domenica 17 febbraio 2013

Ecco come Paolo vede il mercato, dopo un mese di Programma


Paolo, come gli altri studenti dell'attuale Programma Sapienza Forex, iniziato il 15 gennaio 2013, ha ricevuto un compito da fare a casa.

E' passato un mese dall'inizio del corso e questo è quello che è in grado di produrre un nostro studente!

Ah, il corso finisce a giugno... chissà a che livello arriveranno Paolo e gli altri studenti!

Ecco come ha svolto il compito Paolo, al quale vanno i miei più fervidi complimenti.





Ciao :)
come suggerito nelle lezioni live dal buon Gian, ho fatto un analisi tecnica di un cross da spedirvi via mail.
Con Word non veniva granchè perchè stringendo le immagini perdevano un po di risoluzione ed era meno chiaro, quindi ho messo le immagini in allegato numerate in ordine, cosi si vedono meglio a tutto schermo.

Immagine01
Come prima cosa mi sono messo su un timeframe lungo, il 4 ore, e ho messo lo zoom al minimo per avere un po una visione ampia del movimento del prezzo negli ultimi mesi e per identificare il trend primario. Dopo aver individuato i punti di svolta principali, quindi i massimi e minimi più importanti, li ho uniti con delle linee in blu cosi da aiutarmi ad identificare meglio il trend primario. Visto che il trend primario è rialzista ho tracciato una trendline a supporto del trend unendo i primi due minimi, notando che anche il terzo minimo del trend primario andava a cadere proprio sulla trendline. Attualmente ci si trova in una fase di ritracciamento dopo il terzo impulso rialzista del trend primario. Ritracciamento che non è ancora arrivato a testare la trendline, quindi andando poi ad analizzare piu in dettaglio il grafico nei timeframe inferiori, dovrò tenere a mente che mi trovo in un trend rialzista da piu di un anno e che da due mesi si è in una fase di ritracciamento, quindi potrebbero ancora esserci occasioni per operare short fino a che il prezzo non va a testare la trendline, ma tenendo appunto a mente che il trend primario è rialzista ed è plausibile pensare che il prezzo possa ritornare a salire.




Immagine02
Spostandomi su un timeframe inferiore, quello orario, e facendo un po di zoom, mi sono posizionato sull'ultimo impulso-ritracciamento del trend primario. Nella prima parte vedendo un trend rialzista, l'ho seguito per vedere fino a quando i massimi ed i minimi rimanevano crescenti. Aiutandomi con due frecce blu, ho cercato di identificare quelli che dovrebbero essere il primo massimo ed il primo minimo decrescenti, per avere la conferma esatta del momento dell'inversione. A quel punto avendo identificato anche l'ultimo minimo del trend rialzista, ho tracciato una trendline verde a sostegno dello stesso, notando come, dopo averla rotta, abbia fatto anche due bei pullback senza rientro che andavano a testare la trendline dalla parte sotto (resistenza).
A quel punto, essendo il trend invertito, ho tracciato una trendline del trend ribassista unendo i massimi.
Ho proceduto poi a segnare anche i primi livelli statici (solo alcuni di quelli che si vedono nell'immagine, gli altri li ho segnati poi scendendo ancora di timeframe) cercando le aree in cui piu volte il prezzo aveva rimbalzato facendo supporto o resistenza.
Come si vede dall'immagine ho tracciato anche due scenari possibili che il prezzo potrebbe andare a disegnare, in uno ho immaginato che il prezzo possa continuare la sua discesa fino ad arrivare alla trendline rialzista del trend primario, terminando cosi la fase di ritracciamento; nell'altro, tenendo conto della trendline ribassista segnata sui due massimi del 7 e del 12 febbraio, si può anche pensare che il prezzo possa continuare a salire fino a testarla, e solo dopo proceda nella fase di discesa verso la trendline rialzista del trend primario.




Immagine03
Sono sceso ulteriormente nel dettaglio del recente passato con un timeframe a 30 minuti e zoomando sugli ultimi giorni. Ho identificato quindi un trend ancora piu ribassista di quello segnato per il ritracciamento. Ho inoltre aggiunto altri livelli statici più dettagliati per capire quali possano essere i traguardi più prossimi nel movimento del prezzo, visto che quando rompe un livello va al successivo. Un'altra cosa che ho notato è che rispetto agli impulsi precedenti, l'ultimo impulso rialzista è stato parecchio forte, e dopo aver rotto vari livelli, ha fatto svariati pullback senza rientro sull'ultimo livello rotto. Non so se sia logico pensare una cosa del genere, ma vista la forza con cui ha cerco di andare al rialzo e i cosi tanti supporti che ha fatto su quel livello prossimo alla trendline, mi verrebbe quasi da pensare che ci sia un po più di probabilità che prosegua al rialzo, ma questo verrà semmai confermato da una rottura della trendline ed un pullback senza rientro sulla stessa.

A questo punto avendo raccolto un po tutte queste informazioni, ho tirato le somme, e visto che il prezzo si trova in una fascia intermedia fra la trendline rialzista del trend primario e la trendline ribassista del ritracciamendo nel trend secondario, credo che la soluzione migliore e più a basso rischio possa essere quella di attendere che vada a testare una delle due, per poi valutare se poter entrare long o short. Altrimenti si potrebbe stare a vedere il comportamento nella zona che ho segnato con l'ellisse grigetta per vedere se si allontana al ribasso dopo il test della trendline o se la rompe e fa un pullback senza rientro verso l'alto come nelle linee arancioni tratteggiate.




Vedremo lunedì come si comporterà :)

Ciao e buon weekend.



Complimenti ancora Paolo!

Agli altri la crisi, a noi la sapienza finanziaria.


P.S. Chi partecipa al Programma Sapienza Forex può partecipare a vita.



Nessun commento: