venerdì 22 marzo 2013

Ma perché Bolt ha l'allenatore? Che poi è un ciccione!


Ma Bolt non potrebbe allenarsi per conto suo?

Ma Bolt perché ha bisogno dei consigli di un ciccione (non è un'offesa, eh, è proprio così che l'atleta giamaicano definisce, scherzosamente, il suo allenatore)?

Ma Bolt, che ha un talento naturale immenso, perché deve ascoltare i consigli di uno che i 100 metri non li correrebbe in un minuto?







Dai tu le risposte che credi.

La maggior parte delle persone pensa di non aver bisogno di un "supporto".

E' come chi (98% delle persone) vuole avere successo in un determinato ambito ma non si fa allenare da qualcuno, che se anche ciccione (in questo caso la parola ciccione ha un senso del tipo "cosa vuoi che mi insegni quello lì, io non ho mica bisogno di quel ciccione) potrebbe esserle/gli molto utile.


Chi ha orecchi, intenda!


Per restare in termini di velocità un grandissimo saluto allo Straordinario Pietro Mennea.


Agli altri la crisi, a noi la sapienza finanziaria.


P.S.  partecipa gratuitamente (online, da casa tua) al webinar "5 minuti e diventa milionario", che si tiene mercoledì 27 marzo alle ore 21.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ognuno di noi ha bisogno di qualcuno per poter dare il massimo.
Le "grandi persone" se ne rendono conto.

Bell'articolo!

U. Marco Cali ha detto...

Esatto, sono solo "le persone grandi" che se ne rendono conto.

U. Marco Calì

P.S. Una curiosità.Perché anonimo non si firma? Quale è la sua paura?