mercoledì 2 dicembre 2009

E' in arrivo un nuovo servizio: Sapienza C G P Per aziende e persone che hanno cifre "importanti". Prossimamente su Sapienza - Finanziaria!


Di Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).


Gentile lettrice e gentile lettore,

ti comunico che a breve darò comunicazione del nuovo servizio Sapienza C.... G.... P....


Sapienza C.... G.... P.... é un servizio, di consulenza, rivolto sia alle persone che alle aziende ..........
Aziende e/o persone che sono in possesso di cifre "importanti" .........


Sto definendo gli ultimi aspetti. Appena possibile ne darò comunicazione.


Ah, stavo dimenticando di dirti che Sapienza C.... G.... P.... é un servizio unico che non ha paragoni sul mercato!


Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ .... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentrire un politico parlare male di una banca!


P.S. Ti ricordo che fino al 31 dicembre 2009 é possibile sottoscrivere il servizio PIU' TRASAPERENTE D'ITALIA, "sapienza - forex" con un veramento minimo di 5.000 euro.

Dal 1 gennaio 2010 l'importo minimo sarà di 10.000 euro.

Per tutte le informazioni al riguardo e sui corsi di "sapienza - forex" visita il blog http://sapienza-forex.blogspot.com/ .... chi pecora si fa il lupo se lo mangia!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Sapienza C.G.P.=Sapienza Consulenza Grandi Patrimoni?

MGF

Anonimo ha detto...

Sapienza C.G.P.=Sapienza Consulenza Gestioni Patrimoniali ?

Anonimo 1
( Quello delle percentuali che danno prospettive differenti )

Anonimo ha detto...

Sapienza C.G.P. = Sapienza Cross Game Play

Antonio

Anonimo ha detto...

Non so di cosa si tratti, ma sicuramente si tratterà di un servizio trasparente come di tua abitudine.
Grazie per l'informazione che fai, per le continue proposte e complimenti.
Donatella

Anonimo ha detto...

Per Anonimo 1
( Quello delle percentuali che danno prospettive differenti )

Non ho capito queste cose che lei scrive, che “ le percentuali danno prospettive differenti “ oppure come ha scritto in un altro post che “ uno stesso fenomeno può essere guardato da due punti di vista differenti “.

A me sembra che lei scrive cose un po’ strane, non ho capito per quale motivo, se per darsi un tono di sapiente oppure tanto per “ rompere “ oppure perché è semplicemente un ignorante che non sa nemmeno quello che dice.
Mi sbaglio ?
Altri lettori che ne pensano ?

Antonio 2