martedì 8 novembre 2011

La ricetta per recuperare i soldi, in 24 giorni

 
L'Italia sta crollando!Haaaaaaaaa!
Aiuto!
Incredibile, come è potuto accadere ciò! Haaaaaaaaaaaaaa!
Non è possibile. Haaaaa, c'è la crisi, aiuto, aiuto, aiuto, aiuto!


Hai delle perdite da investimenti?
Hai perso l'80% con le azioni ?
Hai perso il 35% con i Btp?
I tuoi fondi comuni perdono il 46%?


Non preoccuparti, c'è la soluzione per questi problemi.
Ecco la ricetta per recuperare i soldi persi.


1. Ripeti per 87.995 (ottantasettemilanovecentonovantacinque) volte: "haaaaa, sto perdendo i miei soldi".
2. Vai in banca (o dal tuo promotore finanziario) e chiedi come mai i soldi stanno perdendo: insieme passate 4 ore, 16 minuti e 6 secondi ad esaminare il portafoglio;
3. Aspetta 23 giorni e ritorna in banca (o dal tuo promotore finanziario) e verificate insieme lo spread, il differenziale, la diversificazione (o giardinetto!), il PIL,  parlate di Eurobond, e di rating; attenzione, per fare questo è indispensabile il supporto del giornale Il Sole 24 Ore.
4. A questo punto, una volta tornata/o a casa devi rimanere immobile, preferibilmente sul divano del tuo salotto, e imprecare i Santi, Gesù, Giuseppe e Maria; infine dai la colpa a Dio.
5. Devi dire ora, per 769 volte: "la colpa è della banca, la colpa non è mia".
6. Al 24° giorno avverrà il miracolo: le tue azioni (o i tuoi fondi comuni di investimento) avranno recuperato totalmente il loro valore così come i Titoli di Stato saranno ritornati a 100.


N.B. Affinché la ricetta funzioni è espressamente vietato, nei 24 giorni, leggere libri sull'istruzione finanziaria, partecipare a corsi o webinar sull'istruzione finanziaria, studiare ebook che parlino di istruzione finanziaria.
La cosa fondamentale è stare immobili. L'unica cosa, in alternativa, che puoi fare è andare da qualche altro conoscente che si trova nella tua stessa situazione e imprecare insieme. 
Così recupererai tutti i tuoi soldi! Fantastico!
Straordinario! Non è difficile, eh, basta solo un po' di forza di volontà. Credici, non mollare, inizia subito.


In bocca al lupo.
U. Marco Calì


P.S. Ti ricordo che il 10 gennaio 2012 partirà il corso per "gestire i tuoi soldi" che sta riscuotendo sempre più successo e consenso fra i partecipanti. Fino al 25 novembre 2011 in promozione.
Magari a te non interessa, ma hai pensato ai tuoi figli, ai tuoi parenti? Fai loro un regalo iscrivendoli.





6 commenti:

Claudio ha detto...

Formazione finanziaria in senso lato va bene, forex e basta non è la soluzione, a meno che non si diventi veramente bravi (e non tutti ci riescono, corso o non corso). Consiglio di diversificare e non investire in banca (ovviamente solo banche on line). Claudio - Mestre

Anonimo ha detto...

do la triste notizia che l'italia è riuscita a raggiungere il suo tasso d'interesse al 7% questo a mio avviso indica che l' italia è in Default...è solo un mio parere...ma con i tassi d'interesse cosi alti al 7% è la stessa cosa che è sucessa alla grecia.
bisognera vedere cmq come reagiranno i mercati e l' europa.
le nuove elezioni no so a cosa porteranno sicuramente i nuovi arrivati saranno costretti a fare quello che dice l'europa(Francia e Germania) cioè svendere il patrimonio italiano e a fare tagli agli enti pubblici per abbasare il debito ma questo secondo le miei prospettive non basta...e allora ci saranno i fondi europei ma questo secondo me sara per il tardo 2012.
i risultati di tutto ciò si dovrebbero vedere per il 2014 con la svalutazione dell' euro che portera l'europa ad essere più competitiva e noi popolo secondo i loro calcoli dovremo essere la manodopera competiva fatta impoverire a questo scopo...

Dantes

Luca T. ha detto...

Buongiorno sig. Calì
Ovviamente io da studente non posso permettermi il suo corso seppur molto interessante..
Comunque visto che Lei dice sempre che l'importante è leggere e avere formazione finanziaria secondo lei l'università pubblica italiana (in particolare il corso di Economia e Management a Padova) è in grado di contribuire a tale formazione oppure no?!

La ringrazio per la risposta.

Luca

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Ciao Luca! Mi permetto di darti del tu, va bene?
Allora, per quanto concerne l'Università pubblica italiana dovrebbe rivedere molte ma molte cose.
Nel caso specifico (Economia e Marketing) penso che il contributo fornito sia migliorabile: conosco alcune persone che si occupano di marketing ma in quanto a formazione finanziaria sono a livelli molto bassi.
In poche righe mi è difficile riuscire a spiegare cosa intendo dire.
Ti propongo questa cosa: un incontro presso l'Università di Padova in cui dimostro che questo non è un momento di crisi ma è un momento straordinario per i giovani.

Riusciamo a d organizzarlo?

Complimenti Luca, per l'ottima domanda.

U. Marco Calì

Luca T. ha detto...

Grazie per la risposta.
Come studente del primo anno che conosce poco niente dell'università mi è impossibile organizzare un'incontro, mi dispiace :(
Magari più avanti quando conoscerò meglio il funzionamento dell'università si può fare.. anche perchè penso che sia un'importante opportunità per tutti (e sopratutto per chi si specializza scegliendo il curriculum "economia e finanza"!

Comunque ti ringrazio di cuore per avermi dedicato parte del tuo tempo!

Complimenti per il sito!
Luca

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Ciao Luca!
Complimenti a te. L'unico appunto che mi permetto di farti è questo: non dire "mi è impossibile organizzare un incontro". Questo vale anche per altre cose, ovviamente. Se usi la parola impossibile, il risultato non sarà mai raggiunto. Farai delle azioni che non ti porteranno a nessun risultato.
Ad esempio, prova a dire "mi impegno per organizzare un incontro". Prova, per favore. Provare non ti costa nulla, eh. Pensa a questa cosa per più giorni.

Grazie a te.

U. Marco Calì