martedì 8 febbraio 2011

Test del capello per tutte le cariche importanti: cocaina sì o cocaina no?



In Italia, anche se nessun "organo" importante sembra volerne parlare, c'é un problema molto ma molto grosso.
Anzi, mi correggo, c'é da capire se questo é un problema o non lo é.
Mi sto riferendo alla COCAINA!
C'é da chiarire, quindi, se la COCAINA fa bene o fa male.
Non sono certo io la persona che può dire se la COCAINA fa bene o fa male.
Da quel che mi risulta, però, penso che la COCAINA proprio bene non faccia.
Ma, al riguardo, si può interpellare qualche medico, ad esempio.
Questo é il punto.
Se la COCAINA non fa male allora non c'é nessun problema.
Se, invece, la COCAINA proprio bene non fa, allora qualche problema c'é.
Ripeto, non sono io a dover affermare se la COCAINA fa bene o fa male.
ALLORA E' INUTILE CERCARE DI FAR FINTA DI NULLA!
FAR FINTA CHE IL PROBLEMA NON CI SIA E' UNA COSA ASSOLUTAMENTE ASSURDA.
E' ASSURDO PERCHE' MOLTE CARICHE IMPORTANTI, IN QUALSIASI RAMO SOCIALE, SONO OCCUPATE DA PERSONE CHE DI COCAINA NE FANNO USO, ECCOME SE NE FANNO USO.
Le persone che ricoprono delle cariche importanti condizionano le scelte di vita delle persone normali, checché se ne dica.
E se queste persone "importanti" fanno uso di COCAINA non dovrebbero essere proprio lucidi nell'esporre le loro idee.
Ripeto ancora una volta, che per affermare se la COCAINA fa bene o fa male é meglio sentire il parere di qualche medico.
Io, comunque, qualche medico l'ho sentito .......
Il punto su cui voglio focalizzare l'attenzione é CHE A TUTTI, DICO A TUTTI, sembra che il problema della COCAINA non interessi.
Cosa farei io per cercare di contrastare il problema COCAINA? Problema che ritengo possa esserci in quanto molte cariche importanti sono rappresentate da COCAINOMANI. E penso che farsi rappresentare da gente "FATTA DI COCAINA" non sia proprio l'ideale.
Cocainomani che fanno dipendere le sorti dell'Italia, eh.
Gente "FATTA DI COCAINA" dalle quali partono scelte che possono incidere, eccome se possono incidere, sulle sorti delle persone normali, come sei tu gentile lettrice e gentile lettore, in quanto cittadina o cittadino dell'Italia.
La soluzione é molto semplice!
Andrei a ricercare il problema alla fonte. Come? Fra poco te lo dico! Magari potrebbe attuare questa procedura il Ministro Brunetta che qualche potere ce l'ha! Ma forse anch'egli non é interessato al problema COCAINA e gli conviene far finta di nulla.
Ribadisco il fatto che molte persone importanti sono in grado di condizionare le scelte delle persone "meno importanti".
E se queste decisioni "importanti" sono prese da persone che fanno uso di COCAINA le conseguenze le subiamo tutti.
Allora, come fare per arginare il problema?
Suggerisco al Ministro Brunetta di far fare a tutte le persone "importanti", a tutte le persone "importanti", a tutte le persone "importanti", a tutte le persone "importanti", di qualsiasi RAMO SOCIALE, di qualsiasi RAMO SOCIALE, di qualsiasi RAMO SOCIALE, di qualsiasi RAMO SOCIALE,
 l'esame del capello.
Con il test del capello si può controllare il consumo di droga dei passati 20 mesi.
Ah, non c'é problema se qualche persona "importante" é senza capelli, perché si possono evidenziare le tracce anche con i peli .........
Sottoponendo tutte le persone "importanti" di qualsiasi RAMO SOCIALE al test del capello si conoscerebbe la loro vera carta d'identità!
Se una persona "importante" dovesse essere dipendente della COCAINA, molto semplicemente, DOVREBBE CURARSI.
Dovrebbe curarsi secondo delle metodologie mediche, magari in qualche comunità dedicata proprio ai tossicodipendenti.
IN ITALIA C'E' MOLTA GENTE CHE FA LA MORALE .........
Il significato di tutto questo mio articolo é il seguente:
tante persone "importanti" hanno il potere di condizionare le scelte delle persone "meno importanti". Ma se queste decisioni sono prese da gente malata non possono essere decisioni consapevoli.
Allora, chi é malato si deve curare.
E' inutile far fina di nulla!
Facendo fare il test del capello a tutte le persone "importanti" si scoprirebbe subito, subito, subito, subito, quelle che sono le loro reali abitudini "fisiche".
E scoprendolo subito, queste persone "importanti" avrebbero anche la possibiltà di curarsi.
Ma finché non sono guariti se ne stanno fuori dai giochi, questo sì.
Ovviamente, il test del capello non verrà reso obbligatorio dal Ministro Brunetta.
Ma il test darebbe dei risultati molto sorprendenti.
In qualsiasi RAMO SOCIALE siamo attorniati da persone "importanti, FATTE DI COCAINA" che volenti o nolenti condizionano le scelte di tutti i cittadini.
Poi, me lo spieghi, gentile lettrice e gentile lettore, come fai a dire ad una bambina o ad un bambino che la COCAINA proprio bene non fa, se viene a sapere che tante persone "importanti" ne fanno uso?
Il test del capello deve essere fatto a tutte le persone "importanti" di qualsiasi RAMO SOCIALE. Ecco una buona lista.
POLITICI (presidente del Consiglio, ministri, deputati, onorevoli, segretari, sottosegretari, presidenti di provincie e di regioni, etc.);
BANCHIERI VARI (compresi tutti i manager);
SINDACALISTI;
GIUNTE COMUNALI (sindaci, assessori, consiglieri, etc.);
PERSONAGGI DELLA TV;
RAPPRESENTANTI DELLE FORZE DELL'ORDINE (carabinieri, poliziotti, finanzieri, etc.);
ALTRI (chi aggiungeresti?)
Ma poiché, come già detto, c'é chi fa il grande con i piccoli e il piccolo con i grandi e quindi il test del capello non sarà "legge".
Lancio ora l'iniziativa!
FATTI IL TEST DEL CAPELLO, COSI' VEDIAMO SE PREDICHI BENE MA RAZZOLI MALE!
Tutte le persone "importanti" possono sottoporsi al test del capello in maniera autonoma, ma soprattutto volontaria.
VIEN DA SE', CHE CHI NON HA IL CORAGGIO DI FARLO POTREBBE ESSERE IN FALLO, ECCOME SE POTREBBE ESSERE IN FALLO.
I guai della pentola li sa il mestolo!
Ti comunico, infine, gentile lettrice e gentile lettore, che il costo test del capello per le persone "importanti" E' VERAMENTE IRRISORIO!
Allora, perché già da subito non invii una richiesta a qualche perona "importante" con il contenuto di questo articolo?
In questo blog creerò una sezione con i risultati delle persone "importanti" che si sono sottoposte al test del capello. Vediamo chi predica bene, ma razzola male.
In questa sezione inserirò i nomi delle persone "importanti" a cui tu avrai inviato una richiesta. Richiesta che puoi inviare, semplicemente, per e-mail. Inserirò, altresì, i nomi delle persone "importanti" che non risponderanno e che quindi non si saranno volute sottoporre al test del capello.
Invia l'e-mail per conoscenza anche a me e fammi sapere!
Ti ricordo che trovare un'e-mail é molto semplice. Praticamente tutte le persone "importanti" hanno un'e-mail. Puoi trovarla, magari, usando un motore di ricerca.
Ah, un'ultima cosa: possiamo fare una colletta e offrire noi il test ai diversi esponenti.
Faccio un esempio: decidiamo di chiedere al Signor X di farsi il test; raccogliamo il denaro; lo invitiamo ad un appuntamento per sottoporsi al test; se accetta bene, se non dovesse accettare ....
Da chi iniziamo?
Suggeriscimi dei nomi e l'e-mail la invio io.
E dell'invio di ogni e-mail ne darò comunicazione qui sul blog.

3 commenti:

senza_fili ha detto...

Questa proposta nn l'hai fatta solo tu, piu' di una volta si e' chiesto a persone che svolgono compiti per la Comunita'( politici, polizia, bancari...ma anche taxisti ecc) di sottoporsi a tale esame...Per i politici sono gia' in corso questi esami in modo anonimo e facoltativo ,questo nn e' giusto!Deve essere obbligatorio!!!
La trasmissione LE IENE qualche tempo fa' si impossessarono dei capelli di parecchi politici e ben il 47% risultarono positivi a cocaina e hascish....Altrimenti come farebbero a fare certe cose ??? E' chiaro come il sole che i tossici si sono "evoluti"
Auguri x l'iniziativa ..sara' ardua

Loris ha detto...

Beh personalmente non includerei nella lista i banchieri in quanto le banche sono aziende private, e come tali stanno sul mercato per cui se sbagliano ne renderan conto ai soci/azionisti, ma il cliente può benissimo optare per altri istituti, se uno non lo aggrada. Includerei invece TUTTI i soggetti operanti nel settore pubblico (nell'elenco mancano per esempio giudici, professori, maestri d'asilo) dato che volenti o nolenti il cittadino li deve subire, e non se li può liberamente scegliere.

Il Ceceno ha detto...

Voglio porre l'accento sulla questione che la cocaina fa male, e come il fumo anche a chi ti circonda.

La cocaina come tutte le droghe agisce in modo eccessivo sul sistema mesolimbico. In parole povere il nostro corpo produce le stesse droghe che vengono sintetizzate dall'oppio, dalla cannabis, ecc, e prsino l'alcool (non produce alcool, ma sostanze che hanno effetti analoghi), ma le "dosi" autoprodotte dall'organismo sono migliaia di volte meno consistenti di quelle assunte attraverso le droghe. In parole ancora più povere, drogarsi è come fare il pieno di diesel a un motorino.

Il danno più grave è la perdita di alcune funzioni del cervello, quelle che controllano lo stress e consentono di percepire il piacere e il benessere. Inoltre i recettori delle sostanze si sovraccaricano, e per venire incontro all'abbondanza si moltiplicano. Ma divenuti troppi per essere soddisfatti dalle dosi endocrine prodotte dall'organismo, solo attraverso nuove dosi esterne si può momentaneamente eliminare il malessere dovuto all'astinenza.

I danni al cervello si propagano al resto dell'organismo, e alle relazioni con altri individui. Il tossicodipendente che non è in grado di procurarsi altra droga diventa una vera e propria bestia affamata, quando la sua ragione e l'autocontrollo vengono sopraffatti dall'astinenza, che può agire in modo diretto e violento, o infido. Purtroppo oggi si tende anche nelle cure ad accontentare la parte animale dei pazienti attraverso dosi di metadone, piuttosto che intervenire su quella umana attraverso esercizi di rilassamento, attività fisica e cura di sè, mentre il tempo fa chiudere i recettori in eccesso riportando l'organismo alla normalità, o quasi.

L'unica soluzione sicura è non assumere mai in vita propria alcun tipo di droga che agisca pesantemente sul proprio organismo. Ovvero si salvano solo té, caffé e un bicchiere di spumante a capodanno.

Queste informazioni che ho dato sono concetti che ho imparato da un mio parente medico che si occupa di tossicodipendenti, ed essendo io non medico posso aver confuso alcuni meccanismi biologici che ho citato sopra, per quelli suggerisco di documentarsi a chi volesse una visione chiara sull'argomento.