giovedì 20 maggio 2010

Ti regalo 3 segnali sulle azioni

Tre titoli azionari: ti interessano ? Gentile lettrice e gentile lettore, avevo scritto che non avrei dato più nessun segnale per quanto concerne le azioni, per rispetto dei clienti che si avvalgono del servizio di consulenza finanziaria a pagamento. Oggi faccio un eccezione. Perché si tratta di un momento di borsa "eccezionale". Opportunità così capitano molto raramente .... Ma darò i segnali solo per e-mail. Se ti interessano questi segnali puoi richiederli all'e-mail : edoardinchiarin@yahoo.it Oppure puoi farmi uno squillo al 3339181454. Marco Calì, consulente finanziario indipendente, nato a Zurigo (Svizzera) il 22 settembre 1970 e residente in provincia di Padova (Veneto, Italia). Visita il mio blog su http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/ .... é più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca!

8 commenti:

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com ha detto...

Ad una e-mail ho già risposto.
Non sono sempre davanti al computer.
Se non riesco a rispondere subito all'e-mail ricordo il cell.3339181454.

Marco Calì, CFI

Roberto ha detto...

Ciao Super Marco !!!!
E' inutile parlare al gregge di azioni. Il gregge le compra su ordine della banca quando il mercato é ai massimi.
GRANDE CALI'

Roberto

Anonimo ha detto...

IL REPLICANTE HA REPLICATO

Anonimo ha detto...

Chi ha chiesto i segnali? Secondo me nessuno!!!!

Anonimo ha detto...

ciao sono nicola piccinini, ringrazio il signor calì ed il signor giulio pasquini (mio compaesano) per le risposte che mi hanno dato sull'argomento precedente, torno a ripetere ora..che i soldi da investire non li ha nessuno, e 2.000 o 3.000 (perchè più di tanto un operaio o piccolo imprenditore padre di famiglia più di tanto nn può esporsi e lo sapete)euro per comprare azioni non serve a nulla, se non continuare a regalare soldi agli altri... I soldi ora servono solo per mangiare e comprare qualche vestito per non sembrare un poveraccio quando si va a cena fuori (ormai sempre meno volte 25-30 euro per una pizza, ma una pizza può mai valere 60.000 delle vecchie lire??????)il sig. calì dirà che ci sn famiglie che hanno i soldi, eccome se ce li hanno.. ed allora perchè proporre investimenti ai poveri normali?? cioè io e molti altri che leggono qui.. Tanto vale dire avviso a chi ha soldi che avanzano....eccovi le dritte.... A presto. Nicola Piccinini
P.S. dite pure ciò ke volete ma la situazione è questa qui tra persone normali.

Anonimo ha detto...

25-30 euro per una pizza?

Ma lo sai quanti costi ci sono per gestire un locale?
E se credi di fare tanti soldi perche' non te ne apri uno tutto tuo?

Saluti.

Gianni

Anonimo ha detto...

Finalmente ho sentito dire da Silvio B. una cosa che sentivo veramente nel cuore.
E' finita l' epoca che si viveva al di sopra delle proprie possibilita'.

Ne sono felicissimo finalmente le cicale verranno spazzate via!

Una formichina.

Anonimo ha detto...

A Gianni er pizzarolo.

La questione è che molti pizzaroli non sanno gestire i propri locali e, aggiungo, spesso non sanno fare nemmeno la pizza.
Se per tenerti in piedi come pizzarolo sei costretto a vendere una pizza e una birra a 25 o 30 euro, cambia mestiere.
Te lo dice uno che vive in città e trova buone pizzerie intorno ai 15 - 20 euro ( per pizza, birra e ballo )