domenica 5 febbraio 2012

ANALISI TECNICA EURODOLLARO SETTIMANA 06 – 10 FEBBRAIO 2012

 

Settimana estremamente interessante…


Avendo però appena archiviato l’intero Gennaio 2012 è proprio da lì che partiremo.










Area 1.2850 – 1.2900…terra di supporti di non poco conto e livello – a quanto è sembrato - assai ostico da penetrare.

Quello che il grafico ci mostra con estrema chiarezza è stato infatti il tentativo della coppia di penetrare tale area per poi essere non solo riassorbita ma essere ulteriormente spinta verso l’alto.

Morale : chiunque stia provando a difendere quel livello di prezzo ( fin’ora con ottimo successo )  non cederà senza aver venduto molto cara la pelle

1.2900 dunque diventa un’area di prezzo assolutamente “cruciale” e sulla quale fin da domani concentreremo la nostra massima attenzione.

Vediamo il TF immediatamente inferiore…


Dicevamo di una settimana per diverse ragioni estremamente interessante.

Anzitutto il mercato non ha nemmeno provato a scalfire il massimo della settimana precedente…fin da subito lo stesso non ha avuto la forza di penetrare 1.3200 , livello statico tra le altre cose punto di rotazione del trend in essere e minimo precedente allo stesso tempo.

Impossibilitato a salire il mercato ha preso a scendere alla ricerca di nuovi compratori : compratori posizionati su 1.3000 e disposti a metterci del loro anche se con poca convinzione.

Alla luce dei fatti dunque la candela settimanale risulta essere una candela di “accettazione” della settimana precedente ( al momento a lor signori va bene così…) e nuovo punto di rotazione del trend ( massimo inferiore al precedente a piena conferma del trend ribassista ). 


L’accettazione da parte del mercato dell’attuale situazione risulta ancora meglio definita se osserviamo il grafico giornaliero laddove è possibile ben visibile il range all’interno del quale si sono mossi i prezzi.

Didatticamente interessante notare come l’area resistiva a 1.3080 una volta rotta al rialzo sia diventata un’area supportiva …un’area dalla quale il mercato potrebbe trovare nuovo slancio per puntare dritto a 1.3450… nuova “area target”.

Tecnicamente in questa ottica si potrebbe definire una strategia di trading tale da consentirci di puntare proprio ad area 1.3450 entrando sulla “debolezza” ( preferibile ) dell’attuale congestione nel caso il mercato rompesse falsamente verso il basso.

Infine non possiamo non fare cenno ai Non Farm Payrolls dello scorso venerdì…


Ebbene come possiamo ben notare nemmeno l’uscita della notizia ( più che il dato in se del quale sapete la considerazione che ne ho… ) non è riuscita a modificare l’attuale situazione di congestione : compratori e venditori stanno dimostrando di avere pari forza tale che nemmeno la speculazione più sfrenata sta al momento riuscendo a rompere gli equilibri.

L’indicazione che possiamo trarne è che a questo punto può davvero succedere di tutto.

Riassumendo in area 1.2900 è ammassato il grosso delle truppe dei compratori ( l’abbiamo visto sul primo grafico mensile ) , a 1.3000 ma anche a 1.3100 ci sono altri compratori molto agguerriti ( …se possono contrastare la speculazione sui NFPR  vuol dire che sono proprio forti, ndr ) mentre a 1.3200 abbiamo i venditori che per tutta la settimana hanno impedito al mercato di andare sopra tale prezzo e anche questi stanno dimostrando di poter dire la loro.

Il risultato è la congestione nella quale il mercato è rimasto attanagliato…congestione nella quale non si rimarrà in eterno e dalla quale si uscirà con il solito fragore.

Queste particolari configurazioni grafiche sono le più “semplici” da tradare e quelle potenzialmente più “profittevoli” in quanto la loro rottura determina spessissimo ampi movimenti in un verso o nell’altro.

Se e come il mercato deciderà di uscirne diventerà occasione per un potenziale buon trading e quella che si presenta risulta dunque essere ancora una settimana ad altissimo interesse.

Gian


Powered by Sapienza Forex, the number one in the world in Forex Trading.




Nessun commento: