co-utilizzatore più giovane al quale lasciare la parte più faticosa dell’ utilizzazione.

A pensarci bene, il mio amico più che un utilizzatore finale è un ri-mediatore per persone più efficienti di lui.

Chi gli vuole male lo considera un satana; chi gli vuole bene lo considera un indomabile tombeur de femmes.

P.S.La storia non c'entra nulla con il blog ma ho voluto raccontarla lo stesso.
Si scrivono tante cose che non c'entrano nulla con questo blog finanziario che penso di essere perdonato per la mia trasgressione.
Grazie

Anonimo ha detto...

Finalmente il blog si anima pensavo fossero tutti in vacanza.

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo con l'amico "utilizzatore finale".

Il suo amico non ha provato viagra e roba simile ?

Anonimo ha detto...

Euro/dollaro 1,41

Giulio Pasquini ha detto...

Per il commentatore anonimo che gentilmente ci aggiorna sul cambio euro/dollaro, come se sapesse solo lui quanto quota...e meschinamente sottolineando una "errata previsione" da parte mia...con goduria (sua) inclusa...

Bè, ha ben poco da godere signor anonimo...
Ho scritto che si era in una chiara configurazione ribassista...quella configurazione è stata negata, per il momento, ma ciò non toglie che tutti ci aspettiamo ancora un rafforzamento del dollaro nel medio termine.

Ma anche se così non fosse....la cosa non mi tocca affatto, in quanto non utilizzo analisi multiday per la mia operatività, e di certo non tengo aperto uno short da quando abbiamo pubblicato l'articolo, aspettando 1.34

Anzi, la settimana successiva alla pubblicazione del post è stata quella in cui abbiamo registrato la migliore performance(con posizioni sia short che long), nel mese di giugno. Mese non facile a causa delle prime 2 settimane dominate da incertezza assoluta.

Pubblichiamo settimanalmente TUTTE le operazioni di Sapienza-Forex, vi invito a guardarle, altrimenti sembra che dico fesserie. :-)
Trovate tutto su http://sapienza-forex.blogspot.com/

Inoltre tra breve torneremo a tenere le conferenze on-line per chi volesse saperne di più e chiedere qualsiasi tipo di informazione, o chiarire qualche dubbio.

Per qualunque cosa non esitate a scriverci a sapienzaforex@yahoo.it




Voglio rispondere anche a Daniele, con il quale mi scuso moltissimo per il ritardo, ma del quale ho apprezzato gli interventi, finalmente di ECONOMIA.

Daniele, si è appena chiuso il primo semestre dell'anno, con i primi 3 mesi disastrosi per le borse, e dal 9 marzo in poi, invece, abbiamo assistito ad un rimbalzo corposo.
Molte voci sostengono che le borse torneranno a crollare, ma ciò che è certo è che ci troviamo ancora in una fase cruciale dalla quale, da una parte o dall'altra, si uscirà probabilmente con violenza.

2 giorni fa l'indice della fiducia dei consumatori USA è tornato ad essere negativo (e di molto), segno che si è ancora lontani da una vera ripresa, e gli scenari ribassisti che scrivi nel tuo commento potrebbero verificarsi, con conseguente calo anche di eur/usd, che attualmente è ben correlato anche alle maggiori commodities.

In ogni caso, come ho scritto, per la mia operatività faccio più analisi intraday per vedere cosa potrebbe succedere "nell'immediato" quindi prendi queste mie parole sull'andamento a lungo termine come una semplice chiacchierata. ;-)


Grazie ancora per il tuo commento e spero che continuerai a scrivere.


Buona giornata a tutti!

Giulio Pasquini

Anonimo ha detto...

x pasquini

"Ho scritto che si era in una chiara configurazione ribassista...quella configurazione è stata negata, per il momento, ma ciò non toglie che tutti ci aspettiamo ancora un rafforzamento del dollaro nel medio termine.

Ma anche se così non fosse....la cosa non mi tocca affatto, in quanto non utilizzo analisi multiday per la mia operatività, e di certo non tengo aperto uno short da quando abbiamo pubblicato l'articolo, aspettando 1.34

Anzi, la settimana successiva alla pubblicazione del post è stata quella in cui abbiamo registrato la migliore performance(con posizioni sia short che long), nel mese di giugno. Mese non facile a causa delle prime 2 settimane dominate da incertezza assoluta."

perchè non scriverle queste cose nel post del 19/06 ed invece lasciare lo stesso (volutamente) vago?

Anonimo ha detto...

euro/usd 1,4039, -0.79% dall'inizio della giornata

Giulio Pasquini ha detto...

Mi scusi, cos'è che avrei dovuto scrivere e che non ho scritto?

Anonimo ha detto...

intendiamo questo.

nel post del 19/06 viene genericamente detto qualcosa come "ci sono segnali, non meglio precisati, che porteranno il cambio €/$ a 1,34, contattateci per una consulenza"

poi nel commento di ieri viene fatto un lungo distinguo sul fatto che
"è vero ho detto che sarebbe arrivato ad 1,34 ma anche se non si è verificato non è un problema perchè, i metodi che io utilizzo su forex si basano su analisi completamente diverse (come è giusto che facci secondo noi, anche noi utilizzatori nel nostro piccolo di forex)"

ecco, per trasparenza, avremmo preferito che queste cose fossero state specificate anche nel post del 19/06 perchè altrimenti il post del 19/09 sarebbe solo PUBBLICITA'.

niente di male in questo per carità ma altrettanto non eve prendersela male se qualcuno indica ogni tanto il cambio €/$.

Del resto fino a poco tempo fa qualcuno vicino a Calì, se non Calì stesso, pubblicava ogni 10 minuti il numero degli iscritti alle iniziative di Calì sulla Banca d'Italia e slla abolizione dell'imposta sul c/c Bancario.

UBI

Giulio Pasquini ha detto...

Salve,
noto solo una errata interpretazione del nostro post, quando lei dice

-nel post del 19/06 viene genericamente detto qualcosa come "ci sono segnali, non meglio precisati, che porteranno il cambio €/$ a 1,34, contattateci per una consulenza"-

cioè, il fatto che c'erano (o ci sono ancora) segnali di rafforzamento del dollaro non è affato correlato al "contattateci per una consulenza" perchè noi siamo a disposizione sia se postiamo analisi sia se non lo facciamo, infatti nel post del 19/6 scriviamo "Se ti dovesse interessare una consulenza sui cambi puoi sempre contattare il trader Giulio Pasquini a sapienzaforex@yahoo.it"...puoi "sempre" contattare.

Semplicemente abbiamo voluto dare un avviso su ciò che secondo noi nel medio-lungo termine può succedere. Poi per carità, può darsi anche che si vada a 1.70 ... sbagliano i più blasonati analisti :-)

E il post non sottointendeva che quell'operazione sarebbe stata portata nell'operatività di Sapienza Forex, ma siccome non era precisato, poteva essere pensato, quindi ha ragione. Anzi, ha fatto bene a precisarlo e la ringrazio. La prossima volta lo specificheremo.

Detto questo, certo, su Sapienza Forex operiamo Intraday cercando di seguire il trend giornaliero e non preoccupandoci di dove andrà il cambio tra una settimana o tra un mese...
Ieri con i dati sulla disoccupazione USA "forse" si è tentato il primo affondo per un rafforzamento della divisa americana, ma "tecnicamente" c'è ancora una dinamica ascendente su base settimanale che bisogna rompere, per poter iniziare la discesa.

Mi piacerebbe, visto che anche voi vi occupate di Forex, che si creasse una discussione, ogni tanto, sulle nostre previsioni, scambiando opinioni...così, potrebbe essere qualcosa di utile anche per chi legge.
Ovviamente l'invito è rivolto a voi (vi chiedo anche di dire chi siete, se vi va) e a chiunque opera sul mercato e legge questo blog.

Chiudo dicendo che oggi termina la prima settimana di luglio e in serata, al massimo domani, pubblicheremo le operazioni effettuate dal 1 luglio ad oggi (su Sapienza Forex) sul sito http://sapienza-forex.blogspot.com

Grazie ancora per il vostro intervento,
buona giornata

Giulio Pasquini