mercoledì 4 aprile 2012

Ecco i tre compiti che devi svolgere se hai un atteggiamento negativo



L'altro giorno, il Signor Francesco, un lettore del blog Sapienza Finanziaria ha inserito dei commenti nel post 

relativo all'analisi tecnica scritto da Gianmauro.
Su un commento il Signor Francesco aveva scritto che ci sono delle persone che dicono che noi della Sapienza Finanziaria "raccontiamo balle".


Avevo, quindi, chiesto al Signor Francesco: 
Chi sono queste persone?
Si trovano, magari, su dei forum?
Per quel che posso intendere io saranno persone che non hanno mai parlato con nessuno dello Staff di Sapienza Finanziaria e parlano senza conoscere i servizi.
Non sono tanto queste persone che mi meravigliano, mi meraviglia il fatto che lei dia ascolto a persone che parlano di noi senza conoscerci.
Ovviamente parlano alle spalle.... ma siamo abituati, eh, a queste persone.
Attendo una sua risposta e poi le suggerirò 3 consigli da dare a quelle persone".


Il Signor Francesco mi ha risposto scrivendo: 
Sono le solite persone arroccate sulle loro posizioni e convinzioni, si tratta di colleghi e amici con cui vorrei creare qualcosa insieme per operare nel trading o per provare un nuovo business, che mi dicono di non leggere e non dar ascolto a questi blog o simili. Gli da fastidio che io mi informi su Beppe Grillo dove anche Marco interviene spesso, oppure su TzeTze oppure qui su sapienza-finanziaria. Ogni tanto vorrei farli ricredere su tutta la disinformazione e mancanza di cultura (e sapienza) a cui siamo sottoposti. Tutto qua."


Ecco ora la mia risposta al Signor Francesco.


Proprio in questi giorni sto leggendo un libro, in cui all'inizio c'è un capitolo che le riporto e che spero possa esserle d'aiuto. Non aggiungo altro, le riporto proprio ciò che c'è scritto.


Il capitolo si intitola:
 IL TUO CARATTERE TRASPARE DALLE PERSONE CHE FREQUENTI.
Ecco il contenuto:
"Come dice il proverbio "Ogni simile ama il suo simile". Di solito scegliamo gli amici e i soci d'affari che hanno i nostri stessi interessi e condividono i nostri stessi valori. Se scegliete dei compagni felici, positivi e produttivi, è probabile che presto diventerete voi stessi felici, positivi e produttivi, mentre le persone infelici, negative e distruttive di sicuro intristiranno anche voi.
Cercate di passare la maggior parte del tempo con persone che hanno un Atteggiamento Mentale Positivo (AMP). Se il vostro lavoro vi costringe a passare del tempo con persone negative, non lasciate che questi vi scoraggino con la loro negatività, anzi, dimostrate il vostro AMP cercando il più possibile di ritrasmetterlo verso di loro".




Questo è ciò che è riportato in questo capitolo del libro e che consiglio a lei, Signor Francesco.




Ecco ora i 3 consigli, come detto, che do ai suoi amici. Riferisca loro di compiere questi 3 compiti. 


Consiglio numero 1: cercate di capire quale è l'altezza del cielo.
Consiglio numero 2: andate a contare quanta sabbia è presente nel mondo.
Consiglio numero 3: trovate dei giaguari e cercate di smacchiarli.




Una volta eseguite queste 3 operazioni sarò lieto di entrare in contatto con queste persone. Ma non prima che abbiano svolto questi compiti.




Agli altri la crisi, a noi la sapienza finanziaria.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, ieri sono stato impegnatissimo.
Oggi voglio scrivere solo GRAZIE.
Francesco

Sto leggendo un libro dove parlando di PNL (Programmazione Neuro Linguistica) sono rimasto colpito da questo paragrafo:

"non sono mai gli eventi a determinare i nostri stati d’animo, ma il significato che noi diamo loro.
Prendiamo un esempio limite: la perdita di una persona cara, una di quelle situazioni in cui, nelle nostra cultura, reagiamo automaticamente con grande sofferenza.
E ho specificato nella nostra cultura, perché ce ne sono altre che considerano la morte
diversamente da noi, attribuendo a un evento del genere significati opposti. In Indonesia si festeggia in occasione di una cremazione.
È un rituale nel quale uno o più defunti vengono cremati e la cosa curiosa è che le famiglie preparano una vera e propria festa per celebrare la loro dipartita, invitando chiunque lo desideri, turisti compresi.
Questo perché nella loro cultura c’è la convinzione che, quando qualcuno muore, vada in un posto migliore e senza sofferenza. Pertanto, se tu amavi veramente quella persona non puoi che essere felice, festeggiare e gioire per lei; al contrario, soffrire o essere triste sarebbe una dimostrazione di egoismo. Tanto più che, se c’è sofferenza, l’anima avrà maggiore difficoltà a
lasciare la Terra ed elevarsi, mentre un’atmosfera festosa contribuirà a un distacco più
semplice e naturale.
In poche parole, a Bali, se ti muore qualcuno e tu sei triste, la gente pensa: «Guarda che egoista, non gli voleva bene!», e molto probabilmente potrebbe dire lo stesso qualcuno di noi occidentali che vedesse far festa nella medesima situazione!
Quindi di fronte allo stesso evento possiamo avere due reazioni diametralmente opposte,
influenzate da diversi aspetti, tra i quali ovviamente il condizionamento culturale che abbiamo subito dai primi anni di vita."
Ho volutamente scelto questo esempio per sottolineare che gli eventi non ci fanno niente! Sono solo episodi, qualcosa che è successo e che interpretiamo nella nostra mente decidendo che significato avrà per noi.

Anonimo ha detto...

...il mio papà ha 75 anni ed è vivo e vegeto : in tutta la vita è sempre stato un leone.

Durante questi suoi ultimi anni gli sono però successe alcune cosette che ti voglio raccontare...

Qualche anno fa gli è passata la lama della motosega in faccia che gli ha scavato un solco e portato via 1 cm di carne per tutta la lunghezza tra lo zigomo sinistro e la parte opposta del volto schivando per un pelo naso e bocca ( 51 punti di sutura )...è stato operato al cuore d'urgenza...ha sconfitto un cancro ( che però gli ha portato via di netto il naso ) ...ha un inizio di parkinson e alcune azioni fatica a farle da solo...gli ultimi sei mesi gli hanno portato via due fratelli più giovani e più "sani" di lui.

La morale è che il mio papà si alza tutte le mattine canticchiando come se nulla fosse e non ti accoglie mai senza un sorriso ( il cervello e la sua capacità intellettiva sono quelli di sempre ).

Il mio papà non è "umano"...

Gian

U. Marco Calì ha detto...

Buongorno Francesco e Gianmauro.
Ottimi suggerimenti.

U. Marco Calì

P.S. Ho dei problemi con il mio computer (deve essere entrato un hacker!!!!)

U. Marco Calì ha detto...

Ci sono stati problemi ad accedere al blog nell'ultimo giorno. Deve essere stato un hacker.
Qualcuno ha avuto questo problema?
Grazie per la collaborazione.

Ora dovrebbe essere risolto.

U. Marco Calì

U. Marco Calì ha detto...

L'Hacker voleva fornirsi di un po' di Sapienza Finanziaria!!!!

U. Marco Calì

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Come 6 giorni possono cambiare, in meglio, la tua vita!

http://www.sapienza-finanziaria.com/2012/04/dammi-6-giorni-e-ti-mostro-come.html

Auguro a tutti una splendida giornata.

U. Marco Calì