lunedì 7 gennaio 2013

Senza questo file non ci sarebbe la crisi in Italia


In Italia c'è la crisi, secondo la stra stra stra stra grande maggioranza delle persone.

Per leggere questa crisi basta fare riferimento ad un dato, un semplice dato.

Eccolo: 


in Italia, ogni sera, la trasmissione più vista è Affari Tuoi. 

Questa trasmissione viene vista, mediamente, da oltre 5 milioni di persone.

Da una parte la trasmissione potrebbe essere anche divertente magari se andasse in onda alle 3 di notte.

Ma in prima serata questa trasmissione viene vista dai bambini, ad esempio.

 E questi bambini vedono che la vita finanziaria può cambiare grazie all'apertura di un pacco!

Questo è deleterio.

 Fra l'altro, è dimostrato he chiunque abbia vinto un premio a questi tipi di lotterie nei 5 anni successivi abbbia perso tutta la somma vinta!


Ma dicevo, dare questo messaggio è deleterio, non tanto per gli adulti, tanto oramai per la stra stra stra stra grande maggioranza degli italiani adulti non c'è più nulla da fare: hanno troppi "file" installati nella testa che sono oramai difficile da togliere.

Ma i bambini hanno dei "file" liberi: se però questi "file" il bambino comincia a riempirli con la convinzione che per avere successo nella vita può servire aprire un pacco, la sua vita sarà un pacco!

Serve una trasmissione in cui, magari giocando, si fa vedere la differenza fra attivi e passivi, in cui si spiega ai bambini cosa è lo stipendio, come funziona un conto corrente, quanti dollari o yen mi danno con 10 euro, quanti soldi lo Stato si trattiene su una busta paga, dove vanno a finire i soldi delle tasse, come le banche prestano i soldi, come guadagnano le banche e altro ancora.

Se tu pianti ciliegie non possono nascere angurie e viceversa.

Dipende sempre da cosa vuoi ottenere.

Se tu trasmetti merda (mi scuso, ma non ho trovato un altro termine) non puoi avere un popolo intelligente e viceversa....


Agli altri la crisi, a noi la sapienza finanziaria.

 



P.S. Nel 2013 puoi cambiare Programma: guardati il Programma giusto! 


P.P.S. Martedì 8 gennaio, da casa tua, ore 21 puoi seguire il webinar Eliminiamo Banche e Scuole.

Nessun commento: