domenica 30 maggio 2010

Più cocaina c'é più si controlla il gregge
























Tanta cocaina: ottimo per chi é al potere.

Gentile lettrice e gentile lettore,
In Italia secondo l'OEDT (Osservatorio Europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, che ha sede in Portogallo a Lisbona),
in Italia ci sono circa 1.000.000 (UN MILIONE) di persone che fanno uso di cocaina.
Qualora non ti fosse chiaro, ti ripeto che in Italia, ci sono oltre 1.000.000 di persone che fanno uso di cocaina.

Ovviamente, al Signor Giulio Tremonti non é mai venuto in mente che dietro a 1.000.000 di persone che fanno uso di cocaina, ci possa essere qualche giro di danaro non proprio trasparente.... Di questo, i politici non ne parlano, ma che fatalità ! Milioni, milioni, milioni e ancora milioni di euro, quelli che girano attono al "mondo coca" che sono bazzeccole rispetto alle manovre proposte dal Signor "Trequartino Tremonti". Soldi sporchi che non vanno di certo a finanziarie opere pie, eh. Ma di questi i politici non ne parlano, ribadisco.

Ma non si parla di cocaina, sai perché?
Perché avere 1.000.000 di persone occupati dal pensiero di doversi rifornire di cocaina é splendido per chi é al potere.
E'fantastico, per chi é al potere, avere nel GREGGE questi cocainomani.
Ti ricordo, gentile lettice e gentile lettore, che anche nel tuo paese e/o nella tua città é pieno di persone che fanno uso di cocaina. E non sono certo gli anziani di 80 o 90 anni che tirano la cocaina. Non sono certo le persone di 60 e 70 anni che magari hanno lavorato una vita con sacrifici immensi.
Le persone che fanno uso di cocaina sono magari un po' più giovani.

Ma chi ne fa uso? Praticamente di cocainomani ne trovi dapertutto: avvocati, medici, poliziotti, manager, dirigenti statali, dipendenti pubblici, dipendenti privati, architetti, ingegneri, forze dell'ordine, politici, personaggi della tv, etc.

Ripeto: le persone che fanno uso di cocaina le puoi trovare in ogni ambito sociale.

Ed avere oltre 1.000.000 di persone, il cui pensiero é rivolto alla cocaina, é una strategia perfetta per chi comanda.

Ah, stavo dimenticando di dirti che ti suggerisco di provare a a far caso a qualche persona che conosci e che magari si tocca spesso il naso o "tira su" magari accusando i pollini. Forse non é un problema di pollini ....

Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia).

Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ .... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

8 commenti:

Donatella ha detto...

Grande Marco!
Voglio Marco Calì Ministro dell'Economia!!!!

Donatella

giuliofabbri74 ha detto...

Secondo me, sono molto più di un milione quelli che fanno uso di coca, per non parlare di chi fa uso di altre droghe. Tutto ciò è veramente molto drammatico...

Complimenti comunque per il blog!

www.blogdigiulio74.com

Anonimo ha detto...

Certo questo Calì è proprio grande.
Ha elaborato quel pò pò di trattato socio-statistico sull'uso delle droghe in Italia, di cui ci ha fatto partecipi in questo blog, e ancora non ricopre una carica ministeriale!
Io lo farei ministro dell'economia e della salute, signora Donatella.
Lei è troppo riduttiva nel farlo solo ministro dell'economia.
Grazie Calì per l'interessante analisi e per l'approfondita informazione che ci fornisce.
Da nessuna altra fonte avrei appreso quello che mi sta svelando lei.
Grazie
Salvatore

Anonimo ha detto...

Non solo cocaina

anche marijuana

e sigarette

il Gregge dei coglioni che si droga e' molto piu' vasto.

Anzi aggiungerei anche tutti i babbei che usano droghe sintetiche.

Anonimo ha detto...

Io al gregge dei coglioni che si droga aggiungerei il gregge dei coglioni alcolizzati o che comunque fa uso eccessivo di alcool e dei coglioni tele-webdipendenti.
Salvatore

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti innanzitutto..Sn Nicola Piccinini da Lanciano, (CH) 39 anni, una figlia di 4 anni professione imprenditore edile. Il sig. Calì tira fuori argomenti molto reali, importanti e molto quotidiani; di vita come la chiamo io normale di gente normale e comune. E' un peccato vedere piccoli commenti di risposta sarcastici e del tutto inutili, ma purtroppo bisogna anche accontentarsi nella vita. E' si un problema anche la droga..come il signoraggio come tanti e tanti argomenti trattati su questo blog. Purtroppo davvero la situazione è strutturata in modo che i problemi nn possono essere risolti da persone normali ed il perchè posso provare a dirlo gradirei mi venga contestato se non è vero. Il Gregge purtroppo, che è la maggior parte delle persone normali, sempre purtroppo, non ha i soldi per poter fare iniziative importanti, purtroppo è tutto legato al denaro e penso ke prima di fare iniziative importanti una persona normale pensa prima a svegliarsi la mattina per recarsi a lavoro, per mangiare, sopravvivere; anzichè darsi alle iniziative antisignoraggio, antidroga e tutto quanto il resto..Qualcosa comincerà a cambiare, eccome se comincerà a cambiare..(calì) quando la gente sarà affamata, non avrà soldi x la droga, x mangiare, mantenere i propri figli, comprarsi la droga o altro. La bomba non è ancora pronta x scoppiare, possiamo dire tutto ciò ke vogliamo ma...x molte persone (adulte) c'è ancora mamma e papà e nonni ke fanno da salvadanaio e finchè ci sn soldi x a sufficienza e tanto ci saranno xkè li stampano, come hanno sempre fatto.. manterranno queste condizioni..Hanno tutto dalla loro parte si sà, soldi, cervelli illuminati, dottori, giuristi, monetaristi, praticamente calì...quelle persone nn sn deficienti, sanno tutto purtroppo nn siamo intelligenti solo noi...e quindi fanno ciò ke gli permette il loro stato di grazia. Qualcosa potrebbe cambiare ma...se non ci mette un po' la mano il Signore la vedo dura..certo si devono fare iniziative nn si deve lasciare campo libero a loro..ma x loro le ns iniziative, senza soldi..sn puzzette...senza considerare poi la cosiddetta coesione sociale.. Insomma dai faraoni egiziani ad oggi nulla è cambiato, gli schiavi sn sempre esistiti..ma un vecchio signore amico mio mi dice sempre nulla è eterno, solo il nome di Dio lo è....

Anonimo ha detto...

Sn Nicola Piccinini, chi tace acconsente..

Anonimo ha detto...

Può anche darsi che chi tace non ha parole.
O meglio, non ha più parole.

Non si capisce più nulla su CHI VUOLE DIRE COSA.

Marasma mentale.

Meglio abbandonare la bagarre.

E' come la storiella tra i 2 compari.
Il primo dice al secondo :
“ compare vai a caccia ? “
Il secondo risponde :
no, vado a caccia “
Il primo :
“ ah, pensavo che andavi a caccia “

Su per giù siamo a questo livello.