giovedì 16 giugno 2011

Quanto guadagnerai quando andrai in pensione?

Le pensioni: tema sempre di attualità. Ricordati alla fine di visionare il filmato!

Ho visto dei siti in cui viene offerta la possibilità di calcolare con quanti soldi andrai in pensione!
L'unica cosa di cui sono certo è che quando si aderisce ad un piano pensionistico l'affare lo fa la banca o l'assicurazione. Su questo non ci piove.
Ho lavorato anch'io (12 anni fa) per un anno per le Assicurazioni Generali S.p.A. Mi correggo, svolgevo l'attività di venditore di polizze vita. Le polizze vita erano l'unico prodotto che l'ex datore di lavoro voleva che io vendessi.
I ritorni economici.per le compagnie assicurative e le banche su certi tipi di prodotti sono enormi.

Ma torno al discorso della pensione.
Ti consiglio di lasciar perdere tutte queste stime o meglio di valutarne bene la veridicità.
In ogni caso, oggi, la metà delle pensioni erogate è inferiore ai 500 euro!
Te lo ripeto: metà dei pensionati attuali percepiscono una pensione inferiore ai 500 euro.

Ora, puoi fare due cosa: o sperare che le cose cambino e che in questo modo quando andrai in pensione vivrai di rendita oppure puoi darti da fare per cercare delle fonti di reddito alternativo.
Io sono per questo seconda opzione.
Invito chiunque abbia un'idea o un progetto a non avere paura.
Non aver paura, non fermarti, impegnati per realizzare questo tuo progetto.
Mi arrivano email, praticamente, ogni giorno di persone che hanno in mente di fare questa o quella cosa.
Quello che poi li ferma è la paura!
L'ostacolo più grande da superare è la paura!
Ma non c'è modo di fare nulla nella vita se hai paura.
Ci vuole tempo, è vero, per sviluppare un'idea.
Ma se mai inizi come pensi possa cambiare la tua situazione?
Te la faccio io una stima senza tanti calcolatori vari.
La somma della tua pensione nel 2025 sarà pari al 25% del tuo attuale stipendio.
Sono disponibile ad incontri televisivi e/o a riunioni specifiche per dimostrare questi dati.
Ripeto: se oggi percepisci 1.000 euro nel 2025 andrai in pensione con 250 euro!
Puoi anche non credere a me, eh. Puoi credere a ciò che ti viene propinato dal politico di turno, che ovviamente, conoscerà anche il settore pensionistico!
Nella realtà il politico di turno ripete ciò che viene ordinato dall'alto. L'elettore a sua volta ripete ciò che viene detto da questo politico di turno.
Sei libera/o di ascoltare chi vuoi.
Da parte mia sono a disposizione per supportarti qualora avessi un'idea, un progetto.
Io collaboro con poche persone, ma ti garantisco essere di una serietà unica.
Se vuoi entrare in contatto con me ed il mio staff siamo a disposizione per supportarti in qualsiasi iniziativa tu abbia in mente.
Questa mattina, ad esempio, abbiamo avuto una straordinaria conversazione con uno specialista di esclusive. Ci ha dato delle informazioni stratosferiche!
Decidi tu cosa vuoi fare. Puoi sempre far riferimento, magari, a persone come i tanti commentatori che scrivono in questo blog in maniera anonima. Persone negative, persone che hanno paura.
La situazione è seria, eccome se lo è!
Per quanto mi concerne mi sto impegnando per cambiare, anche di una sola goccia, questo sistema economico. Una goccia io, una goccia tu, una goccia un'altra persona: con le gocce si riempe l'oceano.

Non avere paura!






9 commenti:

Anonimo ha detto...

Sui tuoi post si parla spesso e volentieri di paura e francamente mi sembra un po' fuori luogo.
Per quanto mi riguarda la paura è un sentimento umano ed aiuta a prendere delle decisioni in maniera consapevole. La paura può frenare una scelta ma se una persona ha una certa forza di volontà e spirito interiore credo che essa resti uno dei tanti sentimenti che noi umani proviamo. Io personalmente prima di fare delle scelte valuto e soppeso pro (benefici) e contro (paure) ma poi la scelta la prendo. Insomma la paura non mi sembra un freno così grande a prendere delle decisioni, anzi mi sembra un valido radar per decidere in maniera consapevole.

Quanto al discorso pensioni, lo sappiamo tutti che tra 20-30 anni la nostra pensione (Se ci sarà) sarò ridotta al lumicino, mi sembra quindi saggio accantonare quello che si può sistemicaticamente su qualche titolo sicuro con un rendimento stabile nel tempo (magari titoli di stato indicizzati).
Questa è la mia opionione.
Claudio - Meste

Federico ha detto...

Salve questa volta anchio non concordo con quanto scritto sul blog pur avendo sempre difeso l'autore del blog.

Caro Marco a mio parere non stai certamente dando un buon consiglio hai tuoi lettori.
Sempre a mio parere il metodo più saggio per accantonare soldi in vista della pensione, è proprio quello di fare un piano individuale pensionistico. Le "regole" non sono affatto decise dalle banche o assicurazioni ma sono dettate per legge con la sorveglianza di appositi istituti. Demonizziamo quando c'è da demonizzare....

Un saluto

Anonimo ha detto...

Solo il 25? io pensavo che ci daranno il 50!Che tristezza mi sento un gran coglione.Ho 38 anni e 22 di contributi ma messi nel cxxx.E pensare che ho pure una polizza vita stipulata nel 1992 e in scadenza tra 8 mesi.
ho sempre pensato al mio futuro ma cè poco da fare siamo ridotti in schiavitu e difenderci é troppo difficile.
Un saluto a tutti.

Paolo da jesolo.

Anonimo ha detto...

salve sono nuovo e volevo solo fare 2 osservazioni:
Claudio scusa ma se ho capito bene dall'articolo ke ho letto(http://www.finanzaediritto.it/articolo.php?a=677) gli indicizzati scommettono sull'aumento dell'inflazione e sul ristagno economico, è come sperare di avere un dito nel culo per 10 anni e poi prendere 2 spicci(scommettono sul nostro fallimento)(aspetto una risposta se ho capito male)
Federico guardati inside job e guarda chi stabilisce le "regole"

l'idea del saputello?? se le cose restano cosi comprati un pezzo di terra,almeno la fame la togli.

complimenti per il sito
harlock

PS: ma nn è possibile svaligiare un paradiso fiscale per pagare i debiti?? Moralmente è più che accettabile no.

Federico ha detto...

Salve Anonimo non sono un saputello e il pezzo di terra ce l'ho anche due...

Il fatto è che a MIO MODESTO PARERE il fatto di accantonare dei soldi in una forma di pensione integrativa non è poi così sbagliata.

Poi faI come credi chi vivrà vedrà.

Anonimo ha detto...

Caro Harlok, puoi anche credere che se guadagni 1.000 euro al mese ci potrai comprare sempre le stesso cose, ma l'inflazione è un dato di fatto e volente o nolente con i titoli indicizzati sei coperto (tasso fisso basso + adeguamento inflazione). Secondo me almeno il 2% di inflazione media all'anno è il minimo della pena. 0 inflazione è pura utopia.
Il segreto per stare tranquilli è risparmiare e accantonare quel poco che si riesce in modo che quando quei soldi mi serviranno non abbiano perso il loro potere d'acquisto (e se puoi diversifica). Se accantoni molti soldi ben venga acquistare la terra. Se il mondo va avanti in questa direzione l'unica via d'uscita è il ritorno alla vita dei campi, che secondo me è l'unica crescita "sostenibile". ciao
Claudio-Mestre

Anonimo ha detto...

no scusa Federico il saputello ero io
cmq sarà la moneta a collassare qndi nn ce soluzione per un cittadino normale. Sono i vertici che dovrebbero controllare,sanzionare e cancellare le banche, i servizi e le operazioni. Grazie a persone come Cali anche io ho iniziato a capire che il mercato finanziario è marcio e si autoregolamenta per il profitto della banca. ke fare quando tutto cadrà?Si torna al feudo, ai cavalieri e.....
Sììì ai pirati!!
se in un futuro nn troppo lontano incontrerete un capitan Harlock...
ciaooooooo

Federico ha detto...

OK ! Finalmente uno scambio di idee senza litigi.

Si effettivamente a livello economico siamo già tornati al Feudalesimo Vassalli, valvassori, valvassini e i servi della gleba. Qualsisi azienda ormai è strutturata in stile feudo a meno che non sia a aconduzione famigliare.


Ciao a tutti

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Complimenti a tutti, anche da parte mia.

U. Marco Calì