giovedì 9 giugno 2011

Investi nell'istruzione



Ho letto che la casa di una persona molto ricca è stata visitata dai ladri. A questa persona hanno rubato la televisione ed il videoregistratore, lasciando al loro posto i libri. Questo aspetto è molto significativo: il 90% della gente compra televisioni mentre solo il 10% legge libri di economia o sugli investimenti finanziari.

Ogni persona è libera, per carità, di scegliere cosa inserire nel proprio cervello: può guardare la tv quando ha tempo disponibile, può leggere riviste di gossip, andare a corsi di ceramica o lezioni di investimento finanziario.

Da parte mia ti ripropongo l'ebook gratutito sul Forex che ho scritto con il contributo del mio straordinario staff.
Leggilo, è gratis. Studialo, verifica ciò che c'è scritto, fai come ti pare, ma leggilo.
Se vuoi migliorare le tue conoscenze devi fare qualcosa.
Sono esterefatto da chi vuole investire in azioni o proprietà immobiliari, ad esempio, senza mai investire nella sua attività maggiore, il cervello.
Leggi questo ebook.
Poi informati, studia, leggi altri libri, ebook, ecc..
Ma fai qualcosa.
Comincia a cambiare le tue abitudini.
Comincia, magari, investendo un minuto al giorno.
Un minuto, è importante che tu investa anche un solo minuto al giorno per la tua istruzione finanziaria.
Un minuto oggi, un minuto domani e così via: fra un mese avrai delle nozioni in più o no?


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Si io voglio investire un minuto al giorno per istruizione, anzi ne investirò 2 di minuti al giorno : uno per selezionare i libri validi da consultare ( perchè c'è tanta monnezza in giro ) e uno per leggerlo.

Loris ha detto...

La cultura è la prima cosa su cui bisogna investire, e non solo in campo finanziario, anche se in questo diventa particolarmente importante, per difendersi dalle migliaia di proposte apparentemente allettanti che vengono proposte, ma che spesso celano amare sorprese.
Caro anonimo, la selezione si fa dopo averli letti i libri e vedrai che talvolta, ciò che all'apparenza può sembrare "monnezza", ti si rivelerà particolarmente interessante..

Anonimo ha detto...

Secondo me la selezione si fa prima di leggere qualcosa, tramite informazioni e riscontri che si possono avere consultando riviste, persone qualificate ecc.
Se la selezione la fai dopo aver letto, non è più selezione. Hai solo letto " tutto " senza scremare. Così si perde solo tempo e denaro a leggere roba buona e / o monnezza senza alcun riguardo al rapporto costi ( in termini di tempo e di denaro ) / benefici del tempo dedicato allo studio/informazione.

Loris ha detto...

La barzelletta diceva più o meno "come fai a sapere di trovarti tra 5 economisti? perchè se farai loro una domanda avrai 6 opinioni"
Questo per dire che la selezione non la puoi fare sulla base di ciò che ti vien consigliato dagli altri, perchè a seconda della persona a cui ti rivolgerai cambiaranno i consigli che ti verran dati, e diventerai semplicemente un replicante dell'interlocutore di turno. Leggi tutto quello che trovi, poi fatti una selezione e studia ciò che ti pare più valido, avrai un' opinione ed un indirizzo tuoi, forse migliori rispetto tanti presunti saccenti