martedì 22 settembre 2009

Un commento ai commenti! E se vuoi venire a trovarmi, le porte sono aperte ........


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice e gentile lettore,
in questo blog ho sempre lasciato a tutte le persone la possibiltà di lasciare un commento, in maniera molto libera.
Penso che questa cosa possa piacere o no.
Dal mio punto di vista penso che lasciare le persone libere di commentare sia giusto.


Ma ti voglio far notare una cosa.


Un giorno ho inserito, come anonimo, il seguente commento "Marco, te l'ho già detto: si possono vedere gli "arrivi" di questi commenti. Locazione, server, ..... Se hai bisogno fammi uno squillo. Poi magari ci si potrebbe informare su questi fenomeni....visto che non si sa chi sono."


L'ho fatto per vedere la reazione di alcune persone che in maniera altrettanto anonima intervengono più che per porre delle questioni per "criticare" aspramente.

Che mi si critichi non c'é problema, anzi. Ho sempre detto che accetto qualsiasi consiglio e qualsiasi suggerimento.

Ma un conto é criticare, un conto é inserire dei commenti tanto per fare, con la finalità di peggiorare la qualità del blog. Qualità del blog, che può essere scadente, eh. Non ho nessuna presunzione nel dire che la mia informazione sia la migliore. Ma sul fatto che sia un'informazione "mia personale" su questo non ci piove. Poi, ripeto ulteriormente, ad una lettrice e ad un lettore, questa informazione può risultare piacevole o meno, utile o non utile.


Tornando al discorso del mio commento che ho inserito come anonimo ho potuto constatare che da quel momento non ci sono stati più commenti di risposta da parte di alcune persone. Ne ero sicuro, perché tante persone amano criticare tanto per fare.
Ma una persona che ritiene di avere un'idea brillante, perché mai non ha il coraggio di presentarsi?
Perché una persona che é convinta di poter essere d'aiuto, con le sue informazioni, non si presenta a dovere, dunque?
Il fatto é che si é sempre pronti a criticare, ma non si ha il coraggio di dimostrarlo. Questa é solo la mia opinione, eh.

Tutto ciò per dire che tanti commenti vengono inseriti da alcune persone che vogliono dimostrare chissà cosa, ma alla fine non si sa da quale pulpito viene la predica.
Chi sono queste persone?
Cosa hanno fatto?
Per me possono essere anche delle brave persone, ripeto.
Ma il fatto che non si vogliano presentare adeguatamente mi fa venire qualche dubbio su queste persone, appunto.

Sei una o uno di queste persone che commenta senza presentarsi?
Ti rassicuro, ancora una volta, sul fatto che non é vero che si possono sapere da dove arrivano i commenti.

Ti chiedo solo, per favore, di esprimere la tua opinione in maniera più adeguata.
Se poi lo vorrai continuare a fare in maniera anonima sei libera o libero di farlo, per carità.
Ma forse diventerai più credibile (con vantaggi per tutti) ce fai sapere da quale pulpito viene la predica.
Te lo ripeto: puoi essere anche la più brava persona del mondo, eh. Allora perché non ti fai conoscere? Quale é il problema? Ti vergogni? O predichi bene e razzoli male?

Ti invito a pensare a quello che ho scritto e a cominciare ad inserire dei commenti in maniera più personale: QUESTO PORTEREBBE DEI VANTAGGI A TUTTI!
Come pensi possa ascoltarti una persona alla quale parli di nascosto?
E' come se tu ti rivolgessi a qualche persona da dietro un muro. Hai poca credibilità. Poi, puoi essere brava o bravo quanto vuoi, ma non hai credibiltà.

E di credibiltà ce ne é bisogno, eccome se ce ne é bisogno.
Già siamo circondati da un'informazione pioltata: poi se ti ci metti anche tu diventa sempre più difficile "districarsi" in questo settore economico finanziario.


Ti ringrazio per l'attenzione e ti aspetto senza nessun rancore, figurati.
Io cerco di fare le cose sempre con la maggiore trasparenza possibile.
Un blog dove ci fossero pareri "più personali" aiuterebbe tante persone. E tu che sei brava o bravo perché ti nascondi?
Io da nascondere non ho proprio nulla. Ho tanti difetti, questo, sì. Sbaglio ogni giorno a fare qualcosa, questo é ancora più vero. Ma non ho proprio nulla da nascondere.

Anzi, concludo con un invito.

Invito valido per tutti, contestatori e non contestatori.

Ti invito a casa mia per un pranzo e/o una cena. Un piatto di pasta o una grigliata al barbecue magari ci aiutano a conoscerci meglio .
L'invito, ripeto, é rivolto a tutte le persone, che apprezzino o meno le mie idee.
Magari davanti ad un buon bicchiere di vino, ne discutiamo meglio.

Chiunque, quindi, può venire a trovarmi e fare quattro chiacchere.

Ah, ricorda di portarlo tu il vino, eh.

I mei contatti sono:
e-mail ------ edoardinchiarin@yahoo.it
cell ---------- 3339181454
skype -------- marco.cali19

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ ......... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Mattanti auguri... Uno dei pochi compleanni impossibili da dimenticare, a forza di leggere la data di nascita sul blog ....... :)

Anonimo ha detto...

Gentilissimo Sig. Marco Cali' le faccio i miei piu' sinceri auguri di buon compleanno e i complimenti per il suo blog che leggo volentieri ogni giorno.

Marco.

Anonimo ha detto...

Egregio Sig. Calì,
io sono uno di quelli ( non l’unico ) che interviene per criticare “ aspramente “, come lei scrive, i contenuti di questo blog.
Per quanto mi riguarda le faccio osservare che :
1. il suo annuncio civetta risale al 16.9 u.s., appena 5 giorni fa;
2. da quell’annuncio civetta ho inserito almeno altri 5 post di critica, anche se non aspra;
3. ciò premesso, ed al di là dei numeri, le mie critiche non vengono rivolte per partito preso o per inserire commenti tanto per fare, come lei scrive. Io non appartengo al popolo che si definisce del fare, ma che confonde il “ vero fare “ dal “ fare tanto per fare “. Bisogna scernere quello che si fa. Le mie critiche sono mirate e calibrate all’intervento che voglio criticare; se non c’è motivo, mi astengo dal farlo. Se lei rilegge i post dal 16.9 vedrà che non ci sono interventi che giustificano una critica aspra, per questo motivo non l’ho fatto, non per timore di chissà che. Come non lo faccio adesso ( a criticare ), in occasione di questo suo ultimo intervento, semplicemente perché è un intervento che non provoca critiche, ma solo qualche precisazione;
4. le mie critiche, spesso aspre, talvolta le provoca lei quando fa interventi che hanno poco di professionale e molto di pubblicità populistica ( non glieli voglio qui ricordare tali interventi per evitare di cadere nella critica aspra), talaltra le mie critiche le provocano alcuni suoi lettori che scrivono commenti da basso casermaggio, o di bassa valenza ma di grande supponenza o che esprimono convinzioni, spesso sul piano sociale ( che non credo sfuggano anche a lei ), che non possono non provocare repliche aspre e di tono adeguato.
Perciò per far crescere il blog in qualità ( e con il blog i suoi frequentatori, specie quelli che hanno meno dimestichezza con economia e finanza ) è bene che lei si adoperi effettivamente a questo obiettivo. Eviti perciò interventi meramente pubblicitari, che parlano di notizie o di iniziative mirabolanti alle quali forse non crede nemmeno lei, che hanno sì un impatto di immediata presa con un certo target di sua potenziale clientela, ma che non faranno mai fare un salto di qualità al suo blog che altrimenti resterà sempre un blog pubblicitario camuffato da blog di informazione.
Per quanto riguarda infine il mio anonimato ( parlo ovviamente per me ), le faccio presente che se si riferisce al nome, mi sembra ininfluente ai fini pratici che il lettore conosca nome e cognome di un emerito sconosciuto che peraltro non ha da vendergli nulla; se si riferisce invece all’anonimato del mio curriculum di studi e di iter professionale, le ricordo che già in passato l’ho reso noto, suscitando grande ilarità e commenti da basso casermaggio, specie per la parte che riguarda i miei studi, per cui ritengo superfluo divulgarlo di nuovo.
Questo fatto però la dice lunga di quanto cammino bisogna fare per elevare il livello del suo blog.
Auguri e buon lavoro.
Firmato
Un bancario ( o il bancario, quello che non evade le tasse, tanto per capirci )

P.S.
Grazie per l’invito a pranzo ma non posso per la distanza chilometrica della mia residenza da Padova.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Grazie per gli auguri all'anonimo e al signor Marco.

Per quanto concerne il bancario, prendo atto della risposta ma non la condivido, semplicemente.
Lei mi dice che non evade le tasse, ad esempio, e lo rimarca sempre. Ma chi é che me lo può confermare?
In ogni caso, lei può affermare tante cose, ma non c'é la controprova.
E' inutile che ripeta le stesse cose: il mio post di oggi esprime quello che é il mio parere.

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Ed il mio post esprime il mio di parere.
Grazie per le sue precisazioni, illuminanti.
Il bancario

Anonimo ha detto...

Il bncario ( Quello che paga le tasse, tutte. )

Anonimo ha detto...

Pinocchio!

Federico ha detto...

io prenoto una cena Marco, con te e Giulio. Porto un bel brunello di Montalcino ok? :-))) (di quello buono e originale nè.....)

Anonimo ha detto...

Le manifestazioni di incredulità alla mia regolarità fiscale non fanno che confermare la diffusa e, oramai, " normale " pratica dell' evasione fiscale.
Firmato
Il solito bancario, che paga le tasse. Tutte.

Anonimo ha detto...

Tanti auguri di buon compleanno, sig. Calì! Mi salvo per un pelo ma ho appena letto il post.

Per quanto riguarda l'anonimato, credo che sia uno degli aspetti più interessanti della rete. Spesso la nostra identità ci frena e non ci aiuta a prendere posizione.

Per quanto riguarda le critiche senza fondamento, beh, certe mamme sono sempre incinte, diceva un tale. Io il mio nome lo lascio, ma resto anonimo lo stesso.

Ancora auguri sia a Lei, che a Pasquini!

-Enrico-

Anonimo ha detto...

Marco sei un grande, avvolte troppo tollerante con chi non lo merita affatto.
Mangiare con te sarà un piacere.

Loris

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Rispondo sempre all'anonimo che dice di essere il bancario e rimarca il fatto che paga le tasse.

Bene, questa sua affermazione, sul fatto che lei paga le tasse, l'ho compresa. Lo dice lei, lo sa solo lei, quindi, contento lei, contenti tutti. Nella sua "schiera familiare" non ci sarà nessun evasore, anche questo l'ho capito.
Tutte persone per bene, giusto?
Ora, visto che lei rimarca sempre il fatto dell'evasione, le chiedo, visto che lei lavora in banca, come si compoterà di fronte alla richiesta di un cliente che vorrà far rientrare dei capitali dall'estero. Capitali che non provengono da opere pie, eh. Capitali che magari saranno un "po' strani", penso.
Lei cosa farà? Lei deve garantire l'anonimato a questo cliente, oltretutto.
E, poiché il suo datore di lavoro, la banca, le da uno stipendio lei, COME UN PAPPAGALLO, ripeterà per figlio e per segno, quello che la banca, appunto, ordina.
E qui sta il punto: a fronte dello stipendio che riceve, lei é manovrato come una marionetta.
Poi, può essere una brava persona, su questo non posso dire nulla, si figuri. Solo che non so chi é lei, quindi, non posso dire nulla. Ma, mettiamo anche che lei sia una bravissima persona. La persona più brava al mondo. Ok?
Ora mi dica, non si sente un po' complice nel favorire chi ha evaso le tasse portando i capitali all'estero? O magari se, al posto di evadere le tasse, questi soldi sono stati generati da "traffici illeciti"?
Il mio parere é che lei, al pari di tanti altri dipendenti bancari, non abbia un po' di coraggio nell'affrontare questa situazione. Se lei reagisse, ovviamente, si dovrebbe licenziare. Ma lo stipendio le fa comodo, questa é la realtà! Non dico che sia giusto o sbagliato questo suo comportamento, eh. Dico solo che lei professa delle cose, ma nella realtà fa l'opposto. Ora non mi dica che scoprire gli evasori non é compito suo, per favore. Lo so che non é compito suo. Ma se lei scopre qualcosa di strano, visto la sua ONESTA', non dovrebbe comportarsi in maniera diversa?
Se lei vedesse un ladro, ad esempio, che va a fare una rapina, non avvertirebbe la polizia o i carabinieri? No, non lo farebbe, se é come dice lei, perché non é compito suo, giusto?
Mi sembra che lei si comporti, prima di tutto, per il profitto suo personale. Poi, a seconda degli eventi cerca di sviare l'argomento.

In ogni caso, penso di non ripsondere più a questioni poste da anomini, perché, come in questo caso, non si può controbattere una tesi in maniera trasparente. Io sono per la trasparenza assoluta.
Non é necessario, oltretutto, che si debba fare dei botta e risposta, per forza nei commenti. Se una persona vuole fare una chiaccherata con me, sa dove trovarmi.

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Sig. Calì,
il suo lungo post, che non ha né capo né coda, non fa che dare la sensazione che lei sia uno degli evasori che frequentano questo blog e cerca in ogni modo di difendere la sua posizione indifendibile.
Di fronte a fenomeni di sospetta evasione fiscale ( dico sospetta perché il bancario non ha compiti investigativi, inquisitori e di accertamento ), ogni bancario si comporta come la legge obbliga ai dipendenti di banca di comportarsi.

Se lei fosse in buona fede nel porre le sue domande inquisitorie antievasione, ancorchè retoriche, non le sembra che dovrebbe rivolgerle anzitutto a chi consente condoni come quello in arrivo per il rientro dei capitali ?

Un’ultima cosa.
Quella sua originale espressione “ ripeterà per figlio e per segno ecc. ecc. “, con la quale bolla la condotta del pappagallo per ingraziarsi il suo padrone, l’ha scritta in maniera così colorita per scherzo ?
Ecco, mi risponda solo su quest’ultimo punto, poi non mi risponda più.

Firmato
Il bancario che paga le tasse. Tutte. Anche quelle che dovrebbero pagare gli evasori.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Ultima mia risposta al bancario.
E' inutile cercare una qualsiasi forma di confronto. A questo punto, non mi resta che darle ragione. Ha ragione. Grazie degli interventi. Ha ragione. Ha ragione.
Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny