lunedì 8 giugno 2009

Tutto a posto con le banche?Fai attenzione alla comunicazione relativa all'eliminazione della commissione di massimo scoperto che ti arriverà a breve!


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice e gentile lettore,

tutto a posto con le banche?

Da parte mia posso dirti che qualcosa é cambiato nei rapporti con gli istituti di credito. Forse é meglio dire che é cambiato qualcosa con qualche dipendente di banca, che si é "aperto" per andare incontro alle esigenze del cliente.

Svolgendo l'attività di consulente finanziario indipendente sono spesso a contatto con il mondo bancario e per questo mi é capitato anche di accompagnare in filiale la signora Antonia, TITOLARE DI UN'AZIENDA, o il signor Francesco, IMPIEGATO. In alcuni casi addirittura ho organizzato degli appuntamenti telefonici (il cliente in filiale con il dipendente di banca ed io comunico con loro dal mio ufficio!). E' più facile a farsi che a dirsi.

Questo mio affiancamento tante volte veniva (in qualche caso viene ancora) visto come una minaccia; ma ultimamente viene, sempre più spesso, considerato utile anche dal dipendente di banca.

Una volta definiti gli argomenti da trattare la signora Antonia e il signor Francesco comunicano, poi, con la banca in maniera scritta!

"Con la presente si richiede che le operazioni contabilizzate sul rapporto in oggetto vengano raggruppate in un unico movimento con particolare riferimento a: - ritiro effetti - bonifici - insoluti ). Restiamo in attesa di un Vs. cortese cenno di riscontro a conferma di quanto richiesto. Distinti saluti."

"A seguito delle intese verbali odierne fra Vs. sig. Mister J Vi confermiamo di aver preso nota che: - entro il .... verranno riaccreditati euro .... per rimborso spese di fido - le commissioni di incasso sbf da subito sono diminuite a 1,25 euro per effetto - la valuta di addebito F/24 é posticipata di 2 giorni fissi - la commissione di servizio (estero) viene portata allo 0,025% con decorrenza immediata. tanto dovevamo per relazionare i ns. responsabili competenti. Distinti saluti."

"Con la presente si richiede la specifica dei tassi applicati ai rapporti di seguito descritti. Vogliate cortesemente fornirci il tasso attualmente in essere, il riferimento della base di calcolo, lo spread applicato e la periodicità dell'automatismo di variazione per poter permettere un riscontro a quanto rileviamo. In particolare Vi chiediamo la specifica sulla seguente linea di credito: c/c ordinario n°..... Distinti saluti."


Ti ricordo che grazie all'e-mail, al telefono, al fax, a skype é possibile migliorare i rapporti con le banche.

Se ti dovesse essere utile un supporto puoi contattarmi all'e-mail edoardinchiarin@yahoo.it oppure tramite cell. 3339181454 oppure tramite skype: marco.cali19


TI COMUNICO, TRA L'ALTRO, CHE MOLTO PROBABILMENTE RICEVERAI DALLA TUA BANCA UNA COMUNICAZIONE RELATIVA ALLA COMMISSIONE DI MASSIMO SCOPERTO CHE CON DECORRENZA 01/07/2009 SUBIRA' ALCUNE VARIAZIONI.

Potresti avere delle sorprese in quanto potrebbe essere che tolgano una commissione ma ti aggiungano delle nuove commissioni in alternativa, SOTTO ALTRE VOCI .............


SE SEI UN'AZIENDA, SOPRATTUTTO CON AFFIDAMENTI IN CORSO, TIENI D'OCCHIO IL BLOG: CI SARA' UN AGGIORNAMENTO, penso la prossima settimana, SULLA COMMISSIONE DI MASSIMO SCOPERTO CHE AVRA' RIFLESSI IMPORTANTISSIMI SUL BILANCIO DELLA TUA AZIENDA ..............

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ......... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

18 commenti:

Anonimo ha detto...

Già concluso l’argomento sapienza-forex ?
Dopo le domande postate dal sig. Giuseppe si è girata pagina.

Ma guarda un po’ che strana combinazione, eh !

Giulio Pasquini ha detto...

Ho appena risposto io, signor ???

Non capisco davvero cosa avremmo da nascondere sull'argomento Sapienza Forex...proprio non ci arrivo.
Ci scriva all'indirizzo email, chieda i contratti, li visioni...e poi ci dica in che modo mai potremmo fare gli imbrogli che la sua mente le suggerisce......

Le auguro una buona serata, e stia più sereno, è un consiglio.

Giulio Pasquini

Anonimo ha detto...

Per il sig. Pasquini.

Innanzitutto non capisco cosa c'entra lei che non è stato chiamato in causa.
E' forse l’avvocato del sig. Calì ?
Poi le faccio presente che la critica che ho fatto non è poi tanto buffa, come la definisce lei, considerato che si è resa necessaria la precisazione da parte sua che i contratti vengono stipulati da un broker.
Infine la sua risposta, piccata, non dissipa certo ogni dubbio sulla possibilità, parlo solo di possibilità, che la procedura per il servizio forex possa avere dei “ buchi “ che lasciano un qualche margine di incertezza nella fiducia dell’investitore .

Giulio Pasquini ha detto...

Salve Signor ???
sono Giulio Pasquini, il trader di Sapienza-Forex. Sono chiamato in causa ora? Ho il Suo permesso per interverire nella disputa? Grazie...

Non sono affatto piccato, solo davvero non riesco a capire tanto accanimento nei confronti di Marco..per OGNI cosa che fa.
Sul serio...me lo spieghi per favore. Vi siete odiati tutti con lui da bambini....?? Non me lo spiego...

La precisazione riguardo i contratti...si poteva chiedere senza fare dell'ironia "lasciamo perdere perchè tanto saranno scritti da lei o dai suoi legali.." e per chiarirla bastava inviare una email a sapienzaforex@yahoo.it piuttosto che fare lo spiritoso...lo avrebbe visto immpediatamente che i contratti che inviamo si trovano addirittura sul sito internet del broker.

Noi non c'entriamo NULLA, fa tutto il cliente...tutto!!! Noi facciamo solo operazioni, possiamo fare SOLO quello...il modulo di delega ci dà potere di fare SOLO quello...punto.

Buchi....certo che possono essercene, anche se il servizio è così semplice che sfido davvero a trovarli...ma il punto è questo Signor Anonimo...questo qui potrebbe essere un blog animato da un'atmosfera completamente diversa...più serena, rilassata, COSTRUTTIVA soprattutto...
Perchè ciò che dice Marco nei suoi post è, volenti o nolenti, interessante e utile...poi alcuni possono pensare che dice cavolate...PERFETTO!! non è anche lui un essere umano? Ha per caso la presunzione di dire "è come dico io e basta" ? non mi sembra...per cui si potrebbe controbattere SENZA IRONIA, con eduazione, e magari da un errore di Marco o da un dibattito che nasce da qualcosa che dice, può venire fuori qualcosa di DAVVERO DAVVERO UTILE per le migliaia di persone che ogni giorno hanno a che fare con banche, fondi, assicurazioni, ecc... e magari non sanno come muoversi perchè semplicemente si occupano di altro nella vita...
Continuando a fare così si ottiene sempre la stessa cosa...Marco scrive un post, e la maggior parte dei commentatori lo attacca...senza un giustificato motivo...Marco ormai stufo (e ci credo...) non risponde più, e passa ad un altro post...
E' bello trovarsi in questo circolo senza ritorno e senza possibilità di miglioramento?
Per me no...e poi fondamentalmente sono 2 le cose...chi pensa che Calì dica stupidaggini 1) se non ha proposte o serie argomentazioni lascia semplicemente il blog, oppure non scrive attaccando e basta 2)fa proposte concrete e si crea una discussione seria.

Ora...se ha qualcosa da controbattere...può farlo senza fare dell'ironia? Possiamo provarci tutti?
(Ah...se inoltre ci firmiamo è più facile rispondere...)

Questa è la mia modestissima opinione. Torno ai miei grafici.

Buona serata e un cordiale saluto a tutti.
Giulio Pasquini

Anonimo ha detto...

per la "commissione di massimo scoperto" potrebbe essere molto utile un articolo del sole24ore di oggi. pagina 21.

MGF

Anonimo ha detto...

Questo argomento è interessantissimo!

Continua così Marco.

Loris

Anonimo ha detto...

Sig. Pasquini, per me è molto importante capire se in un servizio finanziario ci sono anche “ buchi “ operativi che possono comportare rischi di natura personale, oltre quelli squisitamente finanziari, quando si affidano soldi a “ qualcuno “.

I casi Argentina, Cirio, Madoff, Mendella, ecc. insegnino.

Inoltre lei parla di atmosfera costruttiva e rilassata che dovrebbe animare questo blog.
Anche a me farebbe piacere una cosa del genere. Ma le sembra che il sig. Calì usi toni costruttivi e rilassanti quando ripete le solite tiritere sulle banche, il debito pubblico, la “popolarizzazione” di Bankitalia, l’abolizione dell’imposta sostitutiva, ecc. ?

Fa della pubblicità e talvolta della propaganda in maniera strillata e nulla più.

Ed allora la pubblicità o la propaganda strillata producono solo consensi o dissensi strillati.
Se il blog avesse un profilo diverso ( ma forse in questo caso non sarebbe adatto al target di potenziale clientela per le vostre consulenze ), anche il dibattito ne risulterebbe più pacato, più costruttivo e più professionale.

Cordiali saluti
Giuseppe

Anonimo ha detto...

Condivido quello che ha scritto il Sig. Giuseppe.
Vorrei capire come mai bisogna diffidare delle “ onestissime banche “, come più volte definite su questo blog, e non bisognerebbe invece diffidare dell’onestissimo staff di consulenti di sapienza finanziaria.
Perché bisogna essere accorti con i servizi delle banche che non brillano di trasparenza e non essere quantomeno altrettanto accorti con i servizi di sapienza finanziaria. Cosa hanno questi di più trasparente rispetto a quelli delle banche ?
Chi sono i consulenti di sapienza finanziaria per cui dovrebbero avere più credibilità di una banca ?

Anche Madoff era una persona competente, rispettabilissima, onestissima, trasparente, circondato dalla pubblica stima e dalla considerazione di personalità istituzionali, fino a quando………… Leggetevi l’articolo che riporto di seguito tanto per opportuna memoria.
Saluti, C.D.C.


Da IL SOLE24ORE.COM
Domande e risposte / La frode di Madoff

13 MARZO 2009
La frode di Bernard Madoff ha stretto nella morsa migliaia di clienti e potenzialmente potrà avere ripercussioni per tre decadi. O più a lungo.
Ciò che ha lasciato privi di una risposta molti investitori – alcuni dei quali non hanno mai nemmeno incontrato Madoff – è cosa sia avvenuto, quanto grande sia la truffa e se alcuni dei loro asset potranno essere recuperati. Domande e risposte sulla truffa del secolo
Cosa è successo?
L'11 dicembre, Bernard Madoff è stato arrestato con l'accusa di frode. Le accuse mosse contro di lui riportano la confessione che Madoff fece ai suoi due figli, che fanno entrambi parte della sua società Bernard L. Madoff Investment Securities LLC, in breve tramutatasi in un "gigantesco schema Ponzi" nel quale il denaro investito nella società viene restituito agli investitori sotto forma di guadagni regolari per dare poi l'apparenza di una società di investimento di successo. Ha detto ai figli Andrew e Mark Madoff, che le perdite dei clienti sarebbero potute ammontare a circa 50 miliardi di dollari.
omissis
Dove finito questo denaro?
Non è certo una risposta semplice, e richiederà prima dettagliate indagini da parte degli inquirenti sugli aspetti legali della frode per capire da cosa questa abbia preso le mosse.
In più gli inquirenti ritengono che Madoff avesse uno o più conti nei paradisi fiscali offshore o in località con severe leggi sulla privacy dove poter nascondere i profitti illegali. È possibile che molto del denaro investito nella società di Madoff sia confluito nelle tasche di altri investitori che hanno riscattato i fondi nel corso degli anni. Lo schema Ponzi poteva funzionare solo a patto di coinvolgere il maggior numero di investitori possibile più che prosciugare i conti dei clienti già esistenti.
Non è ancora chiaro se Madoff si sia servito dei soldi dei clienti per uso personale. Si è concesso un tenore di vita sontuoso, che includeva la proprietà di numerose dimore, tra le quali un appartamento di cinque camere nell'Upper East Side di Manhattan, auto di lusso e la comproprietà di due jet.
Madoff ha acconsentito alla richiesta di presentazione di un dossier su tutte le sue attività e i conti a lui ascritti dalla fine del 2008.
Omissis
(dal Wall Street Journal, traduzione di Virginio Di Carlo)
13 MARZO 2009

Anonimo ha detto...

Le Banche fanno tutte schifo,oggi mi sono recato in una sede,nello sportello accanto a me c era un impiegata che non stava assolutamente lavorando,era da circa 20 min che stava navigando su facebook....federico

Anonimo ha detto...

Per il signor Calì e per il signor Pasquini

Grazie mille per il blog e per tutto quello che scrivete. Io ho smesso di rispondere a certa gente perché o ti insulta o dice cose inesatte o spara giudizi fondati sul nulla.
A loro il Vostro servizio trasparente non va bene così com'è. Ed è chiaro perché la Vostra spiegazione è limpida.
Se questa gente fosse veramente interessata al servizio vi scriverebbe per e-mail. Il loro scopo è far polemica per screditarvi, è chiaro come il sole. Magari temono i consulenti indipendenti e la loro diffusione.
Per vedere che quello che scrivo è vero è sufficiente guardarsi i post passati, che sono lì per il giudizio di tutti.
Datemi retta, andate avanti così. Ad ascoltare tutti non si finisce più...
Cordiali saluti
-Enrico-

Anonimo ha detto...

P.S.= Dimenticavo, una piccola risposta tecnica.
Bernard Madoff reggeva un fondo conferendo i soldi al quale i sottoscrittori perdevano di fatto il controllo del capitale. Stipulando il contratto col sig. Calì il cliente mantiene il controllo del proprio capitale. Da solo la facoltà ad un terzo di fare operazioni con lo stesso.
A mio avviso c'è una enorme differenza che rende il paragone Calì-Madoff insensato.
Di nuovo cordiali saluti,
-Enrico-

Anonimo ha detto...

Sig. Enrico com'è serafico lei !

Madoff l'ha studiata in un modo, Mendella in un altro, Wanna Marchi in un altro modo ancora, e chi verrà dopo ne studierà di nuove. Mica le cose si ripetono sempre alla stessa maniera.
Lei ritiene i truffatori così stupidi da ripetere una truffa con le stesse modalità di un'altra truffa a distanza di poco tempo l'una dall'altra ?
Com'è ingenuo e serafico lei ?
Mi viene un dubbio : ma lei lo è o lo fa ?
P.S. Questo non vuol dire che il sig. Calì sia un truffatore. Come del resto non lo è una banca.
O la banca è un truffatore ? E il Sig. Calì ?

Anonimo ha detto...

giuseppe te sei un galoppino,si vede!,magari sei anche un povero sfigato che lavora in banca..ah ah.
a te e gli altri ignoranti che scrivono per rompere il cazzo:ma non avete niente da fare nella vita? poveri disgraziati!

Anonimo ha detto...

e quell'altro idiota che scrive che le banche non sono truffatrici?
dio santo che coglione! è come dire che Hitler non era antisemita!!

Anonimo ha detto...

Sig. Pasquini, la invito a rileggersi tutti i post più recenti per rendersi conto da quale parte è minata l'atmosfera serena, rilassata e costruttiva che lei auspica.
Saluti
Giuseppe

Anonimo ha detto...

All'anonimo che mi da del serafico e dell'ingenuo e che si chiede se io lo sia o lo faccia...

Le suggerisco di leggere i post che scrivo prima di rispondere. Mi faccia capire cosa avrei scritto di ingenuo. Ho semplicemente detto che il paragone Calì-Madoff è insensato. Lei, anonimo, ha un'opinione diversa?
Oppure il Suo è solo un giudizio basato sul nulla?
Da ultimo, faccio un osservazione sul Suo post, perché credo non fosse molto chiaro: prima Lei dice che i truffatori non si comportano mai allo stesso modo a brevi distanze di tempo. Con questo cosa vuole dire?
Dato che si parlava di Calì, Lei si riferiva forse a lui?
O se non si riferiva a lui, allora a chi si riferiva? Parlava forse in generale?
Dato che nel P.S. si specificava che nè Calì né le banche sono dei truffatori, allora chi lo è? Perché dato che Lei parla di gente che truffa e mi da dell'ingenuo questo deve per forza significare che Lei vede dei truffatori che io non vedo. Magari me li saprebbe indicare?
Grazie per le risposte che sicuramente vorrà darmi.
Cordiali saluti
-Enrico-

Anonimo ha detto...

Lei sig. Enrico oltre che serafico è anche un po’ difettoso di vista perché guarda in una sola direzione.

Il concetto è questo :
Sia le banche che il sig. Calì non sono truffatori, salvo prova contraria.
Poi se si stravolge il principio della prova, come qualcuno vorrebbe fare, allora è possibile sostenere arbitrariamente qualsiasi tesi.

Anonimo ha detto...

A parte "Sia le banche che il sig. Calì non sono truffatori, salvo prova contraria." non ho capito nulla di questo post.

Avevo posto delle domande ma non vedo una risposta. Ho forse sbagliato a porre le domande?
Cordiali saluti,
-Enrico-