sabato 15 giugno 2013

Da 21 a 22 l'iva non aumenta dell'1%, ma del 4,76%. Punto. Questo è quello che entra in più nella casse dello Stato. Ma non ditelo al gregge


Si parla dell'aumento dell'iva di un punto percentuale.

Nessuno, tranne il sottoscritto U. Marco Calì, dice che l'aumento non è dell'1%.

Se l'iva dovesse passare dal 21% al 22% l'aumento sarebbe del 4,76%. Punto.

Il resto sono chiacchiere da bar, checché ne dicano i vari esperti.

Avevo già 


scritto al riguardo, quando, ad esempio l'iva era passata dal 20% al 21%: in quel caso l'aumento era stato del 5%. Punto.

Torniamo al discorso attuale. 

Quanti soldi entrano in più nelle casse dello Stato con questo aumento dal 21% al 22%?

Allora, facciamo l'esempio di un bene che costi 1.000 euro.
Attualmente quel bene costa 1.210 euro, giusto o giusto?
Domani quel bene (con l'iva al 22%) costerà 1.220 euro, giusto o giusto?

Quegli euro10 in più su euro 210 fanno ENTRARE NELLE CASSE DELLO STATO IL 4,76% IN PIU' RISPETTO AD OGGI.

10 : 210 x 100 = 4,76

Non mi dilungo un attimo in più su questi conti. Nelle casse dello Stato arriva il 4,76% in più. E questo 4,76% non arriva dal cielo, lo pagano i contribuenti, lo paghiamo noi cittadini. Lo Stato li sa fare i conti, eccome se li sa fare. Il gregge, invece, pensa all'1%. Al gregge dicono l'1% e il gregge ripete l'1% ...

Chi ha orecchi, intenda!

Agli altri la crisi, a noi la sapienza finanziaria.


P.S. E i rimborsi richiesti tramite il sottoscritto U. Marco Calì, per il caso leasing Hypo Bank (finito su Striscia la Notizia grazie al sottoscritto U. Marco Calì) continuano ad arrivare. L'altro giorno un cliente ha recuperato 40.000 euro. I clienti che stanno recuperando i soldi sono sempre di più .... 

7 commenti:

U. Marco Cali ha detto...

Buonasera a tutti. Ho visto che avevo errato nell'inserire i dati, ora li ho corretti. Mi scuso per l'errore.

Ho visto, inoltre, che c'erano dei commenti, ma li ho eliminati.

Chi vuole commentare in questo blog dica chi è, altrimenti cestinerò sempre questi commenti.

Chi non vuole dire chi è (e magari fare il maestrino) vada in altri siti, blog e forum.

Non mi servono anonimi vari o sigle varie. Se uno non ha nemmeno il coraggio di dire chi è vada pure da altre parti.

U. Marco Calì

U. Marco Cali ha detto...

Lo Stato su un bene di 100.000 ora incassa € 21.000, con l'aumento incasserà € 22.000.

Ora, facciamo l'esempio di un investitore che da € 21.000 guadagna € 1.000 e va, quindi, a € 22.000.
Quanto guadagna quell'investitore?
Il 4,76%. Punto. Anzi Punto Com come dice mia figlia Benedetta.

U. Marco Calì

U. Marco Cali ha detto...

Ovviamente chi aveva messo i commenti può rimetterli, ci mancherebbe. Anche con le critiche.

Basta che questi commenti siano costruttivi. Un commento di un anonimo comincia già male.
La maggior parte delle persone ha paura di dire chi è: come può essere utile al mondo una persona che non ha nemmeno il coraggio di presentarsi?

E' ovvio che la stragrande maggioranza soffre di questa paura, ma è anche vero che queste persone possono andare su altri siti, blog e forum o guardare i soliti programmi televisivi.

Qui abbiamo bisogno e vogliamo solo gente senza paura. E accetto anche le critiche, ripeto. Anzi, la critica è ben accetta. Se poi a questa critica venisse proposta anche una soluzione sarebbe il massimo.

Ma chiedere delle soluzioni al gregge è come sperare che nevichi in estate....

U. Marco Calì

U. Marco Cali ha detto...

Se volete chiedere a qualche commercialista un parere su questo discorso dell'iva vi consiglio di lasciar stare.

Ad esempio, non c'è un commercialista, dico uno, ripeto uno, ribadisco uno, che sia in grado di calcolare le rate dei leasing.

In questo periodo non so con quanti commercialisti sono entrato in contatto per il discorso dei leasing hypo bank. Non c'è un commercialista che sia in grado di fare i conteggi.

Chi ha orecchi, intenda!

U. Marco Calì

matte espo ha detto...

sei bravo in finanza ma pecchi un po' in microeconomia; hai ragione che l'aumento percentuale è del 4.76% ma il gettito non aumenterà di tale misura;infatti un aumento dei prezzi incide sulla curva di domanda e quella di offerta spostando il punto di equilibrio e diminuendo l'area di gettito.
comunque la mia è solo una precisazione puntigliosa perché sto studiando queste cose in questi giorni; massima stima per quello che fai

Matteo Esposito

U. Marco Cali ha detto...

Per matte espo: leggi anche questo post

http://www.umarcocali.com/2011/11/iva-diminuzione-boom.html

E' questo quello che volevi sapere?

Grazie per il commento.

U. Marco Calì




Giuseppe Rufo ha detto...

Non vorrei far polemica, ma è doveroso ricordare che in primis lo Stato guadagna su quei 1000 euro, per cui ci si basa sul valore dei prezzi reali, l'imposta infatti al 22% è di 220 euro, aumenta di 1 punto percentuale sul bene che ammonta a 1000 euro. Se vogliamo scrutare solo l'IVA allora dobbiamo prendere in considerazione che i 210 euro di imposta (21%) sono tramite l'aumento IVA a 220 euro (22 %). Per cui 220-210= 10 euro (1%). Infatti basta far 220/10= 22% !! Quindi l'aumento è solo del 1%, ogni 10 euro di aumento sul prezzo reale aumenta l'imposta dell'1%, ma ciò vuol dire miliardi in più per lo Stato comunque sia!!

Cordiali saluti.