martedì 1 febbraio 2011

Petrolio: nella tua banca!


L'altra settimana ho scritto un post sul petrolio...........

Puoi leggere qui

Ah, qualora non ti fosse chiaro, ti comunico che per comprare il petrolio non ti devi recare in farmacia, neppure al supermercato e nemmeno dal negozio di alimentari.
Per comprare il petrolio ti devi semplicemente recare in banca, sì dalla tua banca.
Poi se il dipendente bancario (retribuito, con stipendio, ogni 27 del mese) non sa come si fa, questo è un altro discorso ....

6 commenti:

Antonio ha detto...

Ci potrei mettere qualche migliaio di euro, magari con leva 10. Il rischio è di perdere solo il capitale iniziale, giusto Signor Calì? Se ho 5.000 euro e uso leva 10 investo 50.000 euro e per perdere i 5.000 euro depositati il petrolio dovrebbe scendere del 10%: E' COSI' CHE FUNZIONA? Se sale però guadagno sui 50.000 euro e quindi se sale del 20% guadagno 10.000 euro. E così?



E poi: chi applica buone condizioni per il petrolio?

Antonio

Loris ha detto...

Beh non credo ci siano gestori di patrimoni in banca (forse sportellisti si) che non sanno investire in ETC, più che altro credo tendano a dissuadere il cliente dall'investire in tali strumenti in quanto considerati fortemente speculativi. Non credo che i promotori delle banche in fondo agiscano in malafede (ne conosco che ci han rimesso di proprio decine di migliaia di euro), semplicenmente non sono sufficientemente preparati per il lavoro che svolgono e pertanto tendendo ad allinearsi il più possibile alle indicazioni fornite dall'azienda..

Alessandro ha detto...

Qualche bancario può farsi sentire? Mica viene fucilato. Se qualche bancario può rispondere magari contribuirebbe a fornire delle spiegazioni.

Alessandro

Loris ha detto...

Per Antonio : su www.etfsecurities.it , ottimo emittente, trovi diversi ETC anche strutturati che fanno al caso tuo.

Anonimo ha detto...

Per Antonio:
Usare una leva così alta con una commodity è estremamente rischioso. Inoltre gli ETC strutturati che offrono la leva hanno costi espliciti e impliciti tutt'altro che trascurabili e in certe condizioni di mercato possono risultare decisamente poco liquidi. Inoltre, a differenza dei futures (sui quali la leva è 20), gli ETC sono soggetti agli orari di chiusura della borsa di riferimento. Quindi, in caso di ribasso marcato (e il petrolio non scherza quando scende), mettiamo alle 19 di sera, lei che fa?
Comunque il funzionamento dipende dal tipo di strumento che vuole usare.
Se invece Lei utilizzasse i CFD, derivati analoghi sull'oil o magari proprio i futures, il discorso sarebbe alquanto diverso.
Ma dalla sua domanda sulla leva, dubito che questo sia il suo caso.

Prima di fare investimenti così rischiosi, senta un professionista come Calì, le conviene.
-Enrico Pasi-

Anonimo ha detto...

Grazie Enrico.

Antonio