sabato 16 giugno 2012

Anche Antonio, l'uomo del VHS, può avere successo, nel lavoro, nel 2012

Scrivo queste righe iniziali, dopo aver già scritto il post.
Sono stato indeciso fino all'ultimo se pubblicarlo o meno. La mia idea era questa: 

vendere il post, cioè chi avesse voluto leggere questo post avrebbe dovuto pagare. Ho deciso, per ora, di non farlo.
Ma queste informazioni possono realmente cambiare, in meglio, la vita delle persone.
Può capitare che una persona legga questo post, e magari perché è gratuito, non gli dà la giusta considerazione.
Vedrò immediatamente quella che sarà la reazione dei lettori: se non ci sarà condivisione, se non ci saranno scambi di idee (sui commenti qui sotto), se questo post non verrà portato a conoscenza di altre persone allora semplicemente ne prenderò atto e vedrò come fare in seguito.  Non è una minaccia, eh, ma preferisco che quello che scrivo arrivi anche ad una sola persona che poi agisce piuttosto che arrivi a tante persone che poi stanno ferme e si lamentano che non ci sono soluzioni, che c'è la crisi, ecc.
Capirò anche se questo post è arrivato a dei giovani: il contenuto di questo post dovrebbe essere attaccato sui muri di tutte le scuole d'Italia.


La mia intenzione è quella di avere lettrici e lettori che vogliano migliorare le cose, in generale:
la situazione attuale per la stragrande maggioranza delle persone in Italia è uno schifo, purtroppo.


Io e il mio Staff della Sapienza Finanziaria abbiamo l'intenzione di essere utili alle persone, non di essere dei pazzi.


Io voglio essere una goccia in questo mondo; Madre Teresa diceva "fai una goccia tu, fa una goccia un altro, fa una goccia un altro ancora e a forza di gocce si forma l'oceano".
Gentile lettrice e gentile lettore, fai la goccia anche tu!
Fai una goccia, altrimenti spera nella politica oppure spera che dal cielo arrivi la soluzione....




  
Ecco ora il post.


Per avere successo, in qualsiasi ambito, serve, prima di tutto, una cosa.
L'idea, ecco cosa serve. Non servono soldi. A noi, europei (io, ovviamente, posso riferire per l'Italia) è sempre stato detto che "servono soldi per fare soldi" oppure che "se non hai i soldi non puoi aprire un'attività".


Tutte queste convinzioni ti bloccano, purtroppo.
Ma non è così che funziona. 


Si possono svolgere tantissime attività anche senza essere in possesso di capitale. Addirittura, posso affermare che avere del capitale a disposizione può essere uno svantaggio; puoi avere il capitale, ma senza l'immaginazione non vai da nessuna parte.


L'idea, l'idea, l'idea, l'idea: prima di tutto serve l'idea.


E' evidente che il passaggio successivo è quello di voler dare un seguito a questa idea.


Idea e voglia di affermare questa idea: non serve altro.


Sono molteplici i settori in cui, solo grazie all'idea, puoi avere successo.
Abbigliamento, edilizia, agricoltura, arte, ambiente, editoria, elettronica, veicoli, turismo, meccanica, elettronica, ecc. Tutti i settori: chiaro o chiaro?


Ma se non vai avanti a portare avanti questa idea, non avrai mai successo.


Le scuse tipo "nel mio settore questo non può essere vero", sono solo scuse. Sono solamente alibi, sono scuse che tu vai a ricercare per giustificare il tuo insuccesso.


Ora ti faccio un esempio concreto e che sono sicuro verrà preso di esempio da più di qualcuno.


Nei giorni scorsi, avevo scritto un post in cui parlavo di Antonio, l'uomo del VHS nel 2012.
Ti consiglio di rileggere quel post prima di andare avanti.


Bene, Antonio può avere successo nel 2012 proprio grazie alle sue capacità; sì, ripeto, Antonio l'uomo del VHS può avviare un'attività nel 2012
E il bello è che ad Antonio non servono capitali per fare ciò.


Andiamo al concreto.


Antonio deve ricercare 5 persone che sono in possesso di cassette VHS (o cassette della video camera). Mi sembra che 5 persone che abbiano delle videocassette ci siano in Italia! Magari queste persone sono i suoi vicini di casa oppure dei suoi conoscenti ....


5 persone, non 500. L'obiettivo deve essere 500, per fare l'esempio, ma al momento Antonio ha bisogno di 5 persone.


Antonio dice a queste 5 persone che passerà (riverserà, in termine tecnico) il contenuto della video cassetta in un dvd. 
Antonio per svolgere questo lavoro si fa pagare 10 euro a dvd.
Ah, Antonio dice che per svolgere il lavoro ha bisogno dei soldi prima di iniziare il lavoro.




Apro una breve parentesi al riguardo: a noi italiani, fin dall'infanzia, è stato ripetuto che prima bisogna fare il lavoro e poi farsi pagare. No, questa è la strada che porta al fallimento: sono infatti molteplici le situazioni di aziende, in Italia, che stanno ancora aspettando soldi perché magari hanno detto ai loro clienti di pagare a 30 giorni, a 60 giorni, a 90 giorni, a 120 giorni, a 180 giorni, ecc. Quanti sono i casi che senti, oggi,  di aziende che stanno aspettando i soldi dai loro clienti? Questa, ribadisco, è la strada che porta al fallimento. Chiusa la parentesi. 




Torno al discorso di come Antonio, debba fare per avere successo grazie ai suoi talenti.
E' stra stra stra stra stra stra stra stra stra stra evidente il fatto che Antonio deve essere una persona corretta e che il lavoro lo deve svolgere: non penso minimamente che Antonio si faccia dare i soldi e poi non esegua il lavoro. Questa cosa (incassare e non fare il lavoro) Antonio potrebbe anche farla, ovviamente: il risultato sarebbe quello che Antonio fallirebbe ancora prima di partire, in quanto perderebbe di credibilità nei confronti dei clienti che comincerebbero e, ne avrebbero tutte le ragioni, a parlare male di Antonio.
Ma se Antonio rispetta le regole, avrà solo persone che parlano bene di lui, giusto o giusto? Chiaro o chiaro? Vero o vero?


Antonio incassa 50 euro e poi farà il lavoro. Se Antonio vuole iniziare questa attività può far pagare per 5 videocassette 25 euro: in questa maniera Antonio guadagna di meno (o addirittura va in pareggio) ma ha il vantaggio di farsi conoscere e di trovare i primi clienti.


Una volta eseguito il lavoro di passaggio dal Vhs al Dvd Antonio chiederà delle testimonianze scritte (due righe, eh, non dei poemi o delle poesie fantastiche) ai clienti. "Sono Elisabetta, ho dato le cassette vecchie ad Antonio che mi ha fatto avere il contenuto in dvd: e oggi posso vedere i filmati che erano nell'armadio sul mio televisore; ah quanti bei ricordi; Per fortuna che Antonio mi ha fatto venire in mente che avevo delle cassette, chissà che fine avrebbero fatto!".


Una testimonianza del genere; nulla di eclatante, appunto, semplicemente la verità.
Se il cliente non dovesse essere soddisfatto del lavoro, Antonio dovrebbe chiedere quali sono i problemi che questo cliente ha avuto e dovrebbe essere in grado di ridare i soldi indietro al cliente nel caso in cui Antonio non avesse svolto un buon lavoro. Win-Win: tutti e due, Antonio e il cliente devono vincere: entrambi devono essere soddisfatti.
La testimonianza del cliente va mostrata ad altri potenziali clienti.


Una volta che Antonio ha cominciato questa nuova attività comincia a spargere (come fanno i pescatori quando vanno a pasturare prima di andare a pescare) la voce che lui svolge questa attività; è talmente lampante che proprio i nuovi clienti arriveranno da altri clienti soddisfatti.


Pian pianino Antonio inizia a vedere come va questa nuova attività e poi vedrà che passi ulteriori fare. Antonio potrebbe assumere anche un'altra persona, una volta che ha più lavoro. Antonio insegna come fare al suo dipendente e le cassette da riversare saranno sempre di più.... 




Questa strategia può essere usata in qualsiasi settore.... chi ha orecchi, intenda!




Agli altri la crisi, a noi la sapienza finanziaria.




P. P.S. Partecipa da casa tua alla lezione tenuta dai nostri corsisti, martedì 19 giugno, ore 21







 

10 commenti:

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Buongiorno a tutti.

http://www.youtube.com/watch?v=VZhhPBjQjUU

http://www.youtube.com/watch?v=mjFm_48_w7s&feature=relmfu

Una splendida giornata a tutti.

U.

poppo ha detto...

Si per le videocassette va bene, ma per il mio mestiere (pizzaiolo) volendo aprire una pizzeria come si fa? Prima di tutto trovare un locale vuoto, affittarlo e dare i primi 5/6 mesi di anticipo, 500/600 euro al mese x 5/6 mesi sono già 2500/3600 euro da avere in tasca , arredare il locale altri 50/60000 euro pagando a rate altre 800/900 euro mensili. Riepilogo, prima di aprire si ha già una spesa e se uno non ha disponibilità economiche la pizzeria te la sogni. Antonio può fare la conversione dei vhs senza capitale ma io per fare le pizze ne ho bisogno. Per me questa teoria non mi convince tanto sarebbe bello cosi tutti aprirebbero esercizi pubblici, no? Ho capito che ci vogliono idee ma il mio sogno/idea è avere una pizzeria, e come dicono dalle mie parti "senza soldi non si cantano messe"

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Per poppo: è possibile, è possibile anche con la pizzeria.....

U.

Anonimo ha detto...

Ciao Marco,leggendo i vecchi post sono rimasto incuriosito dalla serata che organizzaste il 7 maggio " IL MILLIONAIRE PARTY A PADOVA ".Puo svelare il gioco delle 10 monetine cosi da avviarmi alla LIBERTA FINANZIARIA.Trovo il suo sito MOLTO stimolante e ricco di stimoli per chi come me cerca soluzioni ai problemi.Sinceri saluti Gennaro.

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Per Gennaro: non è che non voglio svelarlo, ma andrebbe spiegato tutto il contesto e in poche righe è impossibile.
Il gioco era molto semplice, eh.
Ma, ripeto, la spiegazione del gioco senza spiegare le due ore precedenti non darebbe il quadro giusto.

Le auguro una splendida giornata.

U. Marco Calì

poppo ha detto...

Grazie per la risposta, è possibile pure con la pizzeria...!?Illuminami...

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Per poppo: una parte della risposta è qui

http://www.youtube.com/watch?v=ffl-i_fHGtA

U. Marco Calì

poppo ha detto...

Ho capito, ma alla fine è come dicevo io senza soldi non puoi partire...tranne se vai in banca e ti fai un mutuo o finanziamento...

http://sapienza-finanziaria.com ha detto...

Per poppo: non posso che invitarti a riflettere.... soluzioni ce sono.

U. Marco Calì

Jaydee ha detto...

e il carico fiscale? dove lo mettiamo? irpef,irape,inps,inail etc etc etc? quelli sono costi fissi che vendi 1 o vendi 1000 ci sono sempre.Prova ad iniziare un'attività senza iscrizione alla camera di commercio,avere partita iva etc...oggi è più che mai impossibile!! L'unica soluzione è trasferirsi in Paesi dove il carico fiscale e burocratico è il più basso possibile...allora puoi sviluppare idee e quant'altro.Sempre con difficoltà,certo,ma con meno spese obbligate che ti segano le gambe...