lunedì 26 aprile 2010

Fai parte del gregge? Ti lamenti della crisi, ma non fai nulla?


Gentile lettrice e gentile lettore,
pochi giorni fa ho lanciato l'iniziativa FERMIAMO I GUADAGNI DELLE BANCHE !

Hai letto il contenuto dell'iniziativa? Oppure hai fatto finta di nulla?
Sei come la maggior parte delle persone che dice che le cose non vanno bene e non fa, però, nulla per cambiare?

Di persone che si lamentano ce ne sono, eccome se ce ne sono. Ma che, poi, concretamente agiscono ce ne sono pochissime.
Per quanto concerne l'iniziativa FERMIAMO I GUADAGNI DELLE BANCHE ! ti posso dire che, come riportato dall'esempio, le banche non hanno nessun riguardo nei confronti delle persone.
I MEDIA (TV E GIORNALI) PARLANO DI CRISI MA NON SI OCCUPANO DELLE BANCHE! In nessuna trasmissione televisiva viene affrontato l'argomento banche! Anzi, GIORNALI E TV, non fanno altro che incassare soldi dalle banche e far loro pubblicità!

Ma le banche fanno soldi a palate, questa é la realtà. E i guadagni delle banche derivano dalle persone, eh, non arrivano mica dal cielo.
L'altro giorno, ad esempio, Unicredit ha comunicato che ha archiviato il 2009 con un UTILE NETTO DI 1,7 MILIARDI DI EURO!
Qualora non ti ricordassi più delle lire ti dico che questa cifra equivale a circa 3.400.000.000.000 lire!
Te lo ripeto: TREMILAQUATTROCENTO MILIARDI DI LIRE!
E questi parlano di crisi!

E tu che fai, dopo aver sentito queste cifre, gentile lettrice e gentile lettore?
Te ne stai zitta o zitto? Accetti passivamente la situazione?


Ti comunico che se dovesse "passare" la mia iniziativa le banche comincerebbero ad avere parecchi problemi, eccome se li avrebbero.
Ti ho dimostrato (a meno che tu non abbia voluto legggere il documento PDF) che le banche applicano commissioni, per esempio, sulla compravendita di Titoli di Stato, che definire usura mi sembra riduttivo!

Ti chiedo, per cortesia, di leggere il documento PDF e magari di stamparlo e portarlo a conoscenza di quante più persone possibile.

Prova a farlo leggere ai dipendenti della tua banca!
Magari a quei dipendenti che si lamentano, quando vanno al bar, che il caffé é troppo caro! I dipendenti di banca che, appunto, magari si lamentano perché il prezzo dell'aperitivo é elevato. Loro che poi vendono un Titolo di Stato con commissioni dello 0,5% sull'importo investito quando il costo per la banca é di 0,45 euro!
0,45 euro é il costo del caffè per il barista che poi lo rivende a 0,90 euro.
0,45 euro é il costo della banca per 10.000 euro di Btp e la banca chiede 50 euro.

C'é una bella differenza, no?

Se il barista aumenta il caffè a 1 euro ti lamenti, non é vero?
Però, se la tua banca applica certe commissioni non dici nulla, giusto?

Ti ricordo, per l'ennesima volta, che se la mia iniziativa passa potresti vedere più di qualche sportello chiudere.........


Ti riporto la definizione, dal Dizionario Lo Zingarelli, di "gregge":
GRUPPO DI PECORE O CAPRE ADUNATE SOTTO LA CUSTODIA DI UN PASTORE.



Tu fai parte del gregge?

Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ .... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

P.S. Il gruppo FERMIAMO I GUADAGNI DELLE BANCHE ! in facebook ha raggiunto i 643 iscritti!!!!!

8 commenti:

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

A giudicare dai commenti o meglio dai non commenti si evince che il gregge la fa da padrone.
C'é qualcuno che trova in questa iniziativa qualcosa di sbagliato?
Bene, se trovate qualcosa di sbagliato fatemelo sapere. Ma la realtà é che ci si lamenta ma poi quando c'é da fare qualcosa si ha paura.
Ti riporto un proverbio con relativa spiegazione.

CHI FA FALLA, E CHI NON FA SFARFALLA (chi agisce commette necessariamente qualche errore, ma chi resta inattivo ne fa di piu' gravi e per giunta inutili.)


Marco Calì, CFI

Anonimo ha detto...

Sig. Calì, io condivido al 99 % quello che lei scrive e le iniziative che propone.
Devo però dissentire quando lei se la prende con i dipendenti delle banche quando denuncia, a ragione, i prezzi eccessivi che queste applicano.
E' come prendersela con il garçon del bar se il prezzo dell'aperitivo è eccessivo o la qualità del prodotto non è buona.
Bisogna invece denunciare e attaccare l'alta dirigenza delle banche ed ancor più quella cerchia ristretta che opera le scelte strategiche nelle banche. Si tratta in pratica dell'azionariato di riferimento e del potere politico ( soprattutto i partiti di maggioranza e le areee vicine ai governanti ) che nominano e condizionano l'operato dei cda delle banche.
Quindi vanno bene le proteste e le denuncie, ma non contro il garçon che serve l'aperitivo ma contro il proprietario del bar.
Salvatore

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Grazie Signor Salvatore del suo commento!
Per quanto concerne ciò che esprime non mi trovo completamente d'accordo con lei e le spiego il perché.
Io non ho mai detto che le banche non debbano guadagnare, eh. Ma ho sempre detto che non esiste attività commerciale che consenta certi ricarichi come per le banche.
Ci mancherebbe che il proprietario del bar non guadagnasse. Il fatto é proprio questo: non si può paragonare il guadagno che fa un proprietario di un bar (o di un negozio in generale) con quello della banca perché c'é un abisso. Capirei il paragone se un barista vendesse un caffè a 30 euro!
Ma il comportamento delle persone fa sì che si vada a vedere la pagliuzza che c'é nell'occhio del barista e non si accorge della trave (E CHE TRAVE!) che c'é nell'occhio delle banche.

Marco Calì, CFI

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Sempre per il Signor Salvatore.

Anche sul fatto che i dipendenti di banca non c'entrino non sono completamente d'accordo con lei.
Quando un cliente va in banca non si trova mica davanti il signor Unicredit o il signor Intesa o il signor BCC. Quando un cliente va in banca si trova davanti un dipendente che percepisce uno stipendio (E CHE STIPENDIO!) e che ripete ciò che il padrone ordina.
Io ho provato a dire a dei dipendenti di banca :"Ma lo sai che la compravendita di un Titolo di Stato costa alla banca 0,45 euro e tu lo vendi a cifre spropositate'". La risposta più classica é stata: "Cosa posso farci io?".
Cosa potrebbe fare un dipendente di banca? Ribellarsi, ecco cosa potrebbe fare. Invece il dipendente di banca é tenuto sotto scacco con lo stipendio e gli viene fatto ripetere ciò che il padrone vuole.

Marco Calì, CFI

Anonimo ha detto...

Sig. Calì, mi aspettavo più acume da parte sua nell'afferrare il significato del mio concetto e del paragone con il dipendente del bar.

Delle due l'una : o non ha capito bene quello che ho scritto o non l'ha voluto capire.
Ai nostri lettori la sentenza.

Grazie per la risposta
Salvatore

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Per il Signor Salvatore:
bene, io posso aver interpretato male il discorso.
Le chiedo una cosa: i dipendenti bancari, secondo lei, c'entrano o non c'entrano? O sono completamente estranei?

Marco Calì, CFI

Anonimo ha detto...

Mi scusi Sig. Calì, ma in cosa c'entrano o non c'entrano o sono estranei i dipendenti bancari ?

Forse nelle scelte della gestione e della politica aziendale ?
Nella politica dei prodotti e del pricing ?
In queste cose forse lei intende che c'entrano ?

Allora le chiedo : ma non crede che in queste cose c'entrano - più che i dipendenti - i top manager e i cda delle banche ? Ed ancor di più c'entrano forse anche i politici, soprattutto quelli che esprimono la maggioranza e sostengono i governanti ?
Salvatore

Anonimo ha detto...

Mi scusi Sig. Calì, ma in cosa c'entrano o non c'entrano o sono estranei i dipendenti bancari ?

Forse nelle scelte della gestione e della politica aziendale ?
Forse nella determinazione dei prodotti e del pricing ?
E’ a queste cose che lei si riferisce che c'entrano ?

Allora le chiedo : ma non crede che in queste cose c'entrano - più che i dipendenti - i top manager e i cda delle banche ? Ed ancor di più non c'entrano forse i politici, soprattutto quelli che esprimono la maggioranza e sostengono i governanti ?
Salvatore