sabato 7 maggio 2011

ANALISI TECNICA EURODOLLARO SETTIMANA 09 – 13 MAGGIO 2011

Questo è il frutto del duro lavoro svolto durante il nostro Corso Forex.
Ogni settimana Gianmauro ci sta offrendo gratuitamente la sua analisi del mercato. Lo ringrazio pubblicamente a nome di tutti coloro che ne stanno beneficiando.

Gianmauro ha partecipato al nostro corso, il MIGLIORE CORSO DI TRADING AL MONDO.

Sai fare di meglio?
FATTI, non parole...

Ecco l'analisi di questa settimana.


Tre giorni e tre quarti…

Tanto c’è voluto perché la nostra coppia eurodollaro si schiodasse da lassù in cima e si decidesse a seguire la sorte delle “correlate” gbpusd e audusd .

E se è vero che da lassù è partita per ultima…altrettanto vero è che quando si è mossa l’ ha fatto con un fragore da vedere : 450 pips di “picchiata” in poco più di una giornata… è tanta roba.

La vogliamo vedere ?!?…


Il grafico dice più di mille parole e conferma quanto avevamo ben evidenziato ( oh…la “imbrocchiamo” spesso…ve ne siete accorti ?!?…) : i venditori avrebbero potuta averla inizialmente vinta ( dicevamo la scorsa settimana )  e non sarebbe stato sacrilegio vedere i prezzi al test di 1.4500 per poi valutare se quel livello avrebbe fornito supporto per un rilancio rialzista oppure se fosse stato spettatore di un potenziale inizio di inversione del trend.

Ebbene i venditori alla fine  l’ hanno avuta vinta eccome e i prezzi sono scesi a testare proprio gli 1.45000 : una volta lì non hanno avuto la forza di risalire ma al contrario si sono rimessi all’ingiù per arrivare fino a 1.43000 : livello che rappresenta i massimi precedenti.

Ma prima di vederlo sul grafico settimanale,  volevamo mostrarvi dove siamo rimasti inizialmente “incastrati” in una nostra operazione : per la serie “ non è sempre festa…”

Ebbene riuscite a vedere sul grafico quell’iniziale spunto rialzista ( rettangolino verde ) in uscita dalla congestione ?!?…
Ecco…proprio lì siamo caduti nella trappola avendo deciso di credere che i prezzi sarebbero “scappati via” senza nemmeno ritestare il livello appena rotto, e quando i prezzi hanno fatto dietrofront il nostro Stop loss è scattato facendoci uscire dal mercato.

Ma torniamo ai grafici e vediamo se con il “settimanale” riusciamo a trarre delle buone indicazioni per la settimana che verrà…



Ebbene dal grafico si nota come il test dei massimi precedenti a 1.5000 sia stato mancato proprio a causa di quel livello ( 1.4880 ) che avrebbe potuto rappresentare una prima buona resistenza ( ne parlammo la settimana scorsa ) .

Il livello di resistenza ha tenuto e i prezzi sono scesi fino ad appoggiarsi di nuovo ai massimi precedenti a 1.43000 e precedentemente ( scusate il gioco di parole ) rotti.

In chiusura come considerare il movimento della settimana ?!?…

Considerarlo un pesante ritracciamento prima della ripartenza oppure un primo forte segnale di un’imminente inversione del trend ?!?…

Due gli scenari probabili :

-          La continuazione della discesa fino al test dell’area di chiusure delle candele settimanali ( segnalata dalla linea blu ) e della media mobile EMA21
-          L’immediato “rimbalzo” per un secondo tentativo di prendersi area 1.50000


Noi un’idea ce l’abbiamo ( speriamo si riveli migliore di quella che ci ha fatto entrare long lassù…anche se successivamente ben ripagata dalla presa di buona parte della discesa…).
Questa idea la condividiamo proprio qui con voi e la vediamo nel successivo grafico…



Il grafico in questione è relativo alla settimana dell’ aususd ovvero di una delle coppie “correlate” al nostro eurusd.

Come possiamo notare questa coppia non solo non si è nemmeno avvicinata ai massimi precedenti ( contrariamente all’eurodollaro e alla sterlina…altra correlata ) ma nella giornata di ieri ( venerdì, ndr ) ha visto addirittura solo rialzi ( pur con un po’ di prese di profitto sul finire della giornata ) di fatto allontanandosi ancora di più dagli stessi precedenti massimi.

Ed è proprio questo l’elemento che ci lascia ancora un po’ dubbiosi in merito ad una potenziale imminente inversione del trend dell’eurodollaro e che ci vede dunque al momento ancora rialzisti.

Visto che alla fine quello che dobbiamo seguire è il mercato, attenzione alla risultante del test di 1.43000 e soprattutto al potenziale test dell’area delle “chiusure” posto a 1.4000,  perché in caso di una loro penetrazione ribassista davvero lì gli scenari potrebbero cambiare del tutto.

Questo è quanto : una buona settimana a voi tutti.

Gian

A cura di Sapienza Forex, il numero 1 al mondo sul Forex!





4 commenti:

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Straordinaria questa analisi!
Commenti zero.

Questo mi dà sempre più forza!
Iscrivetevi al corso!!!!!

U. Marco Calì

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Ho tolto un commento inserito da una persona altamente frustrata.
C'era un link non appropriato......

U. Marco Calì

Anonimo ha detto...

Caro Marco, come tu sai l' analisi tecnica dice tutto e il contrario di tutto, tanto che alla fin fine se non sarà zuppa sarà pan bagnato, inoltre definisce solo genericamente i tempi e comunque si basa fondamentalmente su strumenti statistico-psicologici.
A che serve l'analisi tecnica ? A tutto e a niente.
A posteriori, poi si strillerà ai miracoli dell'analisi tecnica o si dirà che comunque è solo uno strumento di indagine che non da certezze.
Insomma l'analisi tecnica, se non accompagnata e corroborata da tanti altri strumenti, dati, informazioni e solide cognizioni economiche-finanziarie, è una cosa CON LA QUALE O SENZA LA QUALE SI STA SEMPRE TALE E QUALE.
Saluti Carlo

Anonimo ha detto...

Sig. Carlo un saluto a lei, sono Gianmauro e in breve desideravo poterle spiegare perchè l'analisi tecnica è così importante per me...

L'analisi tecnica altro non è che una delle tante teorie alla base dell'analisi dei mercati, lo è alla pari dell'analisi fonamentale, dell'analisi degli Open Interest, dell'analisi del C.O.T. idex e chi più ne ha più ne metta...

Io ho scelto l' ANALISI TECNICA DI UN GRAFICO perchè ho trovato che l'analisi grafica di un trend ( o della sua assenza ) e un test su uno dei suoi livelli è tutto quanto mi serve per un trading semplice e profittevole.

Non notizie dunque...non informazioni di altro tipo...non dati e men che meno particolari cognizioni economiche-finanziarie : un bel "rimbalzo" o un bel breakout quali risultanti di un test sui livelli di un trend ( o di una fase di congestione nel caso sto trend sia "in pausa" ) è tutto quello di cui ho bisogno per porre le basi delle mie scelte di investimento.

Concordo con lei che da sola l'Analisi Tecnica non è sufficiente( parliamo dell'ovvietà per coloro che in vita loro hanno provato a fare il trader anche solo per una volta ) ma di certo può bastare quale "fondamento" sul quale provare a costruirci sopra un'idea ( o almeno è il fondamento che mi sono scelto ).

Consideri tra l'altro che l'argomento in questione ha rilevanza per un misero 20 % ( forse anche meno ) per quanto concerne le fortune di qualunque trader : i "problemi" sono ben altri...purtroppo.

Parliamone : tanonano il mio contatto skype

Gianmauro