lunedì 18 gennaio 2016

Vuoi fare ricorso per il tuo mutuo? Attento che oltre a perdere su tutti i fronti, arriva la condanna per "lite temeraria"

In questi ultimi anni non so quante richieste di verifica dei mutui mi sono arrivate.

C'era anche una trasmissione delle Iene che aveva trattato l'argomento mutui e pareva, dall'opinione generale, che la stragrande maggioranza dei mutui fossero in usura.

Da parte mia ho sempre sostenuto che la stragrande maggioranza dei mutui fossero regolari.


Ci sono state tantissime persone che si sono rivolte a dei "consulenti" vari, i quali in moltissimi casi prospettavano agli intestatari dei mutui possibili rimborsi.

Da parte mia, ritenendo, appunto, che i mutui fossero regolari ho sempre dato questo tipo di risposte alle persone che si sono rivolte a me:

"Buongiorno Signora/Signore.

D quel che mi risulta il suo mutuo è regolare e non ci sono i presupposti, quindi, per un'eventuale azione risarcitoria.

Ovviamente, questo è solo il mio parere.

Le auguro, Signora/Signore, una splendida giornata. "


Ora, vi porto a conoscenza di un caso (ma ce ne saranno molti altri) dove il Tribunale ha condannato il cliente che si era avvalso della consulenza di una famosa società.

Il caso: pre-analisi gratuita di questa società di consulenza...., perizia da loro commissionata alla ditta... , procedura giudiziale che segue gestita da un avvocato consigliato… si trasformano in una disfatta totale. Nemmeno un punto delle contestazioni trova accoglimento.

Si legge in sentenza:

-        ESPERIMENTO DI DOMANDE ASSURDE E PRETESTUOSE BASATE SU UNA INTERPRETAZIONE DEL TUTTO FANTASIOSA DELLA PRONUNCIA DI LEGITTIMITA’ 350/2013 ….
-        PRODUZIONE DI CONSULENZE TECNICHE (leggi perizie di parte, cioè della ditta .... incaricata dalla società di consulenza ....) CON DATI A CASO
-        TALE CONDOTTA INTEGRA UNA COLPA GRAVE…
Ne consegue una condanna per lite temeraria.

Quel cittadino non solo ha perso la causa, e si sente tradito da chi l’aveva illuso con maestria di poter recuperare decine di miglia di euro, ma è stato pure costretto a risarcire le spese processuali per intero e condannato per “lite temeraria”.


In definitiva:

a testimonianza di quanto da anni sostenuto, ecco la fine che hanno fatto o che faranno i clienti di questa società di consulenza .... e che invece non hanno fatto coloro che hanno creduto a me.

IL CLIENTE DOVRA’ PAGARE CIRCA 30.000 EURO PIU’ TUTTO QUELLO CHE HA GIA’ PAGATO (IPOTIZZO CIRCA 10.000 EURO). SICURAMENTE CE NE SARANNO ANCHE DI PIU’ GROSSI

RIASSUMENDO PER OGNI “NO” CHE HO DETTO I CLIENTI HANNO RISPARMIATO CIRCA  40.000 EURO

ADESSO FACCIO UNA DOMANDA DA 100.000.000 DI EURO:
SE IPOTIZZIAMO 50.000 PER OGNI “NO” E MOLTIPLICHIAMO PER LE CENTINAIA (FORSE ANCHE MIGLIAIA) DI PERSONE A CUI HO CONSIGLIATO DI NON FARE NULLA QUANTI MILIONI DI EURO HO FATTO RISPARMIARE?

Nessun commento: