mercoledì 19 dicembre 2012

Il ragazzo, l'alleanza di cervelli e l'esercizio


Questo post potrebbe darti fastidio, perchè ti dirò alcune cose personali. 
Bene, voglio proprio crearti fastidio. Andiamo.



Sei convinta o sei convinto che, per avere succeso, devi procedere da sola o da solo?

Se sei convinta o convinto che nella tua vita, QUALSIASI SIA IL TUO PROGETTO (sempre che tu lo abbia questo progetto, eh), tu possa andare avanti da sola o da solo, ti consiglio di rimuovere questa tua convinzione. Questa tua convinzione ti porta al fallimento, qualsiasi cosa tu decida di fare.

Garantito: tu fallisci se non ti allei. E' ovvio che devi allearti con persone giuste.

Forse le persone che stai frequentando non sono proprio le persone giuste: se le cose ti vanno bene, ti consiglio di continuare a frequentare quelle persone, ma se le cose non ti vanno bene ti consiglio di guardarti bene dalle persone che frequenti. 

Fra l'altro, chi frequenti, se tu hai successo è invidioso di te perché così metti in evidenza i suoi limiti. Questi "falsi amici" diranno alle tue spalle: "Ce l'ha fatta perché ha avuto fortuna" oppure "Ce l'ha fatta perché è raccomadata o raccomandato" e altro ancora.

Ovviamente, davanti queste persone non avranno mai il coraggio di affermare ciò, parleranno semplicemente alle tue spalle.

Quello che più conta è che dentro la testa di questi "falsi amici", in caso di tuo successo, loro si vedono inferiori a te e questo a loro non fa piacere. 
Vedere che qualcuno li ha superati nella vita li intristisce ancor di più. 
Per questi "falsi amici", quindi, se tu non hai successo loro sono più contenti. Per "falsi amici" intendo la stragrande maggioranza delle persone che frequenti. Lo so che ti può sembrare impossibile, ma è così.

Qui il discorso andrebbe continuato per farti capire meglio, intanto ti dico di riflettere su questo punto ovvero sul fatto che chi frequenti avrebbe un'invidia pazzesca qualora tu avessi successo, perché così queste persone si sentirebbero ancora più fallite di quello che sono ora.

In ogni caso tieni bene a mente il proverbio: "Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei".
Tu, quindi, sei "le persone che frequenti". Chiaro o chiaro? 
Tu solo sai che persone frequenti, ma quelle persone sei TU.




Ma nessuno, nessuno, nessuno, nessuno, ripeto nessuno è mai riuscito ad avere successo, IN QUALSIASI SETTORE, andando avanti singolarmente.

Ho studiato diverse storie di donne e uomini che hanno avuto successo nella loro vita e nessuna di queste persone è mai andata avanti in maniera solitaria. Questo è successo in qualsiasi ambito: scegli tu il settore, questo principio, dell'alleanza di cervelli, vale sempre.


A proposito di alleanza di cervelli, il primo a credere che da solo non poteva andare da nessuna fu il ragazzo che, come me, scriveva in parabole.

Questo ragazzo si rese conto che da solo non sarebbe andato da nessuna parte.

Questo ragazzo considerava l'alleanza di cervelli fondamentale per la divulgazione del suo progetto.

Questo ragazzo aveva bisogno di altre persone e ha chiesto aiuto.

Ha trovato qualcuno che era disposto ad aiutarlo nel suo progetto: gli Apostoli e i Discepoli.


E così ha dato vita al suo progetto.

Se lo ha fatto lui, perché non puoi farlo anche tu?

E' ovvio che devi avere un sogno. Se non hai un sogno da realizzare vuol dire che sei inutile al mondo. Non lamentarti nemmeno se non hai un sogno. Di cosa ti lamenti?

RIBADISCO: chiunque, ha ed abbia avuto successo nella vita, ha e ha avuto un'immagine fissa di quel successo.

Quell'immagine è talmente forte che diventa un'ossessione.

Ti suggerisco questo esercizio.
Prendi carta e penna. Ah, non scrivere con la tastiera (ciò che si scrive con la tastiera parte dalla mente, ciò che si scrive a mano con la penna parte dal cuore: non tralasciare questo particolare, è fondamentale!).
Bene, ora che hai preso carta e penna scrivi questi tre punti e poi compilali.


1. La mia visione per la mia vita (inclusa la mia salute) è
2. La mia visione per il mio lavoro, carriera, impiego e squadra è
3. La mia visione per la mia relazione e per la mia famiglia è

Una volta compilati, ovviamente se vuoi, me li invii (scanerizzati, voglio vedere che li hai scritti a penna, altrimenti non ti rsipondo!) a marcocali@sapienza-finanziaria.com

So già quante persone mi scriveranno: poche, forse una, forse due. Ma a me interessano queste persone, persone che vogliono reagire, persone che magari sono in difficoltà ma si impegnano per migliorare. Non possono scrivermi tante persone, è ovvio. La stra grande maggioranza delle persone non vuole cambiare perché non ha un sogno, non ha un'idea, non ha una finalità. 

Con chi non ha un sogno, con chi non ha un'idea, con chi non ha una finalità non intendo entrare in contatto.

Il tuo sogno potrebbe interessare a tante altre persone che ruotano nel mondo della Sapienza Finanziaria.

Sì, il mondo della SAPIENZA FINANZIARIA si sta espandendo sempre più: la tua idea può trovare delle persone che vogliono allearsi con te. Non sto parlando di trading, di borsa di investimenti, ecc. 

Mi e Ci interessa la Tua Idea.

Sprigiona il tuo sogno e ti accoglieremo a braccia aperte.

 

Scrivo a nome mio, ma è come se scrivessi per tante altre persone che ruotano nel mondo della Sapienza Finanziaria. Tutte le persone che hanno la Sapienza Finanziaria sono disposte ad ascoltare il tuo sogno ed aiutarti a realizzarlo. Con benefici da entrambe le parti, sia chiaro!

Agli altri la crisi, a noi la sapienza finanziaria. 

P.S. Sei anche tu un "bischero?





4 commenti:

U. Marco Cali ha detto...

Per farvi rendere conto di ciò che intendo, aggiornerò, qui sui commenti, su quante persone mi scriveranno. Non scriverò, ovviamente, il nome di chi mi scriverà.
Aggiornerò solo sul numero delle persone che mi scriveranno.

U. Marco Calì

U. Marco Cali ha detto...

Tanto per dare un primo parametro. Ci sono state, da quando ho pubblicato il post (tre ore fa) 150 visite. Quanti mi hanno scritto: zero.

Chi ha orecchi, intenda!

Agli altri la crisi, a noi la sapienza finanziaria.

U. Marco Calì

U. Marco Cali ha detto...

Altre 100 visite, 0 (ZERO) email....

Ma quell'uno che scriverà farà più strada di tutti quelli che non hanno scritto.

Ora basta aggiornamenti, era solo per darvi un parametro.

U. Marco Calì

Andrea ha detto...

QUANDO FAI QUALCOSA DI BUONO ABITUATI AD ESSERE COLPITO (MA NON AFFONDATO): ricordati che nella vita , sia in ambito privato , che professionale , se consegui dei risultati di successo , è automatico che diventi un bersaglio di qualcuno (o molti) , e la cosa è imprescindibile perchè l'invidia è insita nella natura umana. Sono Presidente di un gruppo da 30 anni , che è Leader di mercato , sono Presidente di un'associazione no-profit da 10 anni che sostiene 14.000 bambini , e sono presidente e co-fondatore da 6 anni del Club Mondiale della Formazione . Ti posso garantire che di attacchi in queste tre posizioni , che sono i pilastri della mia vita , ne ho subite e ne subisco quotidianamente,ingiustificate,immotivate,gratuite. Allora la reazione migliore che tutti noi dobbiamo avere di fronte a questi attacchi è l'indifferenza alle accuse. Perchè queste persone che vi attaccano , hanno un obiettivo che è quello di mettervi in difficoltà e voi non dovete dargliene la possibilità . Dovete convivere con questi attacchi e trasformarli in piacevoli manifestazioni d'interesse , perchè se ce l'hanno con voi è perchè rappresentate un riferimento."

M.Gasparotto