lunedì 5 ottobre 2009

Ci sono costi per i fondi comuni d'investimento oltre al TER (Total Expense Ratio)? Sì, ci sono altri costi, eccome: Turn Over, Crediti di imposta, ..


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice, gentile lettore, le banche e le Società di Gestione del Risparmio (SGR) continuano a FARE SOLDI A PALATE.
Te lo ripeto: le banche e le SGR continuano a FARE SOLDI A PALATE.

Il business più importante per le banche e le SGR è il FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO (ANCHE CON LE POLIZZE UNIT E/O INDEX LINKED NON SCHERZANO, EH, IN FATTO DI GUADAGNI).


I fondi comuni di investimento generano una serie impressionante di guadagni.
Tu sei abituato a vedere solo i costi “”tradizionali”. Ultimamente le SGR e le banche hanno dovuto mettere in evidenza il T.E.R. (total expense ratio) che dà una indicazione sul costo che il sottoscrittore paga.

Ma fosse finita qui!

Quello che tu, forse, non sai e che non sa nemmeno la STRAGRANDE maggioranza sia di dipendenti bancari che di promotori finanziari è che ci sono altri costi. Eccome se ci sono.Ti dico che puoi trovare queste informazioni, che ti elenco, nella

Nota Integrativa del rendiconto dei
Fondi (Parte C) Sez. IV


Ti comunico che è più facile che tu vada a trovare un ago in un pagliaio che tu riesca a trovare queste informazioni. Ho cercato queste informazioni sui siti istituzionali delle più grosse banche italiane e SGR ed ho avuto una difficoltà enorme nel reperire i dati. Vuol dire che nell’era della TRASPARENZA BANCARIA trovare certe informazioni è molto, ma molto difficile. Ho dedicato due giorni per visitare questi siti e, ripeto, ti dico che la TRASPARENZA è un’utopia, una vera utopia. Utopia avallata sia dalla Consob che dalla Banca d’Italia, ovviamente.

Ma ora ti dico quali sono i costi che il sottoscrittore del fondo comune di investimento sopporta, oltre, naturalmente al TER.

Dal prospetto informativo, appunto, di qualsiasi fondo si evince che: “Ulteriori informazioni sui costi sostenuti dai Fondi nell’ultimo anno sono reperibili nella Nota Integrativa del rendiconto dei Fondi (Parte C) Sez. IV.”


Allora, non ci sono solo i costi "tradizionali"?

Esiste per prima cosa una voce "Oneri finanziari per i debiti assunti dal fondo" ( e qui con il credito d'imposta si "divertono" molto).

Questo è un’esempio di cosa c’è scritto su questo punto:

"L’applicazione della normativa fiscale al risultato dell’esercizio, ha determinato un credito di imposta pari a € 10.000.000 (ho preso un valore indicativo, tanto per fare un esempio) così come rappresentatonella voce L2 del prospetto reddituale. In base all’art. 9, comma 2-bis della legge 77/83, il fondo si avvarrà dellafacoltà di computare in diminuzione del risultato della gestione di altri fondi della medesima SGR il risultato negativo conseguito nell’anno".


Lascio a te, gentile lettrice e gentile lettore, interpretare se questo "tassello" é a favore del cliente o meno. Solitamente le banche fanno gli interessi del cliente, quindi, sarà sicuramente a favore delle persone, ci mancherebbe.



Inoltre devi sapere che sul prospetto viene indicata una certa percentuale di TURN OVER del portafoglio. Vuol dire che il gestore, in parole povere, compra e vende delle azioni, ad esempio, se il fondo è azionario. E fin qui nulla di strano, ci mancherebbe. Quello che è strano è che sul punto non venga specificato quali siano i costi pagati dal cliente in maniera poco trasparente (dovrei dire occulta?) per queste compravendite di azioni. Da quel che è una mia considerazione, posso dedurre che, i gestori, comprino quantitativi enormi di azioni mettendosi d’accordo fra loro per generare commissioni (che vengono, ovviamente, pagate alla fine dal cliente).

Ti faccio un esempio. Il gestore A vende al gestore B e dopo mezz’ora il gestore B vende al gestore A. Se guardi un book di un titolo azionario puoi notare che ci sono transazioni pazzesche sui principali titoli azionari. Ad esempio, molto spesso succede che su qualche grosso titolo azionario (Unicredit, Enel, Eni, Telecom, etc.) ci siano degli scambi enormi. E questo avviene con una sistematicità impressionante!
Sempre per farti un esempio, vuol dire che magari sul titolo Unicredit avviene un acquisto di 1.000.000 di titoli; poi dopo un minuto una vendita di 1.000.000 di titoli; poi un altro acquisto di 1.000.000 di titoli e così via, il tutto con una frequenza strabiliante! Questo consente, é vero, al titolo in questione di avere dei grossi scambi, ma é anche vero che le banche queste transazioni le fanno pagare al cliente del fondo comune d'investimento, eccome se le fanno pagare.

Tra l'altro queste commissioni hanno un costo irrisorio per le banche e le SGR, essendo loro "investitori istituzionali".

Per farti capire cosa possano guadagnare ti posso dire che ci sono dei conti online, per il privato, che consentono di vendere e comprare azioni a circa 3 euro, indipendentemente dall'importo investito. Se, quindi, un privato può pagare 3 euro per ordine, vuol dire che se la banca applicasse ad una transazione una commissione %, anche solo dello 0,1%, ad esempio, questo consentirebbe alla banca di avere un guadagno (sempre se si può definirlo tale!) pazzesco.

1.000.000 di titoli Unicredit a 2,6 euro, con una commissione dello 0,1%, genererebbe una commissione di 2.600 euro. Mettiamoci anche una spesa di 1 euro per la banca o la SGR (che sono "investitori istituzionali" e presumo abbiano delle tariffe agevolate) di 1 euro; questo sta a significare che la banca o la SGR con un semplice click guadagna 2.599 euro.

Quando vedi che un titolo viene scambiato tanto in borsa, forse il motivo é proprio questo.

Ma il cliente é convinto di pagare solo la commissione di gestione. Ne sono convinti, inoltre, la STRAGRANDE MAGGIORANZA DI DIPENDENTI BANCARI E/O PROMOTORI FINANZIARI, eh.

Hai capito perché ti vengono proposti sempre i fondi comuni di investimento?

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ .......... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!



P.S. Ti ricordo che é attivo il servizio di consulenza finanziaria indipendente.
Puoi trovare le informazioni relative su http://consulenza-finanziaria.blogspot.com/ ...... il buon vino si vende senza frasca!

31 commenti:

Anonimo ha detto...

a beneficio di tutti, anche di chi non abbia competenze finanziare

ciò che il sig. Calì intende con

"L’applicazione della normativa fiscale al risultato dell’esercizio, ha determinato un credito di imposta pari a € 10.000.000 (ho preso un valore indicativo, tanto per fare un esempio) così come rappresentatonella voce L2 del prospetto reddituale. In base all’art. 9, comma 2-bis della legge 77/83, il fondo si avvarrà dellafacoltà di computare in diminuzione del risultato della gestione di altri fondi della medesima SGR il risultato negativo conseguito nell’anno".

vuol dire che posso scaricare le minusvalenze (ossia le perdite di un fondo) su altri miei fondi in maniera tale da livellare le perdite tra essi e di non rimetterci personalmente.

Per esperienza confermo che generalmente ogni SGR, SIM, compagnia di assicurazioni, ha un fondo la cui principale utilità è proprio quella di "bidone della spazzatura" dove scaircare le schifezze degli altri.

MGF

Anonimo ha detto...

Quindi MGF questo é un vantaggio o no per il cliente?
Io sono uno di quelli che non ha tante competenze.

Paolo

Anonimo ha detto...

le unti linked invece erano "bellissime" perchè avevano i cosidetti rebates.

Il cliente in pratica pagava due volte le commissioni di gestione, alla compagnia di assicurazioni e alla SGR (di solito di proprietà della compagnia stessa o della banca proprietaria della compagnia di assicurazioni).

L'organismo di vigilanza, con la circolare 551 del 2005 li ha proibiti, obbligando le compagnie di assicurazioni a evitare le commissioni verso la SGR.

Cosa hanno fatto? hanno aumentato le commissioni per la compagnia che dopo, con comodo, paga la SGR

Anonimo ha detto...

il posto prima è sempre mio

MGF

x Paolo:

generalmente è uno svantaggio.

Mi spiego:

ho investito nel fondo 1 e perdo...una parte delle mie perdite viene spalmata su altri fondi....va bene...ho perso di meno ma ho sempre perso...

investo nel fondo 2 e guadagno pochino....ma poi all'ultimo ci sparano le misuvalenze del fondo 1 e ci perdo...mi è andata peggio...

sconsiglio cmq chiunque dall' investire in fondi comuni d'investimento o unit linked

MGF

Anonimo ha detto...

Grazie MGF.

Ora mi é più chiaro il fatto che il promotore insiste sempre sul farmi investire su dei fondi.

Paolo

Giulio Pasquini ha detto...

Sig.Alessio, Lupo, Tigre, e conigli/pappagalli vari...

Con riferimento all'articolo di Marco, QUESTO è quello che intendiamo per GRATUITA' di Sapienza Forex. QUESTO è quello che intendiamo per TRASPARENZA di Sapienza Forex...

Le banche, Sig.Alessio, hanno sempre la parola "trasparenza" in bocca...ma...sono davvero così trasparenti? Ce lo dica, Lei che prima ha chiesto pubblicamente delle tesi a favore della trasparenza di Sapienza Forex

Anonimo ha detto...

Sig. Lupo, ho capito bene quello che ha scritto ?

Secondo lei, se faccio un investimento con sapienza forex, ogni mese a fronte di aria fritta ( o guadagni virtuali ) pagherei commissioni con soldoni veri ( o commissioni reali ) ?

Io prima non l’avevo capito.

Allora qui guardiamo alle commissioni bancarie ( IL DITO) e non alle commissioni per pagare aria fritta ( LA LUNA, come direbbe il sig. Politi ).

Grazie,
Antonio

Anonimo ha detto...

Le banche, Sig.Alessio, hanno sempre la parola "trasparenza" in bocca...ma...sono davvero così trasparenti? Ce lo dica, Lei che prima ha chiesto pubblicamente delle tesi a favore della trasparenza di Sapienza Forex


LE BANCHE SONO QUELLO CHE SONO.
MA IL SIG. CALI' HA COMUNQUE TROVATO QUELLO CHE CERCAVA.
PER SAPIENZA FOREX SI PUO' TROVARE OVUNQUE QUALSIASI INFORMAZIONE SI CERCHI ?

Antonio

Anonimo ha detto...

Scusi Antonio, può spiegare meglio cosa intende dire? Non mi sono chiare le sue domande.
Grazie.

Alessandro

Anonimo ha detto...

Il bello dei contestatori, tipo Alessio. Guarda il pelo sull'uvo, ma non si accorge che un po' le banche guadagnano con qualche commissioncina. Ma alle banche non hanno nulla da dire.

Antonio

Anonimo ha detto...

Per Alessandro

Ho fatto una sola domanda :
“ PER SAPIENZA FOREX SI PUO' TROVARE OVUNQUE QUALSIASI INFORMAZIONE SI CERCHI ? “
Ossia uno che non sa niente di sapienza forex, può trovare ovunque e in pochi minuti ( su giornali, in TV, bollettini finanziari, web, ecc. ) informazioni su sapienza finanziaria e sui servizi che svolge ?
Immagino gli ci vorrà un po’ di tempo.

Questa mia domanda è scaturita dall’osservazione fatta dal sig. Calì che ha impiegato 2 giorni per trovare le informazioni che cercava ( forse ha dedicato solo pochi ritagli di tempo a farlo ).

Antonio
( non quello del precedente post )

Anonimo ha detto...

Dopo il post del sig. Calì mi sono messo alla ricerca della “ Nota Integrativa del rendiconto dei Fondi (Parte C) Sez. IV “ alla quale Calì fa riferimento.

Sono andato sul sito dei Fondi Arca, alla voce prospetti (http://www.arcaonline.it/DefaultArca.aspx?content=ArcaFondicomuni-Prospetti ) ma non ho trovato la Nota Integrativa del rendiconto.

Posso avere per favore un sito dove trovare tale nota ?

Grazie

Giulio

Giulio Pasquini ha detto...

Signori, stiamo degenerando...iniziate a parlare di commissioni su aria fritta, guadagni virtuali...ma stiamo scherzando o cosa???

In effetti c'è anche il detto...dare le perle ai porci.....vabè

Io torno sulla posizione espressa qualche mese fa, ovvero che non posterò più nulla qui nei commenti. E aggiungo, d'ora in poi neanche li leggerò più, quindi non inviate messaggi inviati a me.

Se avete bisogno di qualsiasi cosa sapete come e dove trovarmi. Più di questo........

Se scriverò nei commenti sarà solo per ribadire questo concetto, magari a nuovi lettori che non leggono i vecchi post.

Una buona serata a tutti

Anonimo ha detto...

Se scriverò nei commenti sarà solo per ribadire questo concetto, magari a nuovi lettori che non leggono i vecchi post.


QUINDI SOLO PUBBLICITA'

QUELLO CHE IL BLOG E' GIA'

Il lupo

Anonimo ha detto...

Signori, stiamo degenerando...iniziate a parlare di commissioni su aria fritta, guadagni virtuali...ma stiamo scherzando o cosa???

NO, NON SI STA DEGENERANDO.

Allora mi dica come definire altrimenti il meccanismo spiegato molto bene da Alessio per le commissioni di sapienza forex.

Delle due l’una : o quello che ha scritto Alessio non è vero, o non è vero che si sta degenerando.

Il lupo

Giulio Pasquini ha detto...

Signor Lupo, ma è così difficile???

No,io rimango stupito!!! Davvero!!!

Ma sul serio non ci arriva.....?

Vabè, io glielo ripeto...come definire il meccanismo di pagamento di Sapienza Forex?

Noi guadagniamo SOLO se il cliente guadagna. PUNTO.

Se un cliente guadagna a Settembre, è giusto o no che guadagniamo a Settembre? risponda.

Se poi il cliente ad Ottobre perde, vorrà dire che ad Ottobre noi NON GUADAGNIAMO 1 € !!!

E non vedremo 1 € finchè il cliente non tornerà a guadagnare. Se non tornerà mai più in positivo, non NON GUADAGNEREMO PIU' e il cliente sa qual è il rischio di trading.

Come detto ad Alessio, se lei ha in mente un metodo di remunerazione migliore, LO COMUNICHI, altrimenti faccia un piacere al mondo: stia zitto.


Vorrei davvero chiuderla qui, ma rimango sconcertato, e non posso non rispondere di fronte a cotanta ottusaggine e cotanto pregiudizio.

E stiamo tutti aspettando il suo primo intervento di FINANZA...sè...aspetta e spera.
STUPIDO io che perdo tempo con lei...
Buonanotte

Anonimo ha detto...

Tempo fa si era scritto che c'era gente frustrata che scriveva sui blog. Ora questa gente, tipo il Lupo o Alessio o altri anonimi (tutti con il comune denominatore che di loro non si sa nulla) commentano qui, perché in altri blog non li lasciano commentare.
Vorrei fare i complimenti al Signor Calì che li fa commentare: in questa maniera i frustrati possono avere un modo di sentirsi importanti. Sono convinti sempre di avere ragione. Ed é questo il bello.
Non avevo mai commentato fino ad ora e non risponderò se qualche frustrato vorrà farlo.
Anzi, non serve che mi rispondiate: vi do ragione fin da subito. Avete ragione FRUSTRATI.

Il tonno

Anonimo ha detto...

Ma perchè non parliamo un pò dello scandalo scritto da Calì nel post, piuttosto che rompere l'anima a delle persone che lavorano !!! SMETTETELA !!! ha ragione il tonno, solo qui potete scrivere...altrimenti non si spiega neanche come mai nonostante il blog non vi piaccia, siate sempre qui. VERGOGNA ! parliamo dei soldi che ci RUBANO le banche !!!

Fausto

Anonimo ha detto...

Per Il tonno


DI TE SI SA TANTO, INVECE !

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Buongiorno a tutti!
Per farvi, un esempio, questa mattina alle ore 9,54 (quindi, in nemmeno un'ora di borsa), su Unicredit sono stati scambiati 58.000.000 di titoli.
58.000.000 x 2,60 = 150.080.000 euro.
Vuol dire che sono stati scambiati titoli per un controvalore di 150.080.000 euro (PIU' DI CENTOCINQUANTAMILIONI DI EURO).
Ho preso un titolo a caso.
Puoi verificare la stessa situazione anche con altri titoli.
Mentre sto scrivendo (e saranno passati, sì e no, due minuti i titoli scambiati sono già più di 60.000.000.
Così si va avanti per tutta la giornata. Sempre e tutti i giorni.
Cosa ne pensi, gentile lettrice e gentile lettore?

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Sempre in riferimento a questo post, ti segnalo che alle ore 10,21 titoli Unicredit HANNO SUPERATO i 69.000.000

Ora non é che aggiornerò la situazione sempre.
E' solo per cercare di capire se questa cosa é normale.
Visto, poi, che ci sono tantissimi esperti di finanza che commentano in questo blog chiedo se a loro questi continui scambi sulle azioni sembrano normali oppure vengono effettuati per generare commissioni.
Un parere in generale.
Grazie a chi vorrà mantenere il livello della discussione su toni pacati.
Ripeto, ancora una volta, che accetto tutti i consigli e tutte le critiche.
C'é chi però critica in ogni caso, sempre senza far sapere da quale pulpito viene la predica.
Liberi di farlo,eh.
Solo che non mi é chiaro il perché una persona che ha delle considerazioni valide da fare si deve nascondere. Ma questa é la vita, che ci posso fare.
RINGRAZIO NUOVAMENTE TUTTI E VI AUGURO UNA SPLENDIDA GIORNATA.

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

Egregio sig. Calì,

premetto che condivido, come potrà aver visto dai miei post, le sue osservazioni sulle spese "occulte" dei fondi d'investimento e che, alcune volte gli scambi di azioni servano solo a generare commissioni.

Mi vedo però costretto a rettificarla sui suoi due ultimi post sui volumi di scambio di Unicredit.

Dal sito di unicredit
http://www.unicreditgroup.eu/it/Governance/Shareholder_structure.htm

si evince come le azioni Unicredit siano pari a 16.779.739.028 (ossia SEDICI MILIARDI e SETTECENTOSETTANOVE MILIONI e rotti di azioni).

Lo scambio di 69.000.000 (SESSANTANOVE MILIONI) di azioni corrisponde circa allo 0.41% del globale.
Considerando che parliamo di uno dei maggiori titoli bancari europei e che, sempre dal sito, il 97% degli azionisti è composto persone fisiche (di cui la metà straniera), che giocoforza avranno ciascuno percentuali minime del flottante, ritengo, mia opinione personale, non così abnorme il volume di tali scambi.

Bisognerebbe capire, ma putroppo non ho più accesso a tali strumenti, chi ha venduto a chi.

MGF

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Buongiorno Signor MGF.
Grazie del suo intervento.
Sì, lo so che il valore dei titoli scambiati é una % minima dell'intero capitale. In ogni caso é passata paraticamente un'ora dall'apertura delle contrattazioni e i volumi sono sostenuti.
Quello che voglio dire é che i vari gestori potrebbero mettersi d'accordo per scambiarsi i titoli più volte al giorno, solo con la finalità di generare commisssione.
Oggi lo fanno su un titolo, domani su un altro e così via. Per capire see questi scambi vengono fatti solo come scelte di investimento e non per generare commissioni bisognerebbe sapere se il costo di queste operazioni, che dovrebbe essere vicino allo zero. Come ho detto un investitore qualsiasi può comprare e vendere titoli azionari, indipendentemente, dall'importo investito a 3 euro ad ordine. Essendo i gestori "investitori istituzionali" presumo che pagheranno ancora meno. Il punto é questo: per guadagnare un investitore deve fare molta attenzione alle commisssioni e la stessa cosa, ovviamente, vale anche per un gestore. E' evidente che un gestore, così come un investitore, dovrebbe cercare di operare con delle commissioni quanto più basse possibili.
Se opera con commissioni basse é evidente che il gestore sta lavorando bene, altrimenti sta cercando di far guadagnare la banca e/o la Sgr, su questo non ci piove.
Secondo lei, come potremmo conoscere questi dati? Inviando una richiesta? O in che altra maniera.
GRAZIE ANCORA E BUONA GIORNATA.

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

Anonimo ha detto...

credo che sia inutile scrivere alla banca e/o sgr, risposte del genere non sarebbero mai gestite da una ass.za clienti.

Generalmente cmq se ben mi ricordo, e anche il sito della consob me lo conferma
http://www.consob.it/main/trasversale/risparmiatori/investor/fondi/investire/scegliere.html

le commissioni di intermediazione sono già inserite nell'acquisto/ vendita dei titoli del fondo e quindi risultano ininfluenti nel calcolo del NAV,. Altrimenti dovrebbero per legge essere indicati nel TER e, non essendolo, mi sento di ritenere, mia opinione personale, che il rischio da Lei paventato non si stia verificando.

Sul perchè di elevato turnvover del portafoglio le spiegazioni possono essere diverse.

avete presente, e qui mi rivolgo non più solo a Le sig Calì ma a tutti i frequentatori del blog, chi è/cosa fa un gestore di un fondo?

Nel corso della mia decennale (ammetto non lunghissima) vita lavorativa ho avuto modo di osservarne alcuni personalmente.

immaginatevi una persona seduta di fronte a dei monitor (generalmente 3 o 4) che mostrino dei grafici. A seconda di come questi grafici si modificano il gestore clicca il mouse dando operazioni e i grafici si modificano di conseguenza e così si clicca ancora e i grafici cambiano e così tutto il giorno. Operazioni pertanto se ne fanno moltissime ogni giorno, immaginatevi quando ci vuole a cliccare un mouse. (tra parentesi, quando uno opera su forex o su ava etc..non è che fa qualcosa di molto diverso).

Poi certo ci può essere anche l'aggiottaggio, l'insider trading, la ricerca spasmodica del profitto indiscriminato (ricordatevi dell'anonimo gestore francese Kerviel l'anno scorso), ahimè tutte componenti dell'umana avidità...

MGF

Anonimo ha detto...

Dal sito di Sapienza-forex:
________________________________________
Ma qual è la vera novita?

"Sapienza-Forex" non ha nessun costo!


ZERO COSTI DI ENTRATA, ZERO COSTI DI USCITA, ZERO COMMISSIONE DI GESTIONE: é tutto assolutamente GRATUITO!
E il nostro guadagno esisterebbe solamente nel caso in cui dovessero esserci dei profitti.
________________________________________


Questa è l'affermazione che sto criticando da qualche giorno.

Sapienza-forex ha delle commissioni, è evidente, lo avete ammesso anche voi.

Si possono addiritturta verificare casi in cui un cliente si trova ad aver pagato commmissioni ed essere in perdita, l'ho dimostrato con un caso REALE!

Se ho sbagliato conti, smentitemi pure, potrei aver interpretato male qualcosa.
Mi scuseri immediatamente, nel caso...

Però, alla faccia della trasparenza e dell'onestà, la frase di sopra è semplicemente falsa.

Cambiatela, e il giudizio sulla trasparenza di sapienza-forex cambierà.

Io non ho pregiudizi, sono pronto a cambiare idea... ma se mi scrivete che una cosa è gratis e questo non è vero, che devo fare?
Dire che è vero, per farvi contenti?
Oppure dire che le banche fanno anche di peggio?

Non è mio interesse consigliarvi quale profilo commmissionale dovreste scegliere, fate pure quello che volete.

MA NON SCRIVETE CHE E' GRATIS, perchè non è vero!

Oltretutto converrebbe anche a voi.
A me per esempio, come ho già scritto, interesserebbe un servizio del genere.

Tuttavia se il servizio è gestito da persone che mi pubblicizzano come gratuita una cosa che gratuita non è, ecco che non mi fido!

Sono strano a non fidarmi NE' DELLE BANCHE, NE' DEI CONSULENTI INDIPENDENTI che fanno pubblicità ingannevole?

Ieri ho dato un consiglio tecnico sull'algoritmo, oggi vorrei dare un consiglio commerciale (ambito nel quale siete talmente più bravi di me che mi vergogno a scriverlo).

I vostri clienti "catturati così", sono oggi sono i vostri difensori contro il nemico comune (le banche e anche contro di me).
Domani, tuttavia, potrebbero essere i vostri primi nemici, se ci saranno problemi...

Non sottovalutate la stupidità umana!!!

Lo stesso odio che trasuda dai messaggi verso di me (frustrato/pappagallo/coniglio/maniaco/represso), domani si potrebbe rivoltare contro di voi...

Il consiglio quindi è semplice... togliete le frasi ingannevoli...

Se ci sono delle commissioni sapienza-forex non è gratuita.

Se il meccanismo che ho descritto ieri è corretto sapienza-forex non è gratuita, nemmeno in caso di perdite...

Anonimo ha detto...

Ho seguito lo scambio di vedute tra Calì e MGF sulle cause dell’ abnorme volume di scambi che caratterizza il mercato azionario.

Condivido in pieno la tesi di MGF perché, in mancanza di informazioni precise sulle parti che intervengono nelle transazioni e sulle motivazioni alla base delle stesse, non si possono che fare illazioni ( che possono centrare la realtà, ma possono anche falsarla completamente ) sulla natura di tali operazioni, come ad es. la finalità esclusivamente lucrativa di commissioni.

D’altra parte non si può non constatare che la moderna tecnologia informatica ed i supporti informativi connessi consentono ad operatori professionisti, ma anche a privati piccoli investitori, di sviluppare un vertiginoso e spesso lucroso trading intraday, oramai divenuto norma nell’operatività dei mercati mobiliari, dal quale potrebbe in tutto o in parte dipendere l’elevato volume degli scambi.

Perciò penso che sia saggio evitare il terreno scivoloso delle illazioni, perché di illazione in illazione non si arriva alla realtà delle cose ma si alimenta la confusione.

I.L.

Anonimo ha detto...

ringrazio I.L., che immagino sia Il Lupo.

MGF

Anonimo ha detto...

Il Sig. Pasquini scrive :
“ Signor Lupo, ma è così difficile???
No,io rimango stupito!!! Davvero!!!
Ma sul serio non ci arriva.....? “


Vede Sig. Pasquini, lei non ha colto o non ha voluto cogliere la sostanza delle cose.

Il problema per lei, o meglio per quello che lei sostiene, non sono le mie parole, forse colorite ed efficaci dal punto di vista mediatico, che però non aggiungono nulla alla sostanza del contendere.
La sostanza è l’esempio chiaro e puntuale che Alessio ha fatto sul funzionamento delle commissioni, ma ad Alessio lei non ha confutato alcunché perché a lei interessa più l’impatto mediatico della cosa che la sua sostanza.

Il lupo

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per il Signor Alessio:
ssono molto contento che le possa interessare sapienza-forex. Non mi é chiaro il punto che espone.
Mi dica cosa dovremmo scrivere, per cortesia.
A me sembra corretto così, ma se basta cambiare frase perché lei o altre persone diventino clienti, cambiamo subito frase, ci mancherebbe.
Mi suggerisca, per favore, le modifiche che vorrebbe. Anche se non diventa cliente, eh.
Con una frase concreta, non sto facendo ironia.
Del resto ho sempre detto che accetto qualsiasi critica e/o qualsiasai suggerimento. Se, inoltre, conoscesse dei servizi più trasparenti di sapienza forex me lo faccia sapere.
Più notizie ci scambiamo più vantaggi possono arrivare per tutti.
Buona giornata.

Marco Calì, consulente finanziario indipendente.

P.S. Quando é che sottoscriverà sapienza forex?

Anonimo ha detto...

Ripeto. Sul sito c'è scritto che sapienza-forex è assolutamente gratuito!!!!

C'è qualcuno che può dire, motivandolo, che sapienza-forex è gratis, come è scritto (ingannevolmente) sulla home page del servizio?

Ma le parole hanno un peso o sono solo acqua fresca?

Mi chiede un suggerimento?
Eccolo:
"Sapienza-forex, ovviamente, NON E' GRATIS!!!
Sapienza-forex è un servizio senza commissioni di gestione, ma con commmissioni di incentivo che partono dal 50%, per investimenti fino a 30000€ e decrescono per somme più alte."


Catturerà meno polli, ma sarà senz'altro più onesto e trasparente.

Ribadisco.
E' ovvio che è corretto che sapienza-forex sia a pagamento.

E' scorretta a la pubblicità che dice che il servizio è gratutito.

Sapienza-forex è tutt'altro che gratuita!!!!


E voi la vendete come gratuita!

Poi vi lamentate delle banche arzigogolando teorie su quanto sono cattive che vendono per generare commissioni (che può anche essere, l'avidità umana è senza confini).

Ma poi fate la stessa cosa.
Scrivete che una cosa è gratuita anche se non è vero, solo per catturare il pollo cliente.

Parlate male dei titoli di stato con argomentazioni false solo per portare il pollo cliente dalla vostra parte.


Alessio

P.S.
Ovviamente non credo che diventerò cliente di chi pubblicizza come gratuite cose che non sono gratuite.
Ovviamente non credo che diventerò mai cliente di chi scrive falsità sui titoli di stato solo per catturare clienti...

Quindi stia pure tranquillo sulla mia iscrizione... non avverrà mai...

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per il Signor Alessio.
Grazie per la risposta.
Mi dispiace moltissimo che lei abbia incontrato una persona che inganna come me.
Potrei anche risponderle, ma i toni (non tanto nei miei confronti che per carità può usare) usati per i clienti e i lettori (che ha usato anche altre volte), non mi convincono sul fatto che sia utile portare avanti una discussione con lei.
Lei che sarà sicuramente una persona che non inganna. Lei che sarà sicuramente una bravissima persona.
Dal mio punto di vista cerco di fare le cose con la massima trasparenza possibile; se poi, questo lei non lo riscontra, mi dispiace.
Un conto é, poi, confrontarsi, un altro conto é nascondersi.
In linea generale non mi sono mai piaciute le persone che si "nascondono".
Per quanto concerne la trasparenza di sapienza forex la invito a far leggere le caratteristiche del servizio ad un bambino di 8 anni.
Sono a disposizione per qualsiasi informazione.
Ma senza nascondersi.
Se lei può proporre delle soluzioni, perché si deve nascondere?
Poi sull'operato dell'Italia sui Titoli di Stato, contento lei, contenti tutti.
La saluto, la ringrazio e le auguro una FANTASTICA GIORNATA.

Marco Calì, consulente finanziario indipendente