giovedì 13 gennaio 2011

E vai!!!!!!!!!!!!!!!! 1.870 miliardi di euro di debito pubblico!

"Abbiamo tenuto bene i conti pubblici".

"Siamo stati bravi a mantenere i conti".

Sento e leggo spesso che i vari politici di turno si vantano di aver tenuto i conti pubblici!
Non so di che conti parlino, ma comunque la realtà è questa.

 1.870.000.000.000 di euro di debito pubblico!
MILLEOTTOCENTOSETTANTAMILIARDI DI EURO!

I miei complimenti al governo.
Voglio fare i complimenti anche al GREGGE che ha votato questi politici!

Marco Calì
www.sapienza-finanziaria.com/

6 commenti:

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Sono graditi dei commenti da parte del GREGGE. Tu che li hai votati hai qualcosa da dire? Oppure ti fa più comodo stare zitto?

Marco Calì

Rino ha detto...

Complimenti Signor Calì.
E' da un po' di tempo che la seguo e devo dire che lei è praticamente l'unico ad opporsi ad un certo sistema.
Complimenti per il coraggio che ha.
Con profonda stima.

Rino.

N.B. Penso che anche altre persone potrebbero esprimere il loro apprezzamento.

Anonimo ha detto...

Mi unisco ai complimenti. Forza il Calì.
Donatella

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Ripeto al GREGGE:
sono graditi dei commenti da parte del GREGGE. Tu che li hai votati hai qualcosa da dire? Oppure ti fa più comodo stare zitto?

Marco Calì

Maurizio (TV) ha detto...

quale sarà il limite per dichiarare default? 2000?, 2200? o 2500? abbandonare la nave prima che affondi!! ciao...

Loris ha detto...

Personalmente sono dell'idea che il debito pubblico non potrà MAI essere ripianato. Tralasciando l'aspetto del signoraggio, di cui ho sentito pareri spesso contrastanti, e che portano ad opposte conclusioni, credo il più grosso problema sia concretamente di origine strutturale del paese. Chi, sano di mente, presterebbe del denaro ad un pensionato che non è neppure in grado di pagare gli interessi sui debiti che ha già in corso? Il continuo rifinanziamento del debito penso sia esattamente questo, continuare a sostenere un soggetto che degrada sempre più, che produce sempre meno, che ha sempre meno occupati e sempre più soggetti a carico della collettività; come si può sperare che si trovino un giorno le risorse per saldare i creditori?
Un default sarebbe la soluzione migliore per ripartire, sarebbe più difficile aver credito all'inizio nei confronti del mondo, ma riorganizzndo il paese con una nuova chlasse politica sarebbe il punto di partenza di una nuova società.
TUTTI GLI DÈI SONO MORTI: ORA VOGLIAMO CHE VIVA IL SUPERUOMO